NON ANDRA’ TUTTO BENE

Viviamo in un mondo di frode e inganno, dove niente è come sembra.

Mentre in Europa infuria la tempesta economica, come in quasi tutto il resto del mondo, una banca centrale decide di salvare la Carnival, una compagnia navale, vedi qui    https://t.co/2aiFYTYZOs

Prendiamo consapevolezza di questo, a ovest stanno acquistando qualsiasi cosa, oltre a mettere i soldi nei conti dei cittadini.

In Italia è necessario fare domande e sperare, alle volte arrivano, altre no, qual’è il vero intento?

Mentre succede tutto questo, la banca centrale europea si accinge a far fallire l’Italia come è già successo con la Grecia, magari attraverso un bel salvataggio non riuscito, dove evaporeranno beni di stato e dei privati cittadini o con un pò di umorismo dei cittadini privati.

Tuttavia, sotto questo cielo azzurro, ma allo stesso tempo cupo per la stagione politica in corso globale, ecco spuntare un altro canzoniere della novella narrazione.

Si è lui, Letta, quello del leggendario “Enrico stai sereno”, dallo spazio commerciale francofono, ci informa che quelli di Fitch sono stati cattivi a declassarci, ma fortunatamente c’è la BCE, che ci compra i titoli, fuori dall’Europa non ce l’avremmo fatta, come poteva la Banca d’Italia fare fronte a questo problema.

Premesso che siamo in questo guaio soprattutto grazie all’Europa, dopo anni di politiche demenziali, che hanno imposto l’austerità e la truffa del cambio, corroborato da un manipolo senza fine di politici che hanno accettato questo per noi, forse per ignoranza o forse no.

Adesso glielo dite voi a questo scienziato, che qualunque banca centrale vera, ma non la BCE a causa del suo statuto, può continuare a fare il suo lavoro in maniera efficace anche con capitale negativo, all’infinito!

Lo dice la banca centrale, delle banche centrali, non io che non capisco nulla.

Ma veniamo alle cose di casa nostra, perché mentre tutto questo gravita sulle teste di milioni di Italiani, la verità, figlia del tempo come sempre viene a galla, è come il Logos, prima o dopo si palesa.

Noi lo dicevamo da tempo che MES è uguale a condizionalità, del resto quale prestito non ha una condizione, se così non fosse si chiamerebbe donazione, non prestito.

Possono anche essere condizioni favorevoli, leggere, ma condizioni restano, poi invece scopriamo che sono condizioni, speciali, pesanti, perché è semplicemente logico, se devo dare soldi ad un soggetto che è sul lastrico il rischio è alto e le condizioni sono terribili, anzi no, “rafforzate”, vedi immagine qui sotto, prima pagina della repubblica!

Ormai i quotidiani non ha nemmeno più bisogno di raccontar cose diversamente vere.

Viceversa è chiara ora la menzogna fin qui diffusa dal mainstream e questo coinvolge non solo la narrazione dei nostri ministri, ma anche della classe politica TUTTA, salvo rari casi notevoli e personali di orgoglio italico. Nella media invece vediamo che alcune forze politiche hanno anche rinnegato i propri programmi di uscita dall’euro, scritti per portare questo paese fuori dalle secche.

Tutti noi ne conserviamo memoria e non mancheremo di ricordarvelo.

Fa impressione notare che anche con un palese ed evidente elefante a stelle e strisce che ci porge la proboscide, si persevera su questa strada, l’ignavia quando non peggiore difetto, vi sta facendo rivelare una pessima scelta elettorale.

E in questo ci metto anche le minoranze, che potevano fare qualcosa, ma nulla hanno fatto, alternandosi nella guida del veicolo l’Italia verso l’abisso.

Alla prossima elezione un cimitero di croci serviranno a cancellarvi per sempre da quel teatro.

Nell’abisso solo disperazione e dolore, se avete la forza guardateci dentro, scoprirete che il vostro sguardo non incontrerà nulla, quello dovrebbe bastare a tenerci fuori da questo pericolo, ma evidentemente non basta.

Ed ancora, le splendide notizie non finiscono mai, e dall’Europa ci arriva il segnale che il leggendario Recovery Fund vedrà la luce, forse, nel 2021, quando questo virus sarà un ricordo, ma la fame e la miseria saranno il quotidiano. Vedi qui https://www.agi.it/economia/news/2020-04-29/ue-recovery-fund-coronavirus-8471965/

Mi raccomando però, calma, abbiamo 600 euro per le partite iva, sì ma a me non sono arrivati! Ma hai partecipato al click day? Si ma è caduta la rete, a me manca solo un documento che devo chiedere a loro. Poi possiamo vendere il Colosseo o la famosa fontana, (Totò era un grande oracolo) in cambio di mascherine e ventilatori.

La cassa integrazione la possiamo sostituire con la cassa da morto, un assistenza sociale definitiva.

Basta per favore, hanno tutto, i nostri codici fiscali, tutte le partite iva, tutti gli iban, ma cosa ci vuole a fare come gli altri stati?

Mentre il tempo passa e Marini ci informa che il famoso DPCM è incostituzionale dalle pagine di AdnKronos che potete leggere qui: https://www.adnkronos.com/fatti/politica/2020/04/29/marini-dpcm-senza-termini-incostituzionale_Tb1X1tkUNg8CP7hI85ddMN.html

Ma andiamo avanti, abbiamo così tanto materiale da capire senza fallo ciò che scriverà la storia.

In questa tempesta di notizie, nessuno e dico nessuno, tolti noi e qualche sparuto informatore alternativo del web, ha detto una verità semplice, ineluttabile.

Se non usciamo dall’EURO non avremo mai una banca centrale vera e libera, come altre nazioni hanno, Usa, Giappone, Svizzera, Inghilterra, Australia…. Ecc. Chiaro il concetto, non serve il disegno vero?

Smettiamo di dormire sulle fesserie Europee, come i 70 anni di pace, questa è guerra.

Basta con questa farsa Europea quando tedeschi, olandesi, austriaci e finlandesi scoprivano il fuoco nelle caverne, noi, al sud, facevamo la storia.

Ora ci impongono austerità e limiti anacronistici mentre loro frodano l’Europa e gli europei con paradisi fiscali e dumping economico e sociale, fregandosene delle regole, usando i nostri soldi per salvare le loro banche.

Ci restano, quindi, solo poche opzioni.

La BCE cambia pelle e unisce l’Europa con il ricatto di far morire le banche del nord, mentre salva il sud, strada difficile soprattutto per l’incertezza che possa nascere un vero stato democratico e sociale.

La corte costituzionale Tedesca rigetta ogni cambiamento, e quindi pregherei la lega anseatica di portarsi via questa loro Europa compresa la bandiera, che non mi è mai piaciuta, senza arte, senza fantasia, simile alle banconote che abbiamo in tasca.

L’Italia esce e si redime, dando l’esempio a tutti gli altri, dopo più di vent’anni di menzogne e sofferenze, ne abbiamo basta di questo film, dalla pessima regia e degli altrettanto pessimi attori.

Metto un disegno, così è più chiaro

Chiudo con una riflessione di Nouriel Roubini, fatta nel 2008, ma altrettanto valida oggi.

E’ ora di svegliarsi, e non lo dico ai sapienti frequentatori di questo blog, loro lo sanno perfettamente, ma agli altri nella speranza che ci leggano.

Nessuna banca centrale salverà voi, le vostre imprese e le vostre famiglie se uno stato centrale e sovrano non lo impone, è questa la battaglia in corso.

In alcuni casi (come BCE) non salvano neppure le nazioni. Vedi Grecia…. e Italia?

Un giorno avremo milioni e milioni di disoccupati ed un immenso cimitero di morti per Covid e per povertà, con i mercati sui massimi, ed i popoli al minimo, noi ve lo abbiamo detto.

I soldi delle banche centrali sono solo per Wall Street, non per le “people street”

Come diceva Roubini, quanto tempo manca prima che una banca venga lasciata fallire o vedremo qualcuno appeso per strada?

E quando i politici capiranno questo, aggiungo io?

Alto è il coinvolgimento emotivo di questi tempi, buona fortuna Italia, buona fortuna a tutti.

Ad Majora

A.R.