La morte angosciosa della Grande Coalizione tedesca

Redazione: Cosa sta succedendo in Germania? Parliamo molto della Francia, ma lo show politico tedesco è ancor più importante per il futuro del Continente.

Mish ci offre una panoramica anodina, conseguenza della rivoluzione al vertice dello SPD, che ci lascia con una domanda e nessuna risposta: i Cattolici sdoganeranno l’AfD, se i risultati elettorali confermassero i sondaggi?

A nostro parere è una possibilità. L’AfD ha già detto di puntare, per il futuro, a coalizioni con la CDU/CSU mentre i Verdi, al contrario, sembrerebbero riluttanti e punterebbero alla leadership della sinistra tedesca (visto, oltretutto, come la Coalizione ha ridotto lo SPD …..).

Se l’analisi fosse corretta, sorgerebbe un’altra domanda: sarà l’AfD a fagocitare la CDU/CSU, o viceversa?

E cosa ne sarebbe delle dichiarazioni di principio? E dei programmi? Li porteranno via il vento, a sentire Mish. Le limousine piacciono a tutte le latitudini.

L’aspetto intrigante ce lo offre il Ministro delle Finanze Scholz. E’ l’anima dello ESM, colui che ne sta scrivendo le regole. Se si dimettesse, cosa ne sarebbe del Fondo? Sarebbe possibile un rinvio o una sua ridefinizione dal lato tedesco?

————

Mike “Mish” Shedlock

La Grande Coalizione tedesca è stata tenuta in vita per anni ed anni. Riuscirà lo SPD, finalmente, a liberarsi da questo supplizio?

Sorpresa nella Leadership dello SPD

Sabato scorso due esponenti della sinistra del Partito sono emersi a sorpresa come vincitori nella corsa per la leadership dello SPD.

Lo SPD è il partner junior di quello che resta della Grande Coalizione della Cancelliera Angela Merkel.

Rinegoziare l’Accordo

The Guardian riferisce che i nuovi co-leaders dello SPD pretendono importanti concessioni da parte della CDU guidata dalla Merkel:

““”La Germania sta affrontando la prospettiva di una lunga incertezza politica, conseguenza del crollo della Grande Coalizione — che è stata fragile fin da quando ebbe inizio, dopo le elezioni del 2017.

Parallelamente, aumenta la possibilità che la Merkel — che ha affermato di non volersi candidare per un altro mandato — debba uscire dalla scena politica prima di quanto intendesse fare.

Sabato, i Socialdemocratici Walter-Borjans ed Esken si sono assicurati la vittoria con il 53% dei voti, battendo di 8 punti, al secondo turno, i favoriti Olaf Scholz — Ministro delle Finanze e Vice-cancelliere — e Klara Geywitz.

Il risultato, ottenuto con un’affluenza del 54% [425.000 i membri dello SPD], è stato un colpo molto duro per Scholz, uno degli architetti della Grande Coalizione. Il risultato è stato largamente considerato come un voto di sfiducia nei suoi riguardi.

Ora l’attenzione è posta su Scholz. Se decidesse di dimettersi da Ministro, a seguito della sconfitta, la Coalizione sarebbe praticamente finita, anche se le elezioni si terranno il prossimo anno”””.

Le Richieste

The Guardian continua:

“””Fra le loro principali richieste ci sono l’aumento del salario minimo da 9 a 12 euro/ora e un passo indietro sulla politica fiscale e di bilancio del Governo Centrale — nota come “schwarze null”, ovvero “zero nero” — per consentire maggiori spese per infrastrutture e welfare.

Chiedono, inoltre, un approccio più radicale all’emergenza climatica.

La CDU ha chiarito che è improbabile che possa accettare tali richieste. Paul Ziemiak, Segretario Generale del Partito, ha dichiarato che: ‘Il nostro obiettivo è governare bene la Germania e le basi per poterlo fare sono inserite nel nostro Accordo di Coalizione. Le vicende interne dello SPD non cambiano nulla al riguardo’.

Se la coalizione si dissolvesse la Merkel, che è al potere dal 2005, dovrebbe scegliere fra dimettersi, chiedere un voto di fiducia, tentare un Governo di Minoranza (sotto la sua guida, ma anche di qualcun altro della CDU) o dar inizio a trattative volte a formare un nuovo Governo”””.

Il Financial Times ha affermato che il risultato delle elezioni nello SPD annuncia la fine della “Grande Coalizione”:

“””Non è solo l’era della Merkel, Cancelliera dal 2005, che sta volgendo al termine. Lo è anche l’era delle “Grandi Coalizioni” che uniscono la sua CDU allo SPD”””.

In realtà, la Grande Coalizione è finita diversi anni fa. Ma lo SPD e la CDU restano ancora sul “letto di morte”, rifiutando di ammettere che il paziente sia morto.

Perché? Per i tanti vantaggi, naturalmente. È difficile rinunciare a limousine, grossi stipendi e tanti altri benefits.

Anche dopo questa sorpresa elettorale, non è ancora chiaro se i nuovi leader, o Scholz, chiameranno ufficialmente il Coroner [medico legale] per dichiarare l’ovvio [la morte della Grande Coalizione].

Nel frattempo, diamo un’occhiata ai sondaggi per comprendere quali possibilità possano esserci per nuove Coalizioni.

Sondaggio Elettorale in Germania

“Union” è l’alleanza CDU/CSU. Stando ai numeri, la presunta Grande Coalizione otterrebbe solo il 41% dei voti.

Possibilità di Coalizione

1. La CDU/CSU ha escluso una coalizione con l’AfD. L’alleanza CDU/CSU + AfD + FDP, comunque, arriverebbe al 48% (possibile maggioranza dei seggi).

2. La coalizione CDU/CSU + Verdi arriverebbe al 49%. Possibile la maggioranza dei seggi. Ma i Verdi dovrebbero accontentarsi di un ruolo da ‘junior partner’ — e comunque farebbero enormi richieste, da sinistra, alla CDU/CSU.

3. La coalizione CDU/CSU + SPD + FDP arriverebbe anch’essa al 49%, ma potrebbe anche superare il 50%. Lo SPD, però, ha richieste che non sarebbero accettate né dalla CDU/CSU né dallo FDP. Inoltre, lo SPD è stanco di questi Governi di Coalizione, con la CDU/CSU nel ruolo di partner senior.

4. La coalizione CDU/CSU + Verdi + SPD arriverebbe al 63%, ma sia i Verdi che lo SPD avrebbero esigenze ancora maggiori, che la CDU/CSU non potrebbe mai accettare.

5. La coalizione Verdi + Die Linke + SPD arriverebbe al 44%. Non è abbastanza. Inoltre, nessuno dei due Partiti vuole allearsi con la sinistra radicale del Die Linke.

La coalizione che avrebbe più senso, dal punto di vista del posizionamento politico, è la numero 1.

Tuttavia, la CDU/CSU esclude questa possibilità. Poi, di nuovo, la Merkel fra un po’ non ci sarà più e, quindi, esiste una seppur tenue possibilità che anche questa coalizione possa entrare in gioco.

Perché? Per il beneficio di chi ne farà parte, ovviamente. Limousine gratuite e ogni sorta di benefit per chi è al potere.

La Spiacevole Scelta della CDU/CSU

La CDU/CSU si troverà davanti ad un bivio: fare enormi concessioni ai Verdi o portare al Governo l’AfD.

Ma non sarebbe solo una sua scelta. I Verdi potrebbero non volerlo, quest’accordo.

Chi ha le Carte Vincenti?

Se la CDU/CSU e lo FDP rifiutassero di entrare in un Governo con l’AfD le carte vincenti, in un modo o nell’altro, le avrebbero i Verdi.

Forse, i Verdi e lo SPD potrebbero anche turarsi il naso ed entrare in un Governo di Sinistra con il Die Linke, se necessario [ma i numeri?].

In qualsiasi Governo di Sinistra, in effetti, i Verdi sarebbero il partner senior. Pertanto, i Verdi avrebbero molte ragioni per non stipulare un accordo con la CDU/CSU, a meno che non possano ottenere importanti concessioni.

Nel frattempo, il Coroner bussa alla porta. Lo SPD o la CDU lo lasceranno entrare, o continueranno a giacere sul “letto di morte”, a rischio che i Verdi e l’AfD si rafforzino ulteriormente?

————

Link Originale: https://moneymaven.io/mishtalk/economics/tortured-death-of-germany-s-grand-coalition-HsH57nc-MEatFLElfS-DOA/

Scelto e tradotto da Franco