L’influenza è sparita: non è per caso che i contagi mediatici di COVID in realtà sono in larga parte influenze? Ricordando che il coronavirus è della stessa famiglia dei virus del raffreddore (nel mentre l’OMS cambia le regole in corsa…)

Cose stranissime stanno capitando. Prima di tutto, l’influenza stagionale è sparita, il grafico sopra dice tutto. In aggiunta a questo va ricordato che COVID e coronavirus hanno un minimo comune denominatore, il raffreddore. Si, i due virus di fato sono gli stessi, come famiglia.

Nel mezzo, tanti dubbi, troppi. E con conseguenze devastanti per il mondo globalizzato…

Comunque sia, quello che sta capitando è davvero incredibile. A partire dalle modifiche imposte dall’OMS lo scorso anno, a inizio pandemia, quando di fatto venne autorizzato definire come morti di COVID i deceduti con COVID. Lasciamo perdere i morti affogati registrati come morti per COVID causa tampone positivo

Ma le stranezze non finiscono qui. Proprio ieri l’OMS ha pubblicato una modifica della procedura di conferma del contagio COVID, proprio il giorno dopo la nomina di Biden. Tale modifica richiede una doppia conferma per dire che è COVID (…). Ossia da qui in avanti i casi di COVID vedrete che crolleranno, inevitabile.

E lascio perdere anche i casi assurdi del Ct, coefficiente di amplificazione del test con tampone, che se superiore a 40

(come accade in Italia ad esempio), la stessa FDA dichiara non essere un test significativo. Naturalmente la stampa italiana tace su questo aspetto, quasi a voler continuare a spaventare la popolazione?

Tradotto: temo che a breve, dopo aver devastato le economie di mezzo mondo, verrà fuori che il COVID non è precisamente come ce l’hanno descritto.

I dubbi, insomma, sono tanti. E si moltiplicano.

Alla fine la domanda che dovremo porci è: cui prodest questa follia ritengo interessata?

MD