Voice of Europe: il velo delle viennesi e i borseggiatori di Bruxelles

Le ragazze viennesi indossano il velo per evitare le aggressioni dei migranti musulmani

Marcus Franz, medico ed ex deputato del conservatore “Partito Popolare Austriaco”, ha suscitato la reazione sdegnata dei social media dopo aver reso noto che a Vienna le ragazze europee hanno cominciato ad indossare il velo islamico per prevenire molestie e aggressioni da parte di migranti musulmani.

Durante un’apparizione la scorsa settimana su OE24, una stazione televisiva locale, Franz ha dichiarato: “Andate a parlare con le donne per strada, con i bambini, con le giovani ragazze. Io stesso conosco dei padri che vivono in zone problematiche che, quando le figlie devono tornare a casa di sera, danno loro un velo perché non vengano riconosciute come austriache. L’ho constatato personalmente nel 15° distretto di Vienna. E’ un dato di fatto”.

Leggi tutto “Voice of Europe: il velo delle viennesi e i borseggiatori di Bruxelles”

Please follow and like us:

L’Europa prepara un rischioso contrattacco nella “guerra delle automobili” statunitense, mentre l’Alleanza Atlantica va in frantumi

Ambrose Evans-Pritchard per The Telegraph

La Germania ha reagito con un forte shock e con rabbia crescente alle minacce dell’Amministrazione Trump d’imporre esorbitanti tariffe doganali alle auto importate, considerandole un attacco ai “gioielli della corona” del paese.

A Bruxelles la Commissione Europea ha affermato che avrebbe “reagito in modo rapido e adeguato” a qualsiasi escalation da parte della Casa Bianca, dopo che il Dipartimento per il Commercio degli Stati Uniti ha aperto la strada a pesanti sanzioni sulle auto per ragioni di “sicurezza nazionale”.

Bruxelles ha elaborato un primo piano di ritorsione  per l’equivalente di 20 miliardi di euro, prendendo di mira gli Stati Federati ritenuti cruciali per la rielezione del Presidente Trump, ma mirando anche alla Tesla.

Leggi tutto “L’Europa prepara un rischioso contrattacco nella “guerra delle automobili” statunitense, mentre l’Alleanza Atlantica va in frantumi”

Please follow and like us:

LA CRISI ITALIANA E‘ DEVASTANTE – LE CATTIVE POLITICHE DELL’UNIONE EUROPEA

spiked-online: Fraser Myers intervista Thomas Fazi sui problemi economici dell’Italia e sulla reazione populista.

L’Italia è in crisi profonda. Dopo un decennio di turbolenze economiche la terza economia europea è ancora una volta in recessione. Alle elezioni dello scorso anno il paese ha vissuto un terremoto populista, con due Partiti anti-establishment, il Movimento Cinque Stelle e la Lega, che ora governano in coalizione.

Per capire la profondità della crisi e conoscere i leader della rivolta populista, spiked-online intervista Thomas Fazi, un giornalista italiano autore fra l’altro di “The Battle for Europe” e “Reclaiming the State”.

Leggi tutto “LA CRISI ITALIANA E‘ DEVASTANTE – LE CATTIVE POLITICHE DELL’UNIONE EUROPEA”

Please follow and like us:

Et voilà, Enrico Letta, stipendiato dallo Stato Francese, difende Macron (encore): voi cosa pensate delle sue esternazioni pro-Francia ed anti-Governo italiano?

Enrico Letta, almeno secondo chi scrive, è senza ritegno: emigrato quasi nottetempo come fosse Antani, via dall’Italia, dopo essere stato esautorato da Renzi – chiedere agli ex adepti della sua Fondazione, Vedrò, ancora lo stanno cercando – è diventato rapidamente preside di Facoltà all’Università Science Po a Parigi (l’università dove si formano gran parte dei ranghi dei servizi segreti d’oltralpe, ndr), sostituendo quel Ghessan Salamè diventato poi inviato ONU in LIbya, di fatto  per difendere gli interessi francesi dopo le tragiche esperienze – per la Libya prima di tutto – con un tedesco che non ci azzeccava nulla (Martin Kobler) e con uno spagnolo, Bernardino Leon, che mentre faceva l’inviato prendeva consulenze con una parte in causa, Abu Dhabi, ossia da uno dei soggetti finanziatori dei jihadisti in loco (…).

Leggi tutto “Et voilà, Enrico Letta, stipendiato dallo Stato Francese, difende Macron (encore): voi cosa pensate delle sue esternazioni pro-Francia ed anti-Governo italiano?”

Please follow and like us:

Facciamo chiarezza sulle opzioni dell’Italia per ridurre il debito (o uscire dall’euro): comunque vada NON sarà indolore!

Ormai sui media si legge quasi quotidianamente che addirittura il mondo intero sta iniziando a temere un’implosione del debito italiano, evento in grado di affondare addirittura la crescita planetaria (…). Dunque tutti al mondo sono tenuti a preoccuparsi ed a fare analisi sulla situazione italiana! Per altro nulla di nuovo: questa fu la precisa ed identica scusa usata nel 2011 per giustificare l’abbattimento del governo italiano vis a vis con Obama da parte di Francia, Germania e FMI (l’istituto monetario internazionale diventato nottetempo di parte, dopo la sostituzione di Dominique Strauss Kahn con la fedelissima di Sarkozy, M.me Lagarde); passando per l’uccisione di Gheddafi (sempre pronto a sostenere finanziariamente le aziende italiane nel momento del bisogno) e del caos di BP con il giacimento Macondo nel Golfo del Messico, che costrinse il colosso britannico – e dunque il governo di Londra – a cercare disperatamente riserve petrolifere aggiuntive visto che rischiava di fallire.

Leggi tutto “Facciamo chiarezza sulle opzioni dell’Italia per ridurre il debito (o uscire dall’euro): comunque vada NON sarà indolore!”

Please follow and like us:

La posizione non scontata dell’Italia verso il Venezuela. La ragione dice che Maduro è molto supportato (e che forse lo scopo in Venezuela non è abbatterlo, ma il caos…)

Negli scorsi giorni non sono passate sotto silenzio le parole di Oscar Giannino, quello che millantava non tanto le lauree false ma di essere andato allo Zecchino d’Oro- per intenderci, tanto per chiarire lo spessore del personaggio –; egli ha affermato che l’Italia ha sbagliato a supportare Maduro ossia, e qui sta il punto, ad andare contro l’EU sul Venezuela. Il fatto che tale esternazione, visti i suoi trascorsi, arrivi da Giannino già depone per non prenderla troppo sul serio, anzi. Detto questo, la mossa italiana di bloccare in sede EU la mozione svedese – da sempre a carro di Berlino – è molto interessante, per diversi aspetti.

Leggi tutto “La posizione non scontata dell’Italia verso il Venezuela. La ragione dice che Maduro è molto supportato (e che forse lo scopo in Venezuela non è abbatterlo, ma il caos…)”

Please follow and like us:

Perchè nessuno dice la verità sull’austerità voluta da Berlino per la Grecia? E’ stato l’annichilimento di un popolo. Un po’ come fu per la persecuzione degli ebrei: l’EUropa si è di nuovo girata dall’altra parte….

Prendendo per buono l’esempio – ancora una volta sbagliato – di Berlino, ancora una volta l’EUropa (con decisioni ancora una volta imposte a tutti) si è girata dall’altra parte con Atene, accettando l’imposizione di una terribile austerità euroimposta nefasta da qualsiasi parte la si guardi, quanto meno per i greci. I risultati – dati alla mano – sono stati una sorta di moderno genocidio se consideriamo che la gran parte dei giovani greci laureati hanno lasciato la terra ellenica per emigrare. O che la mortalità infantile ha raggiunto livelli da terzo mondo.

Leggi tutto “Perchè nessuno dice la verità sull’austerità voluta da Berlino per la Grecia? E’ stato l’annichilimento di un popolo. Un po’ come fu per la persecuzione degli ebrei: l’EUropa si è di nuovo girata dall’altra parte….”

Please follow and like us: