Primi miracoli di (San) Mario Draghi: da quando è Premier il decennale greco rende meno di quello italiano! (lo volete capire che Draghi “c’è” per evitare l’uscita dell’Italia dall’€, costi quel che costi? Ossia la troika… San Mario Draghi adorato come un Dio ad Atene)

 

Al 31.05.2021

Ci sono certe situazioni che semplicemente non hanno rimedio. E purtroppo, nonostante le illusioni, il Recovery Fund non potrà mai risollevare le sorti dell’Italia, sigh!. Detta meglio, gli italiani devono diventare poveri, così è stato deciso (e visto che non si ribellano, significa che a loro va bene) Ovvero, dovranno essere spogliati dei loro beni per pagare il debito totale accumulato a causa dell’euro. E’ semplice matematica, che abbiamo ripassato mille volte con voi.

La realtà è che la casta italica fatta da politici, rentiers, barliccatori professionisti, boiardi e ballerine al seguito, sono tutti d’accordo per dare corda al San Mario Draghi. Il motivo? Per restare sul Titanic ancora un po’, ben sapendo che siamo all’ultima corsa. Come evolverà l’implosione italica, voluta dall’EU che sembra abbia mandato Draghi come liquidatore ultimo?

Leggi tutto “Primi miracoli di (San) Mario Draghi: da quando è Premier il decennale greco rende meno di quello italiano! (lo volete capire che Draghi “c’è” per evitare l’uscita dell’Italia dall’€, costi quel che costi? Ossia la troika… San Mario Draghi adorato come un Dio ad Atene)”

SILENZIO…. PARLA IL POPOLO

Con questo articolo vogliamo dare voce agli eventi popolari accaduti nei giorni scorsi nel nostro paese.

La protesta è un venticello, un’auretta assai gentile, che insensibile e sottile, incomincia a sussurrar.
Sottovoce, sibilando, va scorrendo, va scorrendo, nelle orecchie della gente s’introduce destramente
Lo schiamazzo va crescendo, prende forza a poco a poco, vola già di loco in loco.

Sembra un tuono, una tempesta che nel sen della foresta va fischiando, brontolando, e ti fa d’orror gelar.
Alla fin trabocca e scoppia, si propaga, si raddoppia, e produce un’esplosione come un colpo di cannone.

Un terremoto, un temporale, un tumulto generale che fa l’aria rimbombar. (Liberamente tratto e adattato dal libretto di C. Sterbini – 1816)

Chivasso (TO) raduno davanti alla “torteria di Rosanna”

Alla fine la forza della natura emerge, puoi comprimere violentemente i popoli per poco tempo, o lo puoi fare leggermente per molto tempo, ma le due cose insieme non sono possibili.

Lo sanno anche loro, ma si credono Dio e dimenticano le regole basilari della fisica, che si adattano a tutto il vivente e anche all’inerte.

Leggi tutto “SILENZIO…. PARLA IL POPOLO”

Draghi osannato perchè pubblica un piano (PNRR) sul Recovery Fund di 320 pagine, dettagliatissimo e pieno di impegni italiani, al contrario di quello di Conte. Peccato che il PNRR spagnolo, solo coi fondi regalati dall’EU, sia di 57 pagine…. (Troika soft in arrivo)



Quando ho letto i media ieri sono cascato dalla sedia: ma come si può essere più masochisti ed infami, a danno della gente votante? Tutti i media nazionali sembrano fare a gara per osannare il Piano di Mario Draghi sul Recovery Fund/PNRR perchè “dettagliatissimo” e pieno di impegni con l’EU. Non come quello di Conte, che conteneva direi ZERO impegni italiani o quasi. La Spagna ad esempio, come il Portogallo, NON ha accettato il Recovery Fund se non nella parte di soldi a fondo perduto: 72 miliardi spagnoli per Madrid, con la possibilità di accedere ad un’altra sessantina di miliardi di prestiti volendo, prestiti che però Madrid ha già detto di voler declinare. L’Italia invece, accede a circa 260 miliardi di euro; ma di questi meno di 40 sono a fondo perduto. Il resto a strozzo, ehm, a prestito, dall’EU. Anche se finanziarsi a lunghissimo termine coi BTP, ad es. a 50 anni, sarebbe costato meno in termine di rischio-opportunità, vedasi oltre…

Leggi tutto “Draghi osannato perchè pubblica un piano (PNRR) sul Recovery Fund di 320 pagine, dettagliatissimo e pieno di impegni italiani, al contrario di quello di Conte. Peccato che il PNRR spagnolo, solo coi fondi regalati dall’EU, sia di 57 pagine…. (Troika soft in arrivo)”

Anche in Lombardia la “Road Map” del programma “Great Reset” globalista del NWO continua

In Lombardia in queste settimane stiamo assistendo ad un frenetico accanimento di inoculazione vaccinale.

Sembra quasi finalizzata a volersi accaparrare statisticamente i primi posti non solo in Italia ma anche nel mondo come percentuale di vaccinati sulla popolazione.

In realtà si tratta di azione sulla sola popolazione autoctona.

Non si conosce ancora oggi la motivazione della totale esclusione dei cd. “migranti” dal programma e che contrasterebbe con la politica territoriale della Lega.

Leggi tutto “Anche in Lombardia la “Road Map” del programma “Great Reset” globalista del NWO continua”

Secondo Zerohedge la MMT made in USA, ossia l’accordo Fed-Tesoro che ha fatto esplodere la massa monetaria, non sta dando i risultati sperati, anzi! Alcune importanti considerazioni

Misery index di Okun, inflazione+disoccupazione (%)

Zerohedge (ZH) ha messo negli scorsi giorni in evidenza un articolo in cui si attacca bellamente la MMT. Riteniamo tale attacco sia in parte ingiusto, ritenendo che il problema sia piuttosto il sistema economico-finanziario, di fatto fuso in un tutt’uno dopo l’abolizione dello Steaglass Glass Act, che si oppone alla MMT. Sistema che sembra fare di tutto per violentare i principi di per se onorevoli della teoria monetaria moderna, per fini diciamo privatistici. Detto questo, dopo 12 anni di stampa di moneta come non ci fosse un domani il risultato non è solo che la differenza tra ricchi e poveri è aumentata straordinariamente ma anche che le banche ormai accumulano depositi e non svolgono la funzione che le ha sempre contraddistinte, prestare soldi all’economia!

Leggi tutto “Secondo Zerohedge la MMT made in USA, ossia l’accordo Fed-Tesoro che ha fatto esplodere la massa monetaria, non sta dando i risultati sperati, anzi! Alcune importanti considerazioni”

News finanziarie dagli USA: base monetaria M1 + 230% in soli 4 mesi. E trend di + 2.000% entro il 2022. E la zona dell’Euro?


Dalle scorse elezioni americane di novembre 2020 al febbraio 2021 l’approvvigionamento monetario USA M1 è cresciuto del 230%!
 


Un valore incrementale decisamente oltre ogni ragionevole comprensione in un settore dove vige da sempre prudenza, aspettative condivise e continuità.

Salvo immaginare un triplo cambio di paradigma.

Leggi tutto “News finanziarie dagli USA: base monetaria M1 + 230% in soli 4 mesi. E trend di + 2.000% entro il 2022. E la zona dell’Euro?”

La logica dice che per 5’000€ non si vendono “preziosi” segreti di Stato ne’ militari. Ricordo agli astanti che il vero problema USA (ed italiano) si chiama North Stream, confezionato dal duo Obama-Merkel per non fare uscire Atene dall’euro…

Il North Stream è una pipeline di trasporto gas metano dalla Russia alla Germania ideata nel 2011, che ha sostituito i progetti South Stream di Saipem-Green Stream /ENI che avrebbero portato lo stesso gas in Italia dalla Russia senza passare dalla Germania. Tale diciamo “sostituzione forzata” dei progetti gas europei, avvenuta di seguito al golpe del 2011 in Italia – quando Berlusconi venne fatto cadere grazie soprattutto alla lettera di Draghi e Trichet, impropria in tutto, seguita dallo spread innescato da Deustche Bank, ndr – fu partorita dal duo Barack Hussein Obama-Angela Merkel come mezzo, nel successivo raddoppio del NS II,  per evitare che la Grecia uscisse dall’euro con soldi russi, promessi a Varoufakis nelle more del referendum greco anti-euro, denari necessari per il change-over. Il progetto gas fu avallato dunque da Obama, sia nel progetto iniziale che nel raddoppio, convinto dai tedeschi messi nell’angolo da Varoufakis  a difesa dei greci  (ortodossi di religione, simili ai russi), che era meglio il raddoppio North Stream piuttosto che la fine della moneta unica, elemento macroeconomico pericoloso per la sua rielezione del 2014 (queste furono più o meno le minacce euro-tedesche al primo presidente nero degli USA, si dice).

Leggi tutto “La logica dice che per 5’000€ non si vendono “preziosi” segreti di Stato ne’ militari. Ricordo agli astanti che il vero problema USA (ed italiano) si chiama North Stream, confezionato dal duo Obama-Merkel per non fare uscire Atene dall’euro…”

Enrico Letta, il nipote del braccio destro di Berlusconi, manco ha traslocato dagli uffici di Parigi (è stipendiato dallo Stato francese), che qualcuno vuole spingere l’Italia a cedere sovranità non all’EU, ma alla Francia…

Quando ho letto il tweet di Cerasa, a capo de Il Foglio,. sono saltato sulla sedia: l’uomo francese dell’Europa (C. Beaune) si rivolge all’Italia e dice, più o meno (tradotto): l’EU si può salvare solo se l’Italia cede sovranità alla Francia. O qualcosa del genere. Si sa infatti che il COVID sembra fatto apposta per affossare i paesi europeriferici, gli stessi che il buon Sapelli ha spiegato alcuni giorni fa andare verso una deriva sudamericana (condividiamo). Il passo è breve ad arrivare a richiedere lato diciamo estero, per evitare il capitombolo ormai quasi minacciato, che l’Italia ceda le armi e soprattutto i soldi  e le aziende e si conceda spontaneamente con i suoi assets ed i suoi beni ad uno dei principali paesi EU, sempre in lotta con l’altro, quello dei wurstel

Leggi tutto “Enrico Letta, il nipote del braccio destro di Berlusconi, manco ha traslocato dagli uffici di Parigi (è stipendiato dallo Stato francese), che qualcuno vuole spingere l’Italia a cedere sovranità non all’EU, ma alla Francia…”

Il lombardissimo Don Rodrigo schiavizzava i suoi stessi concittadini, Renzo e Lucia: anche allora i lombardi erano svenduti allo straniero (i due sposi vennero “salvati” da un prete meridionale). Poco è cambiato da allora…

Rileggere i Promessi Sposi, oggi, permette di vedere le cose con una lente diciamo diversa ed anche molto attuale rispetto a quanto ci è stato presentato alle scuole superiori, in forza dell’esperienza: ai tempi di Don Abbondio, Don Rodrigo era il piccolo kapò dell’area lombarda, che dipendeva nelle sue fortune dalla Corona Spagnola che ai tempi succhiava la linfa dalla Lombardia. Infatti la Spagna, la civiltà straniera dominante ai tempi, aveva invaso l’Italia con l’aiuto dei “cooptati” locali…

Leggi tutto “Il lombardissimo Don Rodrigo schiavizzava i suoi stessi concittadini, Renzo e Lucia: anche allora i lombardi erano svenduti allo straniero (i due sposi vennero “salvati” da un prete meridionale). Poco è cambiato da allora…”

Anche il nord Italia ha la sua mutazione COVID: forse la “Variante di Salò” è arrivata negli ospedali Bresciani, spingendo al lockdown duro l’area. Zona che – lo ricordiamo – è tra le più inquinate d’Italia (con i tassi di incidenza di cancro più alti del Paese)

La terza ondata è arrivata nella Lombardissima a Brescia, chiudendo quasi l’ospedale di Chiari, tra gli altri. Proprio mentre di COVID sembra i morti stiano scendendo in tutto il mondo, si ri-inizia a parlare di crisi da virus  a Brescia, zona che forse ha davvero la sua variante ideologica: quella di Salò, che è appunto in zona. Senza dimenticare che la Leonessa è anche la città con la maggiore incidenza di casi di cancro in Italia, con tassi ben superiori alla stessa Taranto! (alla faccia della pericolosità del virus sino-tedesco a questo punto, vedasi oltre).

Leggi tutto “Anche il nord Italia ha la sua mutazione COVID: forse la “Variante di Salò” è arrivata negli ospedali Bresciani, spingendo al lockdown duro l’area. Zona che – lo ricordiamo – è tra le più inquinate d’Italia (con i tassi di incidenza di cancro più alti del Paese)”

Il “liquidatore dell’Italia Draghi” (cfr. F. Cossiga) cerca di piazzare la sua “persona” al Demanio? Forse per la svendita in arrivo, come previsto da Cossiga? Senza dimenticare che tale “persona” sarebbe la cognata di Gentiloni, l’EUropeista (la casta italica immarcescibile…)

Dagospia, che fa solo di secondo lavoro il giornalista forse, spara lo scoop dell’anno: Draghi vuole la cognata di Gentiloni al demanio! Chiaro, oltre allo schifo del nepotismo incrociato e concentrico a Roma, c’è anche un aspetto davvero critico ossia voler mettere le mani sul Demanio, i gioiello da vendere, ad esempio con le sue spiagge tanto abito dai tedeschi. Davvero si concretizzerà la profezia di Cossiga su Draghi, quando predisse che Draghi premier avrebbe terminato la liquidazione dell’Italia?

Leggi tutto “Il “liquidatore dell’Italia Draghi” (cfr. F. Cossiga) cerca di piazzare la sua “persona” al Demanio? Forse per la svendita in arrivo, come previsto da Cossiga? Senza dimenticare che tale “persona” sarebbe la cognata di Gentiloni, l’EUropeista (la casta italica immarcescibile…)”

Draghi rinuncia al Golden Power e lascia il Credito Valtellinese ai francesi di Credit Agricole. Draghi il salvatore…. (la profezia di Cossiga sul “liquidatore dell’Italia” comincia ad avverarsi)

Oramai è chiaro: Draghi al potere, concordato e supportato da tutti, corrisponde a promesse ad ampio raggio a tutti i partiti (anche conosciute come cfr. “marchette della sacra ed immarcescibile politica italiana“). Oltre al Creval, di cui parleremo sotto, il fatto di oggi di oggi è terrificante e va in Veneto: Zaia dice di “avere ricevuto via mail” una proposta per 27 milioni di vaccini COVID, quando il Veneto avrà 6 milioni di abitanti. Ossia Zaia vorrebbe comprare vaccini per tutta Italia: io tremo al pensiero che possa succedere come in Lombardia quest’anno, dove la Regione leghista non solo ha comprato i vaccini antiinfluenzali probabilmente più cari del mondo avanzato, ma addirittura cercava di far passare un acquisto di un vaccino per l’influenza Made in China che manco aveva l’autorizzazione dell’AIFA!

Leggi tutto “Draghi rinuncia al Golden Power e lascia il Credito Valtellinese ai francesi di Credit Agricole. Draghi il salvatore…. (la profezia di Cossiga sul “liquidatore dell’Italia” comincia ad avverarsi)”

Anche tra i kapo ci sono i sub-kapo. Il caso dei meridionali iscritti alla Lega, membri di un partito che neanche troppo segretamente vuole la secessione. Vedremo se fra qualche tempo …

Chi scrive tifa per l’Italia unita, senza se e senza ma: i miei avi hanno speso sangue per questo dannato Paese e non intendo rinnegarlo.

C’è poi un aspetto più pratico: stare coi tedeschi per me non è un’opzione. Ossia, libro di storia alla mano, stare coi germani significa essere loro servo, la vacca da mungere.

Ultimo fu lo stato fantoccio di Salò, perfettamente inserito nel cuore della terra che ora è della Lega. Parlo della Repubblica Sociale Italiana (non fa per me, preferisco il mondo libero).

A guardar bene, il problema nord-sud ai tempi della Repubblica Italiana — ossia in assenza di un Re che mediava tra la nobiltà-nera papalina e la ragion di Stato — NON è stato il mancato sviluppo del meridione, ma chi ha fatto il sacco d’Italia, ossia Roma … la politica romana, intendo dire.

La Capitale che da sempre si vanta di “magnare“, incistata tra il Nord (smisurato pagatore) e il Sud, che ha visto solo le briciole. Entrambi — nord e sud — sono solo vittime.

Leggi tutto “Anche tra i kapo ci sono i sub-kapo. Il caso dei meridionali iscritti alla Lega, membri di un partito che neanche troppo segretamente vuole la secessione. Vedremo se fra qualche tempo …”

HO VISTO COSE CHE VOI UMANI….

(La terra dei draghi)

Costellazione di Orione

EDITORIALE

Io ho viste cose che voi Italiani non potreste immaginare:
Truppe da combattimento in giacca e cravatta portare le fiamme nei mercati al largo dei bastioni della Fed e della BCE.

Ho visto i raggi € balenare nel buio vicino alle porte di Atene e un popolo cadere.

Ho visto e vedo gente che possiede isole e gente isolata dalla vita.

Tutti quei momenti andranno perduti nella memoria, come lacrime nella pioggia.

È il tempo dei draghi.

Leggi tutto “HO VISTO COSE CHE VOI UMANI….”

Altro che 45 milioni di fascisti diventati antifascisti durante il 1945, come ebbe a dire Churchill: nel 2021 l’Italia è passata da essere sovranista e pro-Trump a pro-EU e pro-Biden nell’arco di soli 15 giorni!! (potenza della torta da spartire, alias Recovery Fund)

Siamo all’impossibile: oltre che quanto al titolo, ci stiamo appropinquando a vedere un governo in Italia in cui ad es. Salvini sarà ministro fianco fianco di ministri del PD, di Italia Viva e di Leu. Addirittura al governo con partiti pro-immigrazione. Suvvia, non è più una cosa seria! Alla fin fine ormai l’arcano diventa chiaro: caduto Trump, salta il suo uomo ed arriva Mario Draghi l’ “EUropeista”- quello che risparmiava sull’elettricista nella tenute di campagna umbre, sembra -.

Leggi tutto “Altro che 45 milioni di fascisti diventati antifascisti durante il 1945, come ebbe a dire Churchill: nel 2021 l’Italia è passata da essere sovranista e pro-Trump a pro-EU e pro-Biden nell’arco di soli 15 giorni!! (potenza della torta da spartire, alias Recovery Fund)”