ED ORA CHIEDETE SCUSA A MITT DOLCINO!!!! Giancarlo Giorgetti, convinto che, ormai Biden siedera’ alla Casa Bianca, getta la maschera e vi sbatte in faccia il tradimento della Lega che noi per mesi, coperti di insulti, abbiamo cercato di farvi vedere. Poveri leader leghisti che brutto risveglio che avranno……..

di Megas Alexandros

Questa, non e’ stata una di quelle tante notizie che leggi e non vorresti credere a quello che leggi. Solo perche’ noi lo sapevamo gia’, quello che il numero due del Carroccio, ieri mattina ha sbattuto in faccia al popolo italiano ed a coloro che hanno letto la sua intervista al Corriere. Per mesi Mitt Dolcino e noi autori del blog ci siamo presi gli insulti di mezzo mondo, a partire dai troll di Scenari Economici, blog di chiara matrice leghista, solo perche’ volevamo farvi vedere la verita’

Ecco l’articolo scioccante:

Le parole di Giorgetti sono terrificanti, sopratutto per tutti i veri patrioti che hanno creduto al partito della Lega come un partito che rappresentassse i loro valori e che fosse pronto a difenderli di fronte ai poteri globalisti europei e mondiali. Il tradimento che emerge dalle parole di Giorgetti e’ totale e duro da accettare sopratutto per coloro che fino ad oggi credeva in loro, ma andiamo subito a vederle:

Giorgetti pensa che il governo Conte non finirà la legislatura. E che quando cadrà, un’altra maggioranza si formerà. Dice che «lo sanno tutti». Quale possa essere l’alternativa oggi non sa dirlo. Ma è certo che nella grande massa di eletti che non vedranno mai più Montecitorio e Palazzo Madama quando nascerà un Parlamento con quattrocento membri in meno, «una cinquantina disposti a far nascere un altro governo verranno fuori». Ammesso però che qualcuno faccia cadere quello attuale. Questo ragionamento sembra scommettere su Renzi, mi pare. «Tre mesi fa ho detto a Salvini; guarda che tu devi sperare che vinca Biden. E sai perché? Perché Renzi è suo amico, o almeno crede di esserlo, e con lui alla Casa Bianca si sentirà più forte, penserà di avere l’arma nucleare, e magari sarà disposto a forzare la mano e a rischiare. Sta accadendo. Ho visto che ha anche postato una sua foto con il nuovo Mr. President, come a dire: in Italia mi sottovalutate, ma io ho amici potenti».

Piu’ chiaro di cosi’ si muore!!!!…. la Lega, contrariamente a quello che hanno sempre sostenuto i vari leader da Salvini a Bagnai, passando per Borghi e Rinaldi, non ha la minima intenzione di andare al voto, ma spinge e trama per un nuovo governo ed una nuova maggioranza con questo parlamento. Con il parlamento che loro chiamano dei “poltronari”. Del resto, che Giorgetti spinga da tempo per un governo Draghi non e’ un mistero.

Giorgetti svela anche come faranno ad ottenere la maggioranza: «una cinquantina disposti a far nascere un altro governo verranno fuori» sostiene in modo sfacciato. Quindi contano sul cambio di casacca di qualche grillino o piddino. Questo e’ il rispetto che hanno della democrazia, del popolo italiano e della parola data…. della loro faccia non parliamo perche’ quella e’ da tempo che l’hanno persa.

Addirittura Giorgetti apre la porta dell’inferno, benedicendo l’approdo di Salvini nel Giglio Magico…… consigliando all’amico di sperare nella vittoria di Biden in USA, in modo che Renzi si senta piu’ forte per rompere gli indugi ed andare a comandare insieme, magari con Renzi premier visto che tra i due Matteo, certamente il “bomba di Rignano” e’ quello piu’ adatto al ruolo di prima donna.

Giorgetti si sente forte e sicuro dell’approdo di Biden alla Casa Bianca, parla di armi nucleari come fossero “rimborsi elettorali”; questa sicurezza gli deriva, pensate un po’, da un post su Facebook del leader di Italia Viva…. un po’ come se io fossi convinto che Belen Rodriguez avesse perso la testa per me dopo che lei avesse postato un libro di storia greca con la foto di Megas Alexandros. Evidentemente di “stupefecente” a Milano non c’e’ solo la “terrazza sentimento” delle feste di Genovese….. ma anche la fantasia di certi politici.

“Sta accadendo”.… sottolinea Giorgetti, in chiaro riferiemento alla spina che Renzi starebbe per staccare.

Ora, il sottoscritto vi aveva avvertito e scritto della vicinanza di Salvini a Renzi, del loro amore in parlamento, mai nascosto per Draghi, degli accordi elettorali per la Toscana e la Puglia, film gia’ visti in Toscana… tutti con la regia e la produzione firmata Denis Verdini

continua Giorgetti “Al governo c’è una banda di incapaci, che si tiene in piedi solo grazie a una favorevole congiunzione astrale. E l’opposizione è ancora una compagnia di ventura, vincerà a mani basse le prossime le elezioni, quando ci saranno, ma non è pronta a governare”.

Che al governo ci sia una banda di incapaci possiamo anche essere daccordo, visto che Giorgetti, magari per non autoreferenziarsi, non li definisce traditori….. ma che il Presidente Giuseppe Conte resti in piedi grazie ad una congiunzione astrale….. beehh, anche questa affermazione rientra a pieno titolo nella categoria espressa sopra dello “stupefacente”.

“Giuseppi”, oggi lo scrivono anche sui muri, e’ rimasto in piedi esclusivamente perche’ era, e forse lo e’ ancora l’uomo di Donald Trump, quello che gli ha aperto le porte dei servizi segreti italiani e che dopo averle richiuse e preso in consegna i documenti, se ne e’, anche preso deleghe. Quelle deleghe che a piu’ riprese, praticamente ad ogni crisi di governo minacciata, Matteo Renzi ne chiedeva il rilascio.

Almeno su questo punto… se, a Scenari Economici ci fosse un “barlume” di uomo… una scusa a Mitt Dolcino la dovrebbero!!!!!

“Il centrodestra vincera’ a mani basse le elezioni ma non e’ pronto per governare…… “ se questa frase non l’avesse pronunciata il numero due del carroccio, niente ci sarabbe da dire….. ma come fa un leader di partito ad andare a chiedere il voto ai suoi elettori e nello stesso tempo dire: “non siamo pronti per governare”…… scusate, ma Giorgetti mi provoca e da fiorentino non posso stare zitto. Sarebbe un po’ come dire: faccio di tutto per uscire a cena con Belen Rodriguez, ma se poi lei si concede…. io non sono pronto per andarci a letto insieme.

Giorgetti…. a Firenze si dice, con simpatia: “ma vai a farti vedere da uno bono!!!”

Aggiunge Gorgetti:Deve utilizzare questo non breve tempo per uscire dal personaggio che gli hanno cucito addosso, e acquisire l’affidabilità di uomo di governo, interna e internazionale. É una sfida anche per lui. Il suo straordinario successo politico è stato infatti costruito fuori dal Palazzo, nei social e nelle piazze, e questo lo spinge giustamente a non fidarsi del Palazzo e delle sue manovre. Ma per governare l’Italia ci vogliono alleanze e credibilità, non basta un forte consenso elettorale”.

Le parole ed i consigli sono rivolti al leader della Lega Matteo Salvini. Leggendole, si ha la sensazione, ma solo di questo si tratta, che forse il leader della Lega, possa talvolta sfuggire dai dettami e compremettere i disegni dei suoi fidi consiglieri….. c’e’ da capirlo, poverino… stretto nella morsa tra il “gatto” Giorgetti e la “volpe” Verdini e contemporaneamente preso dai pensieri dell’esser passato dalla prorompenza di una donna vera come la Isoardi alla gestione di una esile di fisico ma scaltra di famiglia, fanciulla fiorentina, la sua vita non deve essere una passeggiata.

Giorgetti, gli dice chiaramente che per governare non basta il consenso popolare, ma ci vogliono alleanze ed essere credibile alle alleanze stesse.

Praticamente un inno alla democrazia…..!!!!! tanto per essere sarcastici.

Ma vi rendete conto di che idea di democrazia hanno i nostri politici. Non contano i voti, non conta la volonta del popolo e della maggioranza….. ma le alleanze, cioe’ le fratellanze, cioe’ l’essere funzionale al potere.

Per questo hanno inventato le machine conta voti “Dominion”…… cosi’ ci risparmiano anche le fatiche di recarci alle urne.

Ecco Salvini che segue alla lettera i dettami dei sui consiglieri…… in diretta dal Parlamento:

L’interesse di Giorgetti a buttar giu’ Conte ed il contemporaneo orgasmo per Biden Presidente, permettono a lumbard, ormai come un fiume in piena, di spargere consigli anche al PD, precisamente nella persona di Bonaccini. Con stima, lo mette in guardia sulla possibilita’ che Conte possa rafforzare la propria posizione ai danni del PD….. ma certo cosa sarebbe la campagna elettorale della Lega senza il PD.

Un governo di ampia base elettorale, questo indica Giorgetti: «Sarebbe quello che ci vuole, per fare cose che un governo raccogliticcio come quello attuale, tutto e solo preso dal consenso, non potrebbe mai fare. Per esempio quando si tratterà di rivedere tutta la legislazione di sussidi e blocco dei licenziamenti che c’è ora. Oppure per investire i soldi europei in progetti che creino veramente crescita, unica via per un Paese con un tale debito pubblico. Insomma, qui nessuno sembra farci caso, ma noi stiamo in piedi perché la Bce compra i nostri titoli sui mercati. Durerà, ma non all’infinito. Poi dovremmo farcela con le nostre gambe. E chi lo farà? Le banche? L’Unicredit di Padoan presidente? Nessun governo senza la necessaria credibilità e serietà potrebbe sventare il rischio di una tempesta finanziaria».

Leggete, voi che speravate di andare alle elezioni per poi vedere il fido “Pluto” Bagnai trasformarsi in “rottweiler” che azzanna la Von der Leyen e la Merkel durante un consiglio europeo.

Giorgetti vuole, un governo con ampia base elettorale per fare le cose che un governo che risponde agli elettori non potrebbe mai fare…… praticamente le stesse frasi che sentimmo prima dell’arrivo di Mario Monti…. un governo tecnico.

La Lega ci ha chiesto i voti e noi l’abbiamo votata in tanti… per sentirci dire che vogliono un governo tecnico. Non solo hanno rinnegato l’italexit e tutto quello che era possibile rinnegare, oggi vogliono un governo tecnico di large intese.

“da far pizzicare le mani!!!!… credetemi”

“Per esempio” indica Giorgetti: “quando si tratterà di rivedere tutta la legislazione di sussidi e blocco dei licenziamenti che c’è ora”.

avete capito, niente piu’ sussidi e licenziamenti liberi… esattamente le parole di Draghi di alcuni giorni fa. Mentre Salvini nelle sue dirette socials critica il governo per non aver sostenuto abbastanza famiglie ed imprese.

Giorgetti, se non lo avete capito ci sta dettando l’agenda europea. Parla del nostro debito, dice stiamo in piedi solo per merito della BCE, che non durera’ all’infinito, che dobbiamo farcela da soli…… e si preoccupa di sventare la prossima tempesta finanziaria.

Caro Giorgetti, tanto per essere ripetitivi, uno governo, uno Stato ed un popolo non ce la potranno mai fare senza una propria moneta ed una prorpia banca centrale. Questo oggi lo sanno anche i topi nelle fogne e TU, nelle fogne ti meriteresti di finirci….. ma stai tranquillo che qualcuno ti ci mandera’, perche’ ingannare la gente e’ schifoso… e tu la stai ingannando.

Insomma, ora credo veramente che sia chiaro e che non venga nessuno fuori dicendo non lo avevo capito. 

La Lega non ha la minima intenzione di portarci fuori da questo dramma che per noi rappresenta l’unione monetaria europea. La lega non ha intenzione di far riprendere a vivere e prosepare le famiglie e le aziende di questo paese, ma solo continuare il disegno globalista che da due decenni conduce il mondo ed e’ causa della distruzione dell’assetto sociale ed economico del nostro paese.

A loro, come del resto a tutto il panorama politico italiano, preme esclusivamente il loro interesse personale e quello di coloro a cui rispondono. Sentono sopratutto il fiato addosso delle procure e delle moltitudini di indagini e processi in cui sono coinvolti. Per questo cercano di rirpendere il controllo del potere. Del resto come funzionava e tutt’ora funziona ci lo ha fatto vedere il “buon Palamara”.

Giorgetti in queste righe, si schiera apertamente con il “pupazzo” dei globalisti Joe Biden che ha appena tentato di frodare il popolo americano con una elezione rubata nella maniera piu’ vergognosa.

Non solo, si lotta fino alla vergogna, per far si che il suo partito si allei con Matteo Renzi, uomo di Biden e dei global-dem americani, il quale non piu’ tardi di ieri ricattava il Presidente Conte con la firma per il MES. Renzi vuole il MES, altrimenti fa cadere il governo. Renzi vuole il MES per dare soldi alla sanita’, guarda caso gli stessi soldi che il suo governo tolse con i tagli alla sanita’ stessa imposti dalla EU. Ci sarebbe da ridere se non ci fosse da piangere. Ma chi e’ Renzi, noi lo sappiamo da tempo….. l’unico rimasto a non sapere chi e’: “e’ proprio lui stesso”

Cliccate sulla foto, ed ascoltate cosa dice quello con cui Giorgetti si vuole alleare:

Non resta altro da dire, aspettarsi delle scuse sarebbe un gesto da uomini, ma ancora piu’ da uomini sarebbe aver capito ed agire di conseguenza. Perche’ nei prossimi giorni di uomini veri ne abbiamo bisogno.

Rimango sconcertato di Fabio Dragoni, che da sostenitore di Trump piu’ che convinto, si ritrova oggi a pubblicare una tale oscenita’:

Io mi chiedo e ti chiedo, caro Dragoni…… ma come fai a sostenere Trump e poi complimentarti con Giorgetti che sostiene Biden. Certo che l’italia e’ un paese di gente veramente strana…. la fratellanza va oltre il baratro….. il baratro che troverete se Trump ribaltera’ la partita…. e noi sappiamo con certezza che Trump la partita la ribaltera’:

“e sara’ bibilico”