Tra una “velata minaccia” tedesca e una marea di bugie leghiste, l’Italia va alla deriva (sarà di nuovo Repubblica a sovranità limitata): chi avrà la meglio, gli USA o l’EU franco-tedesca? [2/2]

2. PARTE

Assimilato che il tempo delle grandi scelte per l’Italia è arrivato, vedasi la 1. PARTE pubblicata ieri, siamo qui a provare ad immaginare le conseguenze di cotanta tragica insipienza politica italiana del III. millennio. Leggi tutto “Tra una “velata minaccia” tedesca e una marea di bugie leghiste, l’Italia va alla deriva (sarà di nuovo Repubblica a sovranità limitata): chi avrà la meglio, gli USA o l’EU franco-tedesca? [2/2]”

Please follow and like us:
error

Tra una “velata minaccia” tedesca e una marea di bugie leghiste, l’Italia va alla deriva (sarà di nuovo Repubblica a sovranità limitata): chi avrà la meglio, gli USA o l’EU franco-tedesca? [1/2]

1. PARTE
Ormai è chiaro: per manifesta incapacità di autogovernarsi, l’Italia sarà costretta a cedere sovranità. Al riguardo, il messaggio da Bruxelles è arrivato più volte chiarissimo negli scorsi 7 anni, “cedere sovranità”. Nel caso, significa diventare colonia, ossia le tasse pagate dai cittadini italici serviranno per finanziare i monumenti di Berlino o le pensioni di Parigi. Cose già viste svariate volte negli ultimi 500 anni .

Leggi tutto “Tra una “velata minaccia” tedesca e una marea di bugie leghiste, l’Italia va alla deriva (sarà di nuovo Repubblica a sovranità limitata): chi avrà la meglio, gli USA o l’EU franco-tedesca? [1/2]”

Please follow and like us:
error

Non ci capite più nulla sulla crisi del governo italiano? Proviamo a darvi una mano, in effetti sta andando tutto come abbiamo previsto un mese fa…

Renzi al governo significa aiutare la Francia ad affossare l’Italia

È difficile convivere col caos, anche per gli italiani che loro  malgrado sono esperti di entropia ed affini, essendo loro stessi innati generatori di disordine, almeno a livello politico.

Leggi tutto “Non ci capite più nulla sulla crisi del governo italiano? Proviamo a darvi una mano, in effetti sta andando tutto come abbiamo previsto un mese fa…”

Please follow and like us:
error

Mike Pompeo in viaggio lampo in Italia per incontrare Mattarella, in vece di Trump (parleranno di scacchi e porteranno fiori sulla tomba del padre Bernardo?)

Affaritaliani, che sta emergendo come la vera fonte Insider di Roma al pari del più vezzeggiato Dagospia, ci informa di un fatto saliente: il segretario di Stato USA, Mike Pompeo, è stato inviato nottetempo a parlare a Roma non con il suo omologo Moavero, non con il primo ministro Conte, assolutamente non con il tuttofare Salvini ma direttamente con Mattarella, su come gestire la crisi italica e le prossime elezioni. L’articolo completo, stringato, è al LINK.

Leggi tutto “Mike Pompeo in viaggio lampo in Italia per incontrare Mattarella, in vece di Trump (parleranno di scacchi e porteranno fiori sulla tomba del padre Bernardo?)”

Please follow and like us:
error

Enrico Letta a capo di un governo tecnico, per mettere tasse e far arrivare i migranti? Avete capito quanto è sporca la faccenda? (Ossia i servizi segreti francesi contro l’Italia)

Altro che fare la TAV, anzi la TAV va ri-sigillata ed il laboratorio nucleare francese sotto il Frejus impedito ad ogni costo. Quello che succede oggi è questo: Salvini l’illetterato politico, dietro sollecitazione USA – a cui la scorsa settimana per fortuna non ha più potuto dire di no (non gli è stata fatta una domanda, …) -, stacca la spina al governo per fare il passo successivo. Passo che, si noti bene, non si potrà completare senza il supporto americano, che sembrano – con BoJo a 10, Downing St.. – finalmente essere passati alla modalità “attiva” [commento personale: pericolosissimo!].

Leggi tutto “Enrico Letta a capo di un governo tecnico, per mettere tasse e far arrivare i migranti? Avete capito quanto è sporca la faccenda? (Ossia i servizi segreti francesi contro l’Italia)”

Please follow and like us:
error

Il vero motivo per cui, avendo rinnegato l’ITALEXIT, Salvini deve farsi da parte: l’Italia è obbligata AD USCIRE DALL’EURO se non vuole diventare una colonia francese

Spiace vedere cotanta pericolosa improvvisazione lato Lega a livello economico. In particolare mi riferisco a quanto rinnegato da Salvini nel contesto dell’ITALEXIT, dove il “capitano” si è dimostrato – spiacente – un pericoloso incompetente (aspettate di leggere tutti numeri riportati di seguito prima [nel caso] di insultarmi). Il motivo, lo sottolineo, è MATEMATICO – ossia economico – e verrà spiegato di seguito, con calcoli da terza media.

Or dunque, andando diretti alla conclusione, l’Italia NON potrà MAI cambiare l’EU dal di dentro, semplicemente perché non se lo può permettere, vedremo oltre il motivo. Anzi, a fare nulla è destinata a diventare INEVITABILMENTE una colonia della Francia, quale maggior detentrice del debito italiano. Dimostreremo di seguito le ragioni.

Leggi tutto “Il vero motivo per cui, avendo rinnegato l’ITALEXIT, Salvini deve farsi da parte: l’Italia è obbligata AD USCIRE DALL’EURO se non vuole diventare una colonia francese”

Please follow and like us:
error

Le vacanze intelligenti di una volta (50 anni fa) e oggi? Quale preferite?

Io adoro Alberto Sordi, l’unico in grado di prendere in giro qualsiasi italiano in modo più che irriverente ma sempre facendolo ridere. Una dote unica. Sappiate che Sordi mi manca, tanto; non so a voi, ma capita soprattutto d’estate, magari durante “Il viaggio con Papà” e soprattutto nelle “Vacanze Intelligenti“.

Oggi le vacanze sono in spiaggia, magari col mojito in mano e le cubiste che ballano (la musica dance in generale, non altro, …), magari spiaggiati a mo’ di Nerone su  un lettino da fine Impero. Invece, quando l’Impero si stava costruendo Sordi le vacanze le faceva così, vedasi il LINK, senza vergognarsi della propria supposta ignoranza di lavoratore, che poi ignoranza non era, anzi…:

Leggi tutto “Le vacanze intelligenti di una volta (50 anni fa) e oggi? Quale preferite?”

Please follow and like us:
error

Il vento secessionista tristemente agita l’Italia, da nord a sud: mai fare come i capponi di Renzo Tramaglino! La Lega mediti bene le sue mosse, visto che rischiano di essere suicide, sull’autonomia

Una delle “sue” tante fanfaronate….? Sarebbe un vero peccato

Redazione: riceviamo e volentieri pubblichiamo un intervento su un argomento a noi caro, l’Unità d’Italia. In particolare, chi scrive è un fiero Unionista del profondissimo Nord (ma, si noti bene, senza mamma nè moglie tedesca, …), ossia senza se e senza ma, visto che considero per altro il sud Italia il più grande mercato emergente mondiale, oggi. Ovvero, “cederlo” lato Italia sarebbe davvero da stupidi, oltre a significare voler mandare a ramengo il sangue versato dai nostri avi che hanno combattuto per tenerla Unita, l’Italia. Ed anche uno sfregio ai soldi versati per lo scopo dagli italiani, come la mia famiglia…

Il problema sono proprio i soldi: il nord ha pagato per decenni fior di quattrini, mentre il sud NON ha ricevuto detti fondi pagati dal nord. Dunque è rimasto arretrato. Dove sono andati a finire ‘sti soldi? Questo è il problema di oggi e soprattutto di domani. La risposta è semplice: i soldi si sono persi a Roma. Ovvero, è di vitale importanza riformare la funzione della Capitale, ad esempio spostando la maggior parte dei ministeri nei capoluoghi di Regione se si vuole tenere l’Italia Unita  (un po’ come venne fatto, per motivi diversi, dagli USA con la Germania nel 1945, ndr). Parimenti il nord deve capire che il grande sviluppo dato dall’industrializzazione centro-europea a partire dalla fine dell’Ottocento, è un processo ormai concluso. Dunque il futuro oggi sta a sud e non a nord; il problema è anche l’arroganza – e alcune volte direi anche l’ignoranza – nordista, nel non voler riconoscere tale fattualità. A maggior ragione perchè un nord asservito all’EU franco-tedesca tornerebbe ad essere schiavo delle tasse, che una volta finivano alla Corte di Vienna e domani finiranno tra Parigi e Berlino (il lombardo veneto pagava quasi il 30% di tutte le tasse pagate nel regno austroungarico, ndr). Leggi tutto “Il vento secessionista tristemente agita l’Italia, da nord a sud: mai fare come i capponi di Renzo Tramaglino! La Lega mediti bene le sue mosse, visto che rischiano di essere suicide, sull’autonomia”

Please follow and like us:
error

Il Vostro caro Leader, uno di Voi…

Salvini al Papeete, dove le cubiste ballavano in bikini sulle note dell’anno di Mameli in presenza del vicepremier Salvini a torso nudo e mojito in mano

Vorrei dirvi che sono senza parole, vorrei dirvi che sono completamente senza parole, vorrei dirvi che mi sembra di essere tornato ai tempi di Nerone. Vorrei dirvi tante cose ma in realtà il Maestro lo ha fatto prima e molto meglio di me. Parlo naturalmente del Maestro Maurizio Blondet, mica uno qualsiasi, io resto un apprendista visto che mi reputo un mero supplente allo schifo informativo dei nostri giorni. Al contrario, il Maestro – innata dote – ha il dono della favella e della scrittura, a livelli a cui il sottoscritto non potrà mai ambire. Sottoscrivo dunque la sua analisi, in toto, vedasi oltre. Se criticate lui, criticate anche me.

Leggi tutto “Il Vostro caro Leader, uno di Voi…”

Please follow and like us:
error

Però “Senza le certezze italiane” qualcuno è diventato stramiliardario… Della serie: ormai l’Italia è un paese spolpato da tutti

Berlusconi si dovrebbe vergognare: per quanto mi riguarda non è degno di essere considerato italiano, non più almeno. Vedasi il titolo sopra. Dunque, ormai sono venuti allo scoperto: Berlusconi, diventato ormai filo EU fino al midollo, sta barattando il suo filo EUropeismo con il sacco all’Italia. E lo dice pure. Pazzesco!

Leggi tutto “Però “Senza le certezze italiane” qualcuno è diventato stramiliardario… Della serie: ormai l’Italia è un paese spolpato da tutti”

Please follow and like us:
error