Se un professore di economia si “dimentica” di discriminare sull’inflazione “corretta” per la crescita del PIL… Ecco l’illusione di una crescita economica che non c’è – ed anzi si teme sarà negativa – al netto dell’inflazione reale

Marco Fortis è un’economista conosciuto. Dicono pure attento. Il problema è che non ci troviamo assolutamente con le sue affermazioni. Nel senso, correttamente, Marco Fortis evidenzia che le sue esternazioni sono frutte delle elaborazioni dell’OCSE/OECD, dirottando la palla avvelenata altrove. Ma rimane l’errore del non disquisire sulla qualità del dato.

Il prof. Fortis dice su ilsussidiario.net: crescita italiana del PIL nel 2021 e 2022 del 5% e del 4,4% rispettivamente. I conti però NON tornano. causa inflazione. Vediamo perchè.

Leggi tutto “Se un professore di economia si “dimentica” di discriminare sull’inflazione “corretta” per la crescita del PIL… Ecco l’illusione di una crescita economica che non c’è – ed anzi si teme sarà negativa – al netto dell’inflazione reale”

PfizerLeak: le clausole davvero strabilianti dei contratti fra Pfizer e Stato

In Francia, intanto, hanno cominciato ad erigere ghigliottine (foto di coda) …

Redazione wikistreaks France

I contratti Pfizer sono estremamente vincolanti per gli Stati che li hanno firmati. Praticamente, legano loro le mani.

A seguire, alcune spiegazioni basate sui tweets di Marceau, che ha tradotto e commentato queste rivelazioni (anch’esse su Twitter).

Anche se il documento trapelato è in realtà solo una “bozza”, ovvero una versione non definitiva, è probabile che i contratti siano molto simili.

La Pfizer è stata molto aggressiva nel cercare di proteggere i dettagli dei suoi accordi internazionali sul vaccino per il Covid-19. Ma ne abbiamo una copia.

Leggi tutto “PfizerLeak: le clausole davvero strabilianti dei contratti fra Pfizer e Stato”

Il Grande Esodo Estivo (alcuni consigli per chi s’impegna nel rito annuale del viaggio in auto)

Illustrazione di Iñigo Navarro Dávila

Itxu Diaz per The American Spectator

Grande Esodo Estivo, è questo il nome dell’operazione attraverso la quale milioni di cittadini stressati, affogati di caldo, imbottigliati e vestiti di scuro decidono di diventare cittadini stressati, affogati di caldo e imbottigliati … ma in pantaloncini, canottiera e con un coccodrillo gonfiabile sul tetto della loro auto.

Leggi tutto “Il Grande Esodo Estivo (alcuni consigli per chi s’impegna nel rito annuale del viaggio in auto)”

Italia in protesta contro il green pass e le misure liberticide, da nord a sud fiumi di persone con OMV e L’Eretico invadono le piazze

Rilanciamo questo articolo che ci ha mandato l’OMV (Organizzazione Mondiale per la Vita).

Le manifestazioni che si sono tenute in 80 città italiane hanno mostrato che una parte del popolo del Bel Paese non ci sta.

Che cosa possiamo capire da quello che sta avvenendo?

Non possiamo prevedere cosa avverrà, possiamo supporre che si arriverà a una radicalizzazione.

Non si può continuamente stuzzicare il can che dorme, sperando che non si risvegli.

O forse l’intento era proprio quello di risvegliare il can che dormiva?

Rimaniamo all’erta e vigili. Perché tutto può accadere.

Leggi tutto “Italia in protesta contro il green pass e le misure liberticide, da nord a sud fiumi di persone con OMV e L’Eretico invadono le piazze”

Google e Wikipedia ci lavano il cervello

Redazione: un nostro lettore, Antonio C, c’invia questa traduzione, che volentieri pubblichiamo in ampia sintesi.

*****

Ryan Matters per Off-Guardian.org (sintesi)

Secondo una ricerca  condotta da We Are Social, l’utente medio di Internet trascorre online oltre 6 ore e mezza al giorno.

Internet è allo stesso tempo una benedizione e una maledizione: … da un lato ci dà accesso a quelle conoscenze che migliorano le nostre vite ma, dall’altro, è uno strumento di controllo mentale che crea dipendenza e può essere sfruttato per influenzare le nostre scelte e manipolare il nostro pensiero.

Leggi tutto “Google e Wikipedia ci lavano il cervello”

Fra grandinate giornaliere, estate freddissima, vaccini fini a se stessi, green pass sanitari e una crisi economica imperiosa, ormai la domanda da farsi è solo una: a quando la Grande Disclosure?

Non possiamo pensare che tutti siano fessi o, peggio, pazzi. Quello che capita oggi non è casuale nè folle, ma voluto. Trattasi di un Grande Reset, nessun complottismo, come confermatoci dallo stesso Time, in copertina. Ossia non si tratta di vedere fantasmi ma la realtà dei fatti.

C’è solo da capire quale è il filo nero come la pece dell’inferno che lega tutti i puntini. Ossia quale è il motivo dell’implementazione del piano, dallo scorso anno. Motivo che capirete solo alla fine, visto che non ve lo diranno, per non terrorizzarvi, ora (alla fine, secondo qualcuno, tutto capiterà per il vostro bene, dipendendo dall’interlocutore…). Il timing dovrebbe invece mettervi sulle tracce.

Leggi tutto “Fra grandinate giornaliere, estate freddissima, vaccini fini a se stessi, green pass sanitari e una crisi economica imperiosa, ormai la domanda da farsi è solo una: a quando la Grande Disclosure?”

La nostra intervista a Ray McGovern, ex membro della CIA. “Biden non conta nulla. Gli Stati Uniti sono in mano al complesso mediatico militare”

Abbiamo intervistato Ray McGovern, ex membro della CIA, attivo con primari ruoli ad es. nel trattato di non proliferazione nucleare con la Russia.

Insieme a Ray McGovern, amico di Julian Assange, abbiamo approfondito il discorso riguardante il sistema multipolare e la sua emersione, unitamente alla mutazione progressiva degli apparati USA (…).

Profondo conoscitore delle cose del mondo, Ray McGovern con grande onestà intellettuale ci ha spiegato chi tiene le redini del potere negli Stati Uniti: e non è Biden.

Ray McGovern parla di un triangolo equilatero composto da USA, Russia e Cina. Gli Stati Uniti non hanno capito però, che gli equilibri sono cambiati rispetto agli anni Settanta e Ottanta, nei quali erano la forza predominante di questo menage a trois. Ora invece si ritrovano a dover subire le due potenze Eurasiatiche, che stanno unendo le forze per contrastare l’ingerenza del complesso mediatico militare americano.

Leggi tutto “La nostra intervista a Ray McGovern, ex membro della CIA. “Biden non conta nulla. Gli Stati Uniti sono in mano al complesso mediatico militare””

Colpo di Stato in Tunisia? Una dictadura se puede autolimitar …

Redazione: un paio di cose innanzitutto. Questo “colpo di stato a metà” è il fallimento più grave delle “Primavere Arabe” e di coloro che più le hanno volute. In primis Barak Obama, Hillary Clinton e il Deep State statunitense. La Tunisia era il loro “fiore all’occhiello”.

Secondo, prepariamoci all’invasione di Lampedusa e delle coste meridionali. Già immaginiamo il Generale Figliuolo che, siringa alla mano, inietta gli immigrati sul bagnasciuga.

Dopodiché, è ancora presto per dire chi è che ha ispirato le coup d’état. La grande stampa europea non sembra molto coinvolta, giusto il minimo sindacale.

Non lo ammetteranno mai ma credo che, sotto sotto, tutti i Governi Occidentali la stiano pensando come Friedrich Von Hayek: 

Leggi tutto “Colpo di Stato in Tunisia? Una dictadura se puede autolimitar …”

GREEN PASS, ITALEXIT, SENTIAMO LA PIAZZA

La realtà spiegata semplicemente, è l’incipit che campeggia i piedi del nostro logo identificativo.

Per fare questo noi andiamo fra la gente, fra chi vuole occuparsi di politica, per avere il polso di cosa sta succedendo nel paese, per capire cosa sentono i cittadini.

Parliamo quindi di due temi cruciali con Ivano Verra, candidato sindaco con Italexit al comune di Torino.

Cliccate sul video per riprodurre – Video Intervista con l’architetto Ivano Verra – Italexit
Leggi tutto “GREEN PASS, ITALEXIT, SENTIAMO LA PIAZZA”

Arcipelago “6 gennaio” — Il Dipartimento di Giustizia e la brama di sangue dei Democratici

James Bovard (sintesi)

Le vicende del Campidoglio (6 gennaio 2021) continuano ad essere un regalo per chiunque nel mondo contesti i valori americani della democrazia e della giustizia.

Nei prossimi mesi, probabilmente, assisteremo a inconcepibili debacle burocratiche e a stupefacenti abusi dei Procuratori Federali, che offriranno carburante alla sete di sangue degli inferociti sostenitori di Biden.

Improbabile che l’imminente disastro possa restituire fiducia nella “democrazia americana”.

Leggi tutto “Arcipelago “6 gennaio” — Il Dipartimento di Giustizia e la brama di sangue dei Democratici”

La nostra intervista al Deputato paraguaiano Jorge Antonio Britez Gonzalez. “Una grande fetta della popolazione del Paraguay non vuole vaccinarsi, perché non ci vede chiaro”

Abbiamo intervistato il Deputato paraguaiano Jorge Antonio Britez Gonzalez.

Un politico coraggioso che si oppone allo scempio al quale stiamo tutti assistendo. Che cosa rende preziosa questa intervista?

Prima di tutto, apre i nostri orizzonti, facendoci capire che il sistema si replica nel mondo e crea cloni in ogni dove.

Si delinea sempre più uno scenario la cui vastità ci sovrasta. Tutto il mondo è coinvolto in questo.

Una guerra strisciante e ambigua che si dipana a ogni latitudine: contro il cittadino, contro le libertà fondamentali, contro l’umanità.

Una testimonianza forte e sentita. La libertà non si può barattare.

Leggi tutto “La nostra intervista al Deputato paraguaiano Jorge Antonio Britez Gonzalez. “Una grande fetta della popolazione del Paraguay non vuole vaccinarsi, perché non ci vede chiaro””

Se i giornalisti si sostituiscono agli scienziati, dicendo reciprocamente il CONTRARIO sul COVID: il caso di Mario Sechi su Rai3-Linea notte, dove dice il contrario del Nobel Montagnier sulle varianti causate, parola di Nobel, dai vaccinati e NON da chi non lo è!

Ieri l’invito di Mario Draghi a vaccinarsi “per non morire”, anzi per di fatto poter continuare a lavorare: non sono sicuro che le parole di Draghi non siano una minaccia a chi non si vaccina. E qui resta la domanda di fondo: ormai lo scopo è vaccinare, NON curare la malattia, che di fatto non esiste in termini di ricoveri e terapie intensive, sovrapponendosi blandamente negli effetti nefasti alle normali malattie stagionali.

La malattia vera e grave ci sarà, appunto, solo se ci saranno varianti pericolose. E qui le opinioni tra virologi veri, ad es. il prof. Montagnier, premio Nobel per la medicina, rispetto a quelli degli apprendisti virologi ma senza laurea in medicina, come Mario Sechi, divergono. Credetemi, abbiamo intervistato ieri un luminare assoluto americano in relazione ai vaccini mRNA il quale ci ha confermato di fatto la versione di Montagnier. Resta da capire a che gioco giochino Mario Sechi e quelli come lui…

Leggi tutto “Se i giornalisti si sostituiscono agli scienziati, dicendo reciprocamente il CONTRARIO sul COVID: il caso di Mario Sechi su Rai3-Linea notte, dove dice il contrario del Nobel Montagnier sulle varianti causate, parola di Nobel, dai vaccinati e NON da chi non lo è!”

Giornata mondiale dell’ivermectina– 24 luglio 2021

Il Covid è curabile con l’ivermectina e può porre fine alla pandemia

Rilanciamo un messaggio che mi è stato recapitato direttamente dall’Organizzazione Ippocrateorg.

Domani ci sarà l’Invermectina Day.

L’ obiettivo principale della giornata è di invitare tutti i governi a unirsi ai circa 20 Paesi che stanno già distribuendo e autorizzando l’ivermectina per la cura del Covid-19. In vista della giornata, il sito web www.worldivermectinday.orgsi sta riempiendo di testimonianze scritte e filmate da persone provenienti da tutto il mondo, medici e pazienti che si sono salvati grazie all’utilizzo di questo farmaco”

Leggi tutto “Giornata mondiale dell’ivermectina– 24 luglio 2021”

Il responsabile della povertà di Cuba è il comunismo (non gli Stati Uniti)

Se veramente vogliamo il meglio per i cubani, dobbiamo identificare la vera causa della loro sofferenza

Jon Miltimore per The National Review

Davanti alle proteste che continuano a diffondersi in tutta Cuba, gran parte del mondo è rimasto con il fiato sospeso.

La settimana scorsa (a più di sessant’anni dalla “presa del potere” da parte di Fidel Castro) il regime comunista è sembrato essere in pericolo, quando centinaia di migliaia di cubani hanno invaso le strade in una delle più grandi manifestazioni degli ultimi decenni.

Leggi tutto “Il responsabile della povertà di Cuba è il comunismo (non gli Stati Uniti)”

INTERVISTA CON UGO MATTEI

Pubblichiamo la video intervista con Ugo Mattei, candidato sindaco a Torino e professore con un monumentale curriculum, vedi QUI .

Un breve ma intenso escursus sui beni pubblici e di come siano sempre stati nelle mire delle elitè autoreferenziali.

Alcuni periodi storici hanno visto la pressoché assoluta proprietà privata di questi beni.

Solo per brevi periodi i beni del pianeta sono stati maggiormente condivisi.

Portando il benessere dei popoli in alcune aree geografiche.

Interessante il concetto espresso verso la fine del video, sulla mancanza dei diritti nella rete o quasi.

Clicca sul video per iniziare la visione
Leggi tutto “INTERVISTA CON UGO MATTEI”