Encore, gli Italiani devono ringraziare i grillini (nonostante il loro tragico voto in EU a VdL) per non aver fatto la TAV subito, come invece voleva la Lega: l’Italia ha così risparmiato miliardi di Euro, evitando altre tasse!

Da il Corriere della Sera di oggi

La cosa che più mi dà fastidio è buttare soldi nel cesso, da sempre: dunque non posso dimenticare pochi mesi fa quando Salvini si lamentava – anzi faceva il diavolo a quattro – per la mancata accettazione lato M5S della TAV. Noi scrivemmo che tale pausa sarebbe stata assai positiva per gli interessi del Paese Italia in quanto avrebbe costretto l’EU a pagare di più pur di terminare l’opera, sgravando l’Italia. Infatti è precisamente quello che è successo. Complimenti dunque al M5S che ha fatto in modo di non accettare subito di concludere l’opera in oggetto, come invece – erroneamente – voleva fare la Lega (ci tengo a sottolineare come noi supportammo il M5S in tale scelta strategica, ndr).

Fattuale: merito del M5S che l’EU ha aumentato il contributo alla TAV, al 55%. Se era per la Lega si faceva subito senza dire nulla, rinunciando a più contributi…. La propaganda interessata ci sta uccidendo!

Per inciso, per quanto ci riguarda continuiamo a ritenere che la TAV NON debba essere fatta, comunque, in quanto sarà un progetto in perdita nei prossimi anni e dunque l’Italia dovrà finanziarla con le tasse degli italiani (segnatevelo). In realtà la TAV serve non all’Italia per esportare in Francia ma alla Francia in prospettiva per esportare via treno in Russia e Cina. Però facendo pagare agli italiani (oltre a servire, come primo vero obiettivo francese, a fare un laboratorio militare nucleare solo francese sotto il Frejus rimpiazzando il laboratorio di Modane, ormai obsoleto per gli scopi attuali, a spese italiane ed a uso francese, ho dato ripetuti riferimenti in passato sull’argomento, ndr).

Resta il dubbio amletico sul perchè Salvini volesse fin dall’inizio accettare la TAV senza negoziare con l’EU, ossia senza spingere l’EU a pagare di più: ve l’ho detto molte volte, nella migliore delle ipotesi Salvini vi può fare felici con gli immigrati ma in realtà economicamente ha dimostrato di non capirci quasi nulla. Ed anzi con le sue ricette economiche ci porterà al disastro, ricordo ad es. i tragici “BTP riservati” di Siri (…, abbiamo visto che fine ha fatto l’Armando…). O meglio, se il buongiorno si vede dal mattino – ossia prendendo ad esempio cosa il Salvini voleva fare con la TAV – ad ascoltare lui gli italiani avrebbero pagato il conto maggiorato per permettere al Capitano di fare carriera politica, a danno del Paese (e magari facendo favori a Lunardi, il principale contractor della TAV, suo ex collega nella compagine di centro destra? Il dubbio rimane….)

Ossia ad ascoltare Salvini sulla TAV oggi avremmo circa un paio di miliardi in più di tasse, che invece grazie all’attendismo del M5S abbiamo evitato…

Purtroppo gli interessi privati in Italia dominano, da sempre. E gli italiani pagano.

Fin quando c’era crescita e benessere poteva anche andare bene. Ma oggi, con una crisi prospettica innanzi che rischia di rompere il Paese l’Italia in tre, non sarebbe meglio cambiare abitudini, soprattutto se perverse?

Occhio Salvini, sei marcato da vicino sulle scelte economiche che imporrai al Paese. E’ un impegno il nostro, nel bene degli italiani (ossia, non del tuo bene politico e personale, caro Salvini…)

Mitt Dolcino