La Lega-Salvini viene allo scoperto: fuori dal gruppo sovranista all’europarlamento e dentro, udite bene, al PPE di Angela Merkel (sono finite le bugie dell’Italexit). La Lega tornerà al 10% e gli italiani moriranno di tasse

Per non farsi notare, ossia per non perdere i voti pro ITALEXIT, un anonimo sabato di settembre, prima del “caldissimo” ottobre, la Lega compie la svolta: via dal gruppo dei sovranisti all’europarlamento e dentro al PPE di Angela Merkel. Ossia, euro forever, al diavolo – letteralmente – le promesse passate. Quanto sopra tutto sommato resta un dettaglio – a parte che fa davvero imbestialire, per le bugie che il panzer leghista ed i suoi Rinaldi, Bagnai, Borghi ci hanno raccontato per anni, ed oggi accettano supini -. Infatti quello che gli italiani devono temere, inclusi quelli che plaudono per la svolta (M. Blondet, che stimo sebbene dissenta in parte) non è l’evidente tradimento ma la matematica. Ossia le confische ai beni delle famiglie che arriveranno, restando nell’euro. Due conti, di seguito.

Leggi tutto “La Lega-Salvini viene allo scoperto: fuori dal gruppo sovranista all’europarlamento e dentro, udite bene, al PPE di Angela Merkel (sono finite le bugie dell’Italexit). La Lega tornerà al 10% e gli italiani moriranno di tasse”

La smisurata e ricorsiva arroganza (ed ignoranza) del popolo italico nel credere che tutto gli sia dovuto: il caso dell’ 8.9.1943 e lo sperato ITALEXIT, secondo cui qualcuno dovrebbe salvare gli italiani “aggratis”

La pagina meno conosciuta, proprio perché ha messo a nudo la nullità, l’autolesionismo interessato, l’antimeritocrazia, il nepotismo, la raccomandazione dilagante del sistema di potere romano – e dunque è stata opportunamente nascosta –  è stata l’ 8.9.1943. Ieri forse per la prima volta su Rai1, dopo il famoso “Tutti a casa” di A. Sordi, si è provato a parlare dell’argomento in termini reali e soprattutto in prima serata. Facendo emergere quanto sopra: il ladrocinio e l’inadeguatezza politica dei tempi, tanto simile a quella attuale. Si noti, NON errori, proprio nefandezza nel governare a sfregio degli italiani, ossia dimostrando come chi va a Roma a votare in Parlamento tende inevitabilmente, via antimeritocrazia e nepotismo, a breve, a votare solo per se stesso, fregandosene del Paese (memento il pigiama del super raccomandato Badoglio, non a caso uno dell’elite del tempo, come le elite attuali troppo spesso incapaci di generare valore positivo per il Paese, alias borghesia compradora/venditora…).

Leggi tutto “La smisurata e ricorsiva arroganza (ed ignoranza) del popolo italico nel credere che tutto gli sia dovuto: il caso dell’ 8.9.1943 e lo sperato ITALEXIT, secondo cui qualcuno dovrebbe salvare gli italiani “aggratis””