Consentirai a Big Pharma d’installare nel tuo corpo un “sistema operativo per computer”?

Redazione Leo Hohmann

Quando i media istituzionali battono all’unisono i tamburi spingendo un trattamento medico unico e valido per tutti, ascoltate il campanello d’allarme che vi suona in testa: sta per succedere qualcosa di sinistro.

E, in questo momento, tutti i media elitari degli Stati Uniti stanno chiedendo a voi, cari lettori, di farvi vaccinare.

Dicono che vi proteggerà dal virus di Wuhan, ribattezzato Covid-19 per rimuovere dai nostri ricordi il luogo in cui ha avuto origine … che poi sarebbe un laboratorio di armi biologiche gestito dal Partito Comunista Cinese a Wuhan, in Cina.

Prendiamo ad esempio il titolo e l’inizio di questo articolo tratto da The Atlantic: “La seconda iniezione di vaccino per il Covid-19 è un brusco risveglio per le cellule immunitarie: gli effetti collaterali sono solo un segno che la protezione si sta attivando come dovrebbe”.

In un altro articolo, The Atlantic sostiene che il Governo dovrebbe imporre ad ogni americano di farsi vaccinare.

Questi media lavorano di concerto con i burocrati del Governo come il Dr. Fauci, che ha affermato su Yahoo News chela chiave per ottenere l’immunità di gregge sta nel vaccinare i bambini“.

Capito? Vogliono iniettare un vaccino mRNA sperimentale nel corpo dei vostri figli, nonostante i bambini siano i meno soggetti ad ammalarsi gravemente per il virus di Wuhan.

Sospetto che possano esserci ragioni più nefaste per prendere di mira i bambini … ragioni che hanno qualcosa a che fare con i marcatori di codifica geneticamente modificati incorporati nel vaccino.

Ma affronteremo quest’argomento un’altra volta.

Perché i media sono così eccitati nell’assicurarsi che vi venga iniettato un agente biologico sperimentale, che si dice sia un vaccino ma che si comporta come nessun altro in precedenza?

Perché è stato consentito immettere sul mercato questo “vaccino” senza passare attraverso i normali test di sicurezza ed efficacia?

Perché tanta fretta quando abbiamo già alcuni trattamenti efficaci sotto forma di antimicrobici, come ad esempio l’idrossiclorochina e l’ivermectina?

Sono domande che una stampa onesta dovrebbe porsi, in questo momento.

Ma, invece, alimenta la propaganda del CDC e dell’OMS, entrambe finanziate da Bill Gates e dai loro partner della Big Pharma.

Come antidoto a questa propaganda, guardate l’intervista che Alex Newman ha condotto a gennaio con la Dr.ssa Lee Merritt, chirurgo ortopedico per 27 anni (di cui 10 come chirurgo spinale per le forze armate statunitensi) ed ex Presidente dell’American Association of Physicians and Surgeons .

La Merritt inquadra l’attuale situazione come una guerra non convenzionale e senza restrizioni condotta dalle élite tecnocratiche miliardarie contro l’umanità.

Fino a quando non capiremo che siamo in guerra, non saremo in grado di comprendere perché i diritti e la libertà stiano scomparendo così velocemente, in una società caratterizzata dalle libertà civili e tutelata dalla Costituzione contro l’invadenza del governo.

La prima regola da sapere è che la guerra moderna include ogni sorta di tattiche non convenzionali. Comprese la guerra dell’informazione e la guerra economica.

Ho sottolineato questo punto quattro anni fa nella prefazione al mio libro “Stealth Invasion” e, la Dr.ssa Merritt, affronta lo stesso argomento nella sua intervista con Newman.

A questo punto, si tratta di un’operazione psicologica

La Merritt afferma che la guerra di quinta generazione venga normalmente utilizzata dalle élite del potere globalista, che ottengono finanziamenti non solo dai governi, ma da fondazioni private come quelle, ad esempio, che fanno capo a Gates, Soros, Rockefeller, Carnegie e Ford, in grado di controllare prestigiose riviste mediche e società mediatiche.

Le informazioni veritiere vengono nascoste da Google e censurate dai fact checkers, che le bollano immediatamente come teoria del complotto.

 Notoriamente, questi fact checkers sono finanziati dalle suddette fondazioni private.

Sono stati così efficaci che la stragrande maggioranza dei lavoratori e della classe media non si rende nemmeno conto di essere in guerra.

Nella guerra di quarta generazione, il nemico si fonde con il resto della società ed è difficile da identificare.

“Ma se avessero fatto un passo avanti?” — chiede la Merrit –“E se ci fosse un’arma subdola al punto tale che non solo non si possa sapere chi è il nemico, ma nemmeno di essere stati attaccati?”

La guerra biologica esiste da decenni. Ma il problema con quel tipo di guerra sta nella distribuzione.

L’antrace, ad esempio, seppur letale, doveva essere consegnato agli obiettivi previsti attraverso delle semplici buste inviate tramite il Servizio Postale degli Stati Uniti, nel settembre 2001.

Un modo non molto efficace.

Il virus di Wuhan ha risolto il problema in modo brillante.

Come ogni virus, l’onda iniziale è stata mortale e, grazie all’isteria dei media, è stata instillata molta paura nella mente collettiva della popolazione.

Nel tempo, il virus è diventato meno mortale e le cure sono diventate molto più efficaci ma la paura, una volta che ha trovato casa nella mente delle persone, continua a governare il loro comportamento.

“Quello che è successo è che, visto che è molto facile manipolare la realtà, non appena questo virus è uscito l’hanno usato per creare paura, che è un incredibile manipolatore psicologico delle popolazioni ” — ha detto la Merritt —Hanno fatto chiudere tutto danneggiandoci in molti modi. A questo punto, palesemente, si tratta di un’operazione psicologica”.

Si sapeva che esistevano cure efficaci, economiche e ampiamente disponibili ma, in alcuni Stati, sono state vietate con conseguenze penali per chi non obbediva.

Perché i Governi dovrebbero nascondere le cure?

Per due ragioni, dice la Merritt: “La prima è che il loro business di 69 miliardi di dollari di vaccini va a zero se la gente venisse sottoposta a delle cure. La seconda è che, se hai una cura in tasca, non possono terrorizzarti con i virus”.

Ha continuato dicendo che aveva senso fare vaccini per malattie molto mortali per le quali non esistono cure (come il vaiolo e la poliomielite), che offrono protezione per tutta la vita con una singola iniezione.

Ma il coronavirus è molto diverso.

Sono già disponibili dei buoni trattamenti con farmaci antimicrobici, come l’HCQ e l’Ivermectina, mentre la storia dell’industria dei vaccini contro i coronavirus è disseminata di fallimenti catastrofici.

La maggior parte di essi si concentra sull’uso di metodi di terapia genica, iniettando RNA messaggero nelle cellule umane con istruzioni codificate.

“Questi sono trattamenti biologici sperimentali, non mi piace nemmeno chiamarli vaccini— continua la Merritt —Non vi stanno dando una piccola parte di un agente patogeno per rendervi immuni per tutta la vita. Quello che stanno facendo è programmare l’mRNA“.

Il software della vita

Gli RNA messaggeri sono i codici genetici che dicono al corpo che tipo di proteine ​​sono necessarie per combattere le malattie.

“È un po’ come un chip di computer che mettete in una stampante 3D, gli dite cosa volete che faccia e questa lo stampa” — ha detto la Merrit — “Ce l’abbiamo in ingegneria e questo è l’equivalente biologico. Dice al vostro corpo di produrre certe cose. Bene, quello che hanno fatto è stato di creare un pezzo di questo mRNA che crei a sua volta una proteina spike in ogni cellula del vostro corpo. Di conseguenza, create l’agente patogeno direttamente nel vostro corpo”.

Una delle due società autorizzate a produrre il vaccino Covid, Moderna, ammette sul suo sito web che il suo prodotto è, in effetti, “come un sistema operativo su un computer”.

Il sito afferma che: “Riconoscendo l’ampio potenziale della scienza dell’mRNA, abbiamo deciso di creare una piattaforma tecnologica che funzioni in modo molto simile a un sistema operativo su un computer. È progettato in modo che possa essere collegato e riprodotto in modo intercambiabile con diversi programmi. Nel nostro caso, il “programma” o “app” è il nostro farmaco mRNA”.

Moderna continua descrivendo il suo “sistema operativo” come “il software della vita” e rivela alcune ipotesi agghiaccianti per coloro che desiderano leggere tra le righe della sua dichiarazione d’intenti, che prego tutti voi di leggere per intero.

Cito di seguito una sezione in cui Moderna enfatizza la “flessibilità” per poter installare futuri aggiornamenti di codifica, dopo che una persona ha ricevuto la serie iniziale d’iniezioni [mentre leggete pensate alle profezie bibliche sulla fine dei tempi]:

“Quando abbiamo un’idea per un nuovo medicinale a mRNA e iniziamo una ricerca, abbiamo già a disposizione i componenti fondamentali.

In generale, l’unica cosa che cambia da un potenziale medicinale a mRNA a un altro è il codice genetico effettivo che istruisce i ribosomi a produrre proteine.

L’utilizzo di questi set di istruzioni conferisce ai nostri farmaci a mRNA sperimentali una qualità simile ad un software.

Abbiamo anche la capacità di combinare diverse sequenze di mRNA, che codificano diverse proteine ​​in un singolo farmaco sperimentale di mRNA.

Stiamo sfruttando la flessibilità offerta dalla nostra piattaforma ed il ruolo fondamentale che l’mRNA gioca nella sintesi proteica per sviluppare medicinali a base di mRNA per un ampio spettro di malattie”.

È importante fare un passo indietro e guardare ai precedenti tentativi per produrre un vaccino contro il coronavirus.

Nelle sperimentazioni sugli animali per SARS-1 e MERS, i gatti e i furetti cui fu iniettato il vaccino morirono tutti, ma non immediatamente.

“Non morirono a causa del vaccino” — osserva Merritt — “… ma come conseguenza di una condizione conosciuta come ‘potenziamento indotto da anticorpi o anticorpo dipendente’ [ADE]”.

I decessi ebbero luogo parecchio dopo l’iniezione del vaccino.

“Quando esposero quei gatti a un virus SARS naturale, la risposta immunitaria indotta che avevano incorporato nel loro sistema incapsulò il virus che quindi entrò nel corpo del gatto come un ‘Cavallo di Troia’ non visto dal suo sistema immunitario, e lo uccise con una sepsi e un pesante arresto cardiaco” — ha spiegato la Merritt — “… e questo è successo anche ai furetti. Ecco perché siamo davvero davanti a una storia d’insuccessi”.

Grazie all’operazione War Speed, a Big Pharma è stato permesso di saltare diverse fasi dei test, inclusi quelli sugli animali.

Gli esseri umani che partecipano alle sperimentazioni sui vaccini vengono seguiti per almeno due anni prima che il vaccino venga approvato per uso pubblico.

Ma coloro che hanno partecipato a questa sperimentazione sono stati seguiti per solo due mesi.

Se un medico vi dice che sul lungo termine questo vaccino è sicuro, sta mentendo.

Gioco d’azzardo con la sicurezza nazionale?

Ci sono rischi che la codifica dell’mRNA possa rendere le persone sensibili ai successivi coronavirus che comparissero naturalmente o venissero rilasciati da un laboratorio (come il Covid-19, che molto probabilmente è stato rilasciato da un laboratorio di Wuhan, in Cina).

In qualità di medico militare, la Merritt ritiene che il terreno sia pronto per un colpo, potenzialmente devastante, alla sicurezza nazionale degli Stati Uniti.

Questo perché gli Stati Uniti stanno affrettandosi a vaccinare le proprie Forze Armate, gli operatori sanitari di prima linea e i primi soccorritori con un agente biologico sperimentale venduto come “vaccino”.

Quando gli americani sentono la parola “vaccino” pensano immediatamente a una protezione per tutta la vita contro una malattia, basata su una singola dose o un insieme di dosi.

Non è quello che fanno i vaccini Pfizer e Moderna.

Dovranno essere aggiornati ogni anno e anche in questo caso non garantiscono la protezione totale contro il virus di Wuhan.

Due mesi non sono sufficienti per sapere che non avremo il problema del ‘potenziamento indotto da anticorpi o anticorpo dipendente’ [ADE]”. Farò anche quest’osservazione di tipo militare: è un’arma binaria perfetta” — ha detto la Merritt — “Non c’è modo di sapere esattamente per che cosa è programmato quell’mRNA. I medici non possono ottenere quei dati. Questo dipende da chi è in cima al progetto. Dicono che serva a creare la proteina spike, ma come possiamo esserne sicuri?”.

“Quindi, se la Cina volesse uccidere i nostri militari, sarebbe una cosa facile” ha continuato — “Le basterebbe creare un nuovo coronavirus che si agganci alla proteina spike o a un’altra proteina prodotta dal vaccino mRNA. Ma, visto che questo virus non esiste in natura, per ora nessuno morirà. Fra due anni, però, se la Cina rilasciasse questo nuovo coronavirus, provocherebbe la morte per ‘potenziamento dell’immunità’ di tutti coloro che si sono vaccinati. Sarebbe quindi una morte ritardata”.

Ecco, quindi, cosa sono i veleni binari: ti do il primo elemento e poi, in seguito, se entri accidentalmente in contatto con un secondo elemento muori.

Per ascoltare i consigli della Merritt su come resistere a questa tirannia medica guardate il video qui sotto:

La linea di fondo? Attenti agli spacciatori di vaccini.

Non dobbiamo costringere le persone a sottoporsi a cure mediche e, un vaccino, è un trattamento medico— ha detto la Merritt —Ecco perché abbiamo impiccato i nazisti dopo la seconda guerra mondiale. Dovremmo sottoscrivere il ‘consenso informato’ prima di ricevere qualsiasi trattamento medico. Ma non lo stiamo ottenendo”.

*****

Link originale: https://leohohmann.com/2021/02/05/will-you-allow-big-pharma-to-install-its-computer-operating-system-into-your-body/

Scelto e tradotto da Roberto 321654