Il PD permette ai migranti fino a 21 anni di non essere respinti (la Francia li respinge anche da minorenni): ecco la sostituzione etnica degli italiani, per prendere i voti dei disperati. Ed a destra c’è il Papeete e il Metropole. Italia finita

Ho ridotto drasticamente i commenti, lascio scorrere il fiume del declino, inesorabilmente, senza più oppormi. Infatti, mi sono speso una volta per i cd. sovranisti – in un paese senza sovrano (stupidamente, una volta ci credevo) -; ora ho capito che non ci sono le condizione perchè cambi alcunchè in Italia. Quindi mi adeguo, asceticamente guardo ai fatti, distaccato a volte li descrivo e ve li riporto, quando ho un attimo di tempo. Nel caso, posso azzardare una spiegazione, nulla più. Oggi ad esempio rilevo come la sinistra abbia cambiato la legge per permettere di accogliere in Italia i migranti fino a 21 anni, mentre la Francia li respinge anche se sono minorenni ed anche contravvenendo alle leggi EUropee. Cosa sta succedendo? Anzi, perchè succede?

Leggi tutto “Il PD permette ai migranti fino a 21 anni di non essere respinti (la Francia li respinge anche da minorenni): ecco la sostituzione etnica degli italiani, per prendere i voti dei disperati. Ed a destra c’è il Papeete e il Metropole. Italia finita”

Please follow and like us:
error

Lo studio legale dei miliardari propone una patrimoniale sui poveri, la tassa sul bancomat. Come Borghi, che voleva i miniBOT, una tassa sulle detrazioni fiscali incassate dai cittadini: dove sta la differenza tra PD e Lega?

Sottotitolo: la casta multiforme che si autorigenera

Attenzione: la tassa sul bancomat non l’ha proposta il PD… (al LINK)

Evidentemente vogliono far passare messaggi forvianti: stiamo ai fatti, che non mentono mai! Il presidente di BonelliErede, uno studio legale tra i più rinomati di Milano, a cui di norma si rivolgono clienti miliardari, propone una tassa sul bancomat, ossia una tassa sulla gente comune. Una sorta di patrimoniale, come definito dallo stesso Il Giornale, testata non casualmente di proprietà di Berlusconi. La scusa? La fantomatica evasione fiscale da combattere, un sempreverde a destra e sinistra, che si combatterebbe con la lotta al contante. E visto che il contante per definizione non si può eliminare totalmente, anche la Svezia sta tornando indietro su tale trend, che si fa? Si approfitta dell’occasione per introdurre l’ennesima tassa. Ah….! Ecco il fine ultimo…

Leggi tutto “Lo studio legale dei miliardari propone una patrimoniale sui poveri, la tassa sul bancomat. Come Borghi, che voleva i miniBOT, una tassa sulle detrazioni fiscali incassate dai cittadini: dove sta la differenza tra PD e Lega?”

Please follow and like us:
error

Di Maio, Ministro degli Esteri senza alcuna preparazione, è l’emblema tragico dell’anti-meritocrazia italica. A parte il voltafaccia al governo – odioso – che danni può fare una persona del genere alla Farnesina?

Di Maio, l’unico italiano che ride per questo governo… (ride bene chi ride ultimo)

Voi mi direte, anche Angelino Alfano non parlava inglese mentre stava (a fare danni?) alla Farnesina, verissimo. Avrei potuto dire la stessa cosa anche a lui, infatti gran parte dei problemi sui migranti che l’Italia ha avuto da fine 2016 al 2018 dipesero anche dall’incapacità di detto ex ministro degli Esteri. Però Di Maio – gran differenza – è del del partito del cambiamento, dunque che cavolo ci sta a fare alla Farnesina, non avendo alcuna preparazione specifica? Passando dalle bibite al San Paolo alla politica internazionale? Eppoi Alfano era ministro in un’era precedente all’exploit alle urne dei gialloverdi, indice della teorica volontà di cambiamento degli italiani.

Leggi tutto “Di Maio, Ministro degli Esteri senza alcuna preparazione, è l’emblema tragico dell’anti-meritocrazia italica. A parte il voltafaccia al governo – odioso – che danni può fare una persona del genere alla Farnesina?”

Please follow and like us:
error

ORMAI E’ CHIARO… E’ TUTTO UN “TEATRINO”; ecco la PROVA – di Megas Alexandros

Uno statista? NO, solo un’enorme occasione persa…

Quando si vuole cambiare la politica di un paese, l’elemento essenziale e’ avere il “POTERE”, o meglio essere al potere… e per avere il potere dobbiamo essere al governo; non si puo’ certo cambiare essendo all’opposizione.
Ma, quello a cui assistiamo in Italia, ormai da oltre due decadi, e’ la continua presenza di opposizioni che promettono, qualora saranno al governo, il cambiamento che il popolo vuole, salvo poi quando arrivano a governare, puntualmente disattendere ogni promessa.
 

Leggi tutto “ORMAI E’ CHIARO… E’ TUTTO UN “TEATRINO”; ecco la PROVA – di Megas Alexandros”

Please follow and like us:
error

Ecco cosa pensano gli italoamericani di Matteo Salvini (PS: Anche Mike Pompeo è un oriundo italiano d’oltreoceano….)

Notizia di apertura delle news su lavocedinewyork.com

Forse è utile fare chiarezza sul famoso tweet del Presidente USA, Donald J. Trump, in cui viene dato il supporto USA al primo ministro uscente Conte, ossia sbugiardando Salvini che aveva definito il traghettatore di Palazzo Chigi “traditore”. Concludere che il leader leghista non è gradito agli USA è immediato. Capiamo perchè.

Leggi tutto “Ecco cosa pensano gli italoamericani di Matteo Salvini (PS: Anche Mike Pompeo è un oriundo italiano d’oltreoceano….)”

Please follow and like us:
error

Il falso mito del pareggio di bilancio

Assunto:  nel lungo termine il pareggio di bilancio porta alla distruzione della ricchezza nazionale degli Stati che lo adottano se il costo degli interessi su debito al netto del PIL è >0

Partiamo dalle origini che hanno condotto l’Italia ad accettare questo criterio che è di fatto una gabbia che impedisce al Paese di alimentarsi e di rendere non solo impossibile ogni possibilità di sviluppo economico e di conseguenza anche sociale, ma di drenare ricchezza e liquidità monetaria che condurranno il Paese ad essere colonizzato e schiavo dei Paesi che da questo schema stanno da oltre vent’anni traendo vantaggio:  Germania ed in subordine la Francia.

Leggi tutto “Il falso mito del pareggio di bilancio”

Please follow and like us:
error

Segnali deboli: Salvini non ha le credenziali per la seconda fase di rinnovamento dell’Italia, quella decisiva.

Non buttiamo il bambino con l’acqua sporca, ma la seconda va buttata, subito.

Ricapitoliamo i segnali deboli già annunciati qualche settimana fa.

https://www.mittdolcino.com/2019/08/14/laltra-verita-della-crisi-di-governo-decodificata-da-segnali-deboli-pubblicato-il-8-agosto-2019/

Salvini è andato negli USA dove non ha potuto incontrare il presidente Trump, segnale molto importante in diplomazia internazionale, mentre ha incontrato Pompeo, ex presidente CIA (ma poi di ex non s’è visto finora nulla tant’è che la stessa Cina di Xi Ping lo tiene in dovuto rispetto), e segretario di Stato nonché braccio destro “armato” del Presidente, ovvero chi esegue il lavoro “sporco” del presidente senza coinvolgerlo direttamente. Perché lui?

Leggi tutto “Segnali deboli: Salvini non ha le credenziali per la seconda fase di rinnovamento dell’Italia, quella decisiva.”

Please follow and like us:
error

Tra una “velata minaccia” tedesca e una marea di bugie leghiste, l’Italia va alla deriva (sarà di nuovo Repubblica a sovranità limitata): chi avrà la meglio, gli USA o l’EU franco-tedesca? [2/2]

2. PARTE

Assimilato che il tempo delle grandi scelte per l’Italia è arrivato, vedasi la 1. PARTE pubblicata ieri, siamo qui a provare ad immaginare le conseguenze di cotanta tragica insipienza politica italiana del III. millennio. Leggi tutto “Tra una “velata minaccia” tedesca e una marea di bugie leghiste, l’Italia va alla deriva (sarà di nuovo Repubblica a sovranità limitata): chi avrà la meglio, gli USA o l’EU franco-tedesca? [2/2]”

Please follow and like us:
error

Non ci capite più nulla sulla crisi del governo italiano? Proviamo a darvi una mano, in effetti sta andando tutto come abbiamo previsto un mese fa…

Renzi al governo significa aiutare la Francia ad affossare l’Italia

È difficile convivere col caos, anche per gli italiani che loro  malgrado sono esperti di entropia ed affini, essendo loro stessi innati generatori di disordine, almeno a livello politico.

Leggi tutto “Non ci capite più nulla sulla crisi del governo italiano? Proviamo a darvi una mano, in effetti sta andando tutto come abbiamo previsto un mese fa…”

Please follow and like us:
error

L’altra verità della crisi di governo decodificata da segnali deboli (pubblicato il 8 agosto 2019)

 
Questo blog sta sostenendo da tempo che non c’è alternativa all’Italexit spiegato in tutte le salse.
 
Ultimo articolo estremamente concreto e senza colore politico è quello pubblicato da Mitt Dolcino ieri  suggerisce un costante sistema premiante dello “spread” della UE nei confronti di Francia e Germania che si “indebitano” guadagnando perché hanno tassi negativi sul decennale, ovvero vengono remunerate per potere ottenere prestiti a discapito di un declino inequivocabile dell’Italia che si indebita costantemente in perdita con un divario netto crescente tra la prima coppia di Paesi e l’Italia.
 

In capo a 10 anni saremo colonia francese. Le banche italiane già lo sono. E, per conseguenza, anche il debito pubblico italiano “in pancia” di cui sono già ricche.

 
Ora l’Italia è undicesima potenza mondiale in termini di PIL incalzata dalla Turchia di cui si attende a breve termine il sorpasso. Ricordiamo che nel 1991 l’Italia era quarta potenza mondiale davanti nientemeno che la UK e guardacaso la Germania. Poi nel 1992 avvenne tangentopoli. Che perfetta coincidenza.

Leggi tutto “L’altra verità della crisi di governo decodificata da segnali deboli (pubblicato il 8 agosto 2019)”

Please follow and like us:
error