La nostra intervista al Professor Francis Boyle. Il Covid come arma biologica? E nel caso, quali saranno/sarebbero le conseguenze?

Abbiamo intervistato il Professor Francis Boyle, avvocato per i diritti umani e professore di diritto internazionale presso l’Università dell’Illinois College of Law.

Grazie alla sua esperienza, ci ha descritto un quadro a tinte fosche. Dobbiamo prepararci perché sarà un inverno caldo. Dal programma di vaccinazione di massa non si prevede nulla di buono. Una vaccinazione va affrontata seriamente, con i mezzi adeguati. Parliamo di farmaci, non di caramelle.

Abbiamo esaurientemente spiegato le possibili reazioni avverse che si potrebbero verificare in seguito alla vaccinazione.

Di seguito troverete uno dei nostri articoli più significativi a riguardo:

Negli Stati Uniti, il popolo si sta svegliando. Un’avanguardia sempre più numerosa, eterogenea sta prendendo coscienza del ruolo che ricopre a livello sociale ed economico. L’Occidente sta cambiando pelle. Sta morendo. Forse per rinascere. E questo porterà molto dolore.

Una sola nazione ha compreso realmente ciò che sta accadendo: la consapevolezza scorre come un fiume in piena negli Stati Uniti. Canali YouTube quali David Rubin o Stephen Crowder o giornali online  quali il Gateway Pundit o il Daily Wire fanno più visualizzazioni della CNN, della MSNBC e di tutti i mainstream messi insieme.

Di certo l’americano affronta la libertà con piglio imprenditoriale. Per contrastare i cosiddetti media mainstream e tutto quello che rappresentano, bisogna sapersi muovere all’interno del sistema, è necessario conoscerne le dinamiche ed essere in grado di generare benessere da esso.

Altrimenti non avremmo negli Stati Uniti personaggi come Joe Hoft, Ben Shapiro, Candace Owens, Michael Knowles, David Rubin in grado di influenzare in modo tanto potente l’opinione pubblica.

Per essere rivoluzionari non basta voler cambiare le cose. Non basta che tutto il popolo vada in piazza. Quando sento frasi del tipo: “Se scendessimo tutti in piazza..”, non succederebbe assolutamente nulla. Se non si ha consapevolezza di ciò che si vuole e non si hanno le connessioni necessarie per farlo.

Noi di MittDolcino vogliamo creare connessioni con questo mondo, con questa avanguardia culturale,  che esprime se stessa attraverso programmi, conferenze ed eventi che riescono ad attirare milioni di spettatori attenti.

Noi di MittDolcino pensiamo che nonostante la difficoltà in cui ora si trovano, gli Stati Uniti, siano ancora una delle nazioni più potenti del mondo. Forse le difficoltà che gli Stati Uniti vivono permetteranno all’Occidente di rinascere e di trovare una nuova forma. Nuova forma che si esplicherà in una politica interna più consona alle esigenze della popolazione.

Una politica estera rinnovata che si delineerà in un contesto più ampio, in un mondo multipolare, dove altre nazioni avranno voce in capitolo e dove regnerà un equilibrio di poteri, dove nessuno schiaccerà nessuno. Un sistema elastico, mutante, favorevole allo scambio.

Pepe Escobar lo ha chiamato il secolo Eurasiatico. Il XXI secolo non sarà più il secolo americano. E ce ne stiamo accorgendo. Vediamo nazioni che fino a qualche anno fa non avrebbero esitato a piegarsi al volere americano, ora muoversi ambiguamente sullo scacchiere, seguendo i propri interessi: l’Ucraina che da una parte promette agli Stati Uniti e dall’altra fa accordi con la Cina.

Stiamo assistendo alla disgregazione di quel sistema unipolare che emerse dal crollo dell’Unione Sovietica e che ora a sua volta viene travolto da un’onda inarrestabile. Ecco perché viviamo momenti di estrema incertezza.

E il Covid si inserisce in questo contesto come elemento del caos, destinato a destabilizzare se non il mondo, almeno l’Occidente. Il Covid come afferma il Professor Boyle è un’arma biologica.

Per quest’affermazione ha subito attacchi. Di questo non si può parlare.

A che cosa può servire il vaccino contro il Covid, quando come tutti sappiamo, si tratta una malattia la cui letalità è bassissima?

Se riflettiamo, siamo così sicuri che le èlite Occidentali abbiano tutto sotto controllo, come vogliono farci credere?

Noi di MittDolcino stiamo costruendo una rete di rapporti internazionali, tesi a contrastare lo squilibrio di potere a cui assistiamo quotidianamente. Vogliamo infatti creare un network di professionisti che siano in grado di analizzare, commentare e prevedere quello che accade e che potrebbe accadere. Non siamo d’accordo con quello che succede. Non abbiamo paura della censura. Sappiamo di giocare una partita truccata. Ma noi andremo avanti perché siamo i patrioti italiani.

I finti sovranisti vanno a fare i “voli dell’angelo” in Basilicata, invitano il nemico ai loro incontri, lo lisciano e lo accarezzano e diventano come chi hanno sempre detto avrebbero combattuto.

Ringraziamo il Professor Francis Boyle per l’intervista che ci ha rilasciato. La sua voce autorevole è un faro in questa notte buia. Accogliamo volentieri l’offerta di aiuto che il Professore di Chicago ci ha offerto. Vogliamo rimanere in contatto con un professionista come lui.

Se siete interessati, potete acquistare i libri del Professor Boyle direttamente su Amazon, tra cui “Biowarfare and Terrorism”:

*****

l’Alessandrino

*****

Le immagini, i tweet e i filmati pubblicati nel sito sono tratti da Internet per cui riteniamo, in buona fede, che siano di pubblico dominio e quindi immediatamente utilizzabili. In caso contrario, sarà sufficiente contattarci all’indirizzo info@mittdolcino.com perché vengano immediatamente ritirati. Le opinioni espresse negli articoli rappresentano la volontà e il pensiero degli autori, non necessariamente quelle del sito.