Nominato “atleta più coraggioso della storia” un maschio biologico che ha fratturato le ossa facciali a due atlete-donna

Libby Emmons per The Post Millennials

Fallon Fox, il lottatore di “Arti Marziali Miste” (MMA) che per due volte ha rotto il cranio di un avversario-donna, è stato definito l’atleta più coraggioso della storia.

Fox, atleta transgender (da maschio a femmina), ha sconfitto pesantemente Erika Newsome in un combattimento MMA a Coral Gables, Florida.

Per vincere, ha afferrato con le mani la parte posteriore del cranio della Newsome sganciandole una tremenda ginocchiata.

Dopo aver subito il colpo, la Newsome è caduta a terra incosciente, con la faccia sul tappeto.

Quello è stato l’ultimo combattimento-pro della Newsome ma, per Outsports, una persona con un corpo maschile che batte una persona con un corpo femminile costituisce una prova di encomiabile coraggio.

Non solo Fallon Fox ha picchiato le donne sul ring (ha vinto tutte le partite tranne una), ma ha resistito anche agli attacchi online di artisti del calibro di Joe Rogan.

E siamo tutti d’accordo che avere l’improntitudine di tornare online dopo che Joe Rogan ti ha massacrato, sempre online, è molto più coraggioso che affrontare un altro corpo maschile della sua stessa massa muscolare!

Fox ha anche battuto Tamikka Brents, procurandole una commozione cerebrale e rompendole 7 ossa orbitali.

Ma anche questo è un atto super coraggioso … prendere un ingiusto vantaggio con il proprio corpo maschile e usarlo per procurare lesioni cerebrali alle avversarie dal corpo femminile!

La rivista Vice ha difeso Fox, dicendo:

“Fallon è nato con il pene. Nessuno è perfetto. E’ stata cresciuta come un ragazzo, fatto usuale in Ohio per i bambini nati con genitali espressivi solo esteriormente.

Ma quel pene non si è mai trovato a suo agio con lei e, dal 2008, è una donna nella mente, nel corpo e nell’anima”.

La Brents non era stata informata, prima del combattimento, che la Fox era un trans.

Dopo il combattimento, Tamikka ha detto:

Ho combattuto con molte donne ma non sono mai stata colpita con una tale la forza come nel combattimento di quella notte.

Non posso rispondere se sia dovuto al fatto che sia nata uomo, perché non sono un medico. Posso solo dire che non mi sono mai sentita così sopraffatta in vita mia … e io sono una donna anormalmente forte di mio.

La sua presa era diversa, di solito potevo muovermi nel clinch contro altre donne, ma con quello della Fox non potevo muovermi affatto.

Non sono per nulla d’accordo col fatto che Fallon Fox combatta. Qualsiasi altro lavoro o carriera dico che abbia il diritto di provarci, ma quando si tratta di uno sport da combattimento penso che non sia giusto.

La rivista Vice le ha risposto di “smetterla di frignare”.

C’è stato molto dibattito su ciò che “renda donna” una donna, dai primi poeti della storia e fino alla rivista Vice.

C’era consenso sul fatto che le donne siano mistiche, misteriose, magari un po’ civettuole, in ogni caso tali da rovinare gli uomini con il loro fascino — ma anche oggetti da possedere, vendere e abusare.

I movimenti per i diritti delle donne hanno sconfitto le vecchie idee sostenendo che le donne erano solo persone … persone con corpi femminili.

Grazie al movimento trans siamo tornati indietro, verso l’idea originale secondo cui essere donna è possedere un tipo speciale di anima che ti fa venire voglia di essere oppressa, picchiata e insanguinata.

Ah, quando si dice il progresso …

Non c’è invece consenso tra le organizzazioni sportive su ciò che svantaggia un uomo in modo sufficiente da poter competere contro le donne.

Il Comitato Olimpico Internazionale afferma che un maschio deve sopprimere il testosterone, che deve essere pari o inferiore a 10 nanomules per litro di sangue per un periodo di un anno prima della competizione.

Le femmine che prendessero il testosterone avrebbero bisogno di anni per arrivare fino a quella concentrazione.

La massa muscolare non diminuisce sostanzialmente con il trattamento ormonale. L’eradicazione dei genitali non diminuisce la densità ossea.

Non ci sono leggi federali omogenee negli Stati Uniti per determinare ciò che rende un maschio idoneo a competere contro le donne tant’è vero che, mentre i trans hanno vinto competizioni femminili, non risultano atleti dal corpo femminile in grado di partecipare alle competizioni maschili – figurarsi a vincerle.

Parlando con Outsports, Fallon Fox Ha sostenuto che:

“Le mie compagne di squadra non avevano idea che fossi un trans. Hanno riconosciuto la mia resistenza, la mia forza, la mia capacità di ridurre il peso nella stessa categoria delle donne biologiche (lit. “cisgender”).

Non immaginavano che non ne avrei nemmeno potuto farne parte. E non stavano pensando, ‘oh mio Dio, finirà per ammazzare qualcuno.'”

Il fatto che Fallon Fox possa “passare per donna” non può negare gli indubbi vantaggi conferiti dal corpo maschile, nulla può farlo.

Fox è stata esclusa contro la sua volontà e questo l’ha portata di diritto nella “LGBT Sports Hall Of Fame”. Ed è solo a questo punto che si è cominciato a parlare di “coraggio”.

E, quando i promoter Dell’UFC e della MMA — come ad esempio Invicta — hanno rifiutato di lasciarla competere contro le donne, Fallon Fox ha comunque deciso di continuare a picchiare le donne.

Il tempo dirà se la MMA le darà un’altra possibilità.

*****

Link Originale:  https://thepostmillennial.com/biological-male-who-broke-a-womans-skull-named-bravest-athlete-in-history

Scelto e tradotto da Bart