Gustavo Rol ha detto in tempi non sospetti CATEGORIGAMENTE che nel 2025 il 60% degli italiani saranno di colore. Analizziamo questa profezia: deriviamo che tanti italiani “bianchi” dovranno morire. Colpa del vaccino?

Le profezie di Gustavo Rol sono una cosa seria, quanto meno per chi scrive. Di fatto nella “torinese capitale” come area di appartenenza, molti come lo scrivente sono usi a dire: scherza coi fanti ma lascia stare i santi. Bene, Rol non era un santo, ma anzi un credente; che però aveva una porta personale con l’aldilà. Chi è passato sotto casa sua a Torino sa bene che non c’è da scherzare.

E nemmeno quell’ufficiale tedesco che voleva mettere al muro degli innocenti nella II Guerra Mondiale, a cui Rol – intervenuto – descrisse per filo e per segno cosa aveva nel cassetto in Germania, più altri dettagli. Facendolo terrorizzare a tal punto da lasciare tutti liberi….

Sembra che i riferimenti su Rol e le sue profezie stiano in gran parte sparendo dalla rete, che strano…


Bando alle ciance: Rol fece una previsione un po’ di anni fa per cui l’Italia sarebbe stata al 2025 al 60% composta da neri. Rol fece anche molte altre previsioni, che vi lascio scandagliare da soli. Restando Gustavo Rol un enigma che nemmeno il CICAP ha saputo davvero sdoganare.

Egli era basato a Torino, vertice sia di un triangolo bianco che un triangolo nero della magia, sede templare e massonica, con la Sindone inamovibile e attaccata regolarmente in date diciamo speciali.

Passando per la strada che porta al cinema Statuto a piazza Statuto, guardando in Alto (lo stesso giorno dell’incidente veramente incredibile di Champoluc sulla funivia, un po’ come il Mottarone il giorno dell’Ascensione…), il monumento del Frejus, la Gran Madre, la Collina ecc.

Vi basti sapere che in Piemonte, alto Piemonte, si sprecano le cappelle votive cristiane con l’occhio massonico dipinto in cima, nella pietra angolare della cappella, cappelle dislocate in punti strategici. E con una bella Rosa a nascondere i dettagli, che però chi li conosce, sa…

Insomma, Rol era figlio prediletto della sua terra. Come Umberto Eco in fondo: massone in sonno, fu ostracizzato quando ebbe l’ardore di spiegare cosa c’era dietro alla massoneria esoterica, “Il Pendolo di Foucault“, che poi era un movimento, si dice. Anzi, è emerso recentemente essere stato ispirato al filosofo parigino che amava andare a fare sesso coi bambini sulle tombe dei cimiteri, vi basti questo. Ma tale libro parla anche di Pacciani, di Toscana e di molti dettagli scabrosi, a saper leggere. E senza dimenticare che Dan Brown fu una creazione di Eco, il Codice da Vinci è suo di fatto, una sua creazione, un suo personaggio anche l’autore americano.

Eco forse non doveva dire certe cose, infatti fu ostracizzato. Come successe a Stanley Kubrick in un certo qual modo, in “Wide Eyes Shut“, dove la scena in cui il protagonista si aggira alla festa va in una stanza col pentacolo è stata tagliata, solo per vedere il regista – che prima stava benissimo – morire improvvisamente per infarto. Certamente un caso.

Questo per spiegare il contesto di certe aree, rispettate anche da Buonaparte rispetto al resto d’Italia.

 

In realtà il Rol non lo toccò mai nessuno. Anzi tutti lo temevano –  e tanto – visto che sapeva, come Agliè in Cagliostro, fare quello che che nessuno sapeva, materializzare se stesso e le cose. Un uomo pericolosissimo.

Tanto pericoloso da svelare cose che solo lui poteva annunciare, forse. Ad esempio che al 2025 ci sarebbero stati il 60% di neri in Italia. Avete capito bene…

Ma come è possibile che Rol dicesse questo?

Oggi col COVID e soprattutto con la frenesia da vaccino le cose diventano forse più chiare, a voler usare il cervello. Visto che NON è possibile un’invasione di neri, via emigrazione, resta la  variabile interna, ossia che gli italiani spariscano da soli.

Come può essere che gli italiani muoiano naturalmente in percentuale così elevata – e solo bianchi – da ribaltare le percentuali?

Uno che ha studiato in Corso Duca degli Abruzzi, passando quasi ogni giorno sotto la casa del Rol, per un certo periodo, fa in fretta a derivare che il vaccino può essere una sebbene teorica chiave di lettura.

Nel senso, il vaccino  COVID – è palese – NON è stato testato adeguatamente. Nessun medicinale in Europa potrebbe MAI essere messo in commercio senza sperimentazione così come è successo con quello per il COVID, che agisce con meccanismi per altro praticamente sconosciuti, soprattutto il vaccino mRNA. Lo dice l’EMA sul proprio sito, non sono fandonie.

Dunque, se il vaccino COVID creasse una moria successiva, possibilissima vista la bassa sperimentazione fatta, beh, allora le profezie di Rol si avvererebbero.

A ben guardare, in realtà, ci sarebbe anche il movente per fare questo: il sistema capitalistico occidentale è praticamente MORTO: infatti NON può mantenere le promesse di pensioni ai suoi vecchi –  e prospetticamente vecchi -, dunque va azzerato.

Lo si capisce bene dal sistema Italia: ci sono 23 milioni di pensioni pagate dallo stato e circa 22 persone persone occupate, vuoto per pieno, per farvi capire. E con il blocco dei licenziamenti prossimo venturo ce ne saranno ancora meno, di occupati.

Come è possibile pagare così tante pensioni? A maggior ragione con una disoccupazione reale, come pubblicato qualche settimana fa PER LA PRIMA VOLTA DALL’ANPAL (fatevi delle domande sul tempismo terrificante) di oltre il 20%? E con un debito pubblico a 2700 mld di euro?

Ve lo dico io: è impossibile tenere in piedi questo sistema, incluse le rendite di posizione dei soliti noti, che certamente si schiereranno per qualsiasi progetto che mantenga i loro privilegi.

(…)

Dulcis in fundo, ecco il recente decreto Zan, giusto per spaventare la gente coi reati di opinioni, ossia per trovare un modo per punire che la pensa diversamente. Pol Pot in Europa, forse…

Dunque, al terrore della malattia, indotto, visti i relativamente pochi morti per COVID, si aggiunge il reato di opinione da decreto Zan, verrebbe da dire. L’ultimo condimento per il gran finale è servito? Tutto abbastanza prevedibile se volete, quanto meno per la gente che porta gli occhiali (e che Pol Pot eliminava per primi, pre-moderna forma di accanimento contro gli “alpha minded delta”, là da venire, oggi)…

A meno di eliminare molte pensioni da pagare.

Appunto.

Capite il sunto vi prego. E studiate Rol, vi potrebbe servire.

Siamo alle fine dei tempi durati 2000 anni, inutile tenere troppi segreti, che dite?

Che il Supremo assista le persone oneste intellettualmente e d’animo buono, ossia di buona volontà. Per le altre, beh, il darwinismo sociale indotto almeno avrà avuto una sua funzione, nel caso.

MD

 

*****

I contenuti, le immagini (Google Image ecc.), i tweet e i filmati pubblicati nel sito sono tratti da Internet per cui riteniamo, in buona fede, che siano di pubblico dominio (nessun contrassegno del copyright) e quindi immediatamente utilizzabili. In caso contrario, sarà sufficiente contattarci all’indirizzo info@mittdolcino.com perché vengano immediatamente rimossi. Le opinioni espresse negli articoli rappresentano la volontà e il pensiero degli autori, non necessariamente quelle del sito.