Ma le tasse non dovevano diminuire? Invece siamo al record! Salvini, se ci sei batti un colpo (bisogna smetterla di usare i migranti come specchietto per le allodole, “dimenticandosi apposta” dell’economia…).

La CGIA di Mestre è implacabile: analizza in modo indipendente tutti i dati statali soprattutto fiscali, spiegando i meccanismi non chiariti da nessun media, guarda caso. Dunque detta CGIA ci conferma che nel 2019 la pressione fiscale è salita. E quel che è peggio è DESTINATA A SALIRE! Si parla di ulteriori 33 miliardi da trovare entro il prossimo anno, 33 miliardi di euro! In bocca al lupo agli italiani, che ancora pensano che le tasse scenderanno, perchè qualcuno glielo fa credere…

Leggi tutto “Ma le tasse non dovevano diminuire? Invece siamo al record! Salvini, se ci sei batti un colpo (bisogna smetterla di usare i migranti come specchietto per le allodole, “dimenticandosi apposta” dell’economia…).”

La nuova Unione Europea è esattamente come quella vecchia

Tom Luongo

Questa settimana l’Unione Europea ha scelto la sua nuova leadership. Si è trattato, per una volta, di un affare inquietante: non si sono visti stampini di gomma.

Alla fine, i quattro nuovi dirigenti dell’Unione Europea non erano i favoriti della vigilia, secondo i desideri della Cancelliera tedesca Angela Merkel.

Il suo candidato alla presidenza della Commissione Europea è stato respinto. Stessa cosa per il sostituto di Mario Draghi ai vertici della BCE, il Presidente della Bundesbanke Jens Weidmann.

Questa settimana il vero vincitore è stato il Presidente francese Emmanuel Macron.

Leggi tutto “La nuova Unione Europea è esattamente come quella vecchia”

Sono alieni? Trump risponde in modo “criptico”, mentre fonti ufficiali confermano la presenza del “relitto di un UFO” in una base segreta

Sono alieni? Trump risponde in modo “criptico”, mentre fonti ufficiali confermano la presenza del “relitto di un UFO” in una base segreta

Redazione: Quest’intervista è stata rilanciata da decine di siti in tutto il mondo. Nel nostro caso dal britannico Express, che fa parte del gotha mediatico inglese.

Tucker Carlson è un notissimo commentatore politico, di norma poco indulgente con i voli di fantasia. Oltre che con Fox News, collabora con “The Weekly Standard”. Qualsiasi cosa si possa pensare di questa intervista, la sua credibilità è indiscussa.

Resta il mistero degli UFO, che consegniamo ai commenti dei nostri lettori.

Leggi tutto “Sono alieni? Trump risponde in modo “criptico”, mentre fonti ufficiali confermano la presenza del “relitto di un UFO” in una base segreta”

Salvini rinuncerà al seggio EU? (Come ha fatto Giorgia Merloni) o si limitera a brandire il rosario, continunando a prenderci in giro “per cambiare l’EU da di dentro”? Intanto Sapelli preannuncia tempi grami per Roma…

Non passa giorno che una nave tedesca, francese o spagnola non arrivi sulle coste italiane, rafforzando mediaticamente Salvini. E non passa giorno che Salvini non commenti stizzito, anche aumentando il consenso a forza di urla. E parimenti non passa giorno che si taccia lato Lega sulle faccende economiche italiane, ossia continuiamo a parlare di migranti e non di economia quando l’EU ci vuole invece crocifiggere per via economica. Il bravo Sapelli intanto chiarisce l’arcano: le nomine EU, quelle approvate da chi “vuole cambiare l’EU da di dentro“, ovvero da Salvini di fatto diventato EUropeista da quando ha tragicamente scelto di rinnegare la sua bandiera di uscire dall’euro, saranno tragiche per l’Italia… Leggi tutto “Salvini rinuncerà al seggio EU? (Come ha fatto Giorgia Merloni) o si limitera a brandire il rosario, continunando a prenderci in giro “per cambiare l’EU da di dentro”? Intanto Sapelli preannuncia tempi grami per Roma…”

Già in frantumi il “cessate il fuoco”? La Cina non comprerà soia americana fino a quando gli Stati Uniti non “faranno chiarezza” sulla Huawei

Redazione: Non abbiamo mai creduto alle grida entusiaste provenienti dal G-20: “nuntio vobis gaudium magnum: habemus pactum”.

Tant’è vero che alcuni giorni fa, e prima del G-20, avevamo proposto quest’articolo: https://www.mittdolcino.com/2019/06/29/qualunque-cosa-possiate-pensare-non-leggete-questarticolo-se-credete-che-un-accordo-commerciale-sia-in-arrivo/

In ogni caso, un accordo dove la 1a potenza mondiale vende granaglie, mentre la 2a (che vuol “farle le scarpe”) alta tecnologia, che accordo è? Ci viene in soccorso Totò: “ccà nisciuno è fesso!”.

Leggi tutto “Già in frantumi il “cessate il fuoco”? La Cina non comprerà soia americana fino a quando gli Stati Uniti non “faranno chiarezza” sulla Huawei”

Perchè è nato il Bitcoin? Con quale fine? Una interessante teoria

Tutti intendono il bitcoin come la risposta alla monetarizzazione selvaggia ed alla stampa di moneta senza fine, soprattutto del dollaro. Personalmente ritengo sia solo un quarto di verità. Discutendo dell’argomento con un amico di norma ben informato abbiamo fatto alcuni ragionamenti assieme. In buona sostanza possiamo tranquillamente dire che il bitcoin è esploso a seguito della crisi del 2009: poco alla volta si è imposto, poi da 4 anni circa è esploso sia nei prezzi che nella diffusione. Il progetto sembra invece assai datato, tanto che l’architettura del bitcoin sembra relativamente “vecchia” rispetto ad altre criptovalute (…).

Leggi tutto “Perchè è nato il Bitcoin? Con quale fine? Una interessante teoria”

Trump sostiene che gli Stati Uniti debbano unirsi al “grande gioco della manipolazione valutaria” svalutando il dollaro

Redazione: scriviamo da sempre che la salvezza dell’Italia (Italexit) potrebbe passare attraverso una forte svalutazione del dollaro giunta ad una “botta inflazionistica” esterna, che farebbero saltare in aria la costruzione dell’eurozona, acuendo in modo insostenibile le differenze fra i vari paesi membri. L’ora è finalmente giunta?

Leggi tutto “Trump sostiene che gli Stati Uniti debbano unirsi al “grande gioco della manipolazione valutaria” svalutando il dollaro”

L’URSS aggregava a forza paesi per concentrare potere a Mosca. L’EU costringe paesi dentro l’euro per mantenere ricchezza e potere a Parigi e Berlino: dove sta la differenza?

Ragionavo recentemente sull’URSS: aggregò paesi alla fine della seconda guerra mondiale con la valuta sovietica (il rublo sovietico) con il fine di acquisire potere globale attraverso una massa critica “di livello”. Ossia concentrare potere a Mosca, quello che prima stava a Praga,  Budapeszt, Sofia, Berlino etc. venne infatti trasferito nella capitale russa. La ricchezza materiale per la Russia – come per gli USA –  è infatti condizione relativa viste le enormi risorse detenute. Ma il potere no, non si trova nell’orto (o in Siberia); per tale ragione la DDR ebbe una posizione privilegiata nell’impero sovietico, proprio perché portò in dote non tanto l’industriosità teutonica quanto le “relazioni privilegiate” dei servizi segreti nazisti, oltre ad un insieme rilevante di scoperte scientifiche frutto del materialismo hitleriano più sfrenato. Ecco perché la Stasi fu addirittura più importante del KGB, avendo non a caso potuto infiltrare i governi occidentali di mezzo mondo (…).

Leggi tutto “L’URSS aggregava a forza paesi per concentrare potere a Mosca. L’EU costringe paesi dentro l’euro per mantenere ricchezza e potere a Parigi e Berlino: dove sta la differenza?”

Dal 1963, la Francia ha assassinato 22 Presidenti Africani

Thomas Sankara, Presidente del Burkina-Faso, assassinato nel 1987

Redazione: Il problema dell’immigrazione nasce da lontano ed è troppo complesso per essere spiegato in questa sede.

Oggi ci limitiamo a segnalare quest’articolo, scritto da un africano per gli africani e rilanciato da decine di siti in tutto il mondo.

Ogni volta che un Presidente africano ha cercato di fare il bene del suo popolo, scontrandosi con il potere coloniale soprattutto francese, sono arrivati i nostri “cugini” ad ammazzarlo. 

Ma qualcosa si sta muovendo, anche se forse nel modo sbagliato.

Alcuni paesi del nord-ovest africano stanno cercando di liberarsi del CFA (forse si aggiungerà la Nigeria) lanciando una nuova moneta, che si appoggerebbe essenzialmente allo yuan (seguirebbe a breve la “trappola del debito”).

Chissà come si dice, nei dialetti locali, “dalla padella alla brace”?

Leggi tutto “Dal 1963, la Francia ha assassinato 22 Presidenti Africani”

L’UE affila gli strumenti di tortura. La resa dei conti con la Svizzera è diventata una guerra per l’energia

La diga “Grande Dixence”. L’energia idroelettrica svizzera è fondamentale per l’approvvigionamento energetico europeo, ma è entrata a far parte della battaglia politica con Bruxelles

Ambrose Evans-Pritchard per The Telegraph

La Svizzera è sopravvissuta alla prima “battaglia delle borse” con l’UE.

Le azioni di Nestle, Novartis e UBS sono state scambiate sulla borsa SIX di Zurigo anziché su Francoforte o Londra. Il cielo non cadrà per questo.

Ma lo scontro con Bruxelles sta diventando sempre più cruento. L’UE è determinata a chiudere l’idiosincratico “modello svizzero”.

Sta cercando di portare il paese, una volta per tutte, sotto il suo controllo giuridico attraverso un nuovo accordo-quadro.

Leggi tutto “L’UE affila gli strumenti di tortura. La resa dei conti con la Svizzera è diventata una guerra per l’energia”