L’Impeachment di Trump è stato progettato per eliminare la protezione dei Servizi Segreti — Equivarrebbe a una condanna a morte

Redazione: Si tratterebbe, dunque, del tentativo di condannare a morte Donald Trump?

E cosa direbbe al riguardo la Corte Suprema, vista la palese illegittimità dell’atto d’Impeachment, ammesso che qualcuno riesca ancora a fidarsi del suo giudizio?

Perché, con grande franchezza, senza la protezione dei Servizi Segreti sarebbe pressoché inevitabile una fine violenta.

Oppure il Presidente sarebbe comunque condannato a morte, perdendo la protezione del Pentagono (chi si fida della CIA)?

Tante domande ma una sola risposta. Per il Presidente Trump non c’è in ballo solo la carica.

*****

Sorcha Faal

Un nuovo intrigante rapporto del Consiglio di Sicurezza (SC) che sta circolando al Cremlino, mette in risalto la palese ipocrisia dei giornalisti occidentali, che stanno mettendosi in fila per farsi iniettare il vaccino russo Sputnik V, primo al mondo contro il coronavirus [https://www.rt.com/russia/512428-western-journalists-sputnik-vaccination/].

Sono gli stessi giornalisti che per mesi lo avevano denigrato e la cui ipocrisia è evidenziata da Andrew Kramer, giornalista del New York Times, che ha rivelato di aver ricevuto la sua prima dose di Sputnik V, per poi elogiare “la tradizione degli scienziati russi nello sviluppo dei vaccini”, constatando che Mosca abbia evitato i problemi logistici che si son visti in Occidente.

L’ipocrisia dei mezzi di comunicazione Liberal dimostra che questi giornali non fanno altro che propaganda.

Prova ulteriore che servono solo a tener nascosta al popolo americano la verità. Ad esempio quella sul Labor Day.

Oltre un milione di sostenitori del Presidente Donald Trump parteciparono a manifestazioni di massa senza che nessuna finestra fosse rotta, senza che un solo poliziotto fosse attaccato o ucciso [https://www.thegatewaypundit.com/2021/01/1-1-million-attended-president-trumps-rallies-since-labor-day-not-single-window-broken-policeman-attacked-attendee-killed-clearly-trump-wasnt-behind-violence-capitol/].

Al popolo americano è stato ulteriormente nascosto che fu proprio la leader del Partito Democratico alla Camera, Nancy Pelosi, a chiedere nel 2018 che ci fossero “rivolte in tutto il Paese” [https://100percentfedup.com/pelosi-encouraged-riots-around-the-county-in-2018-republican-quotes-her-and-is-accused-of-insurrection/].

A quell’appello alla rivolta di massa diedero un seguito le forze terroristiche, BLM/Antifa, che si scatenarono in tutta l’America causando danni per oltre 2 miliardi di dollari [https://fee.org/articles/george-floyd-riots-caused-record-setting-2-billion-in-damage-new-report-says-here-s-why-the-true-cost-is-even-higher/].

Sono gli stessi terroristi che hanno circondato l’edificio del Campidoglio degli Stati Uniti il 6 gennaio.

Si erano presentati a Capitol Hill chiedendo che il Presidente Trump fosse incriminato per “istigazione alla violenza”, in quella che è stata definita la “menzogna dell’insurrezione” [https://thenationalpulse.com/analysis/the-insurrection-lie/].

Che si trattasse di una menzogna è dimostrato [fra le tante cose] dal fatto che la cronologia ufficiale degli eventi, costruita dal New York Times attraverso dei video, mostra che i manifestanti avevano violato il perimetro del Campidoglio 20 minuti prima che il Presidente Trump finisse il suo discorso [https://justthenews.com/government/congress/three-critical-questions-about-capitol-siege-remain-unanswered].

Tuttavia, queste verità non significano nulla, visto che la Pelosi le ha ignorate per guidare il secondo Impeachment contro il Presidente Trump [https://www.bbc.com/news/world-us-canada-55656385].

Un’Impeachment davvero bizzarro, visto che il Presidente Trump resterà in carica solo per altri 6 giorni.

L’ex Giudice Federale degli Stati Uniti, J. Michael Luttig, ha già sottolineato che la Costituzione degli Stati Uniti non permette l’impeachment degli ex-Presidenti.

Analisi confermata dal Senatore del Partito Repubblicano, Tom Cotton, che ha sottolineato il fatto che al Senato degli Stati Uniti manchi l’”autorità costituzionale” per procedere con l’impeachment [https://www.breitbart.com/politics/2021/01/13/tom-cotton-senate-lacks-constitutional-authority-to-proceed-with-impeachment-after-trump-leaves-office/], una volta che il Presidente Trump avesse lasciato l’incarico

In effetti, lo stesso leader della maggioranza al Senato degli Stati Uniti, Mitch McConnell, ha detto che qualsiasi processo d’impeachment non avrebbe luogo fino al giorno successivo a quello del giuramento, aggiungendo in una dichiarazione ufficiale che era comunque contrario [https://redstate.com/streiff/2021/01/13/mcconnell-hannity-impeachment-n309334].

Tutto questo porta molte persone a chiedersi perché il Partito Democratico si sia così maniacalmente focalizzato sull’Impeachment del Presidente Trump, nonostante sia palesemente illegale.

Se fosse condannato, sarebbe immediatamente spogliato di tutti i benefici previsti per gli ex Presidenti, senza più il permesso per candidarsi a cariche pubbliche.

Soprattutto, sarebbe privato della protezione dei Sevizi Segreti, la cui catastrofica conseguenza sarebbe come ricevere un’effettiva condanna a morte [https://sputniknews.com/us/202101141081761302-legal-constitutional-timeline-hurdles-what-are-donald-trumps-chances-at-senate-impeachment-trial/].

Perché solo il Servizio d’Intelligence di uno Stato Nazionale è in grado di proteggere la vita di un leader mondiale di così alto profilo, sotto costante minaccia di morte  [https://www.ndtv.com/world-news/iran-state-tv-advertises-80-million-reward-to-kill-us-president-donald-trump-after-general-qasem-sol-2159487].

*****

Link Originale: https://www.whatdoesitmean.com/index3451.htm

Scelto e tradotto da Franco