Il falso mito del pareggio di bilancio

Assunto:  nel lungo termine il pareggio di bilancio porta alla distruzione della ricchezza nazionale degli Stati che lo adottano se il costo degli interessi su debito al netto del PIL è >0

Partiamo dalle origini che hanno condotto l’Italia ad accettare questo criterio che è di fatto una gabbia che impedisce al Paese di alimentarsi e di rendere non solo impossibile ogni possibilità di sviluppo economico e di conseguenza anche sociale, ma di drenare ricchezza e liquidità monetaria che condurranno il Paese ad essere colonizzato e schiavo dei Paesi che da questo schema stanno da oltre vent’anni traendo vantaggio:  Germania ed in subordine la Francia.

Leggi tutto “Il falso mito del pareggio di bilancio”

Please follow and like us:
error

Segnali deboli: Salvini non ha le credenziali per la seconda fase di rinnovamento dell’Italia, quella decisiva.

Non buttiamo il bambino con l’acqua sporca, ma la seconda va buttata, subito.

Ricapitoliamo i segnali deboli già annunciati qualche settimana fa.

https://www.mittdolcino.com/2019/08/14/laltra-verita-della-crisi-di-governo-decodificata-da-segnali-deboli-pubblicato-il-8-agosto-2019/

Salvini è andato negli USA dove non ha potuto incontrare il presidente Trump, segnale molto importante in diplomazia internazionale, mentre ha incontrato Pompeo, ex presidente CIA (ma poi di ex non s’è visto finora nulla tant’è che la stessa Cina di Xi Ping lo tiene in dovuto rispetto), e segretario di Stato nonché braccio destro “armato” del Presidente, ovvero chi esegue il lavoro “sporco” del presidente senza coinvolgerlo direttamente. Perché lui?

Leggi tutto “Segnali deboli: Salvini non ha le credenziali per la seconda fase di rinnovamento dell’Italia, quella decisiva.”

Please follow and like us:
error

L’altra verità della crisi di governo decodificata da segnali deboli (pubblicato il 8 agosto 2019)

 
Questo blog sta sostenendo da tempo che non c’è alternativa all’Italexit spiegato in tutte le salse.
 
Ultimo articolo estremamente concreto e senza colore politico è quello pubblicato da Mitt Dolcino ieri  suggerisce un costante sistema premiante dello “spread” della UE nei confronti di Francia e Germania che si “indebitano” guadagnando perché hanno tassi negativi sul decennale, ovvero vengono remunerate per potere ottenere prestiti a discapito di un declino inequivocabile dell’Italia che si indebita costantemente in perdita con un divario netto crescente tra la prima coppia di Paesi e l’Italia.
 

In capo a 10 anni saremo colonia francese. Le banche italiane già lo sono. E, per conseguenza, anche il debito pubblico italiano “in pancia” di cui sono già ricche.

 
Ora l’Italia è undicesima potenza mondiale in termini di PIL incalzata dalla Turchia di cui si attende a breve termine il sorpasso. Ricordiamo che nel 1991 l’Italia era quarta potenza mondiale davanti nientemeno che la UK e guardacaso la Germania. Poi nel 1992 avvenne tangentopoli. Che perfetta coincidenza.

Leggi tutto “L’altra verità della crisi di governo decodificata da segnali deboli (pubblicato il 8 agosto 2019)”

Please follow and like us:
error

Il movimento 5stelle getta la maschera e nega la nazionalizzazione della Banca d’Italia

Dal  resoconto stenografico della seduta di martedi 23 luglio 2019 sul tema “Norme per l’attribuzione a soggetti pubblici della proprietà della Banca d’Italia” proposta di legge avanzata dalla Meloni insieme ad altri esponenti politici, si evince dal discorso della relatrice, Francesca Anna Ruggiero in quota grillina, un chiaro allineamento della “linea gialla” al pensiero dei piddini, qui rappresentato dal loro esponente Massimo Ungaro che nega la sottrazione del controllo della Banca d’Italia a soggetti privati ancorchè siano solo appartenenti al settore privato bancario ed assicurativo che nulla hanno a che vedere con il perseguimento di interessi pubblici di una Nazione.

   fonte: IlSole24Ore


Leggi tutto “Il movimento 5stelle getta la maschera e nega la nazionalizzazione della Banca d’Italia”

Please follow and like us:
error

Giorgia Meloni è l’unico leader italiano ad avere un canale stabile con Washington, ha il nostro plauso (a condizione che non rinneghi se stessa convertendosi al Renzusconi). La Lega va corretta

Pochi hanno notato l’invito di Giorgia Meloni alla convention conservatrice USA, di fatto alla Convention di Trump. Purtroppo i media italiani, quasi costantemente filo-Dem, ossia filo EU, ovvero filo Germania sono molto attenti a nascondere ogni evidenza che possa mettere in pericolo il vero progetto globalista delle elites mondiali, l’EU. E l’asse Italia-USA è il vero motivo che soggiace al desiderio di mettere in ginocchio l’Italia, “Kill me softly” diceva una vecchia canzone dei tempi di Nixon…

Leggi tutto “Giorgia Meloni è l’unico leader italiano ad avere un canale stabile con Washington, ha il nostro plauso (a condizione che non rinneghi se stessa convertendosi al Renzusconi). La Lega va corretta”

Please follow and like us:
error

I segreti della BCE, il cavallo della Troika costruito per gestire e giustificare, attraverso l’austerità, il sacrificio di alcuni popoli europei.

– PARTE SECONDA –

(la parte prima è stata pubblicata  in data 18 maggio 2019)

 

Obiettivi e funzioni della BCE

L’articolo 2 dello Statuto della  BCE-SEBC, definisce gli obiettivi prioritari della BCE:

  1. “[…]l’obiettivo principale è il mantenimento della stabilità dei prezzi.
  2. Fatto salvo l’obiettivo della stabilità dei prezzi, esso sostiene le politiche economiche generali della Comunità al fine di contribuire alla realizzazione degli obiettivi della Comunità definiti nell’articolo 2 del trattato.


ll sistema delle Banche Centrali SEBC agisce in conformità del principio di un’economia di mercato aperta e in libera concorrenza, favorendo un’efficace allocazione delle risorse, e rispettando i principi di cui all’articolo 4 del trattato.

Il principio appena descritto e contenuto nell’articolo presenta un ossimoro tra “economia di mercato aperta ed in libera concorrenza” rispetto al sostegno delle politiche economiche, contrasto netto che dona alla BCE la possibilità di decidere in modo arbitrario e soggettivo quando dover intervenire sul secondo punto subordinato per legge, e relegando le stesse politiche di sostegno all’economia a mera indicazione concettuale del “possibile”, come finora avvenuto, ma sterilizzando di fatto i “buoni propositi” del punto 2, ancorchè ci sia reale ed intenzionale volontà di volerlo perseguire.

Leggi tutto “I segreti della BCE, il cavallo della Troika costruito per gestire e giustificare, attraverso l’austerità, il sacrificio di alcuni popoli europei.”

Please follow and like us:
error

Perché è così difficile capire la moneta e perché la moneta non svolge più la sua funzione principale di regolatore di scambi?

Ecco i sintomi più evidenti della difficoltà ventilata nel titolo:

  • Manca una definizione univoca di moneta.
  • Ogni cosiddetta “scuola monetaria” tira l’acqua al suo mulino;
  • I termini usati confondono, invece di chiarire, le idee: moneta, denaro, valore,usura, interesse, credito, liquidità, moneta-debito, mezzo di scambio, inflazione, finanza, industria bancaria, ricchezza, e chi più ne ha più ne metta;
  • Quello che appare sui libri e quello che avviene in realtà non fanno che contraddirsi.

Che conclusione ?

Leggi tutto “Perché è così difficile capire la moneta e perché la moneta non svolge più la sua funzione principale di regolatore di scambi?”

Please follow and like us:
error

Ecco chi vuole usare l’oro di Bankitalia (non sono i gialloverdi!): il marito di Elsa Fornero vuole utilizzarlo per spread o investimenti pubblici! (in realtà vogliono disinnescare il futuro piano del Governo…)

Oggi il prof. Deaglio, il marito di Elsa Fornero, personaggio della “Torino bene” molto vicino al gruppo torinese del Prof. Reviglio (come Bernabè, ecc. ecc., tanto per farvi capire l’estrazione), propone di usare l’oro di Bankitalia per investimenti pubblici, ritenendo che anche l’eventuale utilizzo per controllare lo spread dandolo in prestito all’FMI sia una opzione. Trovate tutto su questo articolo de “Il Sussidiario.net“.

Leggi tutto “Ecco chi vuole usare l’oro di Bankitalia (non sono i gialloverdi!): il marito di Elsa Fornero vuole utilizzarlo per spread o investimenti pubblici! (in realtà vogliono disinnescare il futuro piano del Governo…)”

Please follow and like us:
error