Forse i tempi sono maturi: il vero motivo che portò a Tangentopoli, strumento per “terminare” la Prima Repubblica Italiana

Sono passati ormai 25 anni da Tangentopoli, il tempo corre veloce. Da allora molte cose sono cambiate: ai tempi, durante i mondiali di Italia ’90, il Belpaese era davvero Belpaese, ricco, prospero, attivo, felice, con un grande futuro innanzi. Era la Repubblica a Sovranità limitata tanto cara a Flamigni. Una Repubblica che però prosperava, cresceva, aveva futuro. E che certamente il Flamigni oggi rimpiange.

Leggi tutto “Forse i tempi sono maturi: il vero motivo che portò a Tangentopoli, strumento per “terminare” la Prima Repubblica Italiana”

La missione principale di Mueller era di coprire l’orgia criminale dell’era-Obama e il Russiagate del Partito Democratico

Ecco in breve il racconto: tutti davvero si aspettavano che Hillary Clinton vincesse. Quando a vincere fu invece Trump, il “Deep State” diede inizio ad una frenetica corsa per distruggere le prove dei crimini commessi e per compromettere la reputazione dei testimoni.

Perché? Perché il “Deep State” voleva disperatamente impedire che s’indagasse sulle numerose illegalità dell’era-Obama, sulla criminalità e sulla  corruzione che l’hanno distinta.

Leggi tutto “La missione principale di Mueller era di coprire l’orgia criminale dell’era-Obama e il Russiagate del Partito Democratico”

L’accordo BRI con la Cina visto da Pechino e Washington: speriamo lato italiano non sia frutto di “facilitazioni” (leggasi, consulenze)

Analizzando con attenzione l’accordo BRI si scopre qualcosa di molto interessante, ossia che è più nell’interesse cinese che italiano. Parimenti sembra chiaro che gli USA vedono e soprattutto vedranno come fumo negli occhi tale mossa italica.

Prima di tutto chiariamo un concetto: Tangentopoli e golpe del 2011 sono stati “troppo” anche per un alleato supino come l’Italia, ossia non bisogna sbeffeggiare così un paese amico, soprattutto se strategico. Per chiarire, entrambi i casi (1993 e 2011) furono avallati – se non direttamente voluti – da Washington, DIETRO PRESSIONE DEI PAESI CHE SAREBBERO DIVENTATI EU-DOMINANTI (Francia, Germania, Gran Bretagna).

Stiamo aspettando da mesi che vengano pubblicati lumi sulle vere cause di Tangentopoli (…).

Leggi tutto “L’accordo BRI con la Cina visto da Pechino e Washington: speriamo lato italiano non sia frutto di “facilitazioni” (leggasi, consulenze)”

Sullo sfondo dell’incombente hard-Brexit, il Governo May ha invitato 10.000 soldati stranieri per delle esercitazioni militari

LONDRA – Con il “dramma Brexit” a raggiungere nuove vette, il Governo del Regno Unito aveva “alzato le sopracciglia” annunciando [il 14 Marzo] che avrebbe ospitato 10.000 soldati stranieri per una massiccia esercitazione militare, a partire dal giorno successivo alla Brexit [29 Marzo].

L’annuncio aveva sollevato lo spettro di uno scenario post-Brexit da “Legge Marziale”, considerando che il Governo guidato da Theresa May stava esaminando questa possibilità quanto meno dallo scor+so Gennaio.

Leggi tutto “Sullo sfondo dell’incombente hard-Brexit, il Governo May ha invitato 10.000 soldati stranieri per delle esercitazioni militari”

Fai come i dinosauri, sparisci!

Due settimane fa il giornalista algerino El kadi Ihsane ha twittato il video dello tsunami di umanità che scorreva attraverso le strade di Algeri: “Desidero che ogni persona di buona volontà possa sperimentare una volta nella sua vita il momento esaltante in cui la rivoluzione che ha sempre sognato passa sotto la finestra del suo ufficio!”.

Le sue parole evocavano gran parte dell’euforia che traspariva da William Wordsworth, quando scriveva sull’inizio ancora romantico della Rivoluzione Francese: “Era una beatitudine in quell’alba essere vivi, ma essere giovani era un paradiso”.

Leggi tutto “Fai come i dinosauri, sparisci!”

Macron, anche con Hollande c’era un accordo su STX-Fincantieri che tu hai stracciato! l’Italia pretende pari dignità! (Governo italiano, perchè non reagisci?)


Encore, Monsieur Macron, dall’Eliseo, continua a provocare gli italiani ed il Governo di Roma NON reagisce in difesa dei sacrosanti diritti nazionali! Perchè succede? Perchè nessuna reazione lato italiano?

Perchè gli italiani devono continuare a subire tali angherie da parte di un Paese anche lui membro dell’EU? Che senso ha rimanere in EU a farsi trattare così?

Leggi tutto “Macron, anche con Hollande c’era un accordo su STX-Fincantieri che tu hai stracciato! l’Italia pretende pari dignità! (Governo italiano, perchè non reagisci?)”

Lettera aperta a Marco Zanni (Lega): l’accordo BRI con la Cina rischia di trasformarsi in un’errore catastrofico della politica italiana. Che magari sconteremo al prossimo rating finanziario

Di norma non mi indirizzo a soggetti in particolare. Visto però che ho conosciuto l’On. Zanni e lo considero una persona onesta e corretta, mi permetto di rivolgermi direttamente (oggi l’On. Zanni sembra stia difendendo la linea governativa sui media).

Come Zanni ben sa, l’errore di un trattato segreto equivale all’errore enfatizzato dalle stesse forze politiche oggi al governo ad esempio nella stipula del trattato EUropeo TTIP. Ossia, segreto non va bene. Valeva per il TTIP e vale per il memorandum BRI con la Cina.

Il secondo punto è capire le implicazioni globali che soggiaciono alla sfida EU e cinese agli USA, con l’Italia che rischia di diventare il campo  di battaglia “per interposta persona”.

Leggi tutto “Lettera aperta a Marco Zanni (Lega): l’accordo BRI con la Cina rischia di trasformarsi in un’errore catastrofico della politica italiana. Che magari sconteremo al prossimo rating finanziario”

Il Governo Italiano ha la memoria corta?

In questi turbolenti anni, la politica e l’economia hanno perso il primato sulla finanza che è passata a comandarle e a decidere le sorti di stati interi come su una tavola di risiko.
Vorrei ricordare agli euroinomani anti-svalutazione e traditori delle loro nazioni, cosa è successo nell’anno 1992, quando ci fu un fenomeno che, per l’euroinomane convinto, costituisce il peggior crimine che si possa commettere : La svalutazione della moneta.
Ebbene sì, nel 1992 l’Italia svalutò la famosa liretta del menga, che permetteva a tutti di avere un salario che non perdesse potere di acquisto e condurre una vita dignitosa secondo i dettami dell’art. 36 della Costituzione.
Vediamo cosa avevano detto i Padri Costituenti nell’Articolo 36.

Leggi tutto “Il Governo Italiano ha la memoria corta?”

Palladio, il trade del secolo? Cosa si nasconde dietro la tremenda salita del metallo bianco, che vale più dell’oro (siamo oltre ai catalizzatori-auto, temo…)

Premetto che questo intervento non vuole essere un consiglio su cosa comprare tra le merci regolamentate citate e non citate di seguito, ossia anche in termini di prodotti finanziari e affini, di qualsiasi tipo. Infatti lo scopo è solo quello di dare una spiegazione su cosa di strategico si nasconda dietro la salita del metallo bianco industrial-prezioso più ricercato del decennio.

Prima di tutto va detto che dal 2005 il palladio è salito di 8-10 volte. Mica male come boom. Anche dal minimo del 2008 siamo a circa 8 volte, facendo impallidire la salita dei prezzi di borsa (drogati dalle banche centrali post crisi subprime, ndr). Ne avevamo già parlato mesi fa .

Leggi tutto “Palladio, il trade del secolo? Cosa si nasconde dietro la tremenda salita del metallo bianco, che vale più dell’oro (siamo oltre ai catalizzatori-auto, temo…)”

Amazon è un’estensione della CIA e del “Deep State” statunitense

Redazione: Difficile credere alla favola del bravo ragazzo che nel garage della propria casa costruisce un impero. Se, dopo la fase meramente pionieristica, fondata a volte sulla genialità dell’inventore, la Big Tech statunitense ha raggiunto limiti quasi inesplorati lo deve al potere del “Deep State”, comprendendo con questo termine non solo i Funzionari e le Organizzazioni dello Stato, ma anche le corporation industrial-finanziarie da cui spesso dipendono.

Il discorso è attuale perché, se è vero che Microsoft, Google, Facebook, Apple, Amazon etc. sono palesi espressioni del “Deep State” americano, è anche vero che società tecnologiche come Alibaba, ZTE, Huawei etc. lo sono del potere centrale cinese. La prudenza rivendicata dall’Amministrazione Trump sul 5G, quindi, sembrerebbe essere sufficientemente fondata.

Leggi tutto “Amazon è un’estensione della CIA e del “Deep State” statunitense”