La mortalità “finale” da COVID-19 in Italia: un’analisi sui dati ragionata (dr. S. Sbrenna MD, PhD e dr.ssa E. Prini MD, CIDS)

Redazione:

Abbiamo l’onore di pubblicare una valutazione scientifica, elaborata da medici presenti sul campo, avente come oggetto il contagio da COVID19 in Italia con il fine di spiegare in modo comprensibile, fattuale e scientifico la realtà del coronavirus. La gente, gli italiani, sono infatti letteralmente affamati di Informazioni con la “I” maiuscola sull’argomento, elaborata da esperti. E non dai soliti noti – sempre gli stessi – che, chissà in forza di quale affiliazione, sono ricorrentemente presenti nell’agone soprattutto televisivo.

Siamo dunque a proporvi la presente analisi di due esperti, due medici italiani, che con un taglio da ricercatori divulgativi cercheranno di spiegarvi la realtà del COVID19. Mi permetto di aggiungere solo un commento personale, da ingegnere e non da medico: a me sembra che oggi il “panico da virus” italiano dipenda dal fatto che policy makers ed esperti, oltre che semplici concittadini informati, non abbiano tanto paura del contagio tout court, quanto abbiano letteralmente il terrore che la situazione possa evolvere tragicamente come è successo a Bergamo e Brescia nord e ovest, dove la situazione non sembra sovrapponibile al resto d’Italia per motivi ad oggi difficili da comprendere (…).

Vi lascio quindi a questa pregiata ed informatissima lettura. Un regalo direi, da parte di amici del nostro sito che hanno capito perfettamente lo spirito che ci muove.

Leggi tutto “La mortalità “finale” da COVID-19 in Italia: un’analisi sui dati ragionata (dr. S. Sbrenna MD, PhD e dr.ssa E. Prini MD, CIDS)”

Un grande Italiano che nessuno ricorda: Amadeo Peter Giannini (il banchiere che investiva sul futuro)

Franco per www.mittdolcino.com

Esisterebbe una “civiltà occidentale” senza l’Italia e senza gli Italiani (che pur vorrei più consapevoli e reattivi)?

Pensando a questo mi è venuto in mente un grande uomo, un grande Italiano che a San Francisco fondò la Bank of Italy che, negli anni, si  trasformò nella più grande Banca del Mondo, la Bank of America: Amadeo Peter Giannini.

Un uomo che ha illustrato al mondo intero quanto una Banca possa essere utile se gestita a vantaggio delle persone e dello sviluppo economico, senza correr dietro a derivati e speculazioni di ogni tipo, alla ricerca autolesionistica del rendimento in più, spesso aleatorio e portatore di perdite drammatiche (ozioso elencare gli innumerevoli casi).

Un uomo che non so quanti lettori conoscano ma che, come Italiani, ci inorgoglisce e dal quale possiamo comunque trarre, in momenti come questo, insegnamento e coraggio.

Leggi tutto “Un grande Italiano che nessuno ricorda: Amadeo Peter Giannini (il banchiere che investiva sul futuro)”

Giulio Sapelli conferma: Draghi è il cavallo di Troia della Germania di Angela Merkel, pro-EU e pro-Euro (quindi CHI supporta Draghi è pro-EU e pro-Euro…)

 

Purtroppo le notizie interessanti passano col silenziatore, in Italia. Il candidato premier (mancato), Giulio Sapelli, grande conoscitore della storia economica, purtroppo ultimamente in adulazione anche lui della Francia egemone in Italia, lancia la bomba: Draghi è un cavallo di troia della Germania, quella cattiva, ossia quella di Angela Merkel, che mai concederà nulla su eurobonds e coronabonds in quanto snaturerebbero il progetto neocoloniale franco-tedesco del terzo millennio . Chiaramente chi supporta Draghi è parimenti pro-EU e pro-Euro. Chi è che supporta dunque Draghi, oggi?

Leggi tutto “Giulio Sapelli conferma: Draghi è il cavallo di Troia della Germania di Angela Merkel, pro-EU e pro-Euro (quindi CHI supporta Draghi è pro-EU e pro-Euro…)”

A NOI DRAGHI PROPRIO NON CE LA RACCONTA……

Sono due giorni che stiamo assistendo su TV, giornali e socials alla riabilitazione di MARIO DRAGHI per farlo apparire come la soluzione ottimale per risolvere la terribile ed imminente crisi economica che il nostro paese sta per affrontare.
Viviamo in un paese, l”Italia, dove la professionalita’ non e’ ne gradita ne apprezzata, un paese dove la memoria non supera l’alteranrsi di una notizia.

Leggi tutto “A NOI DRAGHI PROPRIO NON CE LA RACCONTA……”

Chi diceva che gli USA di Trump dovevano soccombere alla Cina ed alla globalizzazione? Ne siete (ancora) sicuri? Non avete visto nulla, manca infatti il terzo leg…. Per intanto l’EU implode, poi vediamo

Quasi ero lì per scrivere un pezzo sul revanscismo globale americano ai tempi del coronavirus. Mi sono accorto che era inutile, nel senso che avevamo già scritto più o meno tutto, circa 9 mesi fa. Sostanzialmente la Cina perde nella sfida globalista, l’EU implode e gli USA vincono, in tre mosse. Certo, c’è anche stato il fato che ha portato fortuna agli States; infatti il COVID19 in Cina è stato devastante: ha rotto la supply chain cinese, ha bloccato la produzione industriale della Cina, ha devastato i terzisti che producevano prima di tutto per gli europei – infatti gli USA era da due anni che facevano rientrare produzione industriale in USA, saggi, ndr -. E poi ci sono anche i dazi USA all’export cinese verso gli States, molto ricorda le limitazioni imposti al Giappone pre-Pearl Harbour. Ora la popolazione cinese potrà anche ripartire economicamente parlando, certamente a pena di inflazione da scarsa offerta, ma a chi venderà i suoi prodotti? Eppoi che dire dell’EU che sta implodendo, sempre a causa dello stesso virus: se gli USA riescono a bloccare la contaminazione a casa loro, fatta eccezione per New York (dove la totale impreparazione ed improvvisazione del sindaco De Blasio, di nome italiano ma solo di nome ha fatto un disastro; infatti è culturalmente tedesco, il cognome italiano lo prese solo a vent’anni perchè serve serviva per diventare sindaco della Grande Mela, ndr),  avranno anche stravinto.

Leggi tutto “Chi diceva che gli USA di Trump dovevano soccombere alla Cina ed alla globalizzazione? Ne siete (ancora) sicuri? Non avete visto nulla, manca infatti il terzo leg…. Per intanto l’EU implode, poi vediamo”

L’Amministrazione Trump lancia pesanti accuse contro il venezuelano Nicolàs Maduro e mette sul suo capo una taglia di 15 milioni di dollari

Redazione:

Con il mondo ostaggio del Coronavirus — e con l’Italia epicentro di uno scontro epocale — sembra quasi che tutto il resto sia fermo, immobile, di scarso interesse. A nostro parere non è così.

L’Amministrazione Trump, ad esempio, ha appena intentato un’azione penale contro il Presidente Venezuelano Nicolàs Maduro e i membri più importanti del suo Governo, soprattutto il Vicepresidente Diosdado Cabello.

Giovedì, il Procuratore Generale William Barr ha accusato il Regime di “traffico di droga”, annunciando una ricompensa di 15 milioni di dollari per coloro che forniranno informazioni utili all’arresto di Maduro, accusato di reati quali “traffico di armi” e “narcoterrorismo”.

Leggi tutto “L’Amministrazione Trump lancia pesanti accuse contro il venezuelano Nicolàs Maduro e mette sul suo capo una taglia di 15 milioni di dollari”

Lapo Elkann applaude il ministro portoghese anti-Olanda sui Coronabond ma dimentica che la sua iconica ex azienda di famiglia, la FCA (idem la Ferrari), ha sede in Olanda per pagare meno tasse…

Tutti succhiano dall’Italia. E gli italiani “medi” devono pagare il conto. Discorso valido soprattutto per gente di alto calibro come Lapo Elkann, fratello di John Elkann, a capo dell’impero ex Agnelli. Come dire, FCA e Ferrari hanno spostato la sede in Olanda per pagare molte meno tasse, lasciando in Italia solo aziende operative che lavorano in anche in quasi pareggio o leggero utile (o magari anche in perdita, la Peugeot non ha avuto dalla Francia questa possibilità, pagare tasse in Olanda intendo, ndr). E gran parte della famiglia Agnelli magari si è anche trasferita in Italia, molto probabilmente lo ha fatto Andrea Agnelli visto che sembra non viva più a Paradiso (CH), migrato a risiederci con la legge sui Paperoni voluta da Matteo Renzi – che magari in cambio riceve supporto mediatico -. Ossia pagando quasi niente di tasse, lo zerovirgola dei loro redditi. Mentre le PMI italiane pagano il 60%/70%+ di tasse. E l’lRPEF italiana è da record. Ripeto,  pur vivendo praticamente molti di costoro in Italia e non all’estero… Dunque, ecco che mancano respiratori nella crisi coronavirus anche per colpa di dette “agevolazioni” date a chi ha molto più di tantissimo, mentre l’Italia deve tagliare la sanità facendo poi morire la gente…

Leggi tutto “Lapo Elkann applaude il ministro portoghese anti-Olanda sui Coronabond ma dimentica che la sua iconica ex azienda di famiglia, la FCA (idem la Ferrari), ha sede in Olanda per pagare meno tasse…”

ORA O MAI PIU’…..!!!!

Fonte: ISTAT

Non so perche’ ma credo siamo arrivati al punto che presto avremo le risposte all’insistente domanda che mi sto facendo dallo scoppio del COVID 19… e’ da quel giorno che mi chiedo per quale motivo i “POTERI” hanno fatto questo e per quale -finalita’ (l’Italia finirà l’anno con circa 7-8’000 morti in più del normale per coronavirus e complicanze, considerando che una parte di morti di COVID-19 sarebbero morti comunque di patologie esistenti; in totale in Italia il numero di decessi annui resta di norma attorno a i 650’000 casi, mentre ad oggi i morti sono ca. 5400, ndr).

Leggi tutto “ORA O MAI PIU’…..!!!!”

Covid-19: la Cina sta nascondendo il numero reale dei morti? Sono scomparse oltre 21 milioni di utenze telefoniche (mobili e fisse), perché?

Redazione: Siamo tutti convinti che i numeri forniti dai cinesi, di qualsiasi cosa si parli, siano falsati dalla propaganda di regime e che sia impossibile risalire a quelli reali.

Ciò premesso, il numero dei morti e delle persone infette dal Coronavirus, fornito dalle Autorità Cinesi, non può essere preso sul serio.

Come prova avevamo pubblicato, il 12 febbraio, un articolo di Mike “Mish” Shedlock che rivelava un abnorme aumento dell’anidride solforosa (SO2) nel cielo di Wuhan, probabile conseguenza, almeno in parte, dei cadaveri bruciati [https://www.mittdolcino.com/2020/02/14/laumento-improvviso-dei-livelli-di-anidride-solforosa-suggerisce-che-sia-in-atto-un-massiccia-cremazione/]

Leggi tutto “Covid-19: la Cina sta nascondendo il numero reale dei morti? Sono scomparse oltre 21 milioni di utenze telefoniche (mobili e fisse), perché?”

Conte sfida l’EU e da il preavviso ai paesi del nord: niente MES con condizioni, ossia solo eurobonds con sforamento patto di stabilità (quale è la differenza tra oggi e il 2011?)

Sono un italiano un po’ anomalo perchè conservo una memoria di ferro. Ovvero metto in crisi la diagnosi perfetta fatta da Montanelli in una sua famosa intervista al papà di John Elkann, “Italiani, popolo senza memoria“, “Dunque popolo schiavo“. Elucubrazione profonda come poche, sui popolanti la nota espressione geografia a forma di stivale. Dunque, forse vi sfugge che nel 2011 Giulio Tremonti pronunciò l’altisonante risposta “Conosco modi migliori per suicidarmi” quando, sempre Angela Merkel assieme a Sarkozy, che poi si dimostrerà un nano della politica francese moderna, tentò di imporre la troika all’Italia.  Non riuscendo nell’intento la Cancelliera, bloccata anche da Tim Geithner e dunque da Obama, udite udite, si mise a piangere davanti a tutti, perchè non otteneva quello che voleva. Da qui capite l’importanza – e l’utilità per l’asse EU e globalista – di aver fatto circolare via servizi segreti franco-tedeschi grazie a soggetti cooptati la bufala di Berlusconi che le dava della “culona inchiavabile“, aneddoto mai provato ne provabile pubblicato guarda caso dal Fatto Quotidiano di Travaglio e Stefano Feltri,quest’ultimo oggi assiduo a importanti consessi internazionali (ogni tanto mi perdo “tra Feltre e Feltre”, Vittorio, Mattia, Stefano, Enrico L. …).

Leggi tutto “Conte sfida l’EU e da il preavviso ai paesi del nord: niente MES con condizioni, ossia solo eurobonds con sforamento patto di stabilità (quale è la differenza tra oggi e il 2011?)”