Capitalismo 2.1? O Neofeudalesimo 2.0, in fieri? Italia laboratorio globalista del III millennio

Redazione:

In attesa dell’analisi sulle conseguenze della pronuncia della Corte di Karlsruhe che presenteremo oggi (di fatto avevamo già anticipato gli effetti della la sentenza il giorno precedente) riteniamo doveroso analizzare la situazione economica attuale dalle fondamenta. Ossia avendo chiaro che da qui in avanti il capitalismo verrà ritestato, visto che ha chiaramente raggiunto i propri limiti ben delineati da J.M Keynes, ossia nel controllo della concentrazione della ricchezza e del controllo dell’occupazione. Ben consci che la storia è matrigna: in situazioni simili la re-distribuzione di ricchezza nella storia dell’Uomo è sempre avvenuta per il tramite di guerre “calde“. Oggi, avendo di nuovo toccato i limiti strutturali della teoria economica imperante, come fu il caso  – l’ultima volta – della Belle Epoque che anticipò la prima guerra mondiale, ci sarà necessariamente una correzione se non un cambiamento del modello economico imperante. Vi proponiamo dunque l’analisi di un sito che stimiamo molto, per altro uno dei pochissimi siti in rete veramente indipendente nelle sue analisi, orazero.org. Tale sito ha avuto il coraggio di ipotizzare la continuità dello status quo con il capitalismo 2.1. Encomiabile. Noi aggiungiamo che l’alternativa è un neofeudalesimo 2.0 atto a creare una classe sociale subalterna contrapposta ad una elite direttrice; ovvero una rappresentazione moderna della struttura sociale pensata da Aldus Huxley con i famosi alfa, beta, gamma e delta di Brave New World. Ed anche con la novella soma per assopire le masse nell’esercizio dei loro diritti civili e sociali, vedasi la progressiva liberalizzazione dell’uso della cannabis. Neofeudalesimo 2.0 per altro favorito dalla tecnologia di controllo delle masse, stile app Immuni. (…)

L’Italia in tale contesto è di nuovo il vero laboratorio mondiale di tale nuova tendenza gloobale, sull’altare della sua popolazione supina ai voleri delle elites dirigenti (vedasi i 12 vaccini obbligatori e annesso battage mediatico sul morbillo come causa scatenante dei 12 vaccini, sebbene tale virus causi annualmente un numero risibile di decessi, ndr); salvo poi regolarmente ribellarsi al giogo comunque percepito (ma non repulso) con scatti di ira e violenza che a scatti portano ad eccessi, Piazzale Loreto docet. Un monito per i governanti di oggi e di domani.

Buona lettura!

Leggi tutto “Capitalismo 2.1? O Neofeudalesimo 2.0, in fieri? Italia laboratorio globalista del III millennio”

In pillole, cosa sappiamo sul virus COVID-19 (chiamato anche “nuovo coronavirus”, visto che ci siamo imbattuti in diversi altri coronavirus in passato…)

Cosa non sappiamo del coronavirus forse non è più di quello che non  sappiamo della comune influenza. Premesso che non abbiamo ancora informazioni sulla mortalità generale in Italia nel 2020, ossia se sia effettivamente superiore inferiore alla norma, parlo di morti totali nelle prima 12 settimane di quest’anno rispetto agli anni precedenti escludendo casi di cancro e di ictus. Ma alcune cose le sappiamo e vanno divulgate, rifacendoci ad articoli già pubblicati, solo facendo ordine. Questo per evitare che venga imposto un certificato di salute personale che imponga, ad esempio, vaccinazioni di massa (per un virus che muta e di cui gli scienziati dicono di “saperne poco” è una fesseria atomica, ndr) o, peggio, farsi impiantare simil chip sotto pelle per certificare l’immunizzazione.

Leggi tutto “In pillole, cosa sappiamo sul virus COVID-19 (chiamato anche “nuovo coronavirus”, visto che ci siamo imbattuti in diversi altri coronavirus in passato…)”

I corrieri e le vendite online: rivoluzione di un lavoro che cambia la società (di Carloalberto Rossi e Giorgio Saibene)

di Giorgio Saibene e Carloalberto Rossi

La globalizzazione ha trasformato il mondo della logistica e, tutti ne siamo convinti, ha trasformato anche le nostre vite. Dall’abitudine di prendere un caffè al bar, ci troveremo a poterlo ordinare da casa: decaffeinato, d’orzo, macchiato, con uno o due cucchiaini di zucchero. Arriverà caldo e ci costerà come al bar. Manca poco: in offerta ci sarà una brioche alla crema chantilly!

Leggi tutto “I corrieri e le vendite online: rivoluzione di un lavoro che cambia la società (di Carloalberto Rossi e Giorgio Saibene)”

Una semplice statistica dimostra che in Lombardia qualcosa di molto strano è successo: siamo davvero sicuri sia lo stesso ceppo del virus ? Una prima analisi

La Lombardia può secondo noi essere paragonata solo con un Paese in termini di verifica di effetti del virus, diciamo un paese avanzato come la Regione Lombardia: la Svizzera. Ci sono infatti similitudini culturali e storiche, oltre che sulla qualità della sanità ed anche in termini di mentalità e relativo sviluppo economico: certamente la Lombardia è la regione più nordeuropea della Penisola. Dunque vale la pena mettersi di buona lena e fare due conti. Noi ci abbiamo provato ed i risultati sono sconcertanti. Sorprese sconcertanti.

NOTA: Chiediamo per altro venia per il refuso di un blocco nell’articolo del dr. Sbrenna/Prini, in quanto è finito un redazionale che era destinato al predecessore di questo intervento, purtroppo perso durante i problemi al server di ieri.

Leggi tutto “Una semplice statistica dimostra che in Lombardia qualcosa di molto strano è successo: siamo davvero sicuri sia lo stesso ceppo del virus ? Una prima analisi”

La mortalità “finale” da COVID-19 in Italia: un’analisi sui dati ragionata (dr. S. Sbrenna MD, PhD e dr.ssa E. Prini MD, CIDS)

Redazione:

Abbiamo l’onore di pubblicare una valutazione scientifica, elaborata da medici presenti sul campo, avente come oggetto il contagio da COVID19 in Italia con il fine di spiegare in modo comprensibile, fattuale e scientifico la realtà del coronavirus. La gente, gli italiani, sono infatti letteralmente affamati di Informazioni con la “I” maiuscola sull’argomento, elaborata da esperti. E non dai soliti noti – sempre gli stessi – che, chissà in forza di quale affiliazione, sono ricorrentemente presenti nell’agone soprattutto televisivo.

Siamo dunque a proporvi la presente analisi di due esperti, due medici italiani, che con un taglio da ricercatori divulgativi cercheranno di spiegarvi la realtà del COVID19. Mi permetto di aggiungere solo un commento personale, da ingegnere e non da medico: a me sembra che oggi il “panico da virus” italiano dipenda dal fatto che policy makers ed esperti, oltre che semplici concittadini informati, non abbiano tanto paura del contagio tout court, quanto abbiano letteralmente il terrore che la situazione possa evolvere tragicamente come è successo a Bergamo e Brescia nord e ovest, dove la situazione non sembra sovrapponibile al resto d’Italia per motivi ad oggi difficili da comprendere (…).

Vi lascio quindi a questa pregiata ed informatissima lettura. Un regalo direi, da parte di amici del nostro sito che hanno capito perfettamente lo spirito che ci muove.

Leggi tutto “La mortalità “finale” da COVID-19 in Italia: un’analisi sui dati ragionata (dr. S. Sbrenna MD, PhD e dr.ssa E. Prini MD, CIDS)”

ORGANIZZAZIONE E POLITICA – Il circolo virtuoso leadership-competenze-capacità-conoscenza-organizzazione-risultati applicati alla politica: il caso UK.

La storia insegna che un Paese è tanto più grande tanto più i propri leader siano non solo forti, capaci di alta e raffinata dialettica (che può servire temporaneamente per superare qualche momento critico) e di una elevata capacità relazionale  ma che siano pure talentuosi, preparati e formati ad alto livello,  capaci di implementare una adeguata organizzazione atta supportare i propri indirizzi strategici e, dulcis in fundo, capaci di avere una visione lungimirante e molto più ampia dei propri subalterni.

Ma ci sono altri quattro ingredienti che spesso sfuggono anche ai migliori analisti e studiosi.

Leggi tutto “ORGANIZZAZIONE E POLITICA – Il circolo virtuoso leadership-competenze-capacità-conoscenza-organizzazione-risultati applicati alla politica: il caso UK.”

Ecco perchè Draghi è nemico sia dell’Italia che dell’EUropa (ossia favorisce solo le elites industriali della Germania). Dunque, Trump ha ragione: Draghi manipola l’euro al ribasso, contro gli USA!

I tassi bassi salvano l’Italia, qualcuno dice così. Ad esempio Matteo Renzi, certamente uno scienziato della politica ma che a livello economico di scienza ne ha vista ben poca, temo anzi abbia già da tempo condannato l’Italia all’indigenza in forza delle sue politiche passate, vedrete fra qualche tempo dove ci porterà il suo allineamento interessato “costi quel che costi” all’EU. Leggi tutto “Ecco perchè Draghi è nemico sia dell’Italia che dell’EUropa (ossia favorisce solo le elites industriali della Germania). Dunque, Trump ha ragione: Draghi manipola l’euro al ribasso, contro gli USA!”

Spieghiamo il Macro-Evento che stiamo (quasi) vivendo: Conseguenze e premesse di un Reset socio-economico globale (e l’Italia?)

Lo scorso fine settimana abbiamo partecipato ad un evento con gli amici autori di scenarieconomici.it. E’ stata un’ottima occasione ri-incontrarci  e soprattutto per tentare di mettere in ordine le idee, visto che in molti riteniamo che la situazione economica globale sia insostenibile in termini di equilibri precari e tensioni accumulate in ogni parte del globo. Stiamo infatti vivendo una grande discontinuità, di quelle che la storia del mondo tante ne ha viste. L’importante sarà non farsi cogliere impreparati agli eventi, per non farsi travolgere.

Leggi tutto “Spieghiamo il Macro-Evento che stiamo (quasi) vivendo: Conseguenze e premesse di un Reset socio-economico globale (e l’Italia?)”

E se il revanscismo gialloverde venisse pagato dagli impiegati e dai pensionati italiani? Magari coi Mini BOT (post elezioni EUropee)? Spieghiamo come NON fare una valuta parallela

Ho espresso reiterati commenti sulla valuta parallela: il sunto è che, da una parte, se si deciderà di procedere, va chiarito che NESSUN PAESE ha mai fatto prima qualcosa di simile; più specificatamente nessun paese importatore di risorse ha mai emesso una valuta parallela con successo (giusto il Sud Africa con l’apartheid ed il Venezuela con Chavez, entrambi grandi esportatori); a meno che non fosse un paese con una valuta di scambio globale o assimilabile (Cina). Dall’altra, nessuno ci spiega chi pagherà il conto, tra gli italiani.

Che si paghi il conto è certo, ma chi? Le elites? I poveri? I pensionati? Passo subito alle conclusioni: se gli ipotetici miniBOT verranno gestiti male state certi che la sinistra EUropeista riprenderà il potere, di nuovo, sebbene a termine…

Leggi tutto “E se il revanscismo gialloverde venisse pagato dagli impiegati e dai pensionati italiani? Magari coi Mini BOT (post elezioni EUropee)? Spieghiamo come NON fare una valuta parallela”

I fascismi e i nazismi sono sempre nati a sinistra: in Germania gli attacchi a politici di AfD si moltiplicano. Ieri l’odio ha colpito anche il sindaco di Danzica (ex città tedesca), ucciso da uno squilibrato

Jonah Goldberg anni fa scrisse un libro illuminante, “Liberal Fascism – The Secret History of the American Left, from Mussolini to the Politics of Meaning“, anche acclamato al di là dell’oceano, in cui l’autore espresse un concetto davvero banale nella sua tragica semplicità: i fascismi e nazismi storici sono sempre nati a sinistra. Mussolini era di sinistra, i fasci del lavoro erano di sinistra. Hitler era nazionalsocialista a difesa dei lavoratori. Eppoi Pol Pot, Fidel Castro, lo stesso Stalinismo… Cosa accomuna i citati esempi di fenomeno involutivo nazifascista, che regolarmente si insidia nei gangli vitali di interi ordinamenti statali?

Leggi tutto “I fascismi e i nazismi sono sempre nati a sinistra: in Germania gli attacchi a politici di AfD si moltiplicano. Ieri l’odio ha colpito anche il sindaco di Danzica (ex città tedesca), ucciso da uno squilibrato”