Il teatrino della politica, per prendere in giro gli italiani: mentre il Titanic affonda i “romani” – anche cd. sovranisti – ordinano champagne. Salvini e Renzi: ultimo tentativo di salvare il loro potentati tradendo gli elettori

 

  

Leggevo ieri su Twitter commenti assai interessanti su Salvini che era stato formalmente tradito da Renzi, quando ha permesso la messa in stato di accusa del capo della Lega. Salvini reduce per altro dalla difesa suicida del governatore Fontana (un caso, quello del governatore lombardo, temo, che ci riserverà enormi e smisurate sorprese negative). Ve la faccio breve: guardando freddamente alla situazione, pur in presenza di politiche oppressive da parte del governo giallorosso, la Lega ha perso quasi la metà dei voti che aveva alle Europee, dal 35% al 22%, ultimo sondaggio, sotto, ossia il PD sta superando la Lega come primo partito! E qualcuno dipinge ancora Salvini come un “genio”! Alla faccia del genio…. Forse non ci si rende conto che a stare politicamente accanto all’ex sindaco fiorentino finisce tutto a rotoli.

Ixè: il PD sta per superare la Lega come primo partito, senza parole, un capolavoro al contrario di Salvini (come vincere il campionato d’inverno a punteggio pieno e poi perdere tutte le altre partite e retrocedere in serie B)

In realtà i commenti su Twitter ieri dicevano ben altro, da parte dei sostenitori del Salvini, i famosi “pasdaran” leghisti. Ossia essi dicevano che la “mossa del cavallo” dello stato d’accusa era l’ultima risposta la strategia finale di far discutere in aula il caso tirando in ballo Palamara, il giudice Esposito, gli attacchi a Salvini… Convinti loro! Magari “sperano” di sollevare le piazze e tentare, che so, una secessione del popolo verde ad ottobre, prima che Trump venga rieletto, onde evitare ad esempio che magari gente come Renzi rischi di finire a Guantanamo per tradimento nell’Obamagate anti Trump? Ah, a saperlo…

E che dire dei messaggi di Renzi a supporto di Fontana durante la crisi del virus di Codogno?

#matteostaisereno (come Letta: Renzi cadrà in piedi, Salvini no…)

Che Salvini e Renzi siano da sempre sodali, NEI FATTI, è una realtà, eccetto gli innegabili tradimenti del toscano, che ha tradito sempre tutti, TUTTI! Magari in un brillante piano ordito da Sua Maestà il Cavaliere il quale, negli anni, ha disseminato di “suoi” uomini – prima fatti passare in TV – le fila di tutti i partiti – Enrico Letta nel PD, Salvini ed altri nella lega, Paragone nel M5S, solo per nominarne alcuni – per restare lui stesso sempre in sella a danno degli italiani, che devono pagare per i suoi business, come succede da troppo tempo. Il renzusconi non è arrivato solo grazie a Trump, ad agosto scorso, che abbattendo nei fatti Salvini preferendogli Conte ha indicato il viatico: in contropartita il premier temutissimo Conte ha fatto esplodere con le sue carte l’Obamagate ed in cambio ha ottenuto vitale supporto, oggi Conte non lo tocca nessuno, nemmeno in EU (a parte che – va detto-  sa comunque muoversi bene).

E che dire di Lotti, ora sotto processo (ahi! chissà quante ne verranno fuori….), quando affermava intercettato che sapeva in anticipo le mosse della Lega grazie alla figlia di Verdini, la sua compagna certamente di facciata, chissà se reale… Un attimo, ma siamo  davvero sicuri che sia davvero la sua compagna? O è tutto inventato? Chissà… Che magari quando Salvini cadrà, la storia d’ammore casualmente finirà e verrà a tutti il dubbio che la Francesca era la scusa buona per poter far parlare pubblicamente “tutti assieme” al ristorante di Verdini senza dare nell’occhio per definire le strategia comuni, con il Renzi ed il Verdini, in una bella merenda tra amici… Dite che esagero? Occhio…. il tempo ci dirà!

E che dire degli incontri di Salvini nella villa toscana di Verdini con Renzi per fare strategie, fatto MAI smentito? (Ci fu un can can terribile su tale incontro e poi nessuna smentita, che strano…).

I fatti, i tremendi fatti, ci dicono ormai che Salvini e Renzi sono reciprocamente alla frutta oltre che legati a doppio filo: Salvini sotto il 20% verrà fatto fuori da Via Bellerio, ci siamo quasi, il successore tutti dicono sia Caparini jr, il figlio del padrone del Castello di Pontedilegno indicato dai media come indagato dall’FBI in USA per traffico di tecnologia con la Russia: notasi che detto Caparini jr è assessore di Milano fedelissimo della branchia leghista dei dirigenti pro-nord indipendente di Fontana. Invece Renzi, se Trump verrà riconfermato, temo rischierà di dover chiedere asilo politico in Germania o meglio alla Cina, me lo vedo a mangiare riso per 30 anni…

Insomma, è possibile davvero che l’uscita di Renzi sul Salvini indagato sia mera disperazione, il tutto per tutto per sollevare le piazze portando anche alla secessione del nord se necessario, ossia terminare un paese per propri interessi. Gioco pericoloso di chi sa che si gioca tutto. E Salvini, che in teoria potrebbe dire di no a cotanto scempio, stranamente non lo fa, la logica direbbe che probabilmente c’è qualche forma di ricatto occulto che impedisce a Salvini di estrinsecare il suo pensiero ed anche il suo interesse, chissà.

Foto di rito alla convention, non incontro organizzato, 50 USD

In ultimo, un appunto dedicato ai pasdaran leghisti, ai collaboratori stretti di Salvini: parlo di Borghi, Rinaldi, Bagnai, anche di Dragoni sebbene extraparlamentare visto che da imprenditore (para-farmaceutico?) toscano forse era meno consigliabole spenderlo in ruoli diretti in politica (…). Costoro nei fatti, coi loro consigli hanno distrutto Salvini, dal 35% al 22%. Essi sono quelli che – appunto – anno portato Salvini a scendere dal 35% al 22%. Salvo se volete Bagnai e Rinaldi, che essendo del centro-sud non sanno come la si pensa al nord, ossia le prese in giro crasse, i voltafaccia spocchiosi al nord sono totalmente meno accettabili che al sud; ma con il tradimento da parte loro FORMALE dell’Italexit, con libri scritti sull’uscita dall’euro, loro sono comunque “bruciati” – se notate bene, solo Bagnai e Rinaldi hanno tristemente scritto qualcosa in riguardo, solo per rimangiarselo nei fatti, ROnaldi manco pronuncia più la parola PIANO B; sebbene in realtà Rinaldi abbia taciuto il fatto che il suo libro era una accrocchio di articoli scritti dagli autori di scenarieconimici.it, non strettamente da lui, ndr -; ma, d’altro verso, alla fine il tradimento riguarda soprattutto chi doveva fare l’esperto dell’ITALXIT e poi per una poltrona si è rimangiato tutto, anche questo un fatto purtroppo. Bene, costoro, base risultati, alla fine hanno consigliato assai male Salvini, se questo è passato dal 35% al 22%, ossia dopo il tradimento dell’ITALEXIT, o sbaglio? (Costoro dovrebbero essere liceziati nottetempo, cosa che certamente succederà con il cambio della guardia a Via Bellerio).

Tradimento!

In tutto questo resta l’Italia che implode, con Conte che va in EU a battere i pugni e torna a casa certamente con l’onore ma con risultati scarsi, solo perchè l’EU francotedesca in realtà è intenta a fare la guerra agi USA e tale guerra passa per l’annientameto dell’Italia, il princiale alleato strategico non anglosassone in Europa (a riprova vedasi dove vanno comandi e mezzi USA che emigrano dalla Germania….).

Ossia, da settembre in avanti la sfida diverrà chiara, passando per il 5.8.2020 ossia dalla sentenza di Karlsruhe/Heidelberg. E Conte sarà l’uomo di Trump, inamovibile come deve essere un alleato strategico.

Salvini e Renzi speriamo di catalogarli presto a rottami della politica, nel loro bene e soprattutto nel bene del Paese.

MD