Il governo vuole vederci chiaro sui terroristi italiani protetti da paesi stranieri (ad es. la Francia): basta leggere il libro del giudice Rosario Priore, è già stato tutto scritto (lo si inviti alla RAI a spiegare…)

E’ chiaro, Macron è tanto pieno di sè da passare per uno sprovveduto.  Si è infatti scagliato a 360 gradi contro l’Italia, purtroppo per lui senza usare alcuna cautela: prima gli insulti, contemporaneamente è arrivato il blocco dei confini nonostante le leggi EU (con legge Schengen sospesa), ha anche mandato la gendarmerie in Italia a “restituire” migranti provenienti dall’Italia offendendo i confini italici, ha mosso le sue ONG (francesi) in odore di servizi segreti per portare migranti raccattati nel mare libico specificatamente in Italia, ha mosso provocazioni (deliberate) con diverse manovre militari al confine italiano, molto probabilmente ha anche fatto costruire un laboratorio nucleare (militare?) sotto il Frejus facendolo pagare all’EUropa ed all’Italia… E poi ha inopinatamente bloccato l’affaire STX-Fincantieri dopo che la Francia ha acquisito di tutto e di più in termini di aziende in Italia nel recente passato.

Capire il presente studiando gli eventi del passato: analizziamo le affermazione del prossimo primo ministro Renzi su Berlusconi “Game Over”

Atteggiamento chiaramente asimmetrico. Di più, neocoloniale, senza remora alcuna, in classico stile pieds noires. Colonialismo cattivo, senza alcun rispetto, che depone male per il futuro.

Chiaro, le reazioni italiane dovevano prima o poi arrivare. Ed infatti, poi, caduto il PD (i cui vertici da anni collaborano con lo Stato Francese, vedasi Enrico Letta, Fanco Bassanini, lo stesso Romano Prodi, ecc., a suon di Legion d’Onore conferite a pioggia a politici italiani soprattutto di sinistra, ndr), la reazione è arrivata, con Salvini – ossia via migranti – e con il supporto USA alla cattura di Cesare Battisti, convincendo tutte le autorità boliviane e brasiliane a mandare il terrorista rosso in Italia senza appello. Dunque, ora Cesare Battisti, il terrorista “simbolo” protetto per decenni dalla dottrina Mitterand e da Sarkozy e famiglia in particolare, è in Italia ed alla bisogna potrà raccontare la sua verità sui fatti del passato, dottrina Mitterand e caso Moro prima di tutto (quanto meno se il Battisti vuole sperare di uscire dal carcere verticalmente, …).

Smettiamo di fare i perbenisti: il DC-9 dell’Itavia a Ustica fu abbattuto dai caccia francesi mentre cercavano di uccidere Gheddafi. Così dice il libro del giudice Rosario Priore…

Chiaro, da Battisti potrebbe venire fuori il segreto di Pulcinella, ovvero che la Francia sono decenni che destabilizza l’Italia, magari per mettere le mani sopra agli assets italici e, perchè no, per ampliare i propri confini (cessione di mare a favore della Francia firmata da Gentiloni a Caen, vi dice qualcosa?). Chiaramente, oltre a Battisti,  esistono anche leve superiori che l’Italia può usare, ossia per fomentare l’opinione pubblica spiegando coi fatti che la Francia è probabilmente davvero alla base di molte delle disgrazie italiane degli scorsi decenni, a guardare bene un vero e proprio nemico degli interessi italiani, altro che cugino d’oltralpe.

Come leggiamo sui media in questi giorni, la “difesa italiana” contro “l’EU franco-tedesca” sta oggi nel far leva su alcune specifiche colpe francesi, ad esempio chiedendo la restituzione di tutti i terroristi italiani accolti e protetti dalla Francia per decenni, chiedendone conto (notasi: tutto questo è capitato pur essendo Italia e Francia nella medesima EUropa; medesima?). A far capire questo all’opinione pubblica italica, pur ignava, c’è da farla incazzare davvero. Fa dunque sorridere oggi la presa di posizione di Salvini – che fa benissimo – quando “vuole approfondire sui terroristi italiani in Francia“, “facendoseli restituire“, o qualcosa del genere.

http://www.libreidee.org/2018/06/avete-idea-di-cosera-litalia-quando-aveva-la-montedison/

Sapete perchè fa sorridere? Perchè quasi tutto è già stato scritto, da anni, prima di tutto dal giudice Rosario Priore, quello che pesando i fatti ha elaborato un bellissimo scritto, “Intigo Internazionale” (Chiarelettere), in cui viene spiegato in dettaglio come la Francia siano anni che (probabilmente, io uso cautele) destabilizza volontariamente l’Italia.

Vogliamo scoprire che la Francia ha (molto probabilmente, io uso cautele) destabilizzato l’Italia e magari domani vorrà anche farla diventare schiava economica dell’EU franco-tedesca? Non perdete tempo, compratevi il libro sopra citato, fate prima.

Salvini vuole davvero spiegare agli Italiani che la Francia sono anni che cerca di annientare economicamente ed istituzionalmente Roma? Che si inviti il giudice Rosario Priore in TV a spiegare le sue verità; Priore infatti ha indagato su tutti i reati che servono allo scopo, ossia che servono a Salvini ed all’Italia, oggi.

Magari questa è la volta buona che gli Italiani capiranno che, al di fuori della propria indiscutibile ignavia e delle proprie innegabili colpe, quelle di uno dei popoli  più laboriosi della terra che però si perde in mille lire di mancia (…), oggi il Belpaese è prossimo a diventare una colonia franco-tedesca.

Dunque la scelta è giocoforza tra permettere tale deriva coloniale o combatterla. Il primo asset da giocarsi è secondo chi scrive proprio il giudice Priore con le sue verità indicibili; dunque che lo si inviti – se possibile – in prima serata alla RAI facendogli le domande giuste. Sono certissimo che gli italiani sarebbero molto interessati a capire, in prima serata. Dico questo anche nell’interesse anche dell’EUropa dei padri fondatori e non dell’Unione EUropea odierna, quella asimmetrica che avvantaggia solo pochi paesi a danno di tutti gli altri!

Servizio pubblico si chiamava una volta, o sbaglio?

Mitt Dolcino

Please follow and like us: