Da dementi: l’Italia va con Macron a posizionarsi in Medio oriente e Libia, abbandonando l’asse atlantico (ma quanti soldi sono stati pagati ai politici italiani per svendere il Paese?)

Tutto parte da Montedison, con l’uccisione di Gardini, assassinato, non suicidato secondo fonti autorevoli (mi riferisco addirittura ad un giudice, Almerighi, che dettaglia convintamente tale tesi). Chi comprò Montedison? I francesi, anzi un’azienda del ministero della difesa francese, EDF. A chi andarono le spoglie di Montedison, quelle buone? Al mondo francofono. Chi pagò la tangente al giudice della procura di Milano Diegò Curtò ed a sua moglie Antonia di Pietro per fare indebitamente fallire Montedison, poi acquistata dai francesi? Non è stato scoperto, o meglio Curtò non lo ha detto, “ha taciuto qualcosa/tace qualosa”, stando a cosa diceva la grande stampa dei tempi. Molti indizi sembravano però portare alla succursale svizzera di una famosa banca francese spesso usata dai servizi segreti d’oltralpe, ora scomparsa (…). Ma nulla fu indagato oltre, tutto si fermò. Francesco Greco, oggi procuratore di Milano, piangeva come un bambino al funerale di Gardini. Invece all’atto della presa finale di Montedison il procuratore capo di Milano era lo stesso il cui cugino (stesso cognome) aveva servito per gli affari legali di Edison già governata in condominio dai francesi “ministeriali”,  in Foro Buonaparte. Segno dei tempi…

Or dunque, dopo che Moscovici ha massacrato l’Italia con l’austerità da commissario EU, dopo che Sarkozy ha depredato la Libya, dopo i risolini di Sarkozy e Merkel contro Berlusconi – la cui unica colpa, vedremo dopo, fu quella di andare con G.W. Bush alla campagna del Medio Oriente facendo le corna all’EU, nel 2005, vedasi il caso dell’uranio del Niger di Pollari -, potrei anche dire dopo Ustica ed il caso Hyperion/Moro, dopo l’inutile e mortale austerità imposta all’Italia dai franco tedeschi negli ultimi 9 anni, dopo che la francese Arcelor chiude Ilva per non chiudere le acciaierie d’oltralpe, dopo che FCA viene comprata dai francesi nel silenzio generale per chiudere metà degli stabilimenti in Italia (entro circa un paio di anni), ripeto, nel totale silenzio della politica e soprattutto di quella sovranista, ecco che l’Italia decide finalmente di andare con la Francia a posizionarsi in scenari e geostrategici in Medio Oriente facendo le corna all’asse anglo, anzi sfidandolo prospetticamente. E tutti tacciono su questa tragica piega, anche dalla supposta opposizione.

Ma chi credono di prendere in giro, i vostri politici? E tutto questo per quale fine? Per diventare colonia in EU? Per avere tasse sempre più alte? O per restare nell’euro, ormai desiderata anche leghista, infatti se hai tanti soldi da spendere evidentemente è meglio avere gli euro, verrebbe da dire… O per non pagare le pensioni future agli italiani che pur hanno versato montagne di contributi?

Chi paga, chi subisce, la classe media italiana, destinata a morire di tasse restando nell’euro, invece sta zitta…. I media fanno un bel lavoro, non c’è che dire, infatti i giornaloni e le TV che non siano di Stato difendono gli interessi dei loro editori, che di norma sono miliardari e non vogliono convertire gli euro in nuove lire.

Peccato che tutti o quasi tacciano il fatto che per restare nell’euro l’EU chiederà all’Italia di incrementare ancora di più le tasse. E poi, caduto Trump ed arrivato – prima o poi succede – il solito Dem negli USA, verrà anche chiesto all’Italia di confiscare i beni degli italiani per pagare i debito, anche le loro case private con una patrimoniale sul suolo residenziale o qualche diavoleria del genere…. Lì i giochi saranno fatti, a maggior ragione se circa il 15 % della popolazione italiana sarà fatta da immigrati, che vedranno la loro rivincita sociale nel mandare sul lastrico gli italiani “originali” (in realtà anche gli immigrati saranno strumento in mano altrui, ma molto più ignoranti degli italiani in termini di coscienza dei loro diritti civili, sociali ed economici, ossia più gestibili e manipolabili oltre che nella stragrande maggioranza dei casi quasi nullatenenti, ndr).

In tutto questo osservo incredulo la politica italiana attuale e mi viene da piangere, meno male sono lontano dall’Italia da tanti anni: su tutti, medito sulla speranza tradita, i salviniani, che prima votano TAV con PD e Forza Italia a vantaggio francese, poi non dicono una parola, una, sullo scippo di una azienda come FCA che quando chiuderà gli stabilimenti in Italia – INEVITABILE – farà malissimo agli italiani, non ai politici. Ed anche che non dicono nulla sul fatto che Ilva si cerchi di chiuderla lato francese per evitare che la stessa sorte capiti all’azienda Arcelor, francese, certamente meno performante di Ilva ma con il vantaggio di risiedere in Francia ed occupare persone francesi… Anche Fantozzi al posto degli Italiani, dopo aver trovato il centesimo kilogrammo di pane negli armadi, iniziò ad avere dubbi che la moglie lo tradiva. Gli Italiani invece sembrano non avere nessun dubbio sui propri politici che ormai, per altro in modo deliberato (“vogliamo cambiare l’EU da di dentro“), nei fatti sono a letto con l’EUropa e non vogliono dichiaratamente tornare più alla moneta nazionale…

Ma chi si vuole prendere in giro?? A me ad esempio è chiarissimo perchè il Capita/one leghista voleva che i suoi leghisti lo condannassero sulla Gregoretti, ma non infierisco ora per evitare che la sinistra prenda troppi voti in Emilia. O meglio, aspettate cosa succederà appena dopo…. segnatevelo (non da noi, ben inteso, ma dagli eventi, …). Ma questa è un’altra storia.

La storia tragica è che Berlusconi fu punito dall’EU, durante la seconda Tangentopoli del 2011, proprio perchè nel 2005 volle andare con Bush nella campagna del Medio Oriente, in Iraq mollando l’asse franco-tedesco addivenire. E così Saipem ed Eni si misero a fare utili miliardari e record in borsa. Infatti l’Italia nel 2007 aveva una disoccupazione sotto al 6% mentre in Germania era dell’11% nel 2006, vedasi il grafico sotto (poi, quando il Belpaese doveva ri-inizare a crescere come tutti nel mondo l’EU pensò bene di mandare il liquidatore Monti e li finì la storia dellItalia indipendente, nel grafico sotto si vede benissimo). Solo per poi essere abbandonato, il Berlusconi, dagli italiani nel 2011 quando venne inopinatamente attaccato dagli EUropei (non da me, che mai lo avevo votato ma lo difesi a spada tratta). E parimenti vennero attaccate proprio le aziende che tanti soldi avevano fatto andando in ventura con gli USA, vedasi supposti scandali su Saipem, Eni e Finmeccanica con accuse poi finite in una bolla di sapone ma che tanti danni hanno fatto, tutte aziende che grazie all’asse con gli USA firmarono contratti miliardari oltreoceano.

L’Italia con Berlusconi a letto con gli Americani andava benissimo, vedasi la disoccupazione! E vedasi il disastro tedesco ante-2008… Poi invece!

Oggi invece di cercare una alternativa all’EU ed alle tasse, oltre che alla colonizzazione a tutto tondo prossima ventura, i nostri governanti, dalla lega al PD (con forse l’unica eccezione del M5S – sempre britannico – ossia che i francesi li ha sempre attaccati), preferiscono diventare il cagnolino dei francesi anche a livello militare. E dunque contro gli USA. Sparandosi per altro negli zebedei sulla Libya e sui suoi giacimenti mediterranei.

Da dementi. Da veri dementi.

O anche “da corrotti mentali” se volete, vedremo che succederà a breve. Certo, ormai ho provato sulla mia pelle che la politica romana è solo interesse personale o quasi. Basta saperlo.

Dunque nessun attivismo qui, basta, nessun ideale, solo cercare di farvi usare il cervello. Ma solo per coloro che sanno di averlo, il cervello.

Non aggiungo altro, vi rimando a dopo le elezioni, diciamo una decina di giorni dopo circa.

Mitt Dolcino