Iniziativa pro-Cambiamento, quello vero: oggi con il vostro aiuto vorremmo gettare le basi per comprendere il NEPOTISMO in Italia, un tipico male italico. Abbiamo bisogno del vostro aiuto!

Lo sapete che noi crediamo nel merito e nella competenza. Tale merito e competenza dovrebbe essere per altro il cavallo di battaglia delle sinistre, ormai oggi apparentemente vendute all’alta finanza visto che il PD di fatto, come da analisi dei voti elettorali, prende il voto praticamente di quasi tutti i miliardari (come faccia poi a conciliare le esigenze elettorali degli impiegati e degli operai unitamente a quelli dei miliardari, ovvero di coloro che si arricchiscono sulle spalle della classe media in sparizione, il Supremo solo lo sa). Leggi tutto “Iniziativa pro-Cambiamento, quello vero: oggi con il vostro aiuto vorremmo gettare le basi per comprendere il NEPOTISMO in Italia, un tipico male italico. Abbiamo bisogno del vostro aiuto!”

Ooops… Giorgetti afferma che i miniBOT sono una chimera, o meglio una idiozia: finalmente qualcuno rinsavisce? Bene, vuole dire che assieme all’hard Brexit potremo avere anche l’hard ITALEXIT (qui è farina del sacco USA mi sa..)

Da Il Fatto Quotidiano, LINK

Finalmente, dopo troppo tempo, quando temevo il dado fosse tragicamente tratto, il fronte dei miniBOT si sta sfaldando: amici e supporter del miniBOT-patacones stanno dileguandosi, prima Bagnai e oggi Giorgetti, passando per un amico di importanti economisti minibottiani come Fassina, un bravo economista. Restano solo Borghi e Rinaldi, a fare – in tema di miniBOT – l’equivalente del cabarettismo economico, di fatto continuando a portare avanti il disegno che fu di Siri, ossia di Berlusconi: i miniBOT, una patrimoniale nascosta per il ceto medio e medio basso. Probabilmente i due economisti sopra citati preferiscono anche personalmente tale soluzione, evidentemente.

Leggi tutto “Ooops… Giorgetti afferma che i miniBOT sono una chimera, o meglio una idiozia: finalmente qualcuno rinsavisce? Bene, vuole dire che assieme all’hard Brexit potremo avere anche l’hard ITALEXIT (qui è farina del sacco USA mi sa..)”

Violata la casa di Boris Johnson

La violazione della privacy di Boris Johnson da parte del Guardian rappresenta un nuovo minimo per il giornalismo mainstream

Brendan O’Neill per spiked-online

È giusto registrare la conversazione privata di una coppia, attraverso i muri della sua casa, e quindi pubblicarla su un quotidiano nazionale?

La maggior parte delle persone direbbe di no, considerandola una grottesca invasione della privacy.

Leggi tutto “Violata la casa di Boris Johnson”

Bruxelles furiosa: la Svizzera mette pressione alla Commissione Europea, che sta organizzando una rappresaglia sulla Brexit

L’Unione Europea e la Svizzera sono ai ferri corti sul “Trattato Bilaterale”. Bruxelles minaccia reazioni rifiutandosi di riaprire i negoziati, in quello che è anche un palese avvertimento rivolto ai Brexiteers

Redazione: Dopo la guerra alla Gran Bretagna, dopo quella all’Italia, ora la Commissione Europea dichiara guerra anche alla Svizzera. Viene da chiedersi se qualcuno, a Bruxelles, oltre la faccia abbia perso anche la testa.

—————-

Alice Scarsi per The Express

Berna è stata accusata da una Bruxelles sempre più bellicosa di rallentare deliberatamente il “Trattato Bilaterale”, dopo che il Governo Svizzero ha chiesto all’UE di “chiarire” tre aree dell’accordo.

Questa richiesta è stata percepita da Bruxelles come una richiesta di riapertura del “progetto di trattato” concluso nel novembre del 2018. Di conseguenza si è rifiutata di farlo.

Leggi tutto “Bruxelles furiosa: la Svizzera mette pressione alla Commissione Europea, che sta organizzando una rappresaglia sulla Brexit”

Il Presidente francese Sarkozy affronterà un processo per corruzione e traffico d’influenze

Redazione: di cultura cattolico-romana, mai abbiamo gioito per le disavventure degli altri, anche quando non ci sono simpatici (eufemismo).

Ma come dimenticare i risolini di scherno contro il Primo Ministro del nostro paese (poco conta il suo nome)?

Come dimenticare la fine del suo finanziatore, Gheddafi, che non è stato processato, ma ucciso da un agente francese dopo essere stato impalato su un fuoristrada, forse di marca Renault?

Omettiamo le tante cose che pur sarebbero da dire sulle vicende libiche, in particolare sull’orda d’immigrati e sulle migliaia di morti nel Mediterraneo.

Sono soprattutto sulla coscienza dell’ex Presidente, ci pare. E su quella della Clinton.

Da avanspettacolo la vicenda del “finanziamento a sua insaputa”. Dilettante! Mai sentito parlare del Senatore Scaiola?

Leggi tutto “Il Presidente francese Sarkozy affronterà un processo per corruzione e traffico d’influenze”

Gli USA pronti a rispondere ad attacchi nucleari/non convenzionali da parte di paesi non autorizzati all’atomica: il rapporto JP 3-72 del Joint Chief of Staff di metà Giugno 2019

US JCS 06112019 : jp3_72 

Come riportato dai media, l’Iran potrebbe eccedere l’accumulo consentito dagli accordi internazionali di materiale fissile in poche settimane, deliberatamente. Ciò comporterebbe un rischio enorme per i paesi che si affacciano sul Golfo Persico, visto il noto revanscismo iraniano (Iran, ex Persia, – lo ricordo  – fu alleata dei nazisti nella seconda guerra mondiale, essendo la sua popolazione considerata dai gerarchi nazisti  come ariana, ndr). Tale eventuale contingenza “nucleare” potrebbe costringere all’uso di armi debolmente radioattive/radioattive come rappresaglia, magari di nuovo tipo, ossia con ridotto o nullo fallout radioattivo.

Leggi tutto “Gli USA pronti a rispondere ad attacchi nucleari/non convenzionali da parte di paesi non autorizzati all’atomica: il rapporto JP 3-72 del Joint Chief of Staff di metà Giugno 2019”

Ecco perchè Draghi è nemico sia dell’Italia che dell’EUropa (ossia favorisce solo le elites industriali della Germania). Dunque, Trump ha ragione: Draghi manipola l’euro al ribasso, contro gli USA!

I tassi bassi salvano l’Italia, qualcuno dice così. Ad esempio Matteo Renzi, certamente uno scienziato della politica ma che a livello economico di scienza ne ha vista ben poca, temo anzi abbia già da tempo condannato l’Italia all’indigenza in forza delle sue politiche passate, vedrete fra qualche tempo dove ci porterà il suo allineamento interessato “costi quel che costi” all’EU. Leggi tutto “Ecco perchè Draghi è nemico sia dell’Italia che dell’EUropa (ossia favorisce solo le elites industriali della Germania). Dunque, Trump ha ragione: Draghi manipola l’euro al ribasso, contro gli USA!”

La guerra valutaria è la fase successiva del conflitto globale e l’Europa, il principale parassita, è del tutto indifesa

Donald Trump ha avvertito Mario Draghi di non rubare quote di mercato svalutando l’euro

Redazione: l’articolo che proponiamo è uno dei più lucidi che mai siano stati scritti sui QE dell’eurozona e sulla guerra valutaria con gli Stati Uniti. Chi vorrà leggerlo non lo dimenticherà facilmente.

Da rilevare che, normalmente, AEP e Alberto Bagnai sono sulla stessa lunghezza d’onda. Le sue considerazioni, quindi, sono ragionevolmente le stesse che esprimerebbe il Senatore leghista se avesse le mani libere.

Quella guerra Trump/Merkel che a volte abbiamo temuto, ma che soprattutto abbiamo auspicato, forse sta davvero cominciando. Il “dado è tratto” ed ormai crediamo (speriamo!) che non si torni più indietro.

Leggi tutto “La guerra valutaria è la fase successiva del conflitto globale e l’Europa, il principale parassita, è del tutto indifesa”

Dopo 75 anni sono state restituite le opere di Alfred Dubin agli eredi di Max Morgenstern, di fatto sottratte dai nazisti: record a Londra per le sue opere! (tenute in Germania per così tanto tempo, in un museo statale…)

  

I nazisti nel 1938 costrinsero i proprietari della collezione di Max Morgenstern, un collezionista ebreo, a vendere le sue opere. Ma la cosa incredibile è che siano rimaste in mano tedesca, addirittura esposte in musei nazionali tedeschi, per ben 80 anni, ossia 74 anni dopo la fine della guerra!!! Questi sono i soggetti con cui l’Italia si sta misurando nella lotta contro l’EU austera e matrigna – con i migranti fatti arrivari dalle ONG tedesche e francesi -, oggi…

Leggi tutto “Dopo 75 anni sono state restituite le opere di Alfred Dubin agli eredi di Max Morgenstern, di fatto sottratte dai nazisti: record a Londra per le sue opere! (tenute in Germania per così tanto tempo, in un museo statale…)”

Incredibile, il padre del deputato tedesco Gregor Gysi, che finanzia la ONG Sea Watch fu agente Stasi, ministro della cultura ed anche ambasciatore in Italia della DDR durante il rapimento Moro! Non è che dietro la ONG ci sono agenti ex Stasi italiani?

La polizia segreta tedesca dell’est, la temutissima e violentissima Stasi, fu l’erede della Gestapo nazista, letteralmente: capacissima, ebbe l’ardore di metastatizzare le istituzioni straniere di mezzo mondo.  Anche Angela Merkel lavorava nella sezione agitazione e propaganda (Aghiprop) di fatto parte dello stesso ministero da cui dipendeva la polizia segreta. La Stasi si macchiò di delitti efferati e fece del ricatto la sua prima arma.

Leggi tutto “Incredibile, il padre del deputato tedesco Gregor Gysi, che finanzia la ONG Sea Watch fu agente Stasi, ministro della cultura ed anche ambasciatore in Italia della DDR durante il rapimento Moro! Non è che dietro la ONG ci sono agenti ex Stasi italiani?”

Le mafie italiane usano le vecchie lire come valuta parallela

La polizia sostiene che le organizzazioni criminali regolino i loro conti usando (anche) le vecchie lire – La valuta è stata sostituita dall’euro nel 2002

Redazione: francamente, se diversa fosse stata la fonte, non avremmo prestato attenzione a questa notizia che, peraltro, ci sembra non sia stata rilanciata dalla stampa main-stream nazionale.

Com’è possibile convertire vecchie lire in euro? Cosa c’è sotto? Perché, che sotto ci sia qualcosa, a noi sembra evidente.

Curioso rilevare che, mentre si parla di minibot come valuta parallela, le mafie (almeno quelle, da noi, funzionano bene) se la siano già fatta, anche se in forma inaspettata. Le vecchie lire! Ma non usavano i bitcoin? Seguiremo, se sarà possibile, questa vicenda.

Leggi tutto “Le mafie italiane usano le vecchie lire come valuta parallela”