Perché Donald J. Trump nel 2016 è stato eletto Presidente degli Stati Uniti d’America.

Diciamoci la verità…la descrizione che i media italiani continuano a fornire di Donald J. Trump è quella di una “macchietta”, una sorta di “parvenu” che per chissà quale errore della Storia e quale impazzimento degli elettori americani, è arrivato alla Casa Bianca.  Questa narrazione mediatica è andata in effetti in parallelo con una precisa azione politico-diplomatica dei democrats: essi hanno tenuto per 4 anni Trump “sulla graticola”, con il c.d. russiagate, con l’impeachment, con molti altri attacchi ed infine con la micidiale saga del Covid-19. Al contempo, attraverso un vero e proprio “governo ombra”, in questi anni hanno girato il mondo tessendo relazioni dietro le quinte: i democrats convincevano i loro referenti globalisti – sparsi ai vertici dei governi, dei partiti e delle amministrazioni occidentali – che occorreva tenere duro perché Trump presto sarà passato e loro torneranno ad essere il “legittimo”  riferimento (…chissà se qualche “fenomeno” padano-leghista ha ceduto a tali “sirene” democrat fino a mollare Trump, quando sembrava in procinto di essere travolto dall’impeachment….AH SAPERLO !!!). Chi segue questo blog sa da molto tempo che la realtà su Trump è ben diversa da quella riportata nei media mainstream, tuttavia la maggioranza delle persone che conosco, ancora oggi, è priva di riferimenti reali, circa i motivi della presenza di Trump nello studio ovale. Sul perché i cittadini americani lo hanno voluto eleggere presidente, nonostante fosse un “non politico”, un outsider…..tale discrasìa, in realtà, si verifica perché i media dell’EU hanno sempre oscurato e demonizzato le motivazioni degli elettori di Trump. Per capire, è sufficiente andare direttamente alle fonti. Sul web, con milioni di visualizzazioni, è presente un video che riporta la sintesi di un discorso di 45 minuti tenuto da Trump, in un rally elettorale in Florida a metà ottobre 2016. Il discorso può piacere o meno, perché è intriso di un sistema di valori solo parzialmente coincidente con quello degli italiani e degli europei in genere. Ma questo non è il principale aspetto su cui focalizzarsi. La parte del discorso sul recupero della sovranità nazionale a scapito dei poteri sovranazionali – che si impongono attraverso istituzioni escluse dal controllo democratico – a parere di chi scrive, potrebbe (anzi dovrebbe!) pronunciarla anche un qualunque leader che si definisca “sovranista”, in EU… Nel video, come si vede dalla breve trascrizione riportata sotto in italiano, Trump spiega perché il recupero del controllo dei cittadini sul governo, sarà l’essenza della sua presidenza. Se avrà rispettato le promesse, nonostante tutti gli ostacoli affrontati ed i violenti attacchi subìti, verrà rieletto e sarà nuovamente un esempio per altri paesi. Ciò provoca letteralmente il terrore dei referenti dei poteri sovranazionali apolidi:  ed è esattamente il motivo per cui, qui, siamo apertamente schierati pro Trump. TRASCRIZIONE Il nostro movimento consiste nel sostituire un establishment politico fallito e corrotto. L’establishment di Washington e delle società finanziarie e mediatiche che lo sostengono, esistono per un solo motivo, per proteggersi e per arricchirsi a vicenda. L’establishment ha miliardi di dollari in gioco in queste elezioni. Per coloro che controllano le leve del potere a Washington e per gli interessi globali particolari  associati con queste persone, che non hanno in mente il vostro bene. La nostra campagna rappresenta una vera minaccia esistenziale per costoro, come non l’hanno mai vista prima. Non si tratta semplicemente di un’altra elezione ogni 4 anni. Questo è un crocevia nella storia della nostra civiltà che determinerà o meno se noi, il popolo, riprenderemo il controllo sul nostro governo. L’establishment politico che sta cercando di fermarci, è lo stesso gruppo responsabile dei nostri disastrosi accordi commerciali, della massiccia immigrazione clandestina, delle politiche economiche ed internazionali che hanno dissanguato il nostro Paese.  E’ l’establishment politico ha portato alla distruzione delle nostre fabbriche e dei nostri posti di lavoro, mentre fuggono in Messico, in Cina e in altri paesi del mondo. È una struttura di potere globale, responsabile delle decisioni economiche che hanno derubato la nostra classe operaia, derubato la ricchezza del nostro Paese e messo quei soldi nelle tasche di una manciata di grandi aziende e partiti politici. Questa è una lotta per la sopravvivenza della nostra nazione e questa sarà la nostra ultima possibilità di salvarla. Queste elezioni decideranno se siamo una nazione libera o se abbiamo solo l’illusione della democrazia, ma in realtà siamo controllati da una piccola manciata di interessi particolari globalisti, che manipolano il  sistema…e il nostro sistema è truccato. Questa è la realtà: voi lo sapete, loro lo sanno, io lo so e praticamente tutto il mondo lo sa. La macchina dei Clinton è al centro di questo potere. L’abbiamo visto in prima persona nei documenti di WikiLeaks, in cui Hillary Clinton si incontra in segreto con le banche internazionali per tramare la distruzione della sovranità degli Stati Uniti, al fine di arricchire questi poteri finanziari globali, i loro amici coinvolti per interessi particolari ed i “donatori” dei Clinton. Onestamente, dovrebbe essere incarcerata. L’arma più potente impiegata dai Clinton sono i media, la stampa. Chiariamo una cosa. I media nel nostro Paese non si occupano più di giornalismo. Sono un interesse politico particolare, non sono diversi da qualsiasi lobbista od altra entità finanziaria con un’agenda totalmente politica. E l’agenda non è per voi, è per loro stessi. Chiunque contesti il loro controllo è considerato sessista, UN RAZZISTA, uno xenofobo. Mentono e poi mentono ancora e ancora. E faranno di peggio, faranno tutto ciò che è necessario… I Clinton sono criminali, tenetelo a mente… questo è ben documentato…. e  l’establishment che li protegge si è impegnato in una massiccia copertura di attività criminali diffuse, presso il Dipartimento di Stato e presso la Fondazione Clinton, per mantenere i Clinton al potere. Sapevano che avrebbero gettato ogni bugia possibile su di me, sulla mia famiglia e sui miei affetti. Sapevano che non si sarebbero fermati di fronte a nulla per cercare di fermarmi. Ciononostante, prendo tutte queste “frecce” con gioia per voi. Le prendo per il nostro movimento, così che possiamo riavere indietro il nostro paese. Sapevo che questo giorno sarebbe arrivato, era solo questione di “quando”. E sapevo che il popolo americano si sarebbe sollevato al di sopra di tutto. E che avrebbe votato per il futuro che si merita. L’unica cosa che può fermare questa macchina corrotta siete voi. L’unica forza abbastanza forte per salvare il nostro paese siamo noi. L’unico popolo abbastanza coraggioso da votare contro questo establishment corrotto siete voi, il popolo americano. La nostra grande civiltà si è imbattuta in un momento in cui è giunto il momento della resa dei conti. Non avevo bisogno di farlo. Ho costruito una grande compagnia ed ho avuto una vita meravigliosa. Avrei potuto godere dei frutti di anni di affari e di successo per me e per la mia famiglia, invece di passare attraverso questo orrore assoluto di bugie, inganni ed attacchi maligni dei media. Chi l’avrebbe mai detto. Lo faccio perché questo Paese mi ha dato così tanto e sento fortemente che è per me il momento di restituire in cambio qualcosa al paese che amo. Faccio tutto questo per il popolo americano, per il nostro movimento, e faremo di nuovo grande l’America ! PS ***** Le immagini, i tweet, e i filmati pubblicati (i contenuti) nel sito sono tratti da Internet per cui riteniamo, in buona fede, che siano di pubblico dominio e quindi immediatamente utilizzabili. In caso contrario, sarà sufficiente contattarci all’indirizzo info@mittdolcino.com perché vengano immediatamente rimossi. Le opinioni espresse negli articoli rappresentano la volontà e il pensiero degli autori, non necessariamente quelle del sito.