Barboncini, processi e buchi nell’acqua

Roberto Buffagni per Italia e il Mondo

Cari Amici vicini & lontani,

in queste belle giornate estive due fatti di cronaca campeggiano sui media: lo sbarco di immigrati tunisini a Lampedusa con barboncino (di nazionalità ignota) al seguito [1] e l’autorizzazione a procedere per il caso Open Arms [2] contro Matteo Salvini, concessa dal Senato [3].

L’autorizzazione a procedere contro Matteo Salvini è motivata, ovviamente, da ostilità politica nuda e cruda, manifestata in forma particolarmente indecente, perché:

Leggi tutto “Barboncini, processi e buchi nell’acqua”

Il teatrino della politica, per prendere in giro gli italiani: mentre il Titanic affonda i “romani” – anche cd. sovranisti – ordinano champagne. Salvini e Renzi: ultimo tentativo di salvare il loro potentati tradendo gli elettori

 

  

Leggevo ieri su Twitter commenti assai interessanti su Salvini che era stato formalmente tradito da Renzi, quando ha permesso la messa in stato di accusa del capo della Lega. Salvini reduce per altro dalla difesa suicida del governatore Fontana (un caso, quello del governatore lombardo, temo, che ci riserverà enormi e smisurate sorprese negative). Ve la faccio breve: guardando freddamente alla situazione, pur in presenza di politiche oppressive da parte del governo giallorosso, la Lega ha perso quasi la metà dei voti che aveva alle Europee, dal 35% al 22%, ultimo sondaggio, sotto, ossia il PD sta superando la Lega come primo partito! E qualcuno dipinge ancora Salvini come un “genio”! Alla faccia del genio…. Forse non ci si rende conto che a stare politicamente accanto all’ex sindaco fiorentino finisce tutto a rotoli.

Leggi tutto “Il teatrino della politica, per prendere in giro gli italiani: mentre il Titanic affonda i “romani” – anche cd. sovranisti – ordinano champagne. Salvini e Renzi: ultimo tentativo di salvare il loro potentati tradendo gli elettori”

L’oro avrà il suo giorno di gloria … ma attenzione alle conclusioni troppo affrettate

Ambrose Evans-Pritchard per The Telegraph

L’oro sta raggiungendo livelli record per paura dell’inflazione … ma questa non vuol proprio saperne di arrivare.

Dieci anni fa scommettere sull’oro fu una cosa “sbagliata”.

I prezzi salirono fino a un massimo storico, conseguenza di chiacchiere senza fine sullo svilimento del dollaro.

Leggi tutto “L’oro avrà il suo giorno di gloria … ma attenzione alle conclusioni troppo affrettate”

L’Adrenocromo è il Santo Graal dei pedosatanisti

Adrenocromo, la droga dell’immortalità

Marcello Pamio per disinformazione.it (sintesi)

E’ conosciuto dagli anni Trenta del secolo scorso anche se, in letteratura, uno dei primi a parlare di Adrenocromo fu Aldous Leonard Huxley (1894-1963) nel libro “Le porte della percezione: paradiso e inferno” (1954).

Huxley era uno scrittore visionario ma, soprattutto, uno sperimentatore.

Leggi tutto “L’Adrenocromo è il Santo Graal dei pedosatanisti”

Trump getta la “bomba” ma i media italiani glissano sui dettagli essenziali: truppe ed aerei in Italia dalla Germania ma soprattutto si sposta l’AFRICOM in Italia ed il centro di comando in Belgio (sfida finale a Berlino)

Che si sposti l’AFRICOM, il comando militare strategico USA, da Stoccarda a Vicenza (?) nel titolo del Corriere della Sera purtroppo non compare

Anzi, Trump ieri ha fatto ben di più: parallelamente alle decisioni del Pentagono, che vedremo oltre, ha anche detto che la Germania deve pagare per la protezione NATO. Questa è una vera svolta.

Leggi tutto “Trump getta la “bomba” ma i media italiani glissano sui dettagli essenziali: truppe ed aerei in Italia dalla Germania ma soprattutto si sposta l’AFRICOM in Italia ed il centro di comando in Belgio (sfida finale a Berlino)”

Prendetevi la mia vacanza. Quest’estate non c’è niente di divertente che io possa fare

Itxu Diaz per The American Spectator

Siamo rimasti in casa per quattro mesi a guardare tristemente fuori dalla finestra.

Abbiamo letto tutti i libri della nostra biblioteca, guardato più film fantasy di quanti Xi Jinping potesse mai immaginare e passato intere giornate a trastullarci con ogni possibile passatempo domestico.

Compreso lanciare broccoli in cortile, fare a pugni con i vicini di casa e simulare una spiaggia in salotto, aiutandoci con un po’ di segatura, una lampada ad alta potenza e una pozzanghera d’acqua.

Leggi tutto “Prendetevi la mia vacanza. Quest’estate non c’è niente di divertente che io possa fare”

L’importanza di chiamarsi Ernesto, soprattutto in Italia (dove essere Ernesto sembra bandito, a Roma e Milano soprattutto)

L’importanza di chiamarsi Ernesto è il titolo italianizzato di una famosa piece teatrale di Oscar Wilde, titolo elaborato da geni italici del tempo, quando ancora ci si poteva definire genericamente geniali. Tutto gioca sulla definizione e sulla fonetica, ernst significa onesto in inglese ed anche in tedesco ha tali assonanze. In più Ernesto, da ernts ma come nome di battesimo, nel disegno di Wilde è anche e soprattutto un uomo, anzi uno dei personaggi che per vivere bene e da privilegiato vive due vite parallele mentendo a se stesso ed agli altri. Questa è un po’ l’attuale parabola italiana se ci pensate bene, di quei politici che stanno mentendo a se se stessi e soprattutto agli altri nella crisi economica più grande della storia italiana, memento il “chiudete tutto” del Covid urlato dai nordisti che ora nascondono la mano, vedasi immagine sotto (chiedetevi il perchè): in un paese che implode loro continuano ad ordinare champagne – non spumante – mentre il Titanic affonda. Ossia mentre la gente muore di fame e di freddo, letteralmente, fra poco.

Leggi tutto “L’importanza di chiamarsi Ernesto, soprattutto in Italia (dove essere Ernesto sembra bandito, a Roma e Milano soprattutto)”

Se GUALTIERI ne sa’ piu’ di BORGHI in materia di economia monetaria…. beehh!!! allora non siamo nemmeno all’ammazzacaffe’, siamo gia’ a pagare il conto.

di Megas Alexandros

Oggi, in commssione alla Camera e’ andato in onda un film che mai mi sarei aspettato di vedere. Non sappiamo se per incompetenza di Borghi oppure per l’ossessione da “baccano politico” di chi vive in perenne campagna elettorale per ordine del suo partito, ma oggi il ministro Gualtieri, piu’ famoso per le sue performance da chitarrista che per le sue conoscenze economiche, non ci crederete mai, ha azzerato il leghista in materia economico-monetaria.

Leggi tutto “Se GUALTIERI ne sa’ piu’ di BORGHI in materia di economia monetaria…. beehh!!! allora non siamo nemmeno all’ammazzacaffe’, siamo gia’ a pagare il conto.”

MES SI, MES NO… LA TERRA DEI CACHI

Un primo ringraziamento va al noto artista, ormai ritirato dalle scene, per averci inspirato il titolo.

Come ben vediamo “Il Sole” fra i suoi mille impegni divulgativi, non manca di aiutare il nostro ministro dell’economia, quasi come fosse la sua agenda.

A me spiacerebbe condividere con l’intero popolo la mia agenda, ma tant’è, nella terra dei cachi tutto è possibile.

Leggi tutto “MES SI, MES NO… LA TERRA DEI CACHI”