Dopo 75 anni sono state restituite le opere di Alfred Dubin agli eredi di Max Morgenstern, di fatto sottratte dai nazisti: record a Londra per le sue opere! (tenute in Germania per così tanto tempo, in un museo statale…)

  

I nazisti nel 1938 costrinsero i proprietari della collezione di Max Morgenstern, un collezionista ebreo, a vendere le sue opere. Ma la cosa incredibile è che siano rimaste in mano tedesca, addirittura esposte in musei nazionali tedeschi, per ben 80 anni, ossia 74 anni dopo la fine della guerra!!! Questi sono i soggetti con cui l’Italia si sta misurando nella lotta contro l’EU austera e matrigna – con i migranti fatti arrivari dalle ONG tedesche e francesi -, oggi…

Sono rimasto molto toccato nel leggere alcuni dettagli in calce all’offerta delle opere; molte opere di Alfred Kubin all’asta di Sotheby’s riportavano la dicitura sotto, come provenienza:

“Maximilian (Max) & Hertha Morgenstern, Vienna (acquired from the artist)

Dr. Kurt Otte, Hamburg (acquired from the above in June 1938)

Städtische Galerie im Lenbachhaus, Munich (acquired from the above in 1971)

Restituted by the above to the heirs of Max & Hertha Morgenstern in 2019

Restituite solo nel 2019, prima esposte nella galleria cittadina di Lenbachhaus a Monaco sono andate in asta da Sotheby’s ieri ed oggi facendo record su record, con quoatzione svariate volte la stima massima, anche 10 volte. Ossia per tanti anni tali opere sono stati esposte in un museo cittadino tedesco. Evidentemente ci hanno provato per tanto tempo a tenersele…

A me fa molta paura questa situazione in quanto ritengo l’Italia non sia attrezzata per difendersi da soggetti così pericolosi. Ben sapendo che chi ha ereditato l’enorme mole di informazioni degli archivi Stasi fu proprio Wolfang Schauble nel 1990, quando era ministro dell’interno ed ancora camminava (che sia chiaro, la sua gambizzazione non è stata mai chiarita nel movente, anche il gambizzatore è letteralmente sparito dalla scena, pu arrestato, ndr). Tale soggetto è lo stesso che da anni predica – ed ottiene – l’austerità più dura prima contro la Grecia ed ora contro l’Italia.

Fate conto che in Internet non trovate nulla o quasi sull’argomento Max Morgenstern’s Collection e la sua restituzione, solo un trafiletto nascosto, che abbiamo però tracciato negli archivi….

La sfida italiana all’EU (ossia con i tedeschi) per uscire dall’euro sarà tremenda, credetemi. Questa non è gente semplice (il sospetto coinvolgimento, ripetuto, dei serivizi segreti europei/tedeschi nell’arrivo dei migranti dalla Libya in Italia lo dimostra [vedasi QUI QUI]; il compianto europalrlamentare Buonanno, vittima di uno strano incidente di rotorno da una visita in Libya da Haftar alcuni anni fa, forse voleva rendere pubblico tale scandalo, …). La Germania ha guadagnato molto più dall’euro senza sparare un colpo che con una guerra “calda” militare vinta! Solo spiegando agli italiani la dimensione della sfida, coinvolgendoli, facendo loro capire la dura realtà dei fatti, si può pensare di vincerla, la sfida. Spero il Salvini lo capisca (Matteo, attenzione a chi ti sta vicino, cripticamente filo-tedesco, …).

Mitt Dolcino