Il genio di Trump: interrompere le guerre senza fine in Sirya. Così facendo i globalisti EU sono morti, visto che non possono fare a meno nè dei consumi USA nè dell’ombrello militare NATO. Peccato che l’Italia non abbia alcun partito politico di spessore…

Uno chiede sconti e l’altro gli risponde: … ahò, guarda che devi ancora pagare per la NATO….

Un commentatore ha detto bene oggi: con Tangentopoli è stata annichilita una classe dirigente italiana capace, da lì in avanti non ne è nata nessun altra. Verissimo. La colpa di tutto questo? Se serve trovarla, la colpa… Si sappia che lo schema è sempre lo stesso, da decenni: a soffiare sul fuoco sono sempre gli EUropei, in crisi generalizzata ai tempi (post caduta del muro) che convinsero gli americani a non porre il veto sull’ingerenza in Italia. Fino a quel momento infatti fu Londra il gestore delle danze italico, basti pensare che l’esplosivo usato per l’Italicus era lo stesso dell’attentato a Giovanni Falcone, oltre a numerosi altri elementi indiziari che collegano la strage della stazione di Bologna al rapimento Moro (…).

Leggi tutto “Il genio di Trump: interrompere le guerre senza fine in Sirya. Così facendo i globalisti EU sono morti, visto che non possono fare a meno nè dei consumi USA nè dell’ombrello militare NATO. Peccato che l’Italia non abbia alcun partito politico di spessore…”

L’euro non è riuscito ad eguagliare nemmeno il marco tedesco e il franco francese: ecco perché

Matthew Lynn per The Telegraph

Avrebbe sfidato il dollaro. Sarebbe diventato la valuta di riserva preferita. Avrebbe reso l’Europa la forza trainante del “sistema monetario globale”, aumentando la sua influenza e fornendo un contrappeso agli Stati Uniti, troppo potenti e dispotici.

Cos’è successo? Non solo non ha aumentato l’influenza dell’Europa, ma l’ha visibilmente ridotta.

Quando l’euro fu lanciato, 20 anni fa, ci furono molte discussioni su come stroncare il dollaro. Ed invece …..

Leggi tutto “L’euro non è riuscito ad eguagliare nemmeno il marco tedesco e il franco francese: ecco perché”

Se questo è il nuovo….. Come rimpiango la prima Repubblica!

Ieri la tragica presa per i fondelli di una sfida che in realtà è stata un aiuto reciproco, a cui il Vespa nazionale si è prestato (mai dimenticare la vox populi sulla supposta paternità del conduttore inamovibile da Rai 1, nel caso un marchio di fabbrica dell’andazzo nazionale). Infatti durante la prima Repubblica la sfida era nel bene del Paese, ieri invece – mi è sembrato davvero chiaro – è stata a vantaggio dei due contendenti….

Leggi tutto “Se questo è il nuovo….. Come rimpiango la prima Repubblica!”

La guerra di Extinction Rebellion contro la classe operaia

Gli eco-snob odiano i poveri che aspirano ad una vita migliore

Brendan O’Neill per spiked online

Extinction Rebellion [XR] ci costringe a parlare di “dinamica di classe”. Tutti possono facilmente rendersene conto.

Ad esempio, questo culto eco-allarmista annovera, fra le sue fila, una Principessa belga, la nipote di un Baronetto e un Guardianista [http://guardianpublicschool.org/] discendente dall’aristocrazia britannica.

A chi mirano questi snob? Agli operai che lavorano nel mercato della carne di Smithfield, ai lavoratori del mercato ittico di Billingsgate, ai bravi londinesi che stanno solo cercando di andare al lavoro o di prendersi una pausa dai capricci della vita.

Leggi tutto “La guerra di Extinction Rebellion contro la classe operaia”

La Regina ha parlato (Salvini anche….): visto che la Brexit si farà, Sua Maestà ha deciso, quali prospettive per l’EU e per l’Italia?

Avevamo detto che la Regina avrebbe salvato gli UK e così è stato: come fu per i nonni nazisti, sostanza mai capita oltre Reno, l’ultimo baluardo della difesa britannica sta a Buckingham e non a Westminster. Ieri la Regina Elisabetta II, The Queen, a cui deve andare tutto il nostro sincero rispetto per aver salvato dai tedeschi l’EUropa, come fece anche sua Madre – l’amata Queen Mother – ha di nuovo fatto il miracolo, questa volta azzannando i sovranisti alla gola: con uno sguardo che vale più di mille parole, in cagnesco a dir poco ai suoi Commons (comunque i suoi sotto pari) ha scandito queste parole…

Leggi tutto “La Regina ha parlato (Salvini anche….): visto che la Brexit si farà, Sua Maestà ha deciso, quali prospettive per l’EU e per l’Italia?”

Salvini inaugura il post-sovranismo, giocandosi i voti di chi lo avevo votato per uscire dall’euro: “La Lega non ha in testa l’uscita dell’Italia dall’euro o dall’Unione europea. Lo dico ancora meglio, così i giornalisti smetteranno di alimentare fantasie strane: l’euro è irreversibile”. BANG!

Salvini ormai è oltre al sovranismo, forse siamo addirittura al “post-sovranismo”: in una lunga intervista a Il Foglio, sotto, Salvini conferma categoricamente e senza possibilità di smentita che dall’euro non vuole più uscire. Anzi, l’euro è irreversibile (…). Ora, quelli come me che hanno votato Lega per via dell’ITALEXIT che dovranno fare? Certamente non voteranno Lega se Salvini resterà segretario, anzi la bugia di Salvini se la legheranno al dito, unica cosa che si può fare.

Leggi tutto “Salvini inaugura il post-sovranismo, giocandosi i voti di chi lo avevo votato per uscire dall’euro: “La Lega non ha in testa l’uscita dell’Italia dall’euro o dall’Unione europea. Lo dico ancora meglio, così i giornalisti smetteranno di alimentare fantasie strane: l’euro è irreversibile”. BANG!”

Il “Discorso della Regina”: ha fissato con sguardo d’acciaio i Parlamentari sottolineando le “opportunità” di un’uscita dall’UE

La Regina ha ribadito la promessa di Boris Johnson di portare il Regno Unito fuori dall’UE il 31 ottobre

Rachel Russel per Express.co.uk

Discorso della Regina — I punti-chiave

• Lasciare l’UE il 31 ottobre con un accordo di libero scambio e di amichevole cooperazione con l’Unione

• Legge sull’immigrazione per porre fine alla libera circolazione con l’UE

• I cittadini dell’UE già residenti hanno il diritto di restare

• Più potere per prevenire la criminalità e la violenza, introducendo nuove e più severe Leggi

• Obiettivi di miglioramento ambientale giuridicamente vincolanti

• 2% del reddito nazionale speso nella Difesa

Leggi tutto “Il “Discorso della Regina”: ha fissato con sguardo d’acciaio i Parlamentari sottolineando le “opportunità” di un’uscita dall’UE”

Ma i migranti stanno arrivando sulle coste italiane o no? Facciamo chiarezza con i dati, usando quelli ufficiali del Ministero degli Interni (sorprese in vista mi sa….)

Visto il tifo da stadio, che non fa bene al Paese, tifo da Roma che trasuda oggi dividendo i votanti tra pro e contro sovranisti (iinvece di unirli; forse dovrei dire post sovranisti dopo la rinuncia all’ITALEXIT, ndr) vorrei fare un passo di lato: dunque vorrei proporre solo dati, quelli ufficiali dell’immigrazione in Italia, pubblicando quanto ottenibile dal cruscotto del Ministero degli Interni.

Leggi tutto “Ma i migranti stanno arrivando sulle coste italiane o no? Facciamo chiarezza con i dati, usando quelli ufficiali del Ministero degli Interni (sorprese in vista mi sa….)”

Mike Pompeo non può incolpare l’Iran di aver attaccato se stesso

Tom Luongo per Gold Goats ‘n Gun

Proprio quando pensavamo che navigare fosse una cosa sicura, ecco che qualcuno ha fatto un paio di buchi su una petroliera iraniana.

L’attacco ha fatto aumentare per un breve periodo di tempo i prezzi del petrolio, ma non è riuscito a stabilizzarli.

Stranamente, il segretario di Stato Mike Pompeo è rimasto in silenzio.

Si tratta palesemente di un avvertimento all’Iran fatto da qualcuno — fra sauditi/israeliani/statunitensi — posto sul lato del “Non vincerai senza costi”.

Bene, questa è la verità, ma la grande domanda che tutti si pongono è: “Chi è stato?”

Leggi tutto “Mike Pompeo non può incolpare l’Iran di aver attaccato se stesso”

C’è una guerra in Turchia, un’altra strisciante nel golfo Persico, l’EU è in recessione, gli USA vanno verso la crisi, i dazi minano il commercio e Trump rischia l’impeachment. E le borse invece salgono ai massimi: è la manipolazione delle banche centrali, baby!

Studioso vicinissimo alla LSE: dice della fine del Capitalismo ma tace su cosa lo sta sostituendo

E’ un mondo fantastico. Tutto va verso il peggio se non il male ma invece nei mercati tutto va bene. Anche la mitica Germania va in recessione, c’è la Brexit, le tasse aumentano in molti paesi, la ricchezza diffusa diminuisce eppure le borse salgono. Come mai?

Leggi tutto “C’è una guerra in Turchia, un’altra strisciante nel golfo Persico, l’EU è in recessione, gli USA vanno verso la crisi, i dazi minano il commercio e Trump rischia l’impeachment. E le borse invece salgono ai massimi: è la manipolazione delle banche centrali, baby!”