Qualche pensiero sul “suicidio” di Jeffrey Epstein (dove diavolo è finita Ghislaine Maxwell?)

Redazione: c’è finanche chi dice che Epstein non sia morto, ma che lo abbiano fatto sparire in un qualche kibbutz israeliano.

Ma se sono coinvolti i Servizi Segreti – come ci ha detto fra gli altri Alexander Acosta (ex Segretario al Lavoro dell’Amministrazione Trump) – la verità potrà forse dirla i libri di storia, certo non la cronaca.

E’ coinvolto l’establishment globalista mondiale. Anton LaVey, fondatore della Chiesa di Satana, ebbe a dire che fra i suoi riti e quelli delle oligarchie economiche mondiali non c’era alcuna differenza ….. e nell’isola di Epstein esiste una costruzione che tanto richiama un tempio satanico.

Satanismo, pedofilia, ricchezza smisurata esentasse ….. si accoppiano tutte al tentativo di distruggere la classe media mondiale, in senso economico e morale.

Non più cittadini ma consumatori, fino a quando non ci saranno più soldi per comprare qualcosa.

Il Presidente Trump ha detto che indagherà. Lo ha detto anche il Procuratore Generale degli Stati Uniti William Barr. Potrebbe essere una grande vittoria nella guerra fra sovranisti e globalisti, fra popolo ed élite.

Ma qualcosa ci dice che forse è meglio essere prudenti ed aspettare ancora un po’. Continueremo comunque a seguire questa vicenda (in ogni caso, sulla blogosfera mondiale non si parla d’altro).     

—————

Michael Krieger per Liberty Blitz Krieg

Guns N’ Roses, Civil War:

Hai messo una fascia nera sul braccio

quando hanno sparato all’uomo

che disse: “La pace potrebbe durare in eterno”?

Nei miei primi ricordi

(c’è che) spararono a Kennedy

e divenni insensibile quando imparai a capire

Così il Vietnam non mi ha sorpreso

Abbiamo i muri di Washington a ricordarci

che non puoi credere alla libertà

se non ce l’hai

quando tutti combattono

per la loro terra promessa

———–

Le cose stanno diventando davvero strane, se pensiamo che la notizia della morte di Jeffrey Epstein in una prigione di New York City, gestita dal Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti, è la parte meno sorprendente dell’intera vicenda.

Innumerevoli persone, compreso me stesso, presumevano che sarebbe successo esattamente questo. E quindi è andata proprio così, Epstein se n’è andato [morto].

Continuo a pensare che i personaggi coinvolti da Epstein in quello che sembra essere un ricatto seriale collegato ai Servizi Segreti, sono semplicemente troppo potenti e troppo ben collegati alle Istituzioni che gestiscono questo paese (ed anche altri) perché noi si possa ottenere delle risposte.

Quello che sto dicendo è cinico e deprimente, ma è basato su ciò che ho visto negli ultimi due decenni. La mia è la conclusione più probabile.

Stato di Diritto in America? Non siamo ridicoli. Ci sono i “sovrani” e i “governati”. In quale secchio pensiamo di trovarci?

Tuttavia, c’è qualcosa di buono che può venire da questa storia.

Il popolo americano è così passivo perché molte persone vivono in uno stato di negazione intenzionale.

Ammettere che il nostro paese è più simile alla famiglia Corleone che a qualche personaggio della filosofia politica greca è un passo difficile da compiere.

Significherebbe ammettere che siamo rannicchiati in un angolo – sperando di stare al sicuro – e che non abbiamo intenzione di fare qualcosa.

Molte persone preferiscono continuare ad esistere in una comoda narrazione mentale ed emotiva: la narrazione di quello che vogliono credere degli Stati Uniti, che è il contrario della realtà.

Anche se non nutro illusioni sul fatto che si faccia giustizia, c’è comunque qualcosa che ognuno di noi può fare: possiamo definire questa farsa per quello che è.

Questa storia è un gigantesco dito medio posto davanti ad ogni singola persona sulla faccia della Terra e come tale dovrebbe essere trattata.

Cerchiamo di non dimenticare mai quello che è successo. Mai. E continuiamo a scavare.

Prendiamo possesso delle nostre facoltà mentali e mostriamo di avere coraggio. Ci sono molte, molte domande da fare e dovremmo tutti cominciare a porle. Io comincio adesso.

Dove diavolo si trova Ghislaine Maxwell e perché non è in custodia cautelare?

Dove diavolo è finita Ghislaine Maxwell? Lo sapete, è la donna che Jeffrey Epstein definiva sua “migliore amica”, accusata di essere la “madame” di questa sordida vicenda.

C’è l’impressione che sia scomparsa dalla faccia della terra e che pochissime persone siano interessate.

Eppure, in questo momento dovrebbe essere la domanda principale. La CBS News ha detto che:

“””Londra – La morte di Jeffrey Epstein sta ponendo una nuova attenzione sui suoi presunti associati, che potrebbero dover affrontare ulteriori accuse.

La persona numero uno, in questa lista, è Ghislaine Maxwell, accusata di reclutare ragazze adolescenti per Epstein ed i suoi amici – e fra questi un membro della Famiglia Reale britannica.

Holly Williams, corrispondente della CBS News, ha detto che i documenti non pubblicati Venerdì scorso contengono accuse secondo le quali la Maxwell, una strettissima conoscente di Epstein, avrebbe avuto un “ruolo importante” nel “cerchio dell’abuso sessuale” costituito dal finanziere miliardario, spingendo in particolare una ragazza minorenne a fare sesso sia con Epstein che con altri.

La Maxwell nega strenuamente queste accuse, ma il suo attuale domicilio è sconosciuto”””.

Certo, è una cosa strana. Ma diventa ancor più bizzarra una volta compreso chi era il suo defunto padre, Robert Maxwell. C’è chi ha scritto un libro su di lui.

Quindi no, mi correggo, tutto questo non è per niente strano. Al contrario, è assolutamente normale, basta sapere di chi si trattava [https://en.wikipedia.org/wiki/Robert_Maxwell].

E che dire del miliardario Leslie Wexner, l’unico cliente noto di Epstein in tutti questi anni? Perché non viene sottoposto ad un attento esame?

Non abbiamo ancora idea di come Epstein abbia investito i suoi soldi e queste domande dovrebbero comunque essere poste, anche se potremmo non avere mai delle risposte.

In questa storia è un imperativo non seppellire la testa sotto la sabbia.

Poniamo domande intelligenti, continuiamo a scavare e non dimentichiamoci mai di quello che è successo e di quanto sia scandaloso e inaccettabile.

——————-

Link Originale: https://libertyblitzkrieg.com/2019/08/12/a-few-thoughts-

Scelto e tradotto da Franco

Please follow and like us:
error