I media catturano le immagini degli appunti di Mike Lindell, dopo che il patriota aveva visitato Donald Trump alla Casa Bianca. Contengono un chiaro riferimento al “Crimes and Insurrection Act”.

Redazione: La speranza, in fondo, è un’emozione bizzarra.

C’è chi dice che implichi il desiderio di un certo risultato, sommato alla previsione che sia abbastanza facile da raggiungere.

Ma è sbagliato, perché la speranza non dipende dalla valutazione delle probabilità.

Esiste anche quando la nostra previsione è piuttosto fosca.

Il fatto è che, se una persona o una nazione rinuncia alla speranza quando viene attaccata da un nemico, non intraprenderà le azioni coraggiose che alla fine potrebbero rivelarsi vincenti.

La connessione tra speranza e azione è importante. Almeno è così che la intendiamo.

E’ facile essere razionali. Non ci vuole molto coraggio.

Ce ne vuole invece per sperare … perché non abbiamo le bende sugli occhi e cosa sia la razionalità lo sappiamo bene anche noi. 

E quindi andiamo avanti. Continuiamo a sperare, come sempre.

*****

Joe Hoft per The Gateway Pundit

Mike Lindell era andato alla Casa Bianca, venerdì, per un incontro con il Presidente Trump. 

Quando ha lasciato la sede, ha assicurato i sostenitori che Donald Trump sarebbe stato Presidente per altri quattro anni.

***

Il Washington Times ha scritto :

Venerdì mattina, l’uomo d’affari e attivista Mike Lindell insisteva ancora che il Presidente Trump sarebbe stato in carica per un secondo mandato.

“Mantenete tutti la fede” — ha postato Mr. Lindell sulla sua pagina Facebook — “Avremo il nostro Presidente Donald Trump per altri 4 anni” [https://www.washingtontimes.com/news/2021/jan/15/mike-lindell-my-pillow-ceo-insists-trump-will-rema/].

***

Questo potrebbe sembrare strano, visto che i media ci hanno detto per due mesi che Joe Biden è il vincitore delle elezioni del 2020.

Naturalmente, quelli di noi che hanno studiato, identificato e rivisto quei risultati, sanno benissimo che le elezioni 2020 non sono state eque e libere e che milioni di voti per Joe Biden, seppur non validi, sono stati inclusi nei risultati finali. 

Nonostante queste evidenti attività fraudolente, le elezioni sono state certificate da politici deboli e corrotti.

Tutti i sostenitori del Presidente e molti americani sanno che le elezioni sono state rubate.

Ogni singola stranezza ha sempre portato un beneficio a Biden.

Oggi, dopo aver parlato con l’America, Mike Lindell è stato visto lasciare lo Studio Ovale.

Aveva con sé un caffè e degli appunti. 

A quel punto, un fotografo ha scattato loro una foto, per poi accrescerne le dimensioni in modo da poterli leggere.

Il New York Times ha affermato che gli appunti comprendevano un chiaro riferimento all’Insurrection Act, attraverso il quale un Presidente, fra le altre cose, può schierare i militari lungo le strade:

Il quadro delle note che condividiamo a seguire non menziona l’Insurrection Act, ma ne condivide molte altre. 

C’è scritto che qualcuno dovrebbe essere nominato per una posizione relativa alla “Sicurezza Nazionale” e inoltre qualcos’altro su Fort Mead. 

Si parla anche dell’assalto alla [Costituzione] e della “Legge Marziale”, se necessario, al primo accenno [di probabile violenza]. 

C’è anche una nota sul trasferimento di Kash Patel alla CIA. 

Infine, c’è una dicitura nella quale si sostiene che la Cina e l’Iran abbiano interferito nelle nostre elezioni utilizzando nel loro tentativo personaggi nazionali.

*****

Link Originale: https://www.thegatewaypundit.com/2021/01/breaking-mike-lindell-visits-trump-white-house-media-captures-pictures-notes-president-referring-crimes-insurrection-act/

Scelto e tradotto da Franco