Buon Primo Maggio (la verità vi renderà liberi)

Redazione:

Auguriamo “Buon Primo Maggio” a tutti coloro che lavorano o che oggi sono fermi, ma non per loro scelta.

Lo facciamo con quest’articolo di Gianfranco La Grassa, un “pensatore” che non ha bisogno di essere presentato: https://it.wikipedia.org/wiki/Gianfranco_La_Grassa

Svelare chi ha tradito il “Mondo del Lavoro” crediamo sia un esercizio di grande utilità. Ma non ci si accusi d’istigazione o d’irriverenza.

“La verità” — racconta il Vangelo — “vi renderà liberi” … e la verità è un fatto politico, non solo religioso.  

Leggi tutto “Buon Primo Maggio (la verità vi renderà liberi)”

Vi ricordate cosa dicevamo solo pochi mesi fa? Attenzione, il disastro economico è arrivato. Ora gli italiani devono scegliere: volete la patrimoniale? E tagliare pensioni e stipendi pubblici? O l’Italiaxit? Sta a voi…

L’abbiamo scritto chiaro solo qualche mese fa, a Gennaio scorso. E anche prima, nel 2019. Ci siamo tristemente arrivati, il COVID ha fatto da accelerante. Dunque, abbiamo il crollo del PIL, morte degli anziani che spesso sostentavano con le loro pensioni i giovani, crollo della domanda, aziende che non riapriranno… E conti statali che fatalmente non tornano. In tale contesto l’EU non vuole concedere denari se non a fronte di una patrimoniale monstre sulle ricchezze delle famiglie pari al 14% degli averi famigliari, case incluse, è una proposta tedesca degli scorsi giorni. Ossia rinnegando totalmente il vantaggio dell’euro concesso a tedeschi, olandesi e austriaci grazie ad un euro più svalutato grazie ai PIIGS che sono stati nel tempo depredati, ad esempio. Triste rilevare purtroppo che molte delle elites italiane hanno interessi proprio in Germania ed Olanda, infatti quasi tutte le holding detentrici gli assets degli editori italiani sono proprio in Olanda, guardate ad es. agli editori dei principali media. Dunque, di che stiamo parlando? Degli interessi di qualche migliaio di persone contro quelli di quasi 60 milioni di italiani?

Leggi tutto “Vi ricordate cosa dicevamo solo pochi mesi fa? Attenzione, il disastro economico è arrivato. Ora gli italiani devono scegliere: volete la patrimoniale? E tagliare pensioni e stipendi pubblici? O l’Italiaxit? Sta a voi…”

“Non tracciarmi, fratello”

Tom Luongo

“Tracciare i contatti”? Davvero? E’ questo il prossimo “grande programma” per la sorveglianza totale delle nostre vite?

Finalmente vengono alla luce le vere conseguenze della Coronapocalisse.

Le stesse persone che hanno creato una falsa pandemia basandola su statistiche sbagliate, sulla paura veicolata dai media e sulla più bieca propaganda, stanno ora spingendo per uno “status di sorveglianza totale” al fine di proteggerci (noi o loro?) dalla prossima crisi.

Leggi tutto ““Non tracciarmi, fratello””

Salvini, capito l’andazzo, cerca di tornare pro-USA: dopo la firma della Via della Seta, dopo Geraci, dopo Huawei a Milano, Salvini supporta Conte! (la Lega già sotto il 20% ha fatto il miracolo?)

  

Salvini supporta Conte: che dicono ora i leghisti hard core? Aspettiamo i commenti…

Spiace che la gente non conosca le differenze culturali, la storia, il significato del vivere civile, fin anche l’educazione e la coerenza: dopo che la Lega salviniana ne ha fatte di ogni, dopo aver fatto un accordo strategico di portata immane coi cinesi, dopo che i gialloverdi hanno rifiutato l’offerta USA di riprendere la Libya (sarebbe bastata una settimana) rischierando ben due portaerei nucleari a stelle e strisce nel i pressi del Golfo della Sirte –  con lo scopo di far cancellare da Roma la firma della Via della Seta – ecco che i salviniani capito l’andazzo cercano di tornare sui loro passi. Fare una cosa del genere ad un americano si sappia che non è solo sbagliato, è proprio un errore: a Craxi venne dato l’onore delle armi per aver difeso l’Italia a Sigonella, a gente come gli attuali temo non verrà concesso nemmeno quello.

Leggi tutto “Salvini, capito l’andazzo, cerca di tornare pro-USA: dopo la firma della Via della Seta, dopo Geraci, dopo Huawei a Milano, Salvini supporta Conte! (la Lega già sotto il 20% ha fatto il miracolo?)”

Crisi Coronavirus: la Cina non vincerà!

Amir Taheri per The Gatestone Insitute

“La Cina sta vincendo?” E’ questo il “titolo di copertina” con cui ad inizio mese il settimanale britannico “The Economist” diede inizio ad un reportage su come le maggiori potenze potrebbero riemergere dall’attuale crisi dovuta al Coronavirus.

Non è la prima volta che una parte dei media occidentali, fra i quali “The Economist”, definiscono le Democrazie Occidentali — e specialmente gli Stati Uniti – come “perdenti” rispetto ai loro concorrenti e/o nemici.

Negli anni ‘80, ad esempio, il periodico si fece promotore del “Japan As Number One” [“Giappone numero uno al mondo”], facendo eco ad Ezra Vogel che, nel suo omonimo libro, ne aveva magnificato il “perfetto modello economico”.

Leggi tutto “Crisi Coronavirus: la Cina non vincerà!”

Le sfida finale dell’UE all’Italia: le condizionalità che Berlino ci vuole imporre prima che arrivi Trump (qelsi.it)

Mitt Dolcino per Qelsi.it

Durante le scorse settimane abbiamo vissuto eventi drammatici, sebbene sottaciuti dai media. Prima un tentativo di colpo di mano da parte degli avversari interni del primo ministro Conte, a cavallo del cedimento di Gualtieri all’Eurogruppo. Seguito dalla dichiarazione TV “a braccio” del primo ministro ed indirizzata personalmente e direttamente agli avversari interni; in tale modo è stato chiesto esplicito aiuto ai supporter esterni dell’attuale governo, supporter che sono nemici di questa UE (…). Successivamente c’è stata la dovuta pace armata, in atto, passando per qualche concessione interna agli avversari per mantenere l’ordine pubblico.

Leggi tutto “Le sfida finale dell’UE all’Italia: le condizionalità che Berlino ci vuole imporre prima che arrivi Trump (qelsi.it)”

Un’infermiera di New York: ”stanno uccidendo i pazienti Covid con i respiratori”

Cesare Sacchetti per La Cruna dell’Ago

Una testimonianza drammatica che racconta l’orrore che si sta vivendo in un ospedale di New York.

E’ esattamente questa la parola usata, orrore, da un’infermiera americana in prima linea nella lotta contro il Covid-19.

“E’ un film dell’orrore, ma non per la malattia ma per il modo nel quale viene trattata.”

Tutto questo infatti non deriverebbe dagli effetti devastanti che il virus avrebbe sui pazienti infetti, quanto dalle terapie che stanno praticamente portando alla morte certa delle persone.

Le terapie in questione sono i respiratori artificiali che starebbero provocando una vera e propria strage negli ospedali americani.

Leggi tutto “Un’infermiera di New York: ”stanno uccidendo i pazienti Covid con i respiratori””

QUELLO CHE NON VI DICONO E NON FANNO PER SALVARCI: “VE LO DICO IO”…. E MOSLER!!!!!

 

di Megas Alexandros

Non ve lo diranno mai e non lo faranno mai!!!! vuoi perche’ sono incapaci, vuoi perche’ sono in malafede, vuoi perche’ rispondono a chi ci guadagna a stare cosi. Non vi diranno mai e non faranno mai quello che vi sto per dire io. Finirebbe tutto!!!!….. il loro potere, la tragica situazione in cui viviamo, il controllo che hanno su di noi, solo se tutti avessimo chiaro quello che cerchero’ di spiegarvi. E’ semplice ce lo hanno servito su un piatto d’argento, un rigore a porta vuota ma un rigore che dovremmo battere NOI.

Leggi tutto “QUELLO CHE NON VI DICONO E NON FANNO PER SALVARCI: “VE LO DICO IO”…. E MOSLER!!!!!”

La crisi dell’Italia è solo all’inizio: il “piano di salvataggio” dell’UE è del tutto insufficiente

Quello che serve davvero, in Italia, è un serio “movimento di opposizione” all’UE.

Dominic Standish per spiked-online

Dopo la Videoconferenza dei leader dell’UE che si è tenuta la scorsa settimana (in discussione il “piano di salvataggio” per le economie europee colpite dal Covid), il Primo Ministro italiano, Giuseppe Conte, era di buon umore: “Grandi progressi, impensabili fino a poche settimane fa”.

Entusiasta il Titolo della BBC: “I Leader dell’UE hanno concordato un enorme piano di salvataggio”.

Un tale annuncio potrebbe essere stato di conforto, ma l’economia italiana e l’UE sono ben lontane dall’essere salvate.

In quella videoconferenza, ciò che davvero è degno di nota è quello che non è stato concordato.

Leggi tutto “La crisi dell’Italia è solo all’inizio: il “piano di salvataggio” dell’UE è del tutto insufficiente”

IL LUPO (TEDESCO) PERDE IL PELO, MA NON IL VIZIO…

Dopo 75 anni, l’aggressività e la sete di dominio della Germania tormentano di nuovo il continente europeo.

Dopo che il sito ne ha parlato il 25 aprile, torniamo sulla strategia tedesca per il dominio della UE: i media mainstream, schiavi del politicamente corretto, raramente descrivono a fondo il problema della convivenza con la Germania in un’unione monetaria a cambio fisso, soprattutto per quanto attiene alle implicazioni geopolitiche.

Il 30 gennaio 1939, Adolf Hitler tenne  un discorso al Reichstag, in cui chiamò la Germania ad un’offensiva economica, al grido “Esportare o morire”:

Leggi tutto “IL LUPO (TEDESCO) PERDE IL PELO, MA NON IL VIZIO…”