Un Paese senza opposizione è un paese senza democrazia, infatti in Italia è più limitata di quanto si creda (…). Alcune brevi – ma importanti – considerazioni (post SI al referendum)

Gli italiani hanno ceduto sul referendum confermativo costituzionale della scorsa settimana, votando SI. E’ stato un cedimento importante, ma davvero inevitabile: praticamente i principali partiti nazionali, i loro segretari, erano tutti per il SI, inclusi (incredibilmente) i primi due partiti di opposizione, Lega e Fratelli d’Italia. Gravissimo errore, ritengo, – temo – come frutto avvelenato di una forma latente di ignoranza civile ed istituzionale oltre che procedurale da parte di politici senza cultura nè preparazione politica sufficiente (o magari di peggio, vedasi oltre). Infatti non è passato nemmeno un giorno dai risultati e già comparivano sui giornali nazionali i primi dubbi (e cosa aspettavano?), ossia se il sistema statale avrebbe funzionato con il nuovo assetto post referendario…

Leggi tutto “Un Paese senza opposizione è un paese senza democrazia, infatti in Italia è più limitata di quanto si creda (…). Alcune brevi – ma importanti – considerazioni (post SI al referendum)”

Il piano globalista per affossare l’Italia coi referendum costituzionali. Prima ci provò Renzi, ora il M5S. E i due primi partiti italiani, all’opposizione l’uno dell’altro, con Salvini (Lega) e Zingaretti (PD), sono per il SI. Come fu per la TAV, a favore di Parigi…

E’ in corso un attacco contro l’Italia, un attacco chiaro e deliberato. A voler rompere l’Italia sono i globalisti, ovvero le elites globali. Ossia Germania e soprattutto Francia a capo dell’EU neocoloniale. Quest’ultima, la Francia, si è distinta come paese per cercare costantemente di mettere le mani sulla Penisola, nei secoli. Fino a far pronunciare addirittura al suo corrente presidente, Macron, che la capitale dell’Italia è Parigi. A parte che se Macron volesse questo in tantissimi in Italia lo accoglierebbero col moschetto carico. In tale contesto non va però sottaciuto come sia stata proprio Parigi a boicottare da sempre il nucleare italiano. Sapete perchè? L’Italia con il nucleare sarebbe diventata formalmente NON CONTENDIBILE e dunque veramente indipendente. Così si spiegano gli attacchi negli anni vedasi nel caso Ippolito, vedasi la bramosia di prendersi Montedison, l’azienda che – come Edison – venne “nominata” da Fermi come referente per il nucleare civile in Italia.

Leggi tutto “Il piano globalista per affossare l’Italia coi referendum costituzionali. Prima ci provò Renzi, ora il M5S. E i due primi partiti italiani, all’opposizione l’uno dell’altro, con Salvini (Lega) e Zingaretti (PD), sono per il SI. Come fu per la TAV, a favore di Parigi…”

Come gli obamiani vogliono sottilmente “rubare” le presidenziali a Trump, ben sapendo che molti rischiano davvero la galera se non peggio. Nulla è come sembra…

Merkel,  Conte, Trump, Tusk, ci sono tutti (ossia anche un ex funzionario del partito comunista della DDR ed il supposto nipote di un ex nazista secondo fonti diplomatiche polacche riportate dai media israeliani)

Hillary Clinton ha annunciato aver detto a Biden di non accettare in nessun caso la vittoria di Trump a Novembre prossimo. E’ chiaro infatti che Trump vincerà le prossime presidenziali USA, dunque l’unico modo per boicottarlo è con il voto postale. Chiaro, se fosse una vittoria a valanga, il tentativo Dem sarebbe palese. Ma ormai, per quello di cui al seguito, penso non si faranno alcun problema anche ad andare anche allo scontro istituzionale in grado di travalicare verso la guerra civile.

Leggi tutto “Come gli obamiani vogliono sottilmente “rubare” le presidenziali a Trump, ben sapendo che molti rischiano davvero la galera se non peggio. Nulla è come sembra…”

La Notizia taciuta: Trump riceve la seconda candidatura al Nobel, dopo l’accordo tra Kosovo e Serbia. Silenzio dei media, nel paese dove chi non deve lavorare per vivere difende a spada tratta i migranti

I due concetti di cui al titolo sono collegati, per tale motivo sono stati associati (come vedrete di seguito). Prima di tutto Donald J. Trump riceve la seconda candidatura al Nobel per la Pace, per il suo intervento a favore sia della riappacificazione in medio Oriente tra EAU/arabi ed Israele che tra due repubbliche/entità Europee da sempre in guerra tra loro, Serbia e  Kosovo. Chiaramente la potenza anche militare USA ha avuto il suo peso negli eventi di pace, ma come ben sapete certi passi non hanno prezzo. Per assurdo nel prossimo futuro rischiamo che paesi prima nemici storici si avvicinino; mentre paesi in pace da 70 anni vedano guerre, a medio/breve.

Leggi tutto “La Notizia taciuta: Trump riceve la seconda candidatura al Nobel, dopo l’accordo tra Kosovo e Serbia. Silenzio dei media, nel paese dove chi non deve lavorare per vivere difende a spada tratta i migranti”

E se ci fossimo sbagliati? Nulla capita a caso ed il COVID può essere un ingrediente di un immenso tentativo di “power shift”, che va sempre di pari passo con un “industrial shift”. Vedremo l’incumbent…

Si vis pacem, para bellum

Proprio ieri mattina dissi ai colleghi del sito che avevo finalmente maturato la “chiusura del cerchio“, chiamasi anche la convinzione di aver capito il giro del fumo, dopo una notte insonne a consultare fonti varie e distanti. Anche su twitter lo scrissi, meditando su come (e se) sarebbe stato il caso di dipingere tale novella convinzione, per quello che sarei riuscito a dire. Ieri invece la sorpresa: Trump ha bellamente annunciato che gli USA hanno armi nucleari che nessuno ha nel mondo. Come dire, noi siamo qui e non ce ne andiamo, dunque?

Leggi tutto “E se ci fossimo sbagliati? Nulla capita a caso ed il COVID può essere un ingrediente di un immenso tentativo di “power shift”, che va sempre di pari passo con un “industrial shift”. Vedremo l’incumbent…”

Il genio? Prendere i soldi del Recovery Fund dall’EU – ossia da Berlino e Parigi – e spenderli per il progetto militare anglo-USA “Tempest”. Ormai si gioca a carte scoperte… (frangente pericolosissimo)

 

E’ chiaro che il Recovery Fund (RF) è insufficiente, pochi soldi rispetto al crollo del PIL ed all’aumento del debito italico, oltre che rispetto alla discesa delle entrate dello Stato. Il RF è pure tardivo, infatti arriverà tardi apposta per volere EU, il prossimo anno, sperando che l’Italia nel mentre ceda ed accetti il MES che di fatto comporta la troika immediata visto che le spese di Roma dovranno in tale caso essere contrattate EX ANTE con un tedesco a capo dell’ente, l’ESM, ente privatistico, che può escutere garanzie alla bisogna cambiando gli statuti, anche in prelazione ad altri meccanismi di aiuto EUropei. Parimenti i soldi del RF dovrebbero andare a progetti sistemici, grandi opere ecc. Fa sorridere che, proprio mentre Londra si appresta a fare la Brexit NO DEAL, ossia schiaffeggiando in faccia (ed anche molto più in basso) l’EU franco-tedesca, l’Italia suggerisca l’uso dei soldi del RF per progetti strutturali ma militari e pure in collaborazione non con l’EU ma con Londra e Washington!

Leggi tutto “Il genio? Prendere i soldi del Recovery Fund dall’EU – ossia da Berlino e Parigi – e spenderli per il progetto militare anglo-USA “Tempest”. Ormai si gioca a carte scoperte… (frangente pericolosissimo)”

Il progetto mercantilista e neo-feudale connesso all’Euro, guidato dalla BCE che “stampa” per l’élite finanziaria nel disinteresse per l’economia reale

 Megas Alexandros e Pepito Sbazzeguti

Per chi ancora non comprende come è gestito l’euro e per identificare meglio coloro che sono interessati a conservarlo ad ogni costo, ecco una breve lettura che ne descrive le disfunzionalità…raccontiamo come la Banca Centrale Europea, acquistando titoli di debito, non solo non risolve i problemi economici dei paesi appartenenti all’Eurozona, ma agevola la concentrazione della ricchezza reale a favore di pochi.

Leggi tutto “Il progetto mercantilista e neo-feudale connesso all’Euro, guidato dalla BCE che “stampa” per l’élite finanziaria nel disinteresse per l’economia reale”

Navalny avvelenato, North Stream II e Stasi reloaded: una versione per mettere tutti d’accordo nel caos apparente, fomentato da Berlino

Navalny non era una minaccia per Putin, si sa, con percentuali di voto da prefisso telefonico. Parimenti egli sembrava “di molto” avere le fattezze di una spia straniera; di norma quelli più attrezzati per inserire spie in Russia sono gli uomini della ex DDR, a maggior ragione quelli post 1990, ossia la Stasi fusa nel BND sotto Schauble, il potentissimo ministro della segretezza economica tedesca. Il North Stream II rappresenta invece l’autonomia energetica germanica o quasi, infatti i 100+ bcm/yr di metano sono davvero la pietra angolare del sogno di potenza per via energetica della Germania.

Leggi tutto “Navalny avvelenato, North Stream II e Stasi reloaded: una versione per mettere tutti d’accordo nel caos apparente, fomentato da Berlino”

La smisurata e ricorsiva arroganza (ed ignoranza) del popolo italico nel credere che tutto gli sia dovuto: il caso dell’ 8.9.1943 e lo sperato ITALEXIT, secondo cui qualcuno dovrebbe salvare gli italiani “aggratis”

La pagina meno conosciuta, proprio perché ha messo a nudo la nullità, l’autolesionismo interessato, l’antimeritocrazia, il nepotismo, la raccomandazione dilagante del sistema di potere romano – e dunque è stata opportunamente nascosta –  è stata l’ 8.9.1943. Ieri forse per la prima volta su Rai1, dopo il famoso “Tutti a casa” di A. Sordi, si è provato a parlare dell’argomento in termini reali e soprattutto in prima serata. Facendo emergere quanto sopra: il ladrocinio e l’inadeguatezza politica dei tempi, tanto simile a quella attuale. Si noti, NON errori, proprio nefandezza nel governare a sfregio degli italiani, ossia dimostrando come chi va a Roma a votare in Parlamento tende inevitabilmente, via antimeritocrazia e nepotismo, a breve, a votare solo per se stesso, fregandosene del Paese (memento il pigiama del super raccomandato Badoglio, non a caso uno dell’elite del tempo, come le elite attuali troppo spesso incapaci di generare valore positivo per il Paese, alias borghesia compradora/venditora…).

Leggi tutto “La smisurata e ricorsiva arroganza (ed ignoranza) del popolo italico nel credere che tutto gli sia dovuto: il caso dell’ 8.9.1943 e lo sperato ITALEXIT, secondo cui qualcuno dovrebbe salvare gli italiani “aggratis””

Trump: “Nessuna prova dalla Germania che Navalny sia stato avvelenato”. Ma chiede perchè non si parla di più della Cina. Berlino messa all’angolo dal presidente USA: sa delle destabilizzazioni tedesche a suo danno?

Lo stato dell’informazione in Italia è drammatico: si manipola la realtà nascondendo i fatti. Il caso Navalny – dove Trump scagiona la Russia ed incolpa nei fatti la Germania – è esemplare: nessun giornale “itagliano” di rilievo diffonde la notizia per come è. Se si vuole avere una view onesta in Italiano, bisogna come al solito andare in Svizzera, dove sono molto meno di parte, se non proprio per nulla.

Leggi tutto “Trump: “Nessuna prova dalla Germania che Navalny sia stato avvelenato”. Ma chiede perchè non si parla di più della Cina. Berlino messa all’angolo dal presidente USA: sa delle destabilizzazioni tedesche a suo danno?”