Un dollaro in crescita affonda tutte le barche

Tom Luongo per Gold Goats ‘N Guns

Ogni giorno apro il mio browser web e vedo un ulteriore esempio del crack delle “funzioni di base” della società.  La settimana scorsa, ad esempio, c’è stata la vaporizzazione del capitale di Archegos.

Vi ho detto cosa ne pensavo in un post che spero vi abbia fatto riflettere.

Prima di Archegos, negli ultimi due mesi abbiamo visto la “rete elettrica” collassare in Texas e gli hedge-fund saltare in aria per un titolo meme.

Bitcoin sta urlando che le valute-fiat nazionali sono tutte allo stesso tempo iperinflazionate.

L’incidente del Canale di Sueznon importa se sia stata l’incompetenza o il comportamento doloso a far sì che l’Ever Given si infilasse nel fango –– ha dimostrato che, in un mondo così fragile, il più piccolo errore può avere conseguenze fuori misura.

I pochi giorni in cui il Canale è stato bloccato hanno causato un enorme ingorgo.

La necessità di dover deviare rifornimenti di base e beni di fondamentale importanza per l’Europa e il Nord America è, per me, un presagio di dov’è che siamo diretti.

Un mondo troppo complesso è un mondo intrinsecamente fragile. 

Il commercio globale dipende dal fatto che una manciata di strozzature restino libere, come Suez o lo Stretto di Malacca. Bloccatene uno e vedrete crollare la nostra vita quotidiana, che diamo sempre per scontata.

E questo mi porta all’enigma che le Banche Centrali devono affrontare.

I loro decenni d’interferenza nei “mercati dei capitali” hanno creato molteplici punti di rottura in un sistema finanziario globale che è ancora dipendente da alcuni “punti di strozzatura” per la liquidità: i principali Broker e le Clearinghouse.

Ecco perché il crollo di Archegos è stato così spaventoso.

Un piccolo Family Office (*) ha acquisito sufficiente “capitale a leva” da minacciare la solvibilità di otto importanti Broker, fra i quali Nomura, Credit Suisse e Morgan Stanley.

E i riverberi non si sono spenti.

Ogni giorno c’è un’ulteriore scossa di assestamento causata dall’esplosione di Archegos, che ha quasi fatto deflagrare Imprese d’importanza sistemica.

Ora è la volta di Tiger Capital, JP Morgan Chase e di milioni di azioni di Academy Sports and Outdoors (NYSE:ASO).

Da Zerohedge, questa mattina: ”Dal momento che tutto questo è praticamente identico a quello che è successo due venerdì fa — quando simili BWIC pubbliche (**) di Goldman e altre Banche hanno svelato la fragilità di Archegos — la domanda immediata è se un secondo Family Office ad alto leveraggio possa essere saltato in aria”.

Un passo falso o una parola fuori luogo da parte di Powell potrebbe mandare i mercati fuori rotta, creando massicci ingorghi nelle tubature del sistema finanziario globale mentre tutti, allo stesso momento, cercano di uscire da una certa posizione.

Questo è il motivo per cui la recente dichiarazione sulla politica del FOMC [Federal Open Market Committee] rilasciata dal Presidente Jerome Powell è stata attenta a sembrare mansueta, senza cambiare nulla della politica monetaria. 

Powell sa che in questo momento sta camminando su una corda tesa.

Se fosse troppo colomba, spaventerebbe i mercati dei capitali che penserebbero a qualcosa di terribilmente sbagliato.

Se fosse troppo falco, prosciugherebbe il mondo dalla liquidità in dollari, causando il panico nei mercati principali, come quelli del Giappone o della Germania.

Tuttavia, nonostante gli sforzi di Powell, il dollaro americanodopo più di un anno in cui si è indebolito rispetto alle principali valute, come l’euro, la sterlina britannica, lo yen giapponese e lo yuan cinese — ha invertito bruscamente la rotta.  

E quest’inversione sta causando ogni sorta di problema.

Un dollaro forte è esattamente ciò che i mercati finanziari non possono gestire, in questo momento.

Tuttavia, è esattamente quello che stanno affrontando, nonostante i tentativi di Powell di far sbollire la situazione (cosa che ha fatto anche oggi nella conference-call con il FMI).

In definitiva non c’è molto che Powell possa fare, per timore di suonare l’allarme troppo presto — come ha fatto la scorsa settimana Christine Lagarde, che ha letteralmente sfidato i mercati per testare la loro determinazione.

Oh, non preoccuparti Chrissy, anche lui lo farà.

La Lagarde ha finalmente ammesso che l’Eurozona non si sta riprendendo e ha ampliato notevolmente i vari programmi di acquisto di obbligazioni della BCE.  E questo ha immediatamente mandato in tilt l’euro, che è sceso di oltre il 3% in un paio di settimane.

E non importa quanto duramente lei ci provi, i “tassi d’interesse” sul “debito sovrano” dell’Eurozona continuano a salire.  Gli indicatori come il bund decennale tedesco continuano a spingere verso l’alto contro la linea tracciata sulla sabbia dalla Lagarde:  – 0,3%.

Ecco quanto è fragile e debole il “mercato obbligazionario europeo”.

Non può sopportare che i “tassi d’interesse” sul “mercato obbligazionario” della sua “economia più potente” [Germania] si avvicinino al rendimento positivo del capitale.

Questo dimostra quanto siano incasinati questi mercati e mette in discussione sia la competenza che la malizia di coloro che li gestiscono.

Proiettare fiducia è il primo lavoro di un Banchiere Centrale. Bilanciare gli impulsi all’interno di sistemi troppo complessi è un compito che va ben oltre i rozzi strumenti delle Banche Centrali.

Gli analisti di mercato esperti capiscono perfettamente questo punto fondamentale.

Peccato che i nostri mercati non siano più governati da queste persone ma, piuttosto, dai più stupidi algoritmi di scansione dei titoli, che le Banche Centrali manipolano spudoratamente attraverso un linguaggio che nasconde le loro azioni.

Gli esseri umani, tuttavia, sono nel complesso molto più intelligenti di chi cerca di controllarli.

Gli interventi delle Banche Centrali e i Regolamenti Finanziari creano continuamente gli stessi problemi che finiscono poi con il distruggerli.

Tutte le loro teorie sul capitale sono fallite, eppure siamo ancora prigionieri dei loro schemi folli.

Tuttavia — e nonostante il loro modo di fare, analogo a quello del proverbiale toro in un negozio di porcellane — i mercati del debito stanno finalmente chiamando il loro bluff.

La quantità di leva finanziaria che hanno spinto nei mercati dei capitali, specialmente nei mercati azionari, è stupefacente. 

Ma cos’altro c’è da fare se sei un gestore di fondi, o un Family Office, se non cercare di trovare il “porto” più sicuro possibile per i tuoi soldi?

Dall’estate scorsa uno di questi “porti” sono le azioni blue-chip cinesi. 

L’indice “MSCI China Large Cap 50” è quasi raddoppiato da quei minimi, superando anche il “Dow Jones Industrials”. 

Ma da febbraio, quando il dollaro ha iniziato a consolidarsi, ha restituito più del 40% di quei guadagni.

E questo ha avuto l’effetto a catena di far saltare Archegos.

Archegos, attraverso la leva, aveva usato transazioni fuori borsa chiamate CFD — Contratti per Differenza — per accumulare massicce posizioni in alcune aziende, che non dovevano essere segnalate ai Regolatori perché non possedeva effettivamente quelle azioni.

Possedeva solo scommesse sui loro movimenti.

Quando i mercati si sono invertiti, conseguenza dell’aumento del dollaro che ha prosciugato i mercati dei capitali cinesi, Archegos ha ricevuto un “margin call” [richiesta di copertura] che ha forzato l’immissione sul mercato di enormi blocchi di azioni come Tencent e Discover, facendo crollare i loro prezzi fino alla chiusura della scorsa settimana.

Ciò che è stupefacente è come l’implosione di un piccolo Family Office possa aver creato problemi di liquidità per i “prime broker” che hanno prestato loro i soldi.

Secondo quanto è stato riferito, Morgan Stanley ha venduto in modo frenetico enormi blocchi di Discover con sconti massicci, per raccogliere il capitale necessario. 

A quel punto Archegos non c’era più.

Mi ricorda il fine settimana in cui Bear Stearns evaporò, nel marzo 2008 — e sappiamo tutti come quell’anno è andato a finire.

Questo porta alla seguente domanda: “quante altre navi simili ad Archegos ci sono, là fuori, pronte a mandare in tilt il sistema finanziario mondiale?”

Perché il mese scorso è stato GameStop. Questo mese Archegos. La prossima settimana sarà la volta di Tiger Global?  E chi sarà la vittima del prossimo mese?

Non c’è da stupirsi che il Bitcoin continui a salire e che l’80% degli americani preveda di risparmiare, o pagare i debiti, con i loro “assegni di stimolo”.

Il denaro non sta circolando, sta girando in tondo.

Quand’è che Powell passerà il limite per dichiarare che le aspettative d’inflazione sono ancora contenute, anche se l’economia reale si sta fermando, conseguenza dell’aumento dei prezzi del gas e delle materie prime?

I prezzi delle case hanno appena subito un’impennata mentre le migrazioni al di fuori dei grandi centri urbani stanno spingendo verso l’alto il costo di tutte le materie prime di base come il legname e l’acciaio.

Ci sono carenze di chip dappertutto, la qual cosa ha portato l’industria automobilistica a chiudere la produzione con auto completate al 99% — e Apple ad ammettere finalmente che nemmeno lei può gestire le interruzioni della catena di approvvigionamento.

E Tim Cook, in queste cose, è letteralmente il migliore che il mondo abbia mai visto.

Ogni volta che vedo storie come questa mi viene in mente l’ultimo atto di “Atlas Shrugged” di Ayn Rand. 

La società, che un tempo coordinava senza sforzo il lavoro e il tempo di milioni di persone, si ferma perché l’interferenza perpetua e l’elevazione della politica al di sopra delle prestazioni rendeva difficile produrre anche per le funzioni di base della stessa società.

Si suppone che la civilizzazione crei l’opportunità per potersi annoiare.

Si suppone che le cose debbano essere così stabili da poterci prendere il lusso di dedicare un giorno a noi stessi, piuttosto che preoccuparci costantemente di cosa faranno, domani, questi idioti … o se le luci si accenderanno … o se ci sarà carta igienica quando andremo al supermarket.

E se questi sono gli effetti, oggi, del piccolo aumento della forza del dollaro americano, non ci sono davvero molte speranze per il resto del 2021.

Così, mentre l’Ever Given si è finalmente avviata lungo la sua rotta e, con Archegos, abbiamo forse schivato un proiettile, la crescita del dollaro sta prosciugando i punti di strozzatura monetaria, lasciando decine di altre aziende e le Banche Centrali con zero margine di errore di navigazione.

*****

(*) https://it.wikipedia.org/wiki/Family_office#:~:text=I%20family%20office%20possono%20svolgere,office%20o%20Multiclient%20family%20office)]

(**) https://www.investopedia.com/terms/b/bwic.asp

*****

Link: https://tomluongo.me/2021/04/08/rising-dollar-sinks

Scelto e tradotto da Franco