Il “liquidatore dell’Italia Draghi” (cfr. F. Cossiga) cerca di piazzare la sua “persona” al Demanio? Forse per la svendita in arrivo, come previsto da Cossiga? Senza dimenticare che tale “persona” sarebbe la cognata di Gentiloni, l’EUropeista (la casta italica immarcescibile…)

Dagospia, che fa solo di secondo lavoro il giornalista forse, spara lo scoop dell’anno: Draghi vuole la cognata di Gentiloni al demanio! Chiaro, oltre allo schifo del nepotismo incrociato e concentrico a Roma, c’è anche un aspetto davvero critico ossia voler mettere le mani sul Demanio, i gioiello da vendere, ad esempio con le sue spiagge tanto abito dai tedeschi. Davvero si concretizzerà la profezia di Cossiga su Draghi, quando predisse che Draghi premier avrebbe terminato la liquidazione dell’Italia?

Leggi tutto “Il “liquidatore dell’Italia Draghi” (cfr. F. Cossiga) cerca di piazzare la sua “persona” al Demanio? Forse per la svendita in arrivo, come previsto da Cossiga? Senza dimenticare che tale “persona” sarebbe la cognata di Gentiloni, l’EUropeista (la casta italica immarcescibile…)”

Giorgia Meloni attaccata dal sistema perchè non appoggia Draghi: Fratelli d’Italia FA BENE a restare all’opposizione. In un paese democratico l’opposizione è NECESSARIA (il credito storico della destra italiana)

Noi dobbiamo avere il coraggio di dire “le parole mai dette“. A parte l’evidenza che Fratelli d’Italia, secondo noi giustamente, è l’unico partito scettico su Draghi, a ragione, visto che sta fuori dalla coalizione. Dunque oggi Giorgia Meloni viene attaccata dal sistema tutto, che va dalla finta destra alla sinistra storica ormai travestita di liberismo. Sapete il motivo? Il sistema, ossia il sistema dei partiti da cui, per fare spazio a se stessi, la destra italiana è stata sistematicamente ostracizzata, un abisso politico che va dall’ex PCI militante alla Lega (Salvini è uno dei politici italiani con maggiore anzianità n Parlamento, ndr), sa perfettamente che ci saranno misure lacrime e sangue da imporre agli italiani di qui a breve; per correggere errori di gestione compiuti da coloro che hanno governato per tanto tempo.

Leggi tutto “Giorgia Meloni attaccata dal sistema perchè non appoggia Draghi: Fratelli d’Italia FA BENE a restare all’opposizione. In un paese democratico l’opposizione è NECESSARIA (il credito storico della destra italiana)”

Ecco cosa causò la strage dell’influenza spagnola 100 anni fa: le tragiche assonanze con quello che potrebbe accadere col COVID nei prossimi mesi (Leggete bene!)

Redazione:

Ogni tanto troviamo qualche bel pezzo in rete, che rilanciamo volentieri. Come ben sapete, lungi dall’essere negazionisti, riteniamo che il COVID rappresenti una minaccia soprattutto economica, visto che di COVID oggi non muore più quasi nessuno. Anzi, i morti di marzo scorso erano probabilmente da ascrivere ad errori nelle cure, non necessariamente al virus. Lasciando perdere il divieto alle autopsie COVID imposto a livello internazionale, divieto eroicamente aggirato da un medico italiano che, a pena radiazione dell’ordine medico (che ha seriamente rischiato), spiegò al mondo che le cure erano sbagliate ed anzi – nell’uso ad es. dei respiratori polmonari con una trombosi disseminata in corso – la vera causa di morte (io ho perso due amici così, ndr).

Leggi tutto “Ecco cosa causò la strage dell’influenza spagnola 100 anni fa: le tragiche assonanze con quello che potrebbe accadere col COVID nei prossimi mesi (Leggete bene!)”

Un’altra piccola analisi sui numeri del Covid19 alias Pataccavirus

In attesa dei dati definitivi Istat al 31/12/2020 facciamo una piccola analisi sui dati che scaturiscono dalle nuove regole che ci sta per donare la nostra grande mamma UE.

Siamo effettivamente entrati in Unione Europea nel 1992 e da allora la nostra vita è radicalmente cambiata.

Abbiamo una grande mamma UE che ci protegge e ci salva da tutto. Ci fa fare una vita prospera usando una monetona che ci rende felici e contenti.

Con questa filosofia, la mamma Europa ci sta salvando le vite da un pericoloso virus : Il Covid19.

Leggi tutto “Un’altra piccola analisi sui numeri del Covid19 alias Pataccavirus”

Certo che se i 5S voteranno Mario Draghi come Premier, visto anche il semestre bianco incombente, se costui dovesse poi imporre tasse simil-esproprio temo che i grillini – tornati dalla loro base – dovranno assumere una scorta armata a loro difesa….

Inutile illudersi: i numeri italiani dell’economia post-COVID sono raccapriccianti, tragici, un buco smisurato: nemmeno durante la WWII ci fu uno buco di tali dimensioni in termini di debito/PIL percentuale in un solo anno, senza svalutazione della moneta (la lira ai tempi si svalutava a passi da gigante, oggi l’euro si è rafforzato rispetto al dollaro negli scorsi 12 mesi). Dunque pensare di restare nell’euro e comunque di non pagare megatasse è semplicemente assurdo, oggi.

Leggi tutto “Certo che se i 5S voteranno Mario Draghi come Premier, visto anche il semestre bianco incombente, se costui dovesse poi imporre tasse simil-esproprio temo che i grillini – tornati dalla loro base – dovranno assumere una scorta armata a loro difesa….”

Mario Sechi conferma purtroppo le nostre tesi: nessun partito vuole andare al governo (nè tanto meno alle elezioni, se rischia di vincere). In quanto hanno paura di dover fare quello che l’EU pretende: stratasse e confische!

Ieri sera su Rai 3 – Linea Notte ho visto l’incredibile. Mario Sechi dell’AGI (agenzia di stampa, schierata tendenzialmente a destra) ha spiegato pacatamente la realtà indicibile dei prossimi mesi: nessuno dei partiti italiani vuole andare al governo, men che meno vincere le elezioni. Il motivo? La situazione italiana, nelle more dei limiti e dei parametri imposti dall’EU e riattivati a breve/medio termine, cfr. Maastricht, è talmente pietosa che chiunque vada al governo dovrà assumersi la responsabilità politica di scelte non solo “impopolari”, ma addirittura “tragicamente impopolari”, parlo di confische e stra-tasse. In tale contesto questo sito non può appoggiare NESSUN partito italiano, visto che nessun vuole prendersi la responsabilità di governare per aiutare il paese. Preferiscono continuare a prendere i soldi “dalla cadrega” a fine mese…

Leggi tutto “Mario Sechi conferma purtroppo le nostre tesi: nessun partito vuole andare al governo (nè tanto meno alle elezioni, se rischia di vincere). In quanto hanno paura di dover fare quello che l’EU pretende: stratasse e confische!”

“Roma brucia e Nerone suona la lira”. Ovvero, riadattata, l’Italia implode socialmente ed economicamente ed i politici romani si azzannano per l’ultimo brandello di carne. In un Paese senza opposizione…

Quello che abbiamo visto ieri in TV e negli scorsi giorni, alla Camera, dà il voltastomaco. Un mercimonio di voti ed interessi, in cui la testa d’ariete Renzi nasconde dietro di se la bramosia della falsa opposizione – che poi vota per la TAV con PD a favore della Francia e vuole entrare nel PPE di A. Merkel, oltre a tradire l’ITALEXIT – giusto  per far cadere il governo. Ossia facendo finta di volere il cambiamento mentre in realtà vuole solo la cadrega, Sullo sfondo lo sfascio italico, con un Conte che non sa più come fare per prendere tempo, sperando nella rinascita dei valori di Trump, negli USA…

Leggi tutto ““Roma brucia e Nerone suona la lira”. Ovvero, riadattata, l’Italia implode socialmente ed economicamente ed i politici romani si azzannano per l’ultimo brandello di carne. In un Paese senza opposizione…”

A 6 giorni dall’ inaugurazione della presidenza d Biden, si susseguono avvenimenti di impatto crescente e con frequenza crescente (anche in Italia!)…COSA STA SUCCEDENDO?

La giornata di ieri 14 gennaio 2021, è stata un susseguirsi di notizie dirompenti dagli USA: Catherine Herridge, uno dei pochi volti “umani” del mainstream media americano, aveva ottenuto uno scoop sull’organizzazione di guerriglia militare degli insorti nel presunto “assalto dei sostenitori di Trump” a Capitol Hill.

Nel pomeriggio, è emerso che uno degli arrestati è il figlio di un noto giudice di una corte suprema nello Stato di Washington, entrambi registrati come elettori DEMOCRATICI a New York.

Leggi tutto “A 6 giorni dall’ inaugurazione della presidenza d Biden, si susseguono avvenimenti di impatto crescente e con frequenza crescente (anche in Italia!)…COSA STA SUCCEDENDO?”

Ammetto, forse mi sono sbagliato: all’Italia servirebbe un po’ di Partito Comunista Cinese, tra Roma e Milano! Resta il dubbio di quanti politici ed imprenditori italici sarebbero già andati al patibolo: per reati di corruzione, concussione ecc. in Cina c’è la pena di morte!

Bisogna rendersi conto della realtà dei fatti. E anche riconoscere i propri errori di interpretazione e di declinazione, nel caso. In Cina, a casa di Xi, c’è la pena di morte per corruzione, concussione, anche bigamia in certi casi. Questo almeno è quanto riporta la stampa cinese (spesso di Stato/a controllo statale) relativamente alla condanna a morte di Lai Xiaomin per i reati di cui al titolo. Anche Jack Ma, che non voleva piegarsi ai dettami del PCC, resta irreperibile. Alcuni dicono che sia già qualche metro sotto terra, vedasi sotto. La differenza tra M. Kordovkovsky, il tycoon russo del petrolio andato al confino in Siberia perchè non voleva mollare sul petrolio di Yukos e Jack Ma di Alibaba sta solo nell’essere intrinsecamente cristiano del regime russo di Putin, agnostico quello cinese. Ossia in Cina non ci sono limiti alle punizioni, come ai tempi di Stalin. Chiaramente per Yukos il mondo occidentale si mobilitò a favore dell’imprenditore; con Jack Ma tutti zitti in Occidente, magari onde evitare che le stecche pagare dai cinesi si interrompano…

Leggi tutto “Ammetto, forse mi sono sbagliato: all’Italia servirebbe un po’ di Partito Comunista Cinese, tra Roma e Milano! Resta il dubbio di quanti politici ed imprenditori italici sarebbero già andati al patibolo: per reati di corruzione, concussione ecc. in Cina c’è la pena di morte!”

“Basta con tutti questi bonus”: Merkel e Macron contro Conte, che cerca soluzioni soft per l’Italia. E il centrodestra italiano applaude l’austerità tedesca richiamando le “riforme strutturali EU”. Il tradimento dell’oppofinzione (ossia proponendosi come “governo kapò”?)

In molti mi chiedono, “bisogna far cadere questo governo“. La mia risposta è sempre la solita: per mettere chi? Forse la oppofinzione? Ben ricordando che Conte è sopravvissuto a Palazzo Chigi, oltre che grazie al supporto di intelligence USA (che lo ha rifornito, si dice, di strumenti informativi adeguati al ruolo, come fu per Adreotti, ndr), anche e soprattutto in forza dei voti di Forza Italia che ripetutamente ed in silenzio lo ha sistematicamente salvato dalle mozioni di sfiducia nascoste dietro votazioni parlamentari a leggi contestate? Suvvia, il vero male italico oggi è l’assenza dell’opposizione, che a parole sbraita, nei fatti sembra puntare agli stessi fini del governo a trazione PD-M5S. Ossia per interessi, naturalmente, personali. Che lo Stato si fotta…

Leggi tutto ““Basta con tutti questi bonus”: Merkel e Macron contro Conte, che cerca soluzioni soft per l’Italia. E il centrodestra italiano applaude l’austerità tedesca richiamando le “riforme strutturali EU”. Il tradimento dell’oppofinzione (ossia proponendosi come “governo kapò”?)”