La crisi secondo Matteo

Redazione: Un lettore ci ha inviato un articolo con le sue considerazioni sulla crisi del governo giallo-verde che, volentieri, pubblichiamo.

Questa crisi è frutto della volontà di Matteo Salvini, o il Vicepresidente si è semplicemente allineato ad una volontà esterna? Il nostro autore ha ben pochi dubbi al riguardo.

————

Grunt Von Grunf per www.mittdolcino.com

L’argomento che più tiene banco in questi giorni assolati – solitamente dedicati al riposo dopo uno sfibrante anno di lavoro – è la situazione governativa dopo la decisione di Matteo Salvini di porre fine al governo giallo-verde.

Sui giornali, nei dibattiti e sui forum ho letto e sentito di tutto, ma credo che l’elemento-base per inquadrare l’attuale contesto politico, e prevederne la futura evoluzione, venga deliberatamente omesso dai media e sia comunque sfuggito all’attenzione della grande maggioranza dei commentatori.

Leggi tutto “La crisi secondo Matteo”
Please follow and like us:
error

E’ cominciata la battaglia per la ‘flazione

Redazione: Apocalypse Now. Le Banche Centrali non hanno più spazio di manovra. Senza alternative l’iperinflazione, attraverso la quale le élites cercheranno di perpetuare il loro potere, mettendo a tacere qualsiasi ostacolo dovesse frapporsi (caso Epstein). Non cercate di vincere, preoccupatevi piuttosto di sopravvivere. Qualche utile consiglio.

————-

Tom Luongo

Inflazione? Deflazione? Stagflazione? In successione, allo stesso tempo ….. o da una grande altezza (le mie scuse a Tom Stoppard: https://www.imdb.com/title/tt0100519/)?

Abbiamo raggiunto un momento cruciale, tutte le narrazioni stanno convergendo. La situazione sembra confusa ma, davvero, non lo è.

Leggi tutto “E’ cominciata la battaglia per la ‘flazione”
Please follow and like us:
error

Il mito della forza dell’economia tedesca

La Germania è logorata dalla bassa produttività e dai bassi salari. La recessione è dietro l’angolo.

Alexander Horn per spiked-online

L’economia tedesca è forte come un bue! Quest’immagine ha preso piede in molte parti della società tedesca fin dai tempi della crisi finanziaria ed è stata sostenuta dai politici e dagli economisti.

Anche se è in recessione, gli economisti insistono nel dire che tutto va bene.

Marcel Fratzscher, Presidente del DIW, in un’intervista a Focusmagazine ha affermato che la Germania è economicamente ben posizionata e che “….. non c’è motivo di farsi prendere dal panico. Il mercato del lavoro è ancora solido, le aziende sono altamente competitive e il Bilancio Pubblico ha solide eccedenze”.

Leggi tutto “Il mito della forza dell’economia tedesca”
Please follow and like us:
error

Qualche pensiero sul “suicidio” di Jeffrey Epstein (dove diavolo è finita Ghislaine Maxwell?)

Redazione: c’è finanche chi dice che Epstein non sia morto, ma che lo abbiano fatto sparire in un qualche kibbutz israeliano.

Ma se sono coinvolti i Servizi Segreti – come ci ha detto fra gli altri Alexander Acosta (ex Segretario al Lavoro dell’Amministrazione Trump) – la verità potrà forse dirla i libri di storia, certo non la cronaca.

E’ coinvolto l’establishment globalista mondiale. Anton LaVey, fondatore della Chiesa di Satana, ebbe a dire che fra i suoi riti e quelli delle oligarchie economiche mondiali non c’era alcuna differenza ….. e nell’isola di Epstein esiste una costruzione che tanto richiama un tempio satanico.

Satanismo, pedofilia, ricchezza smisurata esentasse ….. si accoppiano tutte al tentativo di distruggere la classe media mondiale, in senso economico e morale.

Non più cittadini ma consumatori, fino a quando non ci saranno più soldi per comprare qualcosa.

Il Presidente Trump ha detto che indagherà. Lo ha detto anche il Procuratore Generale degli Stati Uniti William Barr. Potrebbe essere una grande vittoria nella guerra fra sovranisti e globalisti, fra popolo ed élite.

Ma qualcosa ci dice che forse è meglio essere prudenti ed aspettare ancora un po’. Continueremo comunque a seguire questa vicenda (in ogni caso, sulla blogosfera mondiale non si parla d’altro).     

Leggi tutto “Qualche pensiero sul “suicidio” di Jeffrey Epstein (dove diavolo è finita Ghislaine Maxwell?)”
Please follow and like us:
error

Le arrendevoli scimmie francesi l’hanno fatto di nuovo

Redazione: il furibondo attacco anti-francese di un sito conservatore americano, palesemente legato al mondo ebraico.

Nei siti americani notiamo attacchi sempre più frequenti, a volte sprezzanti, contro la Francia. Non crediamo siano casuali.   

——————-

Ethel C. Fenig per American Thincker

Circa vent’anni fa un finto insegnante di francese, nella serie The Simpsons, etichettò beffardamente i francesi come “le arrendevoli scimmie mangiaformaggio”.

Leggi tutto “Le arrendevoli scimmie francesi l’hanno fatto di nuovo”
Please follow and like us:
error

Elenco delle persone associate alle vicende dei Clinton, morte misteriosamente o suicidatesi appena prima di testimoniare

Redazione: Insistiamo sulla vicenda di Epstein perché in questo momento è il clou della lotta di potere fra sovranisti e globalisti ….. e noi ben sappiamo quanta parte del nostro futuro dipende dal suo esito.

Ci ha sorpreso un articolo di Brendan o’Neill su spiked-online, un sito ed un autore che stimiamo e che abbiamo ripetutamente proposto, in cui si sostiene la tesi che, sulla vicenda Epstein, contro i Clinton in fondo non c’è niente e che gli accusatori sono solo dei meri complottisti.

Sbalorditi, chiamiamo in soccorso Zero Hedge e questo articolo, favoloso, dove la tesi del peraltro bravissimo O’Neill viene fatta a pezzi.

Decine di persone morte in “circostanze strane”, vicende sbalorditive, possono essere una prova sufficiente?

Leggi tutto “Elenco delle persone associate alle vicende dei Clinton, morte misteriosamente o suicidatesi appena prima di testimoniare”
Please follow and like us:
error

Gli anni che finiscono con il numero “9”sono portatori di grandi sconvolgimenti

Redazione: proponiamo quest’originale articolo di Michael Snyder, inconsueto ma basato su una serie storica (e quindi con una sua scientificità).

Tornando indietro nel tempo, ricordiamo un saggio dello stesso tenore che lo scrivente propose qualche anno fa.

Un famoso Professore di Cambridge sosteneva la tesi, su rigida base statistica, che verso la metà del secondo decennio di ogni secolo (per non fare i difficili, dal 2014 al 2017), succede inevitabilmente qualcosa che ne determina il corso per la parte restante.        

Non proponiamo particolari ricerche, ma è comunque intrigante pensare a Donald Trump, che fu eletto nel 2016 e prestò giuramento nel 2017. Siamo tutti convinti che questa presidenza, in un senso o nell’altro, determinerà il corso della storia nei prossimi anni.

Leggi tutto “Gli anni che finiscono con il numero “9”sono portatori di grandi sconvolgimenti”
Please follow and like us:
error

Jeffrey Epstein si è apparentemente suicidato — Aggiornamento in coda

Tyler Durden per Zero Hedge

Jeffrey Epstein è morto nella sua cella in quello che sembrerebbe essere un suicidio.

Secondo il New York Post una lettiga con sopra una persona, che si ritiene possa essere Epstein, è stata vista allontanarsi dal Manhattan Correctional Center verso le 7,30 del mattino [ora di New York].

Secondo il NYP, il 66enne Epstein era stato posto precedentemente sotto osservazione per essere stato trovato “quasi privo di conoscenza” all’interno della sua cella con dei “segni sul collo”.

Leggi tutto “Jeffrey Epstein si è apparentemente suicidato — Aggiornamento in coda”
Please follow and like us:
error

La paradossale ribellione dell’establishment – Perché l’élite ama gli eco-guerrieri

La storia dei cambiamenti climatici offre all’establishment l’opportunità di gestire le abitudini, i gusti e le aspirazioni della gente comune. Gli eco-guerrieri forniscono semplicemente una lucentezza finto-radicale a questa prospettiva stolta e deprimente.

Fraser Myers per spiked on-line

Il “Victoria and Albert Museum” di Londra ha acquisito una serie di manufatti associati a “Extinction Rebellion” (XR), il gruppo protestatario che fa campagna per ridurre le emissioni di carbonio della Gran Bretagna, fino allo “zero netto”, entro il 2025.

Apparentemente, a soli nove mesi dalla prima esibizione pubblica di Extinction Rebellion, il suo equipaggiamento ha meritato di essere esposto assieme ad alcune delle migliori opere d’arte e di design degli ultimi 5.000 anni.

Nella storia dell’umanità, è difficile pensare a qualsiasi movimento di protesta, apparentemente radicale, così prontamente abbracciato dall’establishment.

Leggi tutto “La paradossale ribellione dell’establishment – Perché l’élite ama gli eco-guerrieri”
Please follow and like us:
error

Le guerre commerciali di Trump rendono la “Brexit No-Deal” sempre più pericolosa per l’UE

Un imperdibile articolo di AEP, in cui lo scrittore ci spiega alcune cose su Stati Uniti, Cina, UK ed infine UE

Ambrose Evans-Pritchard per The Telegraph

Per l’UE la posta in gioco economica sta aumentando molto rapidamente, man mano che si avvicina il D-Day della Brexit.

I leaders europei devono valutare i rischi di una “resa dei conti” con la Gran Bretagna, contro un peggioramento della crisi commerciale globale e di una recessione industriale che minacciano di bucare le difese monetarie della Banca Centrale Europea.

Imporre un blocco commerciale e disciplinare contro il Regno Unito – mettendo a rischio il più grande surplus di mercato dell’UE, 95 miliardi di sterline – sarebbe come impilare il Monte Pelio sul Monte Ossa [https://it.wikipedia.org/wiki/Monte_Pelio].

L’escalation della guerra commerciale USA-Cina, che ha avuto luogo questa settimana, ha cambiato il calcolo e minaccia d’inghiottire l’economia dell’Eurozona attraverso molteplici canali di contagio.

Leggi tutto “Le guerre commerciali di Trump rendono la “Brexit No-Deal” sempre più pericolosa per l’UE”
Please follow and like us:
error