Facciamo il punto sulla implementazione della ROAD MAP attribuita al programma “Great Reset”voluto dal cosiddetto “Nuovo Ordine Mondiale”.


Per caso tempo fa mi sono imbattuto sulla “Road Map” per la “Creazione di uno Nuovo Ordine Mondiale Totalitario”.


La cosa mi aveva incuriosito. Fu così che ho iniziato a cercare di capire se fosse innanzitutto vero ed autentico quanto prospettato nel programma o fosse solo un sogno di quattro “ricconi perditempo” (30 anni fa non esisteva ancora il concetto di “fake-news” e tutti davano per certo quanto disponibile in cartaceo e alla TV).

Acclarato in seguito che era qualcosa che effettivamente si stesse dibattendo in “ambienti riservati”, mi sono interessato su cosa fosse, chi la sostenesse e perchè.

Il solito “perchè” che spesso evitiamo.

Quel “perchè” che dovremmo sempre chiederci su tutto quanto accada intorno a noi, ma non facciamo, per pigrizia mentale, per fiducia nel mondo e nella politica, per abitudine/consuetudine,

perchè desideriamo che le cose siano sempre imboccate come un biberon, per mancanza di tempo, per autostima, per approvazione del gruppo sociale di appartenenza,

per difficoltà cognitiva, per selezione inconscia di temi facili e comprensibilmente intuitivi (e scarto del resto), per disabitudine…..

o per semplice dimenticanza.

Cosa fosse è semplice: un piano da realizzare in più tappe con mission ed obiettivi privati, ancorchè con mistificazione di paventati scopi umanitari e sociali globali sovranazionali.

Chi lo volesse realizzare “ufficialmente” era un soggetto genericamente non ben identificato chiamato variatamente “gli illuminati“, “l’elite“, “i globalisti“, “il Gruppo Bilderberg“, “la Trilateral“, “la cuspide della piramide“, l'”ERT” (European Round Table), “i mondialisti“, “i resettari“, “i massosionisti“, “i cospiratori“, in funzione della declinazione politica e sensibilità sociale e acume/profondità culturale della fonte.

O, come sembra essere etichettato di recente sempre più in modo ridondante e pervasivo, “il New World Order“.

Mi focalizzo su questa ultima definizione per maggior accreditamento da parte dei soggetti conosciuti e famosi che la utilizzano sempre più insistentemente quasi debba stamparsi indelebilmente nel nostro cervello.

La terminologia in inglese del “New World Order” (in acronimo NWO) non mi era nuova già da qualche decennio fa.
Ne hanno parlato e scritto un po’ tutti, per quanto mi sia dato conoscere, negli ultimi trent’anni. Associato a volte al termine “Great Reset”.
Pertanto con pazienza ho raccolto nel tempo informazioni al riguardo.

Una estratto di questo lavoro ve lo voglio proporre qui di seguito.

Si tratta di qualche aforisma interessante o quantomeno curioso rilasciato dai soggetti sopra indicati che hanno contribuito a vario titolo e modalità ad “aprirmi la mente”.

1. Il Sole 24 Ore

Nasce un nuovo ordine mondiale, sotto il segno dell’incertezza

di Adriana Cerretelli

11 marzo 2020

(AdobeStock)
(AdobeStock)

Non sarà la fine del mondo. Forse però il 2020 scriverà la fine ufficiale di un mondo.

Di questi tempi i richiami alla crisi finanziaria del 2008 si sprecano, ma servono più a marcare le differenze che le somiglianze tra il grande sconquasso di ieri e quello di oggi. E non solo perché questa che si profila è prima di tutto una crisi economica. Ma perché i suoi prossimi sviluppi potrebbero finire per liquidare il risultato dei faticosi sforzi di cooperazione internazionale allora avviati.

2. David Rockefeller, un banchiere appartenente ad una delle famiglie più ricche del pianeta, fondatore del Gruppo Bilderberg e della Commissione Trilateral, morto nel 2017.




3. James Paul Warburg, un banchiere tedesco e naturalizzato americano padre della Federal Reserve americana.



4. Enrico Letta, politico italiano esponente del comunismo italiano ora chiamato Partito Democratico, professore di Affari Internazionali all’Istituto di Studi Politici a Parigi.


https://www.ilsussidiario.net/news/enrico-letta-nuovo-ordine-mondiale-al-g20-occidente-unito-vincera-il-covid/2110081/


5. Matteo Renzi, un politico italiano esponente del comunismo italiano ora chiamato Partito Democratico da cui, dopo esserne stato Segretario, ne si è leggermente separato senza convinzione fondando il partito IV (Italia Visa).




6. Vladimir Putin, ex funzionario del KGB russo ed ora presidente della Federazione Russa dal 2012 al suo quarto mandato (non consecutivo).


7. Giorgio Napolitano, presidente della Repubblica Italiana per due mandati.



https://www.ilfattoquotidiano.it/2015/04/22/immigrazione-napolitano-i-governi-abbiano-coraggio-dire-verita/1613746/


8. Luca Zaia, politico italiano appartenente al partito della ex-Lega del Nord ed ora Lega, attualmente ricopre la carica di Presidente della Regione Veneto dello Stato italiano.


9. Giuseppe Piero Grillo, in arte Beppe Grillo, comico, cabarettista, blogger e attore, poi riciclatosi nella politica a fine carriera fondando il partito M5S ora privo di identità costitutiva e di guida certa, parimenti alla sua famiglia.

Frase del suo inseparabile pupillo Casaleggio: “siamo alla vigilia di crisi ecologiche e di «guerre ideologiche, razziali e religiose» in cui moriranno i sei settimi degli attuali abitanti della Terra. Il miliardo di sopravvissuti abolirà «i partiti, la politica, le ideologie e le religioni», sostituite da “Gaia” – un nome che in molte teorie esoteriche indica la Terra come organismo vivente e unica divinità -, la quale sarà insieme religione e politica e gestirà il mondo tramite un “nuovo governo mondiale” selezionato e organizzato tramite Internet.”


10. Jacques Attalì, mentore dell’attuale presidente della Respubblica francese, Macron e studioso accreditato di pulizia etnica e globale. I suoi aforismi sono perle regalate alla storia. Per tale ragione dedichiamo qualche spazio in più alle sue brillanti quanto curiose previsioni apodittiche.



“La storia c’insegna che l’umanità evolve in misura significativa solo quando ha davvero paura … Una pandemia di grandi dimensioni farà quindi nascere … molto più rapidamente di quanto avrebbe fatto la sola ragione economica … un vero governo mondiale.”
Jaques Attali, 06/05/2009

https://www.secondopianonews.it/news/salute/2020/09/30/jacques-attali-11-anni-fa-una-pandemia-consentira-listituzione-di-un-governo-mondiale.htm

[….] Nella sua rubrica alla rivista francese “L’Express” pubblicata il 5 Marzo 2009, Jacques Attali, consigliere di François Mitterrand rivelò alcuni obiettivi che si poneva il mondo oligarchico globale. […..] [nda: Attali disse]
La storia ci insegna che l’umanità evolve significativamente soltanto quando ha realmente paura: allora essa inizialmente sviluppa meccanismi di difesa;

a volte intollerabili (dei capri espiatori e dei totalitarismi); o inutili (della distrazione);

e altre volte efficaci (delle terapeutiche, che allontanano se necessario tutti i principi morali precedenti).

Poi, una volta passata la crisi, trasforma questi meccanismi per renderli compatibili con la libertà individuale ed iscriverli in una politica di salute democratica.

Per Attali, “La pandemia (si riferiva allora alla suina, ndr) che sta iniziando potrebbe far scatenare una di queste paure strutturanti” [….]
“E, anche se, come bisogna ovviamente sperare, questa crisi non sarà molto grave, non bisogna dimenticare, come per la crisi economica, di impararne la lezione, affinché prima della prossima e inevitabile crisi (pandemia) si mettano in atto meccanismi di prevenzione e di controllo, come anche processi logistici di un’equa distribuzione di farmaci e di vaccini.

A tal fine, dovremo creare una forza di polizia globale, un deposito di risorse globale e quindi un sistema fiscale globale. Verremo allora, molto più velocemente di quanto la sola ragione economica avrebbe consentito, a porre le basi di un vero governo mondiale. [….]

Ma anche qui, come su tanti altri argomenti, Bruxelles tace”, concluse undici anni fa Jacques Attali.


11. George Soros, nato con il cognome tedesco di Schwartz in Ungheria da famiglia ebraica, divenuto poi imprenditore, finanziere, investitore, speculatore, intrallazzatore e, con questo curriculum, si è naturalizzato americano e non ha avuto bisogno di divenire banchiere.
Ama definirsi filantropo in quanto ama investire e guadagnare in tutte quelle attività che riguardano gli essere umani, specialmente quelle sperimentali che controllano, curano, selezionano e modificano la loro specie.




….. Soros ci ha avvisato…..quasi una minaccia.


Finanziere di successo dagli anni ’50 George Soros è diventato famoso con un’operazione di speculazione finanziaria che ha costretto la Banca d’Inghilterra a svalutare la sterlina facendogli guadagnare una cifra stimata in 1,1 miliardi di dollari.
Quando era un adolescente, aiutò i nazisti a confiscare le proprietà degli ebrei mandati nei campi di sterminio, e che non si sentiva per niente in colpa nel farlo. Nella prefazione ad un libro pubblicato da suo padre, Soros aggiunge: “E’ una cosa sacrilega da dirsi, ma questi dieci mesi (dell’occupazione nazista) furono il periodo più felice della mia vita… vivevamo una vita avventurosa e ci divertivamo insieme” –


12. Klaus Schwab, ingegniere ed economista tedesco, fondatore e attuale direttore esecutivo del World Economic Forum di Davos.


Durante lo scorso incontro del WEF tenuto a Davos nel giugno 2020, quando era già era passata la fase più acuta della pandemia in Europa, Klaus Schwab, in qualità di fondatore e direttore esecutivo del WEF (World Economic Forum) ha annunciato la necessità di procedere al Grande Ripristino del mondo (“The Great Reset”) attraverso un’Autorità Mondiale.
Per un approfondimento su questo sito


13. Papa Bergoglio. Gesuita argentino di lontane origine italiane, nominato Papa con agenda mondialista e globalista.




Di fronte a tutta questa infornata di autorità e “leggende” che spaziano in ogni campo del sapere,

chi sono io per negare un “complot” mondiale?

Mi hanno quasi convinto.

Questi soggetti sembrano voler confermare e divulgare che esista una organizzazione portata avanti da alcuni soggetti “elitari” che stanno “agendo” (o forse più appropriato dire “cospirando”???) per cambiare l’umanità a loro piacimento senza il consenso della popolazione mondiale.

Vediamo allora di cosa si tratti.

La Road Map del NWO

Ecco in sintesi l’agenda del piano da loro stessi costruita diversi anni fa, ovvero in tempi non sospetti:

Traduco brevemente:

  1. Creare il problema, attraverso un semplice virus influenzale stagionale modificato e che abbia un tasso di guarigione del 99,97% e con sintomi molto comuni e difficilmente identificabili come peculiari della malattia. Chiamarlo COVID-19.
  2. Provocare una generalizzata e diffusa reazione di paura e terrore.
  3. Imporre i “Lockdowns”.
  4. Esagerare i “casi” (mentire sui numeri)
  5. Imporre l’uso di “maschere facciali” come segnali di distanziamento sociale e non fisico con intento di danneggiare il fisico umano nel medio lungo termine, ben sapendo che non hanno alcuna o poca efficacia per difendere/difendere da contagio virale “covid-19”
  6. Normalizzare la sorveglianza della popolazione anche attraverso il tracciamento dei contatti
  7. Imporre Sistema di indentificazione con Passaporti della Salute (Vaccinali) per limitare spostamenti e libertà di movimento.
  8. Implementazione di una rete funzionante a micronde 5G che entra in disergia con le patologie del “covid 19” enfatizzando le conseguenze dannose.
  9. Imposizione obbligo vaccinale per distruggere sistema immunitario naturale del corpo umano, incrementare la sterilità e gli aborti spontanei, e stimolando maggior possibili decessi da futuri contagi. Con questo punto si intende eliminare fino all’85-90% la popolazione mondiale esistente.
  10. Eliminazione del contante per il controllo totale e permanente degli emolumenti, delle erogazioni pubbliche a favore dei cittadini e dei consumi della popolazione. Introduzione della moneta digitale tramite strumenti elettronici controllati dallo Stato. Erogazione di un unico reddito universale (detto anche “reddito di cittadinanza” o “reddito unico garantito dallo Stato”) dallo Stato ai soli cittadini che rispettino tutte le imposizioni sopraesposte. Sistema di blocco automatico dei prelievi e delle disponibilità per la popolazione dissenziente o ribelle.
  11. Obbligo impianto Microchip RFID sottocutaneo con l’apparente intento di “convenienza” e “comodità” per il controllo 24-7 e monitoraggio della salute e per introdurre sistemi di pagamenti digitali e di identificazione personale automatizzati in nome della “sicurezza” e della “privacy”. In realtà il controllo deve essere totale su tutto: spostamenti, relazioni, pagamenti, lavoro. Inizialmente può essere introdotto gradualmente solo sui volontari. (NDA. Da talune fonti sembra ci siano altre funzioni correlate alle sostanze iniettate nel corpo dai vaccini e che permettano, attraverso questo microcircuito integrato, di gestire e controllare e influenzare le attività cognitive dell’essere umano, una sorta di cervello elettronico vivente)
  12. Instaurazione finale del Regime Totalitario di stampo “nazifasciocomunista” del NWO caratterizzato dall’uso di macchine biologiche semiumanoidi (cyborg) e dalla globale diffusione e pervasivo utilizzo di sistemi completamente digitalizzati e virtuali che controllano 24-7 gli essere umani tutti dotati di microchip. (cd. “Grande Reset” o “Great Reset”)

MONITORING SULLO STATO DI ATTUAZIONE DEL “GREAT RESET”:

PUNTO 1. La Pandemia del SARS-CoV-2 (COVID-19) …………………………………………… – FATTO.

PUNTO 2. Panico e fenomeni delatori creati opportunamente……………….. – FATTO.

PUNTO 3. Imposti “Lockdown” anche in luoghi e tempi inopportuni………………………… – FATTO.

PUNTO 4. L’inganno dei dati in Italia ha raggiunto livelli tanto impensabili quanto lapalissiani con strumenti eversivi e penalmente rilevanti, come l’utilizzo di “respiratori artificiali CINESI non idonei” e come la negazione di “AIFA” e “ISS” di rendere possibile l’utilizzo di cure efficaci a basso costo con medicinali già disponibili, ovvero impendendo persino la possibilità di autopsie per la verifica delle cause di morte, occultamenti dei cadaveri e utilizzando cicli assurdi oltre i limiti di tolleranza per dare falsamente riscontri di positività nei “tamponi CINESI” ……………… – ABBONDANTEMENTE FATTO.

PUNTO 5. “Mascherine” supinamente indossate anche in luoghi isolati ed all’aperto in completa assenza di valutazione cognitiva delle “disposizioni normative”, ancorchè non giustificate e pericolose per la salute …….………………………….. – ABBONDANTEMENTE FATTO.

PUNTO 6. L’App propagandata dallo Stato è stata un flop. Da realizzare con altri strumenti monitori come telecamere collegate a banche dati di cellulari ed a reti 5G ………………………………… TENTATO, OPERAZIONE IN CORSO CON RICERCA NUOVE SOLUZIONI

PUNTO 7. La prossima introduzione obbligatoria dei “Passaporti Vaccinali” per limitare gli spostamenti tra Regioni ed all’estero, anche se i giullari di corte negano sotto l'”egida” della “libera scelta” dice………………………………………………………………………………. FATTO.

PUNTO 8. Realizzata rete sperimentale 5G in 200 aree/comuni d’ Italia (tra cui Milano e Bergamo), anche se alcuni si sono opposti ed hanno impedito finora la sperimentazione ……………………………………………………….. IMPLEMENTAZIONE IN CORSO.

PUNTO 9. Con oltre il 25% della popolazione dichiarata vaccinata almeno con la prima dose (15 milioni di persone tra cui forse la stragrande maggioranza dei 16 milioni di pensionati), l’obiettivo di agire sulla popolazione debole o su categorie professionali “strategiche” (militari e sanitarie) è sicuramente stato raggiunto, anche se l’obiettivo finale è quello della “immunità di pecora” …………………………………………………………………………….. OBIETTIVO RAGGIUNGIBILE a breve, comunque da considerarsi FATTO.

PUNTO 10. …………REDDITO DI CITTADINANZA voluto dai m5s ……………………………………………………………………………………………. FATTO.

Sull’abolizione contanti forte disincentivo all’uso e imponente campagna di sensibilizzazione dell’opinione pubblica…… la motivazione dell’evasione fiscale sta però perdendo fortemente appeal, visto lo stato di crisi dei commercianti e dei piccoli imprenditori, e la mancanza di “materia imponibile” su cui valersi, ma ci stiamo arrivando ………………………………………………………… IN CORSO DI ATTUAZIONE.

PUNTO 11. FASE SPERIMENTALE CONCLUSA, ORA SIAMO NEL CICLO INIZIALE DI PRODUZIONE SU VASTA SCALA, DA LEGIFERARE E DA IMPLEMENTARE SULLA POPOLAZIONE……………………………………………………………………………………………………………………………………………….. DA FARE/IMPLEMENTARE.

PUNTO 12. …………………………………… DA FARE/IMPLEMENTARE.


Quindi possiamo concludere con un monitoraggio “ex-post” dell’attuazione del supposto piano, che:

IL PIANO DEL GRANDE RESET è fattualmente esistente.

E che la sua “Road Map” è già in fase nettamente avanzata di realizzazione.

Aggiungo, sotto lo sguardo assente e forse apparentemente disinteressato della stragrande maggioranza della popolazione mondiale si sta realizzando in un solo colpo la sintesi binomiale dell’ideologia nazista e di quella comunista con l’avallo dell’attuale Vaticano.

Un blasfemo sincretismo politico-religioso.

Naturalmente per “il bene” della comunità mondiale e per “il bene” del “dioEco”.

La”roadmap” si è già realizzata TOTALMENTE per almeno 7 punti su 12.
Possiamo quindi prevedere con margini di tolleranza temporale ormai verosimilmente stretti che i rimanenti punti siano in corso di rapida attuazione a breve termine.

Un anno? Due anni?Tre anni?

Abbiamo compreso che questo sistema, a bocce ferme e senza interventi provvidenziali, diventerà irrimediabilmente irreversibile per il futuro dei nostri figli e delle prossime generazioni a venire?

Abbiamo bisogno di altro per comprendere che forse è il caso di “svegliarci dal sonno”?

Chicco Valli



Fonti:

https://www.defenseone.com/technology/2020/03/military-funded-biosensor-could-be-future-pandemic-detection/163497/
https://stateofthenation.co/?p=30304
https://www.darpa.mil/work-with-us/covid-19

*****

Le immagini, i tweet e i filmati pubblicati nel sito sono tratti da Internet per cui riteniamo, in buona fede, che siano di pubblico dominio e quindi immediatamente utilizzabili. In caso contrario, sarà sufficiente contattarci all’indirizzo info@mittdolcino.com perché vengano immediatamente rimossi. Le opinioni espresse negli articoli rappresentano la volontà e il pensiero degli autori, non necessariamente quelle del sito.