Avete notato che gli ex terroristi rossi italiani tifano oggi per l’EU e per i globalisti? Cosa significa?

Sto ai fatti. Ed i fatti ci dicono che la Francia, facente parte dell’attuale asse franco-tedesco in EU ha sistematicamente difeso il terrorista rosso Cesare Battisti nella sua latitanza, da decenni. Di più, lo ha sottratto con metodo e mezzi alla giustizia italiana, pur il Battisti essendo stato condannato in via definitiva per fatti di sangue, terrorismo. La Francia ha dunque difeso durante decenni soggetti omologhi ai terroristi attuali dell’ISIS o di Al Qaeda. Il motivo? La dottrina Mitterand, che dava sistematicamente rifugio a terroristi italiani, quasi a fomentare la destabilizzazione italica (e fors’anche istituzionalizzando il terrorismo italiano, con la garanzia di supporto francese per i criminali – che sono decine, non solo Battisti, ndr – ).

E che dire della sede tutta francese, a Parigi, la scuola Hyperion, usata come centro strategico durante il rapimento di Aldo Moro dai brigatisti rossi ITALIAN (emigrati)I: nessuno ci ha mai spiegato se i brigatisti italiani siano stati protetti dai servizi segreti francesi  – diciamo che i fatti ci dicono che, sì, la Francia difese anche gli assassini di Aldo Moro, ndr -. Meglio detta, nessuno ci ha mai spiegato il perchè di cotante inevitabili protezioni istituzionali francesi per i terroristi italiani.

Sta di fatto che un presidente francese, Nicolas Sarkozy, consorte inclusa, si adoperò/adoperarono per far trovare un buen ritiro a Cesare Battisti pur di non consegnarlo all’Italia…. Guarda caso trattasi dello stesso soggetto (francese) che alcuni anni dopo sbeffeggiò il primo ministro italiano Silvio Berlusconi, in un casus belli che molti – includendo la crisi dello spread – considerano tutt’oggi una specie di golpe, anche l’ex segretario PD, ormai trombato, Bersani negli scorsi giorni si è spinto ad adombrare tale possibilità come realistica.

Or dunque, è fattuale la protezione istituzionale francese ovvero EUropea per Cesare Battisti, ai massimi livelli. Da anni e con più presidenti al potere.

Altro dato di fatto è che importanti brigatisti si siano espressi in termini inequivocabili a favore dell’EU austera, di Bruxelles ovvero del progetto globalista. Non ci credete? Guardate l’articolo iniziale (articolo illuminante purtroppo sottaciuto dai grandi media, …; Commento personale: gravissimo!).

Come mai succede tutto questo? Certamente il sintomo è gravissimo e depone malissimo – con conseguenze assolutamente nefaste (autoritarie?) –  sia per l’EU che per l’Italia.

Devo ammetterlo: sono praticamente certo di quanto scritto sopra. Deve infatti essere chiaro a tutti che da questa spinta alla deriva autoritaria in EU nessuno trarrà vantaggio, nè l’Italia, nè la Francia, nè l’EU! questo deve essere chiaro.

Parimenti, sembra ogni giorno più lampante che l’Italia sarà il vero terreno di scontro tra poteri globalisti (atei) ed eurocentrici vs. sovranismi di impostazione tradizionalistica  (e vetero-cristiana) (…). Ossia, l’Italia sarà il paese che rischierà di più (ad es. di sparire, per come la conosciamo oggi). Vedremo di capire prossimamente in quali termini.

Mitt Dolcino

Please follow and like us:
error