Eccellente libro sul sovranismo edito da Gianni Alemanno: 48 autori per definire in modo strutturato ed esaustivo un fenomeno destinato a segnare un’epoca, chapeau!

Finalmente un riferimento bibliografico veramente completo, l’unico esistente, per definire il sovranismo: grazie a Gianni Alemanno, ripeto, l’unico, che ha avuto la capacità ed il coraggio di pubblicare un vademecum sull’argomento.

Leggi tutto “Eccellente libro sul sovranismo edito da Gianni Alemanno: 48 autori per definire in modo strutturato ed esaustivo un fenomeno destinato a segnare un’epoca, chapeau!”

Schiacciante vittoria dei democratici “gialli” anche ad Hong Kong, contro il dominio cinese. Mai dimenticare che la Cina ha un sovrano eletto a vita (Xi) ed un solo partito, comunista cinese (chissà se a Roma lo hanno capito mentre firmavano la Via della Seta…)

La Cina è un paese immenso, ricco di storia, un vero Impero. Un grande paese insomma, che oggi sta scombussolando gli equilibri globali. Innegabile la sua influenza presente e futura. Ma, chiediamoci, sarà un paese sufficientemente resiliente all’usura competitiva e geopolitica? Troppo presto per dirlo, le sue debolezze strutturali sono infatti fin d’ora evidenti.

Leggi tutto “Schiacciante vittoria dei democratici “gialli” anche ad Hong Kong, contro il dominio cinese. Mai dimenticare che la Cina ha un sovrano eletto a vita (Xi) ed un solo partito, comunista cinese (chissà se a Roma lo hanno capito mentre firmavano la Via della Seta…)”

Annche Londra ha il suo Sergio Mattarella nel caso Paolo Savona ministro mancato delle finanze: John Bercow rifiuta a Boris Johnson di votare per la Brexit! Da qui in avanti è terra di nessuno (solo un intervento della Regina può salvare Londra e l’Europa)

Ammetto che mai avrei pensato che la Camera dei Comuni, della gente comune, avrebbe osato sfidare la Regina Elisabetta II sulla Brexit. Certo, è ormai evidente che qualcuno dall’interno della famiglia reale sta dalla parte dei Remainers, ossia dei tedeschi, indubbio. In molti puntano l’attenzione sul principe Harry, ossia quello che ebbe grandi e pubbliche simpatie per i nazisti in un recente passato. Un vizietto di famiglia quello della vicinanza a Berlino, anche in guerra: l’esempio di Lord Battemberg, poi Mountbatten, rappresentante dell’ala più filo-tedesca della famiglia Windsor, è lì a testimoniarlo, passando per Edoardo VIII. Anche il principe Filippo e di riflesso il principe di Galles, Carlo (che però resta figlio di Elisabetta II e nipote della Regina Madre, …) ebbero simpatie tedesche, mai sopite quanto meno da parte del consorte della Sovrana. Oggi tali simpatie neo-tedesche sembrano essere state cementate nel principe Harry, un reale che ha addirittura osato sposare una donna di colore. 

Leggi tutto “Annche Londra ha il suo Sergio Mattarella nel caso Paolo Savona ministro mancato delle finanze: John Bercow rifiuta a Boris Johnson di votare per la Brexit! Da qui in avanti è terra di nessuno (solo un intervento della Regina può salvare Londra e l’Europa)”

La Regina ha parlato (Salvini anche….): visto che la Brexit si farà, Sua Maestà ha deciso, quali prospettive per l’EU e per l’Italia?

Avevamo detto che la Regina avrebbe salvato gli UK e così è stato: come fu per i nonni nazisti, sostanza mai capita oltre Reno, l’ultimo baluardo della difesa britannica sta a Buckingham e non a Westminster. Ieri la Regina Elisabetta II, The Queen, a cui deve andare tutto il nostro sincero rispetto per aver salvato dai tedeschi l’EUropa, come fece anche sua Madre – l’amata Queen Mother – ha di nuovo fatto il miracolo, questa volta azzannando i sovranisti alla gola: con uno sguardo che vale più di mille parole, in cagnesco a dir poco ai suoi Commons (comunque i suoi sotto pari) ha scandito queste parole…

Leggi tutto “La Regina ha parlato (Salvini anche….): visto che la Brexit si farà, Sua Maestà ha deciso, quali prospettive per l’EU e per l’Italia?”

Giulio Tremonti: una visione non allineata alla indottrinamento ortodosso sul “Climate Emergency” di Greta Thunberg.

Parla ancora una volta schietto e chiaro uno dei pochi personaggi di spessore culturale, finanziario ed economico che hanno cavalcato e, secondo il nostro pensiero che esprimiamo da tempo su questo blog , potrebbe ancora cavalcare a pieno titolo il palcoscenico politico italiano ed internazionale, ossia Giulio Tremonti, forse unico in un panorama italiano meschinamente, servilmente e pedissequamente decadente.


Leggi tutto “Giulio Tremonti: una visione non allineata alla indottrinamento ortodosso sul “Climate Emergency” di Greta Thunberg.”

Dazi americani in arrivo anche per l’Italia, a causa della sua appartenenza all’EU (il problema è che Trump ha ragione ad imporli). Gioco facile per Di Maio ad aver successo rispetto allo scorso governo: basta non mandare Geraci a trattare in USA…

 

Dunque, andando al cuore dell’argomento, gli USA hanno richiesto un’indagine indipendente al WTO in relazione agli aiuti di Stato forniti a Airbus dall’EU. Il WTO, World Trade Organisation, ha fatto le sue riflessioni e fattualmente ha concluso che l’Airbus riceve aiuti di Stato. Se uno va ad indagare anche solo su Wikipedia capisce che tali aiuti di Stato sono alla luce del sole: infatti non avendo la tecnologia ed aziende specializzate nel settore, l’EU volle mettere strategicamente assieme le sue forze interne per creare un’azienda che facesse concorrenza a Boeing, altrimenti inarrivabile (il vantaggio dell’avionica USA era data dalla vittoria della seconda guerra mondiale, scatenata – lo ricordo a tutti – dall’Asse, Germania ed Italia -, ndr).

Leggi tutto “Dazi americani in arrivo anche per l’Italia, a causa della sua appartenenza all’EU (il problema è che Trump ha ragione ad imporli). Gioco facile per Di Maio ad aver successo rispetto allo scorso governo: basta non mandare Geraci a trattare in USA…”

Pensare che Salvini “abbia staccato la spina al Governo gialloverde per errore” è un insulto alla scaltrezza degli italiani. Ecco come i globalisti stanno “comprando” i sovranisti

Magari erano a cena assieme a casa Verdini la scorsa settimana…. chissà!

Oggi Megas Alexandros ha spiegato bene i dettagli del teatrino italico. Non che non ci fossimo arrivati anche noi, ma la sua esposizione è stata assolutamente convincente a nostro avviso.

Il punto secondo chi scrive non è il teatrino filo EU ossia filo-globalista – innegabile – oggi in prima serata sulle reti italiane, ma qualcosa di molto più gande che sta succedendo dietro le quinte, ossia come i globalisti stanno ovviando al problema del sovranismo. E della Brexit. Vi proproniamo una rapida sintesi.

Leggi tutto “Pensare che Salvini “abbia staccato la spina al Governo gialloverde per errore” è un insulto alla scaltrezza degli italiani. Ecco come i globalisti stanno “comprando” i sovranisti”

ORGANIZZAZIONE E POLITICA – Il circolo virtuoso leadership-competenze-capacità-conoscenza-organizzazione-risultati applicati alla politica: il caso UK.

La storia insegna che un Paese è tanto più grande tanto più i propri leader siano non solo forti, capaci di alta e raffinata dialettica (che può servire temporaneamente per superare qualche momento critico) e di una elevata capacità relazionale  ma che siano pure talentuosi, preparati e formati ad alto livello,  capaci di implementare una adeguata organizzazione atta supportare i propri indirizzi strategici e, dulcis in fundo, capaci di avere una visione lungimirante e molto più ampia dei propri subalterni.

Ma ci sono altri quattro ingredienti che spesso sfuggono anche ai migliori analisti e studiosi.

Leggi tutto “ORGANIZZAZIONE E POLITICA – Il circolo virtuoso leadership-competenze-capacità-conoscenza-organizzazione-risultati applicati alla politica: il caso UK.”

Prossimamente la Lega (obbligata, “ma andrà bene così”) diventerà di nuovo pro-ITALEXIT. Ma non ringraziate Salvini per favore…

Che sia chiaro: ad oggi la Lega oggi NON vuole più uscire dall’euro PER SUA PRECISA AMMISSIONE, seguendo lo stimolo pavloviano dei “suoi” imprenditori del nord che guardano sempre oltre le Alpi. Questo succede perché l’Italia è stata direi appositamente – e forse per la prima volta – lasciata per lungo tempo a se stessa, a decidere da sola del proprio futuro (dal dominus storico, ndr). Ossia la Penisola con ‘sta classe politica sta suicidandosi.

Leggi tutto “Prossimamente la Lega (obbligata, “ma andrà bene così”) diventerà di nuovo pro-ITALEXIT. Ma non ringraziate Salvini per favore…”

L’economia italiana ed EU post elezioni EUropee: e se ci aspettasse una profonda recessione? E se si nascondessero dati economici “troppo” negativi per evitare un voto di protesta? Ossia un futuro governo tecnico?

Da ingegnere prendo di norma gli economisti con le molle, visto che troppo spesso spiegano bene le cose solo “ex post”. Con una notabile eccezione, che poi è il mio macro-economista di fiducia: Fedele De Novellis di Ref *, un importante think tank di Milano che ho potuto apprezzare in vite passate. Il vantaggio di Fedele è di essere indipendente, oltre che persona squisita, che sa spiegare la direzione dell’economia senza bias. Con grande competenza e spirito di ascolto (vedasi LINK ad un suo interessante studio, recente).

Leggi tutto “L’economia italiana ed EU post elezioni EUropee: e se ci aspettasse una profonda recessione? E se si nascondessero dati economici “troppo” negativi per evitare un voto di protesta? Ossia un futuro governo tecnico?”