Conte sfida l’EU e da il preavviso ai paesi del nord: niente MES con condizioni, ossia solo eurobonds con sforamento patto di stabilità (quale è la differenza tra oggi e il 2011?)

Sono un italiano un po’ anomalo perchè conservo una memoria di ferro. Ovvero metto in crisi la diagnosi perfetta fatta da Montanelli in una sua famosa intervista al papà di John Elkann, “Italiani, popolo senza memoria“, “Dunque popolo schiavo“. Elucubrazione profonda come poche, sui popolanti la nota espressione geografia a forma di stivale. Dunque, forse vi sfugge che nel 2011 Giulio Tremonti pronunciò l’altisonante risposta “Conosco modi migliori per suicidarmi” quando, sempre Angela Merkel assieme a Sarkozy, che poi si dimostrerà un nano della politica francese moderna, tentò di imporre la troika all’Italia.  Non riuscendo nell’intento la Cancelliera, bloccata anche da Tim Geithner e dunque da Obama, udite udite, si mise a piangere davanti a tutti, perchè non otteneva quello che voleva. Da qui capite l’importanza – e l’utilità per l’asse EU e globalista – di aver fatto circolare via servizi segreti franco-tedeschi grazie a soggetti cooptati la bufala di Berlusconi che le dava della “culona inchiavabile“, aneddoto mai provato ne provabile pubblicato guarda caso dal Fatto Quotidiano di Travaglio e Stefano Feltri,quest’ultimo oggi assiduo a importanti consessi internazionali (ogni tanto mi perdo “tra Feltre e Feltre”, Vittorio, Mattia, Stefano, Enrico L. …).

Leggi tutto “Conte sfida l’EU e da il preavviso ai paesi del nord: niente MES con condizioni, ossia solo eurobonds con sforamento patto di stabilità (quale è la differenza tra oggi e il 2011?)”

ECCO LA CERTIFICAZIONE DELLA TOTALE INCOMPETENZA IN ECONOMIA DI MATTEO SALVINI

Tutto il popolo degli elettori della Lega che ancora usa il proprio cervello si sta chiedendo da mesi il motivo della totale inversione di marcia di Salvini sull’Euro e sull’ITALEXIT….. ebbene Cari Amici, la risposta ce l’abbiamo nel breve passaggio di questo video durante la presenza di Salvini nella trasmissione di Bianca Berlinguer.

Leggi tutto “ECCO LA CERTIFICAZIONE DELLA TOTALE INCOMPETENZA IN ECONOMIA DI MATTEO SALVINI”

Storie di ordinaria follia in Italia/Lombardia: ma davvero bisogna arrivare a tanto? Sappiate che siamo prossimi al rientro dalla crisi, sebbene qualcuno preferisca non dirvelo…

Good morning Italy“. Ormai siamo come nel Vietnam, cerchiamo di tirarvi su il morale mentre siete ai “domiciliari”, restando convinti che dalla prossima settimana la crisi del virus italico rientrerà enormemente (segnatevelo, lo abbiamo previsto circa 7 giorni fa: o siamo fenomeni o qualcuno vi ha voluto spaventare…). Sebbene temo cercheranno di nascondervelo. Ma davvero valeva la pena innescare questa enorme crisi, esacerbarla al tal punto? Ricordo a tutti che siamo a 1/4 dei contagi dell’influenza del 1968. E siamo a poco più di 1/3 circa dei morti di polmonite del 2017 (forse 1/4 di quelli del 2018) ossia la conseguenza primaria dell’influenza, in gran parte almeno. Vediamo sopra  e video sotto alcuni dati/fatti su cosa sta succede nel nord Italia, in questi giorni. Poi, domani sera, alla pubblicazione dei contagi di domani, vedrete molto incoraggianti, vi invierò un bel video rincuorante. Almeno  – magari – vi verrà voglia di sorridere, sebbene amaramente. Vi anticipo il contenuto: tenete segregati i vostri anziani nelle prossime 4 settimane ma per il resto vivete, visto che vivrete!

Leggi tutto “Storie di ordinaria follia in Italia/Lombardia: ma davvero bisogna arrivare a tanto? Sappiate che siamo prossimi al rientro dalla crisi, sebbene qualcuno preferisca non dirvelo…”

Ecco quello che Conte deve fare: come suggerito dal ministro tedesco Altmaier, bisogna nazionalizzare le imprese strategiche italiane messe in crisi dal coronavirus (ossia tutte). Conviene!

Conte deve trasformarsi in statista. Per tale fine è necessario attivare mosse strategiche, OGGI, visto che la crisi lo permette. Sappiamo infatti che l’Italia è diventata luogo di shopping franco-tedesco negli scorsi anni: questo trend va fermato, ne va dell’interesse del Paese. Anche perchè oggi solo le grandi imprese possono investire nell’immediato per creare valore domani, se spariscono loro è finita!! Dunque se lo Stato investe/investirà in infrastrutture e chi ne trae beneficio daranno solo aziende italiane divenute straniere, in tal guisa semplicemente si trasferirebbero gran parte dei benefici delle gandi opetre all’estero, tramite i bilanci e i transfer prices aziendali. Dunque, l’unica azione che Conte deve attuare oggi è ciò che suggerisce il ministro dell’economia tedesco Peter Altmaier in una intervista allo Spiegel: nazionalizzare le imprese strategiche nazionali, causa coronavirus. E’ una occasione UNICA. E di ragioni a supporto ce ne sono tantissime. Forza Conte, diventa Statista, avrai il supporto che non ti aspetti!

Leggi tutto “Ecco quello che Conte deve fare: come suggerito dal ministro tedesco Altmaier, bisogna nazionalizzare le imprese strategiche italiane messe in crisi dal coronavirus (ossia tutte). Conviene!”

Incredibile: l’ISS conferma che il contagio COVID-19 italiano NON arriva dalla Cina ma dall’Italia (oltre a rilevare che la maggioranza dei tamponi testati da Lombardia e Veneto NON sono stati confermati dall’ISS): che sta succedendo? Una prima analisi

Facciamo molta attenzione ai fatti perchè sono salienti e, riteniamo, potenzialmente gravidi di conseguenze. Ci baseremo su atti ufficiali, documenti, atti, direttive. Tali dati riteniamo siano sconcertanti, sembrano quasi nascondere qualcosa di difficile comprensione, per non dire altro. Noi restiamo, come sempre, dalla parte dello Stato. Ecco l’analisi.

Leggi tutto “Incredibile: l’ISS conferma che il contagio COVID-19 italiano NON arriva dalla Cina ma dall’Italia (oltre a rilevare che la maggioranza dei tamponi testati da Lombardia e Veneto NON sono stati confermati dall’ISS): che sta succedendo? Una prima analisi”

In difesa di Luca Zaia: i cinesi mangiano i topi vivi? (certamente mangiano i cani). Embè, anche se fosse? Gli europei mangiano invece formaggi putrefatti, che per un cinese è come per noi mangiare pipistrello… Le culture si rispettano anche dicendo la verità

La fattualità delle cose e degli eventi è innegabile. Dunque, non vedo il problema a dire verità fattuali riconosciute da tutti. Ossia, le parole di Luca Zaia sui cinesi “mangiatopi” possono tranquillamente essere veritiere, anzi in larga parte lo sono: la cultura è soprattutto cibo e dunque difficile sindacare su cosa faccia schifo o meno per due popoli differenti. Eppoi soprattutto i veneti non sono da meno in termini di stranezze culinarie, in diversi casi…

Leggi tutto “In difesa di Luca Zaia: i cinesi mangiano i topi vivi? (certamente mangiano i cani). Embè, anche se fosse? Gli europei mangiano invece formaggi putrefatti, che per un cinese è come per noi mangiare pipistrello… Le culture si rispettano anche dicendo la verità”

Ultime sul coronavirus ed i suoi incredibili effetti, anche e soprattutto dove (e come) non te li aspetti…

 

Per confondere il volgo basta un semplice trucchetto: inondare i media di informazioni, vere e false, in una direzione giusta ed in altre forvianti. Lasciando dunque libero sfogo ai media i quali, fatti in gran parte di gente se non ignorante diciamo appunto “media”, ossia che ha come caratteristica peculiare – nella gran parte dei casi,fortunatamente non in tutti – quello di dover arrivare a fine mese, in un personalissimo delirio di onnipotenza scrive di tutto e di più, anche in buona fede, anche con il plauso dell’editore (…). Il risultato è che la gente non capisce più nulla. Quando lavoravo per una grande aziende facente parte di ministero straniero me lo dicevano ripetutamente, (in azienda) i “fessi” servono moltissimo, basta metterli nei posti giusti per lo scopo…

Leggi tutto “Ultime sul coronavirus ed i suoi incredibili effetti, anche e soprattutto dove (e come) non te li aspetti…”

Ripeto, CHINA GAME OVER. Nulla sarà più come prima. E l’Italia, magari solleticata dalle solite consulenze alla casta (…), ha di nuovo sbagliato cavallo. It’s stagflation baby, in a semi-fixed exchange rate regime (Currency Board)

IN CHINA, TODAY!

Per mesi abbiamo accennato la traccia, quasi nessuno l’ha colta. Ora finalmente arriviamo al dunque e scopriamo che ci sono molti scienziati in circolazione, bene. Approfittiamo dunque per segnare nuovamente il passo e mettere distanza con gli improvvisati oracoli dello Stivale. Dunque, la Cina fino a ieri secondo alcuni era la salvezza economica del mondo, mentre oggi ancora gli stessi “molti” – ossia, spesso gli stessi che la osannavano fino  a ieri l’altro – fanno fatica a ricordare che uno Stato con un presidente eletto a vita e senza elezioni dirette per eleggere Parlamento e governo tecnicamente NON è una democrazia. Parteggiare per un regime tecnicamente non democratico, dove le persone ad es. sospettamente malate di coronavirus (un virus che secondo il governo cinese è poco pericoloso, avendo causato, secondo le statistiche ufficiali di Pechino, pochissimi morti, ndr) vengono prelevate in casa nottetempo e poi spariscono per settimane, mesi o per sempre, senza sapere dove sono detenute, è quanto meno suicida secondo lo scrivente. Poi, capisco, la pagnotta la si deve guadagnare ma c’è un limite a tutto, anche nella propaganda interessata di alcuni, limite che la peste da coronavirus ha ben messo in evidenza. Certo, io sono stato contro quelli che per la pagnotta accettavano ad es. anche le leggi razziali; idem sono contro certe derive pro-Cina comunista di oggi. Ben ricordando come esista un asse tra Pechino e Germania attuale, quella dei nipoti di Vichy per intenderci.

Leggi tutto “Ripeto, CHINA GAME OVER. Nulla sarà più come prima. E l’Italia, magari solleticata dalle solite consulenze alla casta (…), ha di nuovo sbagliato cavallo. It’s stagflation baby, in a semi-fixed exchange rate regime (Currency Board)”

L’unico paese occidentale dove guarda caso è spuntato il coronavirus è…. la Francia (il laboratorio di biowarfare di Wuhan fu creato in collaborazione con Parigi)[work in progress]

Solo una veloce ripresa della notizia degli ultimi giorni, la  pandemia in provetta di coronavirus, che poi seconda la stampa svizzera sembra una polmonite collegata alla peste suina che sta distruggendo le porcilaie cinesi con effetto collaterale di far salire l’inflazione a Pechino.

Leggi tutto “L’unico paese occidentale dove guarda caso è spuntato il coronavirus è…. la Francia (il laboratorio di biowarfare di Wuhan fu creato in collaborazione con Parigi)[work in progress]”

E se il coronavirus fosse in circolazione da tempo? Molti casi sospetti di polmonite mortale anche negli ospedali italiani. E se fosse guerra 3D? Chi trasmette il virus? Forse i maiali all’uomo? Il contagio è legato alla peste suina in Cina, quella che fa salire l’inflazione?

Sembra ci sia stato il passaggio del virus da maiale ad uomo…

Io sono sempre molto scettico quando si scatenano “all’improvviso” pandemie mediatiche. Si, mediatiche: contate i morti effettivi pubblicizzati e vedrete che si contano sulle dita di qualche mano. Dunque, perchè tutto questo allarme? Siamo di fronte alla più classica delle “dottrine Goering”, quella che asseriva che basta spaventare un popolo con una minaccia esterna e gli fai fare quello che vuoi? (anche invadere l’Olanda?) O le morti per qualche strano virus ci sono già da tempo ma ve l’hanno tenuto nascosto? E che dire della peste suina che si è scatenata in Cina, peste tanto deleteria per l’inflazione cinese che ha portato la componente food inflation a circa il 20%: che non sia mai che magari possa essere alla base dei contagi grazie a qualche strano virus che colpisce anche l’uomo…

Leggi tutto “E se il coronavirus fosse in circolazione da tempo? Molti casi sospetti di polmonite mortale anche negli ospedali italiani. E se fosse guerra 3D? Chi trasmette il virus? Forse i maiali all’uomo? Il contagio è legato alla peste suina in Cina, quella che fa salire l’inflazione?”