Sulla TAV il M5S aveva ragione: è antieconomico completarla! Dunque, blocco dei lavori e IMMEDIATA riallocazione delle risorse ad altre grandi opere ad alto moltiplicatore

Avevo suggerito una pubblicazione del rapporto sui costi e benefici della TAV, in modo da rendere trasparente la valutazione. E’ stato fatto, giusto seguire la prassi, in trasparenza. La valutazione è stata mandata prima di tutti al Governo francese, che infatti tace ed acconsente: la TAV è dimostrato non essere conveniente per l’Italia. Punto. In tutto questo resta assurdo come la Francia taccia – di fatto acconsentendo – e lato italiano si cerchi ancora di giustificare l’opera.

Mi sono preso un giorno per leggere la relazione: è sostanzialmente corretta e cautelativa, i numeri sembrano tornare. Dunque, perdere 7 miliardi è assurdo per l’Italia, oggi! Certamente nessuno qui è disposto a continuare l’opera solo perchè i Lunardi di turno devono continuare a scavare, o sbaglio?

Dunque, immediato stop ai lavori e riallocazione immediata delle risorse ad altre opere, a maggior moltiplicatore. Ovvero su opere che occupano gente italiana in Italia, via imprese italiane.

Pragmaticamente i conti tornano, analisi valida secondo chi scrive. Tutto il mio rispetto per il M5S che aveva ragione e lo ha dimostrato. Posso solo dire “Grazie”.

In tutto questo resto convinto che nei prossimi giorni/settimane/mesi (dipendendo da come apparirà il supporto lato italiano alla posizione gialloverde, …) sia possibile che EU e la Francia acconsentano ad accollarsi il “buco” di 7 miliardi lato italiano pur di completare l’opera. In tale caso l’azione  del M5S sarebbe letteralmente un colpo gobbo (…)(vedremo, work in progress).


Per altro non mi aspetto rimostranze lato leghista, anche perchè leggevo del commissario ai lavori governativo della TAV che, stizzito per lo stop, si è appellato non alla correttezza dei costi ma alla mancata considerazione di aspetti “sociali ed ambientali” nelle valutazioni (per le condizioni in cui si trovano le finanze italiane sembrerebbe trattarsi di fuffa, che ne dite?). Forse non tutti lo hanno capito ma l’Italia è IN BOLLETTA per cui prima di tutto bisogna puntare ai risparmi; ci sono genitori che devono ritardare trattamenti sanitari per l’assenza di cash, dunque che lo stato eviti di buttare via soldi!

Chiaro, tutto il discorso funziona se IMMEDIATAMENTE il M5S alloca le risorse messe in budget per la TAV su altre grandi opere ad alto moltiplicatore, specificando quali sono ed i dettagli finanziari (…).

Il prof. Conti (Economia dei Trasporti), che ha fatto lo studio costi/benefici gratis, risponde ai politici che definiscono i risultati “taroccati”…

Questo deve esser fatto nelle prossime 72 ore. Altrimenti i pentastellati, a cui va il mio rispetto, verranno comunque attaccati, inevitabile (già mi vedo nei prossimi giorni i cassintegrati delle imprese a cui erano stati dati i lavori per lo scavo della TAV manifestare rumorosamente in TV….)

Alto moltiplicatore significa – semplificando – che per ogni euro speso io ne ricavo ben più di uno tra tasse e redditi incrementati nel paese. Se il moltiplicatore fosse 5 per ogni euro speso lo Stato ne fa girare 5. Vedete voi, un win win per tutti gli italiani residenti (a proposto, quanto è il moltiplicatore dello scavo della TAV, la parte che manca?, …).

Mitt Dolcino