Perché alla Rai nessuno dice che Bouteflika (il rais d’Algeria), malato terminale, con limitate capacità di intendere e di volere, risiede da lustri a Parigi?

E’ la solita storia dei dittatori fantoccio dei paesi depredati dalla Francia: vengono tenuti in piedi con l’esercito (filofrancese) e con i colpi di Stato. Se poi il dittatore si ammala, meglio, lo si accoglie nel paese colonizzatore come fantoccio perfetto ricoverato in clinica ed assistito nel legiferare a favore dei coloni. L’Algeria di Bouteflika ne è l’esempio più plastico: il presidente algerino risiedeva da anni a Parigi, malato. Sorpresa delle sorprese: oggi i media italiani ci dicono invece che, alla vigilia di una improvvisa primavera algerina, Bouteflika viene ricoverato in Svizzera (a Ginevra), prossimo al trapasso. Ma nessuno ci ricorda che il rais ha sempre vissuto in Francia, in una bella villa parigina. Complimenti ai media italiani per la disinformazione!

Leggi tutto “Perché alla Rai nessuno dice che Bouteflika (il rais d’Algeria), malato terminale, con limitate capacità di intendere e di volere, risiede da lustri a Parigi?”

L’intrigo del “no” italiano al gasdotto East Med

E’ l’importante progetto per costruire un gasdotto lungo oltre 2.000 km, con un tratto sottomarino di ben 1.300 km. Servirà per portare in Europa [si osservi la cartina tratta da La Stampa] 15-20 miliardi di mc di gas naturale l’anno dai giacimenti al largo di Israele e di Cipro. Lo sbarco in Italia è previsto non lontano da Otranto. L’ultimo tratto, chiamato Poseidon, sarà realizzato a cura della Grecia e dell’Italia, tramite la Edison.

Leggi tutto “L’intrigo del “no” italiano al gasdotto East Med”

I piani di Emmanuel Macron per il “Più Europa” porteranno solo ad una maggiore povertà

Nota del Traduttore: le critiche tranchant di un globalista duro e puro si aggiungono a quelle espresse dal fronte “populista’. Emmanuel Macron è ormai una persona assediata, forse in balia del vento. Palesemente, un sovranista ha opinioni dissimili da quelle di Matthew Lynn, ma può comunque essere utile, sul piano culturale, ascoltare chi milita su posizioni diverse. Può essere data per scontata, anche se omessa, la posizione anti euro dell’articolista, con tutto quello che ne consegue, perché tipica del periodico inglese.

§§§§§

Proprio non ce la fa a non comportarsi in modo sfrontato. Messo a mal partito dal movimento dei “gilets gialli”, sfidato dai populisti e con un’economia piatta che potrebbe presto cadere in piena recessione, il Presidente francese Macron ha comunque proposto per il 2020 un’enorme estensione delle competenze dell’UE.

Leggi tutto “I piani di Emmanuel Macron per il “Più Europa” porteranno solo ad una maggiore povertà”

5G, Internet of Things, Intelligenza Artificiale, Sorveglianza e Smart Cities

Coloro che dispongono di un moderno smartphone considerano il 5G come un normale progresso dal 3G e 4G. Offre meno chiamate interrotte, un più veloce trasferimento dei dati e una maggiore praticità d’uso. Il 5G sarebbe nient’altro che la quinta generazione di tecnologia wireless.

Ma questo pensiero graffia a malapena la superficie. Ci dev’essere una ragione più grande perché gli AD delle principali società di telefonia mobile stiano rompendosi l’osso del collo per imporre la più veloce diffusione mai ricordata al mondo di un nuovo standard di comunicazione.

Leggi tutto “5G, Internet of Things, Intelligenza Artificiale, Sorveglianza e Smart Cities”

Il mitico Gianni Riotta, quello che non conosceva la Costituzione Italiana e che fa parte della commissione anti-fake news della EU, ricompare. Con un articolo commissionato dai suoi datori di lavoro?

Ve lo ricordate Gianni Riotta, lo spocchioso giornalista de La Stampa che osava in TV prendere in giro i suoi interlocutori su supposte ignoranze istituzionali quando, lui, nemmeno conosceva addirittura l’articolo 1 della Costituzione italiana sulla sovranità popolare? Oggi ricompare dopo una lunga assenza mediatica (sarà rimasto ad approfondire le sue carenze costituzionali…?) con un articolo che, a leggerlo bene, sembra commissionato dai suoi datori di lavoro [vedasi video sopra]

Leggi tutto “Il mitico Gianni Riotta, quello che non conosceva la Costituzione Italiana e che fa parte della commissione anti-fake news della EU, ricompare. Con un articolo commissionato dai suoi datori di lavoro?”

L’aeroporto di Denver ha installato un gargoyle parlante che interloquisce con i passeggeri dicendo loro: “Benvenuti nel quartier generale degli Illuminati, l’Aeroporto Internazionale di Denver!”

L’aeroporto internazionale di Denver ha appena installato una nuovissimo gargoyle [mostruosa creatura di pietra che sporge dalla sommità delle cattedrali gotiche] animatronico per prendere un po’ in giro le “teorie della cospirazione” legate all’aeroporto. Come si può vedere nel video a seguire la statua è incredibilmente realistica e deve essere costata una fortuna.

La direzione afferma che l’obiettivo è quello di far viaggiare più persone possibile attraverso l’aeroporto di Denver, ma la verità è che quando si prenota un volo non è che ci sia molta altra scelta. Denver è uno dei principali snodi nazionali per il traffico aereo ed in questo luogo innumerevoli volte ho personalmente cambiato i piani di volo. Nessuno è disposto ad allungare i tempi del viaggio solo per passare da Denver, se non è strettamente necessario.

Leggi tutto “L’aeroporto di Denver ha installato un gargoyle parlante che interloquisce con i passeggeri dicendo loro: “Benvenuti nel quartier generale degli Illuminati, l’Aeroporto Internazionale di Denver!””

Africa: Islamofobia o genocidio dei cristiani e dei bianchi?

In Nigeria estremisti islamici uccidono più di 30 cristiani

Oltre 30 nigeriani di religione cristiana sono stati uccisi in un brutale attacco mattutino dai pastori Fulani, islamici radicali che hanno sistematicamente bersagliato i cristiani che vivono in luoghi che essi pretendono siano parte del loro territorio.

The Guardian riferisce che l’assalto mortale si è verificato di prima mattina, vicino alla città di Maro (contea Kajuru dello Stato di Kaduna), dove gli aggressori hanno appiccato il fuoco a diversi edifici, fra i quali case e chiese. Gli estremisti hanno sparato ai civili con dei fucili automatici mentre fuggivano dalle case in fiamme.

Leggi tutto “Africa: Islamofobia o genocidio dei cristiani e dei bianchi?”

Manifestazione contro il razzismo a Milano, i media mainstream dicono 250’000 partecipanti ma mancano le foto dall’alto, chissà perchè (le news senza prove sono propaganda?)

Purtroppo sono diventato come San Tommaso. Ossia non credo più ai media: se mi danno le prove bene, altrimenti resto scettico sulle verità impacchettate che mi propongono.

Oggi i media ci informano sulla manifestazione contro il razzismo a Milano. La Stampa dice 200’000 persone partecipanti, Repubblica.it addirittura conta 250’000 persone. Consiglio personale: non credete a tutto quello che vi raccontano, verificate tutto! Ma con metodo e correttezza!

Leggi tutto “Manifestazione contro il razzismo a Milano, i media mainstream dicono 250’000 partecipanti ma mancano le foto dall’alto, chissà perchè (le news senza prove sono propaganda?)”

La politica estera italiana ritorna in grande stile: la decisione di allagare l’EU alla Turchia (per terremotare l’Unione Europea)

La mossa di Savona pro-Turchia non è una mossa savoniana, ma piuttosto una fine interpretazione degli equilibri europei, per destabilizzarli. La decisione ufficiale di supportare l’annessione della Turchia all’EU è stata una mossa partorita tra Washington e Roma, coinvolgendo le più fini menti nazionali. Può essere che tale scelta sia legata alla scoperta di Exxon di uno dei più grandi giacimenti di gas nel Mediterraneo nei pressi di Cipro (…), non mi stupirei che anche ENI possa tornare in corsa per lo sfruttamento dei suoi blocchi in loco.

Leggi tutto “La politica estera italiana ritorna in grande stile: la decisione di allagare l’EU alla Turchia (per terremotare l’Unione Europea)”

Fazio incredibilmente intervista Macron a Versailles. Tradotto: Parigi ha bisogno di un ambiente non ostile per continuare la campagna d’Italia (spero tutti si rendano conto della gravità della situazione)

Facciamo il punto. Vi avevo già illustrato in passato come la Francia da tempo stia puntando a destabilizzare l’Italia, la caduta di Gheddafi era infatti un piano di lungo termine dell’establishment francese. Anche la stessa Tangentopoli vide Parigi nel banco dei co-imputati, nel senso che fu lei a soffiare sul fuoco quando l’Italia decise di uscire da Gladio; da tale contingenza vennero generati gli anticorpi al successo italico che poi portarono alla caduta della Prima Repubblica Italiana (i governanti italiani di tale periodo ebbero la sola “colpa” di voler far uscire l’Italia dalla scena degli scontri coperti sul suo territorio, figli della guerra fredda, ndr).

Leggi tutto “Fazio incredibilmente intervista Macron a Versailles. Tradotto: Parigi ha bisogno di un ambiente non ostile per continuare la campagna d’Italia (spero tutti si rendano conto della gravità della situazione)”