Messaggio ai naviganti: che governanti e servizi non si preoccupino dei media alternativi, NON SERVE! Gli italiani se ne fregano, anche se qualcuno gli spiega, gli dimostra, porta prove, niente! Gli italici preferiscono stare al Luna Park…

Parlavo ieri con un famoso blogger del più e del meno, che poi si riduceva ad aspettare gli eventi. La verità è che molti si preoccupano a sproposito della supposta potenza del media alternativi, almeno in Italia. In realtà è preoccupazione mal riposta. Agli italiani – in gran parte – non importa sapere, non importa studiare, non importano generazioni future o passate. Importa solo l’oggi, un paese di contemporanei. Mi piacerebbe tanto fossero mie queste parole, in realtà sono una riproduzione del pensiero del compianto Indro Montanelli, quando l’Italia aveva ancora menti pensanti nel giornalismo.

Oggi in Italia non è rimasto proprio più nulla di virtuoso, sembra, ne’ politici di rango, ne’ statisti – decenni che non se ne vedono -, ne’ imprenditori illuminati. Solo tanta gente che vuole approfittare del prossimo. E nemmeno più eccellenze umane, dal canto, alla musica, alla scienza…

Un deserto. Se in tale contesto si vuole far passare il messaggio che i media alternativi sono il problema evidentemente non si è capito bene cosa si sta vivendo…

Vediamo ad esempio le proteste per il Green Pass: nessuno si è presentato, le FFOO erano già tutte disposte pronte alla rissa se necessario. Di dimostranti invece nessuna traccia.

Bene direte voi, soprattutto se siete “pasdaran pro vax a tutti i costi“.

Più o meno, dico io. Anzi, dipende.

Quelli che si lamentano oggi del green pass prima di tutto si lamentano del fatto che, oltre a non servire per combattere il virus, così facendo si ingenerano danni enormi in termini di limitazione delle libertà. Essendo inoltre il vaccino potenzialmente pericoloso. Direi che tale aspetto è indubbio, visto che i normali test EMA previsti PER OGNI MEDICINALE sono stati derogati per i vaccini COVID. Ed anzi non è stata formalmente negata la potenziale cancerogenicità dei componenti del prodotto nel bugiardino, come da prassi, osssia effetto non negato => possibile (…). E senza contare che il bugiardino completo in Italia di tali vaccini NON è stato pubblicato, al contrario della Svizzera, nella Penisola solo degli estratti.

Dunque, in tale contesto, sembrerebbe più che legittimo permettere il dissenso sul vaccino.

Ed invece no, bisogna accettare il vaccino obbligatorio. E la maggioranza accetta, sembra.

Dunque, dove sta il problema?

I pro-vax saranno felici. Ma se poi le ragioni di coloro che, senza essere contrari ai vaccini, rappresentando giusto la contrarietà a farsi vaccinare ORA con QUESTO VACCINO COVID pressochè sconosciuto nei meccanismi di immunizzazione e senza test di sicurezza, si concretizzassero?

E se poi si scatenasse davvero una moria eccezionale in futuro non causa virus ma causa vaccino? Come la metteremmo?

Dunque, occhio al pensiero unico, che poi ne andate di mezzo anche voi che ci leggete. Anche le vostre famiglie. Ed anche quelle delle forze dell’ordine, sebbene la maggior parte di loro sia stato vaccinato con un vaccino intrinsecamente – sembrerebbe – diciamo meno pericoloso dei soliti mRNA senza vettore virale, parlo dell’Astra Zeneca, un po’ più testato quanto meno nei meccanismi di immunizzazione.

In tal contesto in cui nessuno pensa più, prima di tutto il popolo e poi , a carro, la gente che il popolo elegge, che volete che sia spiegare i fatti e le cose per come stanno?

Se nascesse oggi un Pecorelli, sarebbe bollato di Fake News e sarebbe inerme!

E non ci sarebbe nessun magistrato alla Ambrosoli pronto ad indagare, rischiando la vita.

E’ il sistema italiano che è andato.

Guardate il ministro Speranza affermare che si può fare una legge ordinaria per l’obbligo vaccinale, visto che già c’è una legge ordinaria per i medici che obbliga al vaccino. Dimenticandosi bellamente i fondamenti del diritto, condensate ad esempio nelle parole – tra gli altri – di Alan Dershowitz. Ossia che la il popolo in Italia – caso rarissimo/unico nelle grandi democrazie occidentali –  non può accedere direttamente alla Corte Costituzionale. Solo lo Stato può farlo!

Dunque, rileviamo: c’è la propaganda, c’è la forzatura di legge e di governo, c’è un supposto bene comune che poi evolverà verso il bene di pochi, ci sarà temo la coercizione… Ci sono insomma tutti i tratti di un nuovo fascismo senza Duce (ossia senza nessuno che ci metta la faccia, ecco la tecnocrazia!), quanto meno per come lo interpretò il grande Robert O. Paxton.

Ossia da qui in avanti può succedere tutto ed il contrario di tutto. Anche che l’INPS fallisca. O che muoiano 10 milioni di anziani percettore di pensione salvando i conti dell’INPS.

Ma, pensateci, e poi? Con ‘sta classe dirigente inetta e potenzialmente scorretta/corrotta a capo di un paese depopolato se non da latifondisti e Don Rodrigo?

Aggiungo solo le parole di 10 giorni fa del dott. Meluzzi – un medico – in cui affermava pubblicamente in un video che gli era stato proposto un placebo al posto del vaccino e vantaggi personali a condizione che lui dicesse urbi et orbi di vaccinarsi, ai suoi lettori (sappiate che non sono state indagate da nessun giudice, ndr).

Si, Meluzzi di fatto ha paventato pubblicamente un cd. “piano” per fare in modo di convincere tutti a vaccinarsi, comprando la compiacenza dei personaggi pubblici vis a vis con la plebe, avvertendo “la gente”. Ossia che dietro al vaccino, che al contrario del virus è assai selettivo negli effetti, qualsiasi essi siano, ci può davvero essere il voler vaccinare qualcuno con un preparato specifico; mentre la gran parte delle elite e pare anche dei collaboratori col placebo (non tutti, vedasi il caso di Crosetto, vengono fuori le le sorprese dove non ti aspetti).

Vi chiedo: dopo le parole del Meluzzi è successo qualcosa? Proteste? Smentite? Indagini?

Perfettamente nulla.

Ben inciso, ne avremmo di cose da raccontare, … Ma, come dicevo, è perfettamente inutile. Siamo noi i primi ad esserne consci oltre ad essere di parola. Dunque stiano tutti tranquilli, il piano dall’Italia non verrà avversato, dall’interno.

In tal contesto, lo ripeto, preoccuparsi in Italia delle alt-news è da stupidi. Anzi, prima che inutile è un errore. Infatti lasciare correre un po’ di alt-media aiuta a creare falsi complottismi per nascondere la realtà dei fatti.

Tanto, dai, lo sappiamo, anche voi che ci leggete con stupore: solo un macro evento esterno può deragliare i piani. Dunque, inutile concentrarsi sull’Italia, che è e sarà inerme

Concludo con una dedica: “Dedicato a chi ci vuole bene”. E magari vuole anche il bene del proprio Paese (immaginate, se poi i piani crollano per volere esterno, magari servirà qualcuno che accrediti gli scettici certamente nascosti “dentro il piano”, sono sicuro che saranno tantissimi…)

MD

*****

Image: thanks to Sinitta Leunen, https://unsplash.com/photos/IpS5832v2Yg

*****

I contenuti, le immagini (Google Image, links ecc.), i tweet e i filmati pubblicati nel sito sono tratti da Internet per cui riteniamo, in buona fede, che siano di pubblico dominio (nessun contrassegno del copyright) e quindi immediatamente utilizzabili. In caso contrario, sarà sufficiente contattarci all’indirizzo info@mittdolcino.com perché vengano immediatamente rimossi. Le opinioni espresse negli articoli rappresentano la volontà e il pensiero degli autori, non necessariamente quelle del sito.