Clamoroso: Renzo Bossi in un dettagliato video spiega come nel 2012 ci fu una specie di seconda Tangentopoli, atta ad eliminare la classe dirigente italiana del tempo (per via giudiziaria) – da vedere

Cose strane stanno accadendo. Ad esempio Renzo Bossi che pubblica un video, casualmente solo alcuni giorni dopo l’affaire Lega-Savoini (video dell’Ansa pubblicato su La Stampa) in cui spiega per filo e per segno come andarono – ossia come sembra furono manipolate, sue constatazioni, non nostre – le prove delle “sue” indagini. Sostanzialmente, al di fuori del titolo usato dalla testata che serve solo per buttare sterco sulla Lega attuale – non è assolutamente corretto -, quello che emerge fattualmente da quanto ascoltiamo è ben altro, ossia che la “sua” condanna fu funzionale a distruggere una classe dirigente italiana democraticamente eletta. Ossia, con Tangentopoli in mente, qualcuno deve aver pensato di aver trovato “di nuovo” il metodo per annichilire per via giudiziaria un governo democraticamente eletto della Penisola, Tangentopoli II appunto. Eseguendo forse ordini esterni (il video di Renzo Bossi lo trovate facendo click sull’immagine sopra o anche QUI).

Leggi tutto “Clamoroso: Renzo Bossi in un dettagliato video spiega come nel 2012 ci fu una specie di seconda Tangentopoli, atta ad eliminare la classe dirigente italiana del tempo (per via giudiziaria) – da vedere”

Please follow and like us:
error

Invece di parlare solo di migranti il governo a trazione leghista dovrebbe presidiare meglio le nomine EU: appunto, nominati due nuovi giudici alla Corte di Giustizia EU vicinissimi a Sandro Gozi (PD) (no comment)

Continuerò a battere sul merito perchè la non volontà di premiarlo – il merito – in Italia porterà la Penisola verso la sua tomba, quanto meno come paese contemporaneamente unito, abbiente e democratico. Un altro esempio pratico lo rileviamo oggi: i nostri parvenu, invece di perdere tempo a fare tweet di dubbia utilità, stanno davvero presidiando le nomine EU a Bruxelles? C’è forse un tacito accordo con la sinistra EUropeista per NON sostituire rapidamente il ministro delle Politiche Comunitarie (fu Paolo Savona, da mesi è vacante), in modo da permettere che membri della sinistra vengano nominati nei gangli vitali EUropei? Proprio come successe quando i gialloverdi decisero di non rinnovare con persone di loro fiducia gli amministrativi del ministero, dopo le elezioni, pur avendone titolo? E’ forse in atto un tacito inciucio? Vi presento un esempio, gravissimo, per la delicatezza dei ruoli ricoperti.

Leggi tutto “Invece di parlare solo di migranti il governo a trazione leghista dovrebbe presidiare meglio le nomine EU: appunto, nominati due nuovi giudici alla Corte di Giustizia EU vicinissimi a Sandro Gozi (PD) (no comment)”

Please follow and like us:
error

Ecco le nomine EU di Lagarde e Von der Leyen, ossia la maestra dell’austerity e colei che vuole l’arma atomica per Berlino. Ottime notizie per l’Italia

Finalmente una buona notizia: con le nomine EU di presidente della Commissione e capo della BCE si chiarisce l’indirizzo EU, sempre più radicale e repressivo. Tradotto, a breve sarà impossibile evitare l’argomento uscita dall’euro “dichiarato e chiaro”, senza scorciatoie, per i sovranisti de’ noantri. Christine Lagarde in particolare è l’equivalente della peste nera per l’Italia: da sempre sostiene la necessità di una imposta patrimoniale per gli italiani; forse dunque iniziamo a capire perché Silvio Berlusconi abbia nell’ordine, spostato la sede legale di Mediaset all’estero, caricato le sue proprietà immobiliari italiane di debiti e spostato la sua residenza fiscale a Bruxelles per lavoro, comprando anche casa.

Leggi tutto “Ecco le nomine EU di Lagarde e Von der Leyen, ossia la maestra dell’austerity e colei che vuole l’arma atomica per Berlino. Ottime notizie per l’Italia”

Please follow and like us:
error

Siamo al caos: Salvini invece di chiedere l’incarcerazione di Carola Rackete, afferma che la espellerà (ossia la tedesca non farà un giorno di galera)

Che volete che vi dica, siamo alla follia, al caos, alla debacle: Carola Rackete, dopo aver frantumato un bel po’ di leggi italiane, che avrebbero portato un qualsiasi nostro connazionale che non fosse in qualche modo “protetto” da entità davvero superiori in carcere per anni, oggi viene salvata addirittura da Salvini, che dice volerla espellere invece di mandarla in gattabuia per un pezzo (mi sembra di capire che, casualmente, anche i sospetti colpevoli implicati nello scandalo adozioni/affidi di Reggio Emilia e dintorni stiano vedendo le loro colpe di molto alleggerite, a seguito degli interrogatori dei magistrati italiani).

Leggi tutto “Siamo al caos: Salvini invece di chiedere l’incarcerazione di Carola Rackete, afferma che la espellerà (ossia la tedesca non farà un giorno di galera)”

Please follow and like us:
error

La Rackete, solo ai domiciliari dopo reati da 25 anni di carcere. Così gli italiani, distratti, la prossima settimana avranno più tasse EUropee (stanno prendendo per il culo?)

Cercherò di restare fattuale, nonostante lo scandalo di voler far accettare da parte di parlamentari della Repubblica che gente in Italia commetta impunemente reati andando contro la legge, come nel caso della ONG Sea Watch. Una specie di golpe.

Leggi tutto “La Rackete, solo ai domiciliari dopo reati da 25 anni di carcere. Così gli italiani, distratti, la prossima settimana avranno più tasse EUropee (stanno prendendo per il culo?)”

Please follow and like us:
error

Le Olimpiadi del Lombardo-Veneto 2026, applausi! Ora speriamo che non sia una mangiatoia per i soliti noti (d’ogni modo l’Italia comincia veramente a spezzarsi in tre o più tronconi)

Chi scrive è nato nel profondissimo nord. Anzi, mio padre era veneto, di Venezia. Mia madre montanara; ma probabilmente ho anche origini del sud, visto il cognome, sebbene non riesca a tracciarle. Detto questo mi sento profondamente italiano, Italia tutta assieme, a maggior ragione vivendo all’estero. I miei avi hanno combattuto nelle guerre più sanguinose per l’Italia, anche a Redipuglia ho parenti.

Oggi festeggio da italiano per le Olimpiadi del 2026 in Italia.

Leggi tutto “Le Olimpiadi del Lombardo-Veneto 2026, applausi! Ora speriamo che non sia una mangiatoia per i soliti noti (d’ogni modo l’Italia comincia veramente a spezzarsi in tre o più tronconi)”

Please follow and like us:
error