Che guerra civile sia. Venite a prenderci!

Tom Luongo per Gold Goats ‘n Guns (sintesi)

Una cosa è sapere che i vostri avversari non hanno un’anima. Un’altra è guardare in tempo reale la loro depravazione.

Chiunque dica che quello che sta accadendo in Georgia, Pennsylvania, Michigan, ecc. non sia uno sforzo cosciente di truccare un’elezione, o è vittima della propaganda o è proprio un ottuso.

Perché ce lo avevano detto che è proprio questo ciò che sarebbe successo. Attraverso il Transition Integrity Project e le briciole di pane lasciate durante la campagna elettorale.

Sapevamo che si sarebbe arrivati a questo.

Per settimane ho sperato che la performance di Trump potesse essere sufficientemente forte, e il suo cappotto abbastanza lungo, da impedire ai Democratici e alla “Gente di Davos” di portare a termine il furto delle elezioni.

Speravo si rendessero conto dell’entità del problema che era davanti a loro e che si fossero fermati davanti a piccole cose come la matematica.

Speravo comprendessero che se anche avessero cercato d’imbrogliare, il tentativo sarebbe stato così evidente che non avrebbero potuto trarne niente di buono.

Ma non hanno ascoltato.

Trump ci è quasi riuscito. I suoi numeri in generale sono stati eccellenti, sbalorditivi, anche in considerazione di tutto quello che era successo prima.

Potrebbe ancora farcela e io sostengo ogni sforzo in tal senso, ma oggi sembra un giorno piuttosto triste.

Il potenziale dei Repubblicani è tale che potrebbe raccogliere fino a dodici seggi in più alla Camera e forse vincere un altro seggio al Senato, a seconda di come i Tribunali si pronunceranno sulla frode, del resto già ben documentata.

Prova ulteriore che quello che sta accadendo nelle elezioni presidenziali sia una frode.

La notte delle elezioni non mi son messo a incollare bandierine rosse sulla carta geografica.

Altri avevano fatto un lavoro di gran lunga migliore del mio e le bandiere che avevano posto erano così grandi e rosse da far eccitare anche il toro più pigro del mondo (*).

La presidente Nancy Pelosi era in modalità “controllo dei danni” e andava in giro dicendo “… ma noi abbiamo tenuto la Camera” e “siamo sulla buona strada per vincere la presidenza” … parole che nessuno prendeva neanche lontanamente sul serio.

Stavo avendo la visione della Pelosi, accusata di sedizione, trascinata fuori dal Campidoglio per i suoi costosi capelli tinti … ma vederla linciata dal suo stesso caucus per manifesta incompetenza sarebbe stato ancor più delizioso.

Ma, verso le 2 del mattino, mi son reso conto che stavano rubando le elezioni e la mattina dopo ho mandato un messaggio a un amico.

La sua risposta? Eccola: “E allora che guerra civile sia”.

Non ci possono essere altre risposte da uomini e donne di carattere, dopo aver esaurito ogni possibile mezzo legale.

Ma ricordate che i Tribunali sono corrotti quanto i governi delle Contee. La paura della rappresaglia rende gli uomini deboli.

Trump ha detto nelle sue osservazioni post-elettorali che è il processo in sé stesso a essere corruttivo. Corrompe tutto ciò che tocca.

I quattro anni in cui i Democratici e i media hanno gridato alla “collusione russa” per minare la legittimità di Donald Trump, hanno convinto migliaia di persone a lasciarsi corrompere … sondaggisti, postini, supervisori delle elezioni, operatori di partito e via dicendo.

E ovviamente si sentono giustificati.

Sono, dopo tutto, gli eroi delle loro stesse storie: “… le motivazioni sono pure e i cuori sono al posto giusto. Se ci liberiamo di “Orange Man Bad” [uomo arancione cattivo], sparirà tutto ciò che in America non va bene”.

La “caccia al colpevole” è vecchia come il genere umano, ma non funziona più ora che abbiamo interiorizzato la storia dal punto di vista del “capro espiatorio per eccellenza”, Gesù Cristo.

Quindi, tutto quello che resta loro è l’invidia sociale (che brucia fino a consumarli) e quindi sono abbattuti come cani rabbiosi.

Questo è ciò che si sta vedendo nei centri per il conteggio dei voti.

D’altra parte, anche i detrattori di Trump hanno dovuto ammettere che “il ragazzo” ha fatto un lavoro davvero buono per cercare di portare il maggior numero possibile di persone sotto la sua tenda, perché potessero riparare ai torti ricevuti nel modo il più non-violento possibile, votando.

Ma se questo non è stato sufficiente, se le urne non sono state un messaggio abbastanza forte, allora la lezione dovrà essere impartita in un modo molto più brutto.

Ecco perché l’altro giorno ho scorticato i libertari. Me l’aspettavo. O prevalgono le teste fredde, o le lamentele si risolvono con la violenza.

Il nostro lavoro è di essere la loro voce, non di starcene in disparte come i nerd della “banda del liceo” che siedono a bordo campo durante una partita di calcio.

Dal punto di vista del mercato, la minaccia di una presidenza della Harris, combinata con la maggioranza più sottile che i Democratici abbiano mai avuto da decenni alla Camera (e con un Senato contrario), significa che non si farà nulla fino alle elezioni mid-terms.

Qualsiasi tentativo della Harris e di Obama di legiferare attraverso “Ordini Esecutivi” si tradurrà in eventi ancor più drammatici di quelli che abbiamo visto finora, compresa la secessione.

Questo è il motivo per cui i bitcoin, le crypto, l’oro, l’argento e i “Titoli di Stato” degli Stati Uniti sono esplosi al rialzo.

Grandi somme di denaro si sono spostate verso attività più liquide mentre un flusso marginale si è accumulato in “paradisi sicuri”.

Tutti stanno trattenendo il respiro mentre marciamo verso il “Grande Reset”, con la maggior parte del “primo mondo” sotto chiave per l’”influenza” e paralizzato da scherzetti politici che fanno sembrare gli Stati Uniti come il Venezuela.

L’aumento dell’euro è una funzione dell’isolamento e del bisogno locale di liquidità.

La convulsione sui  mercati dei bond hanno fatto saltare molte operazioni  di “carry and interest rate” questa settimana.

Mentre il dollaro sembrava sul punto di esalare, in realtà le transazioni che scommettevano su quest’evento si stavano fermando.

E l’attenzione è ora rivolta alla distruzione totale delle economie europee.

Oh bè, l’Europa è stata una buona cosa finché è durata.

Godetevi il ritorno del feudalesimo, gente, forse mi rimarrà qualcosa da visitare prima di morire.

Noi abbiamo ancora le nostre armi, per vostra informazione.

Ed è per questo che Trump non va da nessuna parte. I “Deplorevoli” devono ora diventare gli “Ingovernabili”.

Niente più trattative o discussioni. Niente più “porgere l’altra guancia”. Ingovernabili. Basta dire di no.

Perché, qualunque sia il voto che i Liberal hanno prodotto, o le armi politiche/giudiziarie che potranno torcere, nessuno può governare a lungo senza il consenso dei governati.

Questo non è un LARP (**) e non è un’esercitazione. È una semplice constatazione di fatto.

Se gli uomini che tengono acceso il motore del mondo rifiutassero di fare un passo indietro, il “Dio del Potere” che adorano scomparirebbe come le e-mail di Hillary.

Ayn Rand non si sbagliava su tutto, gente.

Questo è particolarmente vero quando quasi tutti quegli uomini sono armati … e sono quelli che coltivano i campi, che trattano l’acqua, pattugliano le strade e tengono le luci accese.

La cause legali sono ora in via di costruzione per essere presentate ai Parlamenti dei singoli Stati, che sono quelli che decidono effettivamente quali elettori debbano andare al Collegio Elettorale e che, come minimo, possono invalidare i voti in Pennsylvania, Georgia, Wisconsin e Michigan.

Far sì che i Parlamenti controllati dai Repubblicani gettino via i risultati come conseguenza di elezioni contaminate è esattamente il motivo per cui esiste l’Electoral College.

È l’ultima difesa contro il dominio della mafia e la natura corrotta della politica.

I membri del DNC e la “Davos Crowd” non amano sentirselo dire e, francamente, non se ne preoccupano nemmeno. Ma è questa la realtà dei fatti.

Direi che sia questo il percorso di Trump verso la presidenza … per garantirsi una maggioranza di “voti elettorali” sufficientemente grande da annullare qualsiasi Sentenza della Corte Suprema.

La Pelosi è pronta a invocare il “20esimo Emendamento” se non ci fosse una risoluzione il giorno dell’inaugurazione, il 20 gennaio, attraverso un “Atto del Congresso”.

Ha fatto la sua scelta. Così come tutte le persone coinvolte in questo furto. Ora la natura dello Stato è chiara per la maggioranza delle persone.

Che guerra civile sia, quindi. Venite a prenderci.

*****

(*) Ed è questo che oggi dovrebbe spaventare a morte tutti quelli della “sinistra”. Perché, come abbiamo sentito ieri, con una coda elettorale così lunga e con una tale quantità di comportamenti osceni messi in mostra, i membri del caucus Democratico alla Camera sono spaventati … e non solo per la loro vita politica.

(**) LARP: https://it.wikipedia.org/wiki/Gioco_di_ruolo_dal_vivo

*****

Link Originale: https://tomluongo.me/2020/11/06/market-friday-civil-war-trump-fraud/

Scelto e tradotto da Franco