Schiacciante vittoria dei democratici “gialli” anche ad Hong Kong, contro il dominio cinese. Mai dimenticare che la Cina ha un sovrano eletto a vita (Xi) ed un solo partito, comunista cinese (chissà se a Roma lo hanno capito mentre firmavano la Via della Seta…)

La Cina è un paese immenso, ricco di storia, un vero Impero. Un grande paese insomma, che oggi sta scombussolando gli equilibri globali. Innegabile la sua influenza presente e futura. Ma, chiediamoci, sarà un paese sufficientemente resiliente all’usura competitiva e geopolitica? Troppo presto per dirlo, le sue debolezze strutturali sono infatti fin d’ora evidenti.

Leggi tutto “Schiacciante vittoria dei democratici “gialli” anche ad Hong Kong, contro il dominio cinese. Mai dimenticare che la Cina ha un sovrano eletto a vita (Xi) ed un solo partito, comunista cinese (chissà se a Roma lo hanno capito mentre firmavano la Via della Seta…)”

La Svizzera insegna al mondo come programmare il cambio di tecnologia automobilistica, post motore a scoppio (il futuro non sarà elettrico, ndr): a Basilea le auto a ciclo termico saranno vietate dal 2050 (ma previa referendum popolare)

La Svizzera si sta confermando il Paese più democratico al mondo, almeno in tema istituzionale e di fattiva soluzione di problemi contingenti.

Leggi tutto “La Svizzera insegna al mondo come programmare il cambio di tecnologia automobilistica, post motore a scoppio (il futuro non sarà elettrico, ndr): a Basilea le auto a ciclo termico saranno vietate dal 2050 (ma previa referendum popolare)”

Oggi Trump annuncerà dazi contro l’EU: saranno sulle auto tedesche? (nessuno lo dice ma gli USA hanno già vinto, la Cina è in ginocchio e l’EU è pronta ad implodere, sebbene prima cercherà di annientare il paese che ospita più basi USA in EU)

Notizia bomba: gli USA annunceranno a breve dazi contro… l’EU! Saranno dazi auto? Forse, sebbene personalmente non lo creda, saranno direi dazi generici, che colpiranno ad ampio spettro tutto il Vecchio Continente. I dazi USA sull’auto verranno dopo, ossia saranno l’arma “quasi finale”; ossia, dopo il fallimento annunciato di Deutsche Bank (…), verranno imposti con decorrenza due mesi, giusto il tempo per fare le trattative di resa con Berlino. Intanto la Cina è praticamente in ginocchio, il piano USA  si sta infatti svolgendo come da aspettative…

Leggi tutto “Oggi Trump annuncerà dazi contro l’EU: saranno sulle auto tedesche? (nessuno lo dice ma gli USA hanno già vinto, la Cina è in ginocchio e l’EU è pronta ad implodere, sebbene prima cercherà di annientare il paese che ospita più basi USA in EU)”

Encore, gli Italiani devono ringraziare i grillini (nonostante il loro tragico voto in EU a VdL) per non aver fatto la TAV subito, come invece voleva la Lega: l’Italia ha così risparmiato miliardi di Euro, evitando altre tasse!

Da il Corriere della Sera di oggi

La cosa che più mi dà fastidio è buttare soldi nel cesso, da sempre: dunque non posso dimenticare pochi mesi fa quando Salvini si lamentava – anzi faceva il diavolo a quattro – per la mancata accettazione lato M5S della TAV. Noi scrivemmo che tale pausa sarebbe stata assai positiva per gli interessi del Paese Italia in quanto avrebbe costretto l’EU a pagare di più pur di terminare l’opera, sgravando l’Italia. Infatti è precisamente quello che è successo. Complimenti dunque al M5S che ha fatto in modo di non accettare subito di concludere l’opera in oggetto, come invece – erroneamente – voleva fare la Lega (ci tengo a sottolineare come noi supportammo il M5S in tale scelta strategica, ndr).

Leggi tutto “Encore, gli Italiani devono ringraziare i grillini (nonostante il loro tragico voto in EU a VdL) per non aver fatto la TAV subito, come invece voleva la Lega: l’Italia ha così risparmiato miliardi di Euro, evitando altre tasse!”

Le rivelazioni di Buzzfeed contro la Lega (sito che per la sinistra è affidabile, …) dimostra che esistono dossier pronti all’estero per interferire con la politica italiana. Oltre alla solita impreparazione della Lega, veri parvenu…

Come sapete sono decisamente irritato per certi comportamenti leghisti, tra tutti l’impreparazione e la quasi nulla capacità di premiare il merito, sempre la solita solfa, altro che cambiamento. Se non riuscite a capire cosa intendo basta ascoltare la registrazione “dal vivo” del sito americano Buzzfeed per capire: un ex portavoce di Salvini con accento padano registrato a biascicare in lingua straniera su deal ipotetici di triangolazione coi russi, poi non andati in porto. Ma il punto è un altro, molto più devastante: ci sono dossier pronti all’estero contro l’Italia, anzi con il fine di indirizzare la politica italiana. Questo è l’aspetto più grave, anzi gravissimo. E purtroppo nessuno nella Penisola ne parla. Cercheremo, se permettete, di farlo noi.

Leggi tutto “Le rivelazioni di Buzzfeed contro la Lega (sito che per la sinistra è affidabile, …) dimostra che esistono dossier pronti all’estero per interferire con la politica italiana. Oltre alla solita impreparazione della Lega, veri parvenu…”

Farage afferma che qualche italiano ha fatto trapelare l’indiscrezione di adesione dell’UKIP al gruppo della Lega, senza essere autorizzato. Si può sapere se è vero e nel caso chi è il responsabile?

Le affermazioni di Nigel Farage di oggi sono una bomba: il futuro partito vincente in UK, assieme alla frangia – ritengo – di Boris Johnson, ossia i Brexiters, ci dicono che qualche italiano ha infranto una regola aurea negli accordi diplomatici e politici: la confidenzialità, ossia la fiducia. E per tale ragione l’accordo, che ci sarebbe potuto esserci – con la Lega, per formare un gruppo al Parlamento EU, a detta di Farage – non ci sarà. Anzi, l’UKIP farà un accordo con il M5S ma non con la Lega, fatto non incredibile sapendo quale possa essere stato il seeding storico  dei grillini (non ho detto le forze ex-imperiali britanniche, …).

Leggi tutto “Farage afferma che qualche italiano ha fatto trapelare l’indiscrezione di adesione dell’UKIP al gruppo della Lega, senza essere autorizzato. Si può sapere se è vero e nel caso chi è il responsabile?”

Mike Pompeo in Ticino ad incontrare il ministro degli esteri svizzero Ignazio Cassis (che è nato bergamasco). Italia snobbata?

Incontrare Mike Pompeo non è cosa di tutti i giorni. Che poi l’oriundo Mike Pompeo visiti amichevolmente un Paese amico è affare notevole, ricordando che a Palermo, per l’accordo sulla Libya, alla fine nessun americano diciamo “pesante” partecipò ai lavori (men che meno Pompeo, che si rifiutò di andare, facendo fallire l’evento, evidentemente già fiutava l’accordo sulla Via della Seta da parte dei gialloverdi dopo l’accordo del ministro leghista Centinaio con Alibaba nel dicembre scorso, ndr). Nella neutrale Svizzera italiana invece, a pochi kilometri dall’Italia, dove ha sede una delle Università americane all’estero più importanti del mondo, ecco che Mike Pompeo giunge in pompa magna il 2.6.2019 per incontrare Ignazio Cassis, il ministro degli Esteri svizzero nato italiano (bergamasco). Leggi tutto “Mike Pompeo in Ticino ad incontrare il ministro degli esteri svizzero Ignazio Cassis (che è nato bergamasco). Italia snobbata?”

La propaganda dei media sui miniBOT votati “per sbaglio” dal PD. In realtà la mozione era concordata. Anzi addirittura NON era della Lega ma di Forza Italia!!! Verso il caos, con il conto pagato dalla gente comune…

MiniBOT= patrimoniale concordata con il PD e Forza Italia, ossia con le opposizioni al governo giallo verde? Praticamente certo.
Con questa premessa va detto che NON è assolutamente vero che il PD non ha “notato” i minibot, anzi li ha proprio citati in commissione nella discussione: Simone Baldelli (FI) nella discussione lo ha detto chiaro, davanti a Stefano Fassina (LEU) che non è precisamente l’ultimo arrivato. Inoltre la piddina Silvia Fragolent ha citato precisamente la mozione di Baldelli, quella che citava espressamente i miniBOT durante la discussione alla Camera, come accettata anche dal PD.
Ossia pensare che il PD non abbia visto i minibot e’ una fesseria. Anzi una romanata, solo i polli ci cascano! Forse ora capiamo la potenza ed il fine di non aver voluto sostituire i ministeriali PD dai ministeri.

Leggi tutto “La propaganda dei media sui miniBOT votati “per sbaglio” dal PD. In realtà la mozione era concordata. Anzi addirittura NON era della Lega ma di Forza Italia!!! Verso il caos, con il conto pagato dalla gente comune…”

Geraci must go (or Salvini will go?): implications of the Italian signature in the Belt & Road Initiative with China

It was astonishing to watch on TV the signature of the BRI agreement between China and Italy in Palermo, last month. Main global newspapers painted such agreement as a game changer, as it surely is: an important G7 country, founder of then European Union, probably the main US ally in Europe after UK, decides on its own to cut the Atlantic ties with Washington after 75 years, preferring the emerging power, Beijing, is pretty unusual, if not incredible.

Leggi tutto “Geraci must go (or Salvini will go?): implications of the Italian signature in the Belt & Road Initiative with China”

Manifestazione contro il razzismo a Milano, i media mainstream dicono 250’000 partecipanti ma mancano le foto dall’alto, chissà perchè (le news senza prove sono propaganda?)

Purtroppo sono diventato come San Tommaso. Ossia non credo più ai media: se mi danno le prove bene, altrimenti resto scettico sulle verità impacchettate che mi propongono.

Oggi i media ci informano sulla manifestazione contro il razzismo a Milano. La Stampa dice 200’000 persone partecipanti, Repubblica.it addirittura conta 250’000 persone. Consiglio personale: non credete a tutto quello che vi raccontano, verificate tutto! Ma con metodo e correttezza!

Leggi tutto “Manifestazione contro il razzismo a Milano, i media mainstream dicono 250’000 partecipanti ma mancano le foto dall’alto, chissà perchè (le news senza prove sono propaganda?)”