Avviso ai naviganti: hanno già deciso di aumentare l’IVA agevolata del 10% al 12% (+20%), ma stanno ancora cercando il modo per non farvelo capire, con vari specchietti per le allodole (rimborsi con uso carta di credito ecc.). E’ tutto un teatrino….

A me fa sorridere che gli italiani non lo abbiamo capito: la manovra del 2020 sarà molto simile a quella del 2019 come entità ed anche come impostazione (visto che quota 100 e reddito di cittadinanza non verranno toccati). Dunque tutto sommato nessuna differenza “con o senza Lega” (la differenza sarà solo in qualche migliaio di migranti in più che arriveranno senza Salvini al Viminale, ndr). Reitero però lo stesso messaggio di sempre: il vero problema dell’Italia è economico, ossia di mancata crescita causata da troppe tasse, che però invece che scendere salgono sempre, evidentemente cambiare colore alla coalizione non cambia nulla (chi scrive sarebbe felice di avere 250’000 migranti all’anno in arrivo in cambio di una crescita del 2% del PIL).

Leggi tutto “Avviso ai naviganti: hanno già deciso di aumentare l’IVA agevolata del 10% al 12% (+20%), ma stanno ancora cercando il modo per non farvelo capire, con vari specchietti per le allodole (rimborsi con uso carta di credito ecc.). E’ tutto un teatrino….”

Salvini verrà ricordato per lustri come il peggior stratega dai tempi di Pompeo Giustiniani: con il suo “tolgo la spina” ha fatto cadere il Paese nelle mani degli avversari (il problema è che in Italia, Paese antimeritocratico, ancora qualcuno lo osanna…)

E’ inutile girarci attorno: dal trattato di Cassibile in avanti l’Italia non ha mai avuto, se non per brevi periodi, un capo del governo non allineato agli USA: può piacere o meno, ma è così, quando uno Stato perde una guerra mondiale deve subirne le conseguenze – e l’Italia, grazie a forze partigiane valorosissime in gran parte anche monarchiche, fu fortunata ad essere considerata dagli Alleati come “cobelligerante ” e non come “perdente”, assieme a Germania e Giappone . Ossia ognuno è responsabile dei propri atti, anche un Paese, anche i suoi concittadini che avallarono i governi dei tempi. Sul vero significato della resa di Cassibile, molto più profondo di come venne dipinto dai media, una vera e propria resa incondizionata, si veda QUI.

Leggi tutto “Salvini verrà ricordato per lustri come il peggior stratega dai tempi di Pompeo Giustiniani: con il suo “tolgo la spina” ha fatto cadere il Paese nelle mani degli avversari (il problema è che in Italia, Paese antimeritocratico, ancora qualcuno lo osanna…)”

Il Culto di Lady Hale

L’enfasi posta su Lady Hale dimostra quale sia la vera essenza del suo Giudizio

Ella Whelan per spiked online

Il tweet “La vendetta delle secchione” ha fatto tendenza su Twitter.

Per aver sanato il colpo inferto da Boris Johnson a David Cameron, i Parlamentari anti-Brexit e i commentatori politici stanno celebrando le tre “eroine” della Sentenza della Corte Suprema: Lady Hale, Gina Miller e Joanna Cherry MP.

La Hale, in particolare.

Leggi tutto “Il Culto di Lady Hale”

La fusione fredda è dunque una realtà?

Tom Darden, CEO di Cherokee Investment Partners

Redazione: Rilanciamo quest’articolo di qualche anno fa, spinti soprattutto dalla curiosità. Sembrava fatta per il lancio della “fusione fredda”. Ma poi, cos’è successo?

In un tempo quasi senza speranza — non riteniamo tale il viso stravolto dall’ira di una piccola svedese (… e ci fermiamo qui) — ci piace ricordare un aforisma di Marinetti: “Abbiate fiducia nel progresso, che ha sempre ragione, anche quando ha torto”.

Leggi tutto “La fusione fredda è dunque una realtà?”

I magistrati francesi collaborano con quelli italiani per affossare ENI: evidentemente la Francia vuole impossessarsi del cane a sei zampe, per salvare la sua problematica Total (i politici filo francesi vicini al governo italiano avallano, E. Letta, Gozi, Gentiloni ecc.)

Si, la Total è messa male. Precisamente da quando il suo ex AD, morto anni fa in uno strano incidente a Mosca dopo aver fatto l’All In con la Russia sulle risorse da estrarre in loco, ha perso riserve. Invece ENI, nonostante la Libya, messa a ferro e fuoco proprio dai francesi, è ricchissima di risorse petrolifere.

Leggi tutto “I magistrati francesi collaborano con quelli italiani per affossare ENI: evidentemente la Francia vuole impossessarsi del cane a sei zampe, per salvare la sua problematica Total (i politici filo francesi vicini al governo italiano avallano, E. Letta, Gozi, Gentiloni ecc.)”

Svelato il piano di Boris Johnson: utilizzerà la prevalenza della Legge Europea su quella Britannica per forzare la Brexit no-deal

Rachel Russel per express.co.uk

Downing Street ha affermato che Boris Johnson intende conformarsi al cosiddetto Benn-Act — la Legge che gli impone di prolungare la tempistica dei colloqui sulla Brexit, se entro il 19 ottobre non sarà in vigore un “accordo di uscita” — ma che, allo stesso tempo, toglierà il paese dall’UE entro la scadenza di Halloween.

City AM ha riferito che Johnson potrebbe mantenere queste due promesse apparentemente contraddittorie, sottolineando che il Diritto dell’UE, nell’ambito del quale è stata scritta la scadenza dell’articolo 50, ha precedenza su quello britannico, dove si trova il Benn-Act.

Leggi tutto “Svelato il piano di Boris Johnson: utilizzerà la prevalenza della Legge Europea su quella Britannica per forzare la Brexit no-deal”

Un paese che per 155 euro pagati dal datore di lavoro (base 100 di stipendio lordo) con una tassazione abnorme ne fa arrivare al dipendente solo ca. 55 è un paese finito: quanto andrà avanti ancora? Perchè i politici fanno finta di non vedere “la loro Grecia”?

Ecco il ricambio (rottamato) oggi ri-venduto per nuovo, che continua a prendere in giro gli italiani: restando nell’euro le tasse non possono scendere! [notate, Renzi illude gli italiani precisamente nella stessa maniera dell’altro Matteo, Salvini]

Per combattere il sistema ci vuole metodo, che nelle scuole straniere viene insegnato già nella più tenera età. In Italia che io sappia solo agli ingegneri viene insegnato un vero metodo, ma solo all’università. Visto che sono ingegnere ed ho anche studiato all’estero mi permetto di suggerire di usare proprio tale leva se si vogliono cambiare le cose (non è detto che si riesca: a me sembra che agli italiani vada ancora bene il declino attuale, purtroppo).

Leggi tutto “Un paese che per 155 euro pagati dal datore di lavoro (base 100 di stipendio lordo) con una tassazione abnorme ne fa arrivare al dipendente solo ca. 55 è un paese finito: quanto andrà avanti ancora? Perchè i politici fanno finta di non vedere “la loro Grecia”?”

Il colpo di stato ha avuto inizio — L’Impero Colpisce Ancora

“Sto cambiando le regole del nostro accordo, prega che non le cambi più” — Darth Vader ne “L’Impero Colpisce Ancora”

————

Redazione: Stiamo proponendo molti articoli di Tom Luongo perché lo riteniamo (con qualche distinguo) fra gli interpreti più lucidi e sinceri del momento politico-economico che stiamo vivendo.

Diventato sostenitore seppur critico di Trump, lo ritiene l’ultimo scudo contro il “Deep State” — l’Impero — ed i “Colpi di Stato” cui ha dato vita.

Tendiamo a credergli. Le vicende che stiamo vivendo rappresentano l’”All Inn” delle élites finanziarie contro i legittimi Governi degli Stati Uniti e della Gran Bretagna (in Italia hanno già avuto successo, seppur aiutate dalla “superficialità”, ci auguriamo emendabile, del Capitano).

Stiamo rischiando tutto, il nostro futuro ed anche la nostra democrazia. Speriamo possa aiutarci una sempre maggiore consapevolezza.

Leggi tutto “Il colpo di stato ha avuto inizio — L’Impero Colpisce Ancora”

Renzi ammicca al Renzusconi in diretta a Radio24. L’affarista fiorentino cerca velatamente di intimorire anche l’intervistatore sulla fondazione Open dell’avvocato Bianchi, già nel cda di ENEL, coinvolto in pratiche sospette nella gestione della Leopolda

Come sa chi legge questo blog, chi scrive ha nulla fiducia (niet, nada, niente) in un politico come Matteo Renzi. A partire dal suo affarismo: secondo il punto di vista di molti, eticamente non ha alcun senso che un politico di punta italiano come Matteo Renzi sia advisor di una azienda finanziaria, la Algebris, che ha fatto man bassa di NPL – Non Performing Loans (crediti in sofferenza) in Italia. Assieme ad altri atteggiamenti renziani tanto spocchiosi ed arroganti da apparire indigeribili ai più. Forse includendo anche la sua recente formazione di un nuovo partito extra PD, partito assolutamente inutile per risolvere i problemi del Paese, ma utilissimo per far prendere ruoli e potere ai renziani.

Leggi tutto “Renzi ammicca al Renzusconi in diretta a Radio24. L’affarista fiorentino cerca velatamente di intimorire anche l’intervistatore sulla fondazione Open dell’avvocato Bianchi, già nel cda di ENEL, coinvolto in pratiche sospette nella gestione della Leopolda”

Giulio Tremonti: una visione non allineata alla indottrinamento ortodosso sul “Climate Emergency” di Greta Thunberg.

Parla ancora una volta schietto e chiaro uno dei pochi personaggi di spessore culturale, finanziario ed economico che hanno cavalcato e, secondo il nostro pensiero che esprimiamo da tempo su questo blog , potrebbe ancora cavalcare a pieno titolo il palcoscenico politico italiano ed internazionale, ossia Giulio Tremonti, forse unico in un panorama italiano meschinamente, servilmente e pedissequamente decadente.


Leggi tutto “Giulio Tremonti: una visione non allineata alla indottrinamento ortodosso sul “Climate Emergency” di Greta Thunberg.”