Tremonti: “Si deve fare come la Gran Bretagna” fuori dall’EU. Altro che far arrivare Draghi, come vorrebbe qualcuno…. A maggior ragione per come i partner EU hanno trattato l’Italia nel caso coronavirus!

Secondo chi scrive Giulio Tremonti resta l’unico faro nel caos quotidiano della politica italiana, il baluardo ultimo alla frammentazione dell’Italia in tre o più parti. La Lega di Giorgetti e Salvini, dopo aver tentato in tutti i modi di fare il renzusconi, salvo scontrarsi con il muro di Trump che non accetta nè accetterà mai Renzi nel governo italiano [nemmeno indirettamente] oggi si gioca forse il suo fatale piano B+, vedremo, dopo aver scelto di tradire i propri propositi di ITALEXIT e cambiare invece l’EU dal di dentro, ossia di non uscire dall’euro (…). Sullo sfondo il caso coronavirus, che sembra essere stato gonfiato ad arte dai media italici italiani, quasi fosse il perfetto cavallo di troia per portare avanti un cambio di agenda, agenda ad oggi ancora sconosciuta (…). Resto per altro interdetto dal comportamento per nulla collaborativo della politica italiana, Conte e Salvini su tutti: nel caso del virus cinese oggi in Italia, invece di collaborare per dare una soluzione ad una grave crisi sistemica, questi litigano. Folle. Come se i proprietari di una piccola palazzina, scoppiato un incendio, invece di cercare di fermarlo tutti assieme con gli idranti, smettessero di irrorare le fiamme ed iniziassero a litigare tra loro dandosi reciprocamente la colpa dell’incendio, lasciando dunque bruciare la casa. Quello che abbiamo visto in questi giorni non è solo roba da dementi , è proprio da coglioni!

Senza parole

Ossia, visto che gli italiani sono tutto tranne che fessi, evidentemente dietro c’è dell’altro. Sarò più chiaro: l’attuale caos sul coronavirus ritengo “possa”  rappresentare il catalizzatore per il terzo golpe italico in circa 25 anni, come lo fu la corruzione politica italiana in Tangentopoli e la supposta inadeguatezza di Berlusconi a governare nel 2011. Troppo assurdo vedere un paese autocastrarsi, così, messo alla berlina, anzi alla gogna, addirittura dagli stessi partner EU; per colpa di un virus che ha ad oggi fatto 11 morti quando l’influenza normale ne ha fatti circa 220 nella stagione, in aggiunta a commenti ufficiali di esperti riconosciuti mondialmente i quali sembrano ritenere il coronavirus un problema quasi relativo, con tutto il rispetto per i morti che fino ad oggi ci sono stati, statisticamente non rilevanti in termini di pandemia in corso.

Tremonti fu l’unico italiano invitato alla cerimonia di inaugurazione della Presidenza Trump

Quello che dice Tremonti nel suo ultimo intervento pubblico, ripreso anche da Libero, lo potete ricavare dal LINK, ossia dall’articolo sopra: uscire dall’EU per evitare la deflagrazione che avverrà entro un annetto quando ci sarà il crollo dell’economia figlio del coronavirus (dall’ 1.5% al 3% di contrazione del PIL, stimiamo; l’anno scorso a febbraio fummo tra i pochi ad azzeccare la recessione italica a fine 2019  ma con eccessivo pessimismo, tra -0.5 e -1% di PIL; fu invece solo negativa dello 0.3%, ndr). Recessione che con un debito al 135% del PIL con l’economia sommersa inclusa, ossia di oltre il 155% senza sommerso, significa solo una cosa: o implosione italica o confisca di massa delle ricchezze delle famiglie italiane. RESTANDO NELL’EURO.

Evidentemente le idee di Tremonti cozzano – da tempo – con la linea dei salviniani, mirata al business con la Germania…

Ecco perchè vediamo di buon occhio l’ipotesi di Tremonti al governo, anzi a capo dell’opposizione attuale facendola diventare così govenativa, ben sapendo che Tremonti la EU la vorrebbe anche abbandonare piuttosto che implodere! Dico io, è l’implosione che si vuole restando nell’euro? Favorendo un manipolo di soggetti economicamente interessati ma facendo pagare al restante 99,9% della popolazione un conto salatissimo? Anche alla gente del nord? La Lega ha spiegato questo ai suoi concittadini “nordisti”, intendo alle famiglie del “suo” nord?

Farà (molti) più morti il coronavirus o la sicura recessione che sarà conclamata in Italia durante i prossimi 12 mesi? Temo di sapere la risposta…

Appunto. Ormai tramontata la possibilità di fare il renzusconi causa niet americano – a Renzi nel governo, più che esplicito ormai – ecco forse il piano B+: far arrivare Draghi al governo per far mettere “ad altri” le tasse impossibili che l’EU vuole, tasse che chiaramente nessun soggetto politico, a maggior ragione i post-sovranisti, non hanno il coraggio di imporre, verrebbero disintegrati alle urne. Restando nell’euro. Edinfatti si parla giù di”governissimo”, che sarebbe per definizione pro-EU…. Appunto, visto che Salvini e la Lega vogliono restare nell’euro, per la proprietà transitiva, anche la Lega è pronta ad accettare tasse al limite della confisca, a vantaggio delle proprie elites padane, a patto che non sia lei a imporle. ll problema è che non ha l coraggio di fare quello che i colleghi francotedeschi vogliono, restando nell’euro: tasse assurde !O sbaglio la logica?

Abbiamo appena finito di chiedere ai contendenti di collaborare e Salvini viene fuori come riassunto da italiaoggi,  al LINK [“…Aveva assicurato che in questo periodo non ci sarebbero state polemiche e che tutti avrebbero dato una mano al governo per affrontare compatti l’emergenza Coronavirus che interessa ormai l’intero paese. E invece polemiche e critiche sembrano essere all’ordine del giorno come si evince dalle dichiarazioni del leader della Lega Matteo Salvini“]

Il coronavirus che fa implodere l’economia italica, coronavirus che il fato ha voluto far esplodere in Lombardia, sembra cadere a fagiuolo: innescherà al 100% una pesantissima crisi economica in Italia la quale, restando nell’euro, costringerà ad un’imposizione di tasse straordinarie alle famiglie italiane, anche a quelle leghiste. Per fare ciò, RESTANDO NELL’EURO, allora – forse,… – bisogna far arrivare Draghi “amico di Giorgetti” e con una emergenza inventata alla spalle il giusto condimento per far accettare di tutto al popolino [come da manuale Monti del sicario economico (“per fare accettare riforme pesanti ci vuole una crisi“, o qualcosa del genere)].

Molto tornerebbe con tale chiave di lettura, vedremo.

“Nel 2011 Berlusconi aveva un piano per uscire dall’euro”, onde evitare di fare arrivare la troika imposta da Parigi e Berlino. Ecco perchè Giulio Tremonti, storico ex ministro, è il candidato Premier ideale per evitare il MES!

Voi sapete che il sogno di chi scrive è che Giulio Tremonti possa prendere in mano la Lega, mettendo da parte Salvini, ovvero con Giorgetti segretario e con l’ex super ministro dell’economia candidato Premier con il mandato di rinegoziare all’ultimo sangue la permanenza dell’Italia prima di tutto nella moneta unica, poi anche nell’EU. Vedremo come butterà.

Certo che se un ipotetico Governo Draghi dovesse arrivare e imponesse tasse straordinarie alle famiglie italiane, magari tassando a termine le prime case con il metodo del famoso Pellegrino Capaldo/Cassese, da Atripalda, soggetto molto vicino via suo alter ego a ben due presidenti della Repubblica (…), la ricetta si presterebbe molto bene ad abbassare le tasse immediatamente dopo la salassata per confidere del tutto il pueblo, ma con la conseguenza che la maggior parte degli italiani non potrebbe più lasciare al proprio figlio la casa in eredità.

Intanto, fattuale purtroppo, l’EU tratta l’Italia da appestata col coronavirus, minacciando la chiusura delle frontiere ed il blocco di Schengen (stessa cosa che la Francia ha fatto per almeno sei mesi con la crisi dei migranti fatti arrivare sulle coste italiane dalla Libya anche tramite navi di supposta estrazione vicina ai servizi segreti d’oltralpe, vedasi ruoli governativi di B. Kouchner e dell’Abbè Pierre, …); mentre l’Austria lo ha già fatto. Ossia in EUropa stanno deliberatamente strangolando l’economia italiana, mandandola in recessione. Un trattamento così di norma viene riservato ad un nemico, o meglio a una colonia, non a un partner!  Cosa bolle in pentola? Dunque, la proposta di rottura con l’EU a certe condizioni, avanzata da Giulio Tremonti, trova anche per tale ragione il nostro più totale supporto! Sembra davvero che il silenzio di Bruxelles sul coronavirus italico sia così assordante proprio perchè – forse – da lontano qualcuno ha le mani nella pasta governativa romana, che dite?

Work in progress

MD