Richiedenti asilo: tutte le scuse per non rimpatriarli

Anna Bono per La Nuova BQ

Come arrivino in Italia illegalmente migliaia di africani e di asiatici, con che mezzi e aiutati da chi, è del tutto chiaro. 

Come riescano a non farsi respingere, anche: chiedono asilo sostenendo di essere in fuga da minacce alla vita e alla libertà.

Le commissioni territoriali incaricate di esaminare le richieste ne respinge la maggior parte: a giugno, ad esempio, l’81% delle richieste sono state respinte.

Ma il richiedente asilo ha diritto di ricorre in Cassazione e di solito ne approfitta, dal momento che lo Stato Italiano gli concede il gratuito patrocinio.

Leggi tutto “Richiedenti asilo: tutte le scuse per non rimpatriarli”

LA SCHIAVITU’ MODERNA e la Cina: “ne vogliamo parlare!!!”

di Megas Alexandros

Ha fatto scalpore la presa di posizione del Segretario di Stato americano Mike Pompeo, con la quale ha inteso colpire ed avvertire, “nientepopodimeno” che Papa Bergoglio. “Non rinnovare l’accordo con la Cina”, ha intimato il braccio destro di Trump, aggiungendo: “se lo fai metti a rischio la tua autorita’ morale”.

Parole forti, fortissime e pesantissime, usate non a caso per attenzionare tutti, Papa compreso, sulla deriva verso la quale sta dirigendosi il mondo moderno.

Leggi tutto “LA SCHIAVITU’ MODERNA e la Cina: “ne vogliamo parlare!!!””

Attenzione: la Cina mantiene la proprietà dell’algoritmo ed è entusiasta dell’accordo fra TikTok e Oracle

Gordon G. Chang per The Gatestone Institute

ByteDance Ltd., la società tecnologica cinese di proprietà privata, venderà presto le partecipazioni di minoranza dell’App TikTok alle società americane Oracle Corp. e Walmart Inc.

Oracle diventerà il “secure cloud technology provider” per una nuova società statunitense, TikTok Global, che sarà proprietaria della maggior parte delle operazioni dell’App a livello mondiale.

Leggi tutto “Attenzione: la Cina mantiene la proprietà dell’algoritmo ed è entusiasta dell’accordo fra TikTok e Oracle”

VEDO O NON VEDO?

Roberto Buffagni per Italia e il Mondo

L’EMANCIPAZIONE REGRESSIVA

I media riportano con grande enfasi l’episodio del Liceo Socrate di Roma, dove la Preside avrebbe invitato le studentesse a non mettere la minigonna perché sennò “ai professori casca l’occhio”.

Trattandosi di una vicenda francamente insignificante tacere sarebbe la cosa giusta da fare ma, dopo le minacciose “richieste di chiarimenti” della ministra Azzolina e l’odierna badilata di banalità di Gramellini, forse dopo tutto un commento è opportuno.

Leggi tutto “VEDO O NON VEDO?”

La lettera di Michael Pompeo: “I cattolici cinesi e la testimonianza morale della Chiesa”

Redazione Thirst Things — Lettera di Michael R. Pompeo

La situazione dei Diritti Umani in Cina si è gravemente deteriorata sotto il Governo autocratico di Xi Jinping, soprattutto per i credenti di qualsiasi religione.

Notizie credibili hanno messo in luce il programma del Partito Comunista Cinese sulla sterilizzazione forzata e sugli aborti di massa nei riguardi dei musulmani nello Xinjiang — ma anche gli abusi sui Preti e sui cattolici, oltre agli assalti alle Chiese Protestanti.

Sono tutti elementi di una campagna di “cinesizzazione” volta a subordinare Dio al Partito, e a promuovere Xi stesso come divinità sovrannaturale.

Leggi tutto “La lettera di Michael Pompeo: “I cattolici cinesi e la testimonianza morale della Chiesa””

Debacle del centro destra nelle elezioni regionali: dallo sperato 5 a 1, ad un misero 3 a 3. E con un enorme puzzo d’inciucio, per non governare se non tramite “tecnici”

Prima di tutto i dati: il SI referendario ha vinto largo, 70%.

E come poteva essere altrimenti quando entrambi i leader delle due fazioni contendenti, nonchè i capi dei due principali partiti italiani, una all’opposizione dell’altra (Salvini e Zingaretti o Salvini e Di Maio, a seconda di chi considerate il secondo partito, il primo è chiaramente la Lega, sebbene riteniamo ancora per poco) erano entrambe per il SI? Incredibile.

A livello elettorale il centrodestra prende chiaramente solo la Liguria ed il Veneto, facendo ben notare come in Liguria abbia vinto Forza Italia e in Veneto la lista Zaia e non strettamente la Lega.

All in All quanto accaduto sembra più che tutto la fine del sovranismo di facciata, con una stantia puzza di inciucio.

Leggi tutto “Debacle del centro destra nelle elezioni regionali: dallo sperato 5 a 1, ad un misero 3 a 3. E con un enorme puzzo d’inciucio, per non governare se non tramite “tecnici””

Scopriamo il prossimo candidato a giudice della Corte Suprema USA (SCOTUS) nominato da Donald J. Trump. Ricordando che nel 2016 fu differente, in quanto la morte di Justice Scalia fu circondata dai pesanti sospetti (…)

La morte di Justice Antonin Scalia, compianto da tutti, anche da Ruth Bader Ginsburg (RBG) recentemente scomparsa, sebbene agli antipodi come pensiero ideologico, fu una botta. Soprattutto per il modo in cui accadde, durante una notte in un hotel di proprietà di un plenipotenziario Dem, si disse trovando il corpo senza vita addirittura col cuscino sul viso. E poi nessuna autopsia ordinata dalle autorità. Si dissero tante cose…. Come si disse che Trump avrebbe promesso un sostituto di livello – che per tanto tempo non c’è stato (…) – per il  nostro compianto oriundo conservatore, soggetto che tra le altre cose fermò Tangentopoli a metà anni ’90.

Leggi tutto “Scopriamo il prossimo candidato a giudice della Corte Suprema USA (SCOTUS) nominato da Donald J. Trump. Ricordando che nel 2016 fu differente, in quanto la morte di Justice Scalia fu circondata dai pesanti sospetti (…)”

Come votare nel modo sbagliato (nel caso in cui il supporto ai rivoltosi, l’aumento delle tasse e l’obbligo d’indossare le mascherine non siano stati abbastanza convincenti)

Itxu Diaz per The American Spectator

In fondo, tutti gradirebbero votare un idiota … solo per avere qualcuno da insultare su Twitter.

È il modo perfetto per liberarsi dell’adrenalina.

Di solito, se per qualche giorno non inveisco contro nessuno, creo un falso account e passo un paio d’ore a insultare i miei tweet, a volte con notevole virulenza.

Leggi tutto “Come votare nel modo sbagliato (nel caso in cui il supporto ai rivoltosi, l’aumento delle tasse e l’obbligo d’indossare le mascherine non siano stati abbastanza convincenti)”

Il piano globalista per affossare l’Italia coi referendum costituzionali. Prima ci provò Renzi, ora il M5S. E i due primi partiti italiani, all’opposizione l’uno dell’altro, con Salvini (Lega) e Zingaretti (PD), sono per il SI. Come fu per la TAV, a favore di Parigi…

E’ in corso un attacco contro l’Italia, un attacco chiaro e deliberato. A voler rompere l’Italia sono i globalisti, ovvero le elites globali. Ossia Germania e soprattutto Francia a capo dell’EU neocoloniale. Quest’ultima, la Francia, si è distinta come paese per cercare costantemente di mettere le mani sulla Penisola, nei secoli. Fino a far pronunciare addirittura al suo corrente presidente, Macron, che la capitale dell’Italia è Parigi. A parte che se Macron volesse questo in tantissimi in Italia lo accoglierebbero col moschetto carico. In tale contesto non va però sottaciuto come sia stata proprio Parigi a boicottare da sempre il nucleare italiano. Sapete perchè? L’Italia con il nucleare sarebbe diventata formalmente NON CONTENDIBILE e dunque veramente indipendente. Così si spiegano gli attacchi negli anni vedasi nel caso Ippolito, vedasi la bramosia di prendersi Montedison, l’azienda che – come Edison – venne “nominata” da Fermi come referente per il nucleare civile in Italia.

Leggi tutto “Il piano globalista per affossare l’Italia coi referendum costituzionali. Prima ci provò Renzi, ora il M5S. E i due primi partiti italiani, all’opposizione l’uno dell’altro, con Salvini (Lega) e Zingaretti (PD), sono per il SI. Come fu per la TAV, a favore di Parigi…”

La Presa di Roma

Redazione: Oggi, 20 settembre 2020, è il 150° anniversario della Breccia di Porta Pia.

Proponiamo due brevissimi brani, didascalici, come modestissimo omaggio alla nostra storia, lasciando eventuali commenti, se del caso, ai lettori del sito.

Comunque la si guardi, preso atto di tutte le riserve di questo mondo, Roma resta la nostra Capitale.

L’unità d’Italia è nata quel giorno, il 20 settembre 1870.

L’appunto, un po’ cattivo, è se quel giorno sia  stata l’Italia a conquistare il Vaticano, oppure se sia stato quest’ultimo a conquistare l’Italia.

Leggi tutto “La Presa di Roma”