Memento: stanti i numeri economici, l’Italia si salva SOLO uscendo dall’euro. Ma, notasi, non con misure pro-ITALEXIT che costano 1000 mld di euro (come i miniBOT?), a tal punto tanto vale restarci!

Sono tenuto a spiegare l’ovvio, meglio farlo visto che gli italiani sono di coccio, a volte. Ossia, sappiate che ritengo possibile che l’Italia finisca fuori dall’euro, più per volontà esterna che interna, a meno che…..

Leggi tutto “Memento: stanti i numeri economici, l’Italia si salva SOLO uscendo dall’euro. Ma, notasi, non con misure pro-ITALEXIT che costano 1000 mld di euro (come i miniBOT?), a tal punto tanto vale restarci!”

E ridaje col governo chiacchiere e distintivo. Rinaldi: “Bisogna ridurre il debito pubblico aumentando il denominatore” (ma perchè non si è fatto prima??). Altro che uscita dall’euro….

No, non mi sono sbagliato. E’ che la ricetta più o meno è la stessa…

Non una strategia, non una linea precisa, ognuno dice la sua, l’interesse supremo resta il tengo famiglia. L’ho scritto ieri: questa è l’Italia baby, del III millennio, quella degli interessi particolari. Chi scrive resta uno dei fautori dell’ITALEXIT ordinato e concordato, per inciso. Oltre ad auspicare un asse strategico con gli USA in alternativa – e non in parallelo – a quello con Pechino (anche se i cinesi hanno il cash, oggi).

Leggi tutto “E ridaje col governo chiacchiere e distintivo. Rinaldi: “Bisogna ridurre il debito pubblico aumentando il denominatore” (ma perchè non si è fatto prima??). Altro che uscita dall’euro….”

Spero la gente inizi a rendersi conto che la magistratura italiana VA RIFORMATA, ne va della sopravvivenza del Paese. Lo diciamo da tempo…

La riforma giusta (?) dei miniBOT (faranno giustizia del benessere degli italiani?) Con Falcone, che invece voleva la riforma della magistratura (fu ucciso…)

Sono stanco, esausto direi. Il relativismo italico, un mix tra ignavia ed interessi personali più che spiccioli, dicesi anche familismo amorale applicato alla politica; ovvero la mancanza di riferimenti, l’assenza di personaggi stimati e super partes (morti praticamente tutti), stanno ingenerando una spirale autodistruttiva per il Paese che sembra non impossibile da fermare. Ed io non ne posso più, visto che il Don Quijote nella sua lotta ai mulini a vento non lo ho mai sopportato.

Leggi tutto “Spero la gente inizi a rendersi conto che la magistratura italiana VA RIFORMATA, ne va della sopravvivenza del Paese. Lo diciamo da tempo…”

È solo una questione di tempo prima che ci sia il “Mercoledì Nero” italiano

Redazione: Il mondo sovranista britannico, ed in particolare il Telegraph, appoggia da sempre il sovranismo italiano ed in particolare Matteo Salvini e la Lega.

L’articolo che presentiamo si concentra sull’Italexit come conseguenza di un terremoto valutario — come il celebre “Mercoledì Nero” che distrusse lo Sme — e non di una decisione del Governo Italiano.

In questo senso i mini-bot, che tanto abbiamo criticato, vengono interpretati dall’autore più che altro come “valuta in attesa”, ovvero l’embrione della “nuova lira”.

Leggi tutto “È solo una questione di tempo prima che ci sia il “Mercoledì Nero” italiano”

Il paese sta implodendo nei suoi valori umani, morali e civili, siatene consci (il crollo economico è solo una derivata). Un esempio dallo sport: il caso Sarri alla Juventus

Non preoccupatevi, non parlerò di calcio. Ma mi ha fatto sorridere la solita genialità napoletana alcuni giorni fa, quando ho ascoltato per radio un commento indignato di un napoletano ferito nella cosa più importante, l’onore e l’orgoglio di essere azzurro-partenopeo, calcisticamente parlando (se si indirizzassero tali nobili sentimenti oltre che nel calcio anche in cose più importanti forse non saremmo dove siamo, ndr).

Leggi tutto “Il paese sta implodendo nei suoi valori umani, morali e civili, siatene consci (il crollo economico è solo una derivata). Un esempio dallo sport: il caso Sarri alla Juventus”

La Cina resiste agli Stati Uniti sull’Iran (forse)

James M. Dorsey per The Globalist

• Gli acquisti cinesi di petrolio iraniano sollevano domande stuzzicanti.

• L’ultima mossa cinese potrebbe essere una risposta alla rottura dei colloqui commerciali con gli Stati Uniti.

• La volontà cinese d’ignorare le sanzioni statunitensi potrebbe essere un tentativo per persuadere l’Iran a restare fedele all’Accordo Nucleare.

• Non appena l’Iran ha affermato di voler riconsiderare l’Accordo Nucleare, tutti hanno dimenticato che sono stati gli Stati Uniti ad abbandonarlo per primi.

Leggi tutto “La Cina resiste agli Stati Uniti sull’Iran (forse)”

La Tangentopoli dei magistrati: tra soffiate, condanne della corte di giustizia EU, CSM, intercettazioni diffuse anche per fini politici e renziani “tanto amici” del Colle…

I renziani hanno fatto il colpo gobbo, anzi così pensavano: comandare la procura di Roma mettendo un “affidabile” al posto del pensionando Pignatone, in modo di “fare pressioni” molto da vicino sullo scomodo governo in carica visto che la procura capitolina è quella che può aprire i fascicoli – ossia indagare – contro il governo. Un’idea “geniale”, come se nessuno non ci avesse mai pensato prima (il cognome Vitalone evidentemente non dice più nulla, …). Ne parlammo in tempi non sospetti – dei rischi -, anzi “per tempo”…

Leggi tutto “La Tangentopoli dei magistrati: tra soffiate, condanne della corte di giustizia EU, CSM, intercettazioni diffuse anche per fini politici e renziani “tanto amici” del Colle…”

Chi può impedire a Boris Johnson di diventare Primo Ministro?

Redazione: The Spectator è un prestigioso magazine britannico d’ispirazione conservatrice, ma non favorevole a Boris Johnson. Ci da comunque una bella notizia, visto il carattere popolare e sovranista del nostro sito.

Sarà dunque “Boris il Rosso”, il candidato di Donald Trump per il quale tifiamo, a guidare i Tories e quindi la Brexit, anche se non c’è ancora l’ufficialità.

E’ una bella notizia, finalmente, anche per il nostro paese. Se c’è una speranza, almeno quella, per l’Italexit, questa non potrà che passare attraverso l’uscita della Gran Bretagna dall’inferno europeo.   

La tristezza di Isabel Hardman è la nostra felicità.

Leggi tutto “Chi può impedire a Boris Johnson di diventare Primo Ministro?”

Cosa sta succedendo nel Golfo? Le opinioni del “Daily Mail” e di “Debka File”

Redazione: Siamo sommersi da articoli sulle vicende del Golfo Persico. Netta è la nostra posizione che oggi arricchiamo con due brevi articoli, allo scopo di fornire notizie certamente di parte, ma che allo stesso tempo descrivono la situazione meglio dei resoconti cerchiobottisti che leggiamo con sempre maggiore fastidio.

Insomma, cosa sta succedendo da quelle parti? Allo stato dell’arte tutto lascia pensare ad uno scontro armato d’intensità ad oggi indefinibile. Ma saremo prontissimi, con la consueta onestà intellettuale, a riferire di sviluppi in senso contrario (anzi, augurandoceli!).

Il primo articolo è di un quotidiano inglese main-stream, il Daily Mail, ed il secondo di un sito israeliano, Debka File, da molti considerato vicino ai Servizi Segreti Israeliani.

Leggi tutto “Cosa sta succedendo nel Golfo? Le opinioni del “Daily Mail” e di “Debka File””

E’ vero, gli italiani vogliono i miniBOT. Ma solo perchè sono disperati (e non sanno più a che Santo votarsi). Chi abuserà della loro fiducia, oggi, pagherà carissimo, dopodomani!

A giustificazione (parziale e di parte) della ferma volontà di introdurre i miniBOT mi vengono portate considerazioni come quella al titolo, con fonte esponenti soprattutto leghisti: gli italiani vogliono i miniBOT. Vero, non lo nego. Però…. Siamo alle solite! In un Paese come l’Italia dove una classe dirigente senza statisti è incapaci di fare le rivoluzioni dall’alto (top-down), si lascia la patata bollente al popolo a cui si fanno prendere le decisioni critiche, anzi si fa in modo che sia la gente comune a fare le rivoluzioni “imboccate col cucchiaino” dai soliti noti e dai media cooptati e ventriloqui, rivoluzioni appunto dal basso (bottom-up); in modo che poi sia i martiri che le colpe non siano da imputare a chi detiene le leve di comando.

Leggi tutto “E’ vero, gli italiani vogliono i miniBOT. Ma solo perchè sono disperati (e non sanno più a che Santo votarsi). Chi abuserà della loro fiducia, oggi, pagherà carissimo, dopodomani!”