OGGI E’ MORTO “IL MOSTRO” DEL “SISTEMA EURO” ne da l’annuncio, nella piu’ totale indifferenza la BCE per voce della Legarde. Non poteva essere altrimenti visti gli immani disastri che ha causato all’umanita’.

di Megas Alexandros

LEGARDE (BCE): “LA BCE NON PUO’ FINIRE I SOLDI E NON PUO’ ANDARE IN BANCAROTTA”

Dopo ventuno anni dalla sua nascita e dopo gli immani disastri, lasciando con le mani sporche di sangue chi gli ha perpretati, il “sistema euro” come lo abbiamo conosciuto o come meglio ce lo hanno voluto far conoscere ed imposto, e’ finalmente morto.

Nell’indifferenza totale e senza far comprendere alla massa la portata del messaggio, ecco il video con cui Madame Legarade ha dichiarato, contrariamente a quello che ci e’ stato fatto credere per due decadi, che la Banca Centrale Europea non puo’ finire i soldi e non puo’ quindi, mai fallire.

Ascoltate le dichiarazioni che faranno la storia (cliccate sull’immagine)

“L’eurosistema, in quanto unico emittente della nostra moneta, potra’ sempre generare tanta liquidita’ quanta ne serve. Quindi per definizione la BCE non puo’ andare in bancarotta ne finire i soldi”

Avete compreso bene Amici, non e’ Warren Mosler oppure il sottoscritto che vi ripete fino alla noia da oltre dieci anni, queste parole. E’ Madame Legarde, il capo supremo della Banca Centrale Europea, quella banca, che per tutti questi anni ci hanno sempre detto che non poteva finanziare gli Stati membri, i quali per sostenere i loro popoli  sarebbero dovuti ricorrere esclusivamente ai mercati e/o direttamente al popolo stesso tassandolo.

Ma andiamo a leggerele attentamente queste parole. La Legarde indica come “unico emittente della nostra moneta” (notare l’uso del possessivo “nostra”): l’eurosistema.

Allora vediamo che cosa e’ l’eurosistema e chi lo compone.

Il termine Eurosistema denota la Banca centrale europea (BCE), le banche centrali nazionali dei paesi che hanno adottato l’euro e indica l’autorità monetaria dell’area dell’euro.

E’ evidente come il sole, che nel sistema euro manca un potere politico comune, proprio perche’ non abbiamo uno Stato ed un governo europei comune e di conseguenza quel “nostra” (la moneta) possessivo, si riferisce non ai popoli europei ma all’eurosistema.

Pero’, non dobbiamo sottovalutare che: chi da valore alla moneta e fa in modo che questa venga accettata nelle varie transazioni, sono gli stati membri mediante l’imposizione fiscale. Pensate per un istante, se uno stato membro decidesse di tassare in un altra moneta, da quel preciso istante, per i suoi cittadini non sarebbe piu’ primaria la necessita’ di procurarsi l’euro ma quella di avere la nuova moneta. Ecco, che di colpo quello Stato avrebbe creato una sua nuova moneta sovrana.

Continuiamo con l’analizzare le parole della Legarde: “la BCE potra’ generare tanta liquidita’ quanta ne serve”.

Sembra quasi di svegliarsi da un brutto sogno durato lunghissimi anni, dove tutti ci dicevano: non possiamo stampare il denaro che serve perche’ altrimenti creiamo inflazione e poi chi va a comprare il pane con le cariole, non possiamo costruire un ospedale perche’ non ci sono i soldi, non possiamo assumere piu’ infermieri perche lo stato deve rientrare del debito, abbiamo vissuto sopra i nostri mezzi, per finire alle parole di ieri di Giorgia Meloni; “i soldi che la BCE stampa li dovranno ripagare i nostri figli..” e potremmo continuare.

Mi spiegate ed anche tu Giorgia mi spieghi, chi e’ il creditore di un soggetto che stampa soldi dal nulla, come pezzetti di carta oppure che crea numeri su un computer, li distribuisce o li accredita e poi quando e nei modi che lui stesso decide li ritira indietro mediante la tassazione.

“LA REALTA’ E’!!! NON C’E’ UN CREDITORE DEL DEBITO PUBBLICO”

Non solo, aggiunge la Legard: “la BCE per definizione non puo’ andare in bancarotta e nemmeno finire i soldi”.

Quindi soldi infiniti e nessuna possibilita’ di fallire. Tutti vorrebbero avere un babbo cosi, il miglior padre di famiglia. La famosa “ability to pay” descritta all’infinito dalla MMT.

Ed ascoltate bene anche cosa dice (parole che non sono nel video): “anche qualora vi fossero perdite, queste non impedirebbero l’abilita’ della BCE di perseguire e mantenere la stabilita’ dei prezzi”

Quindi la BCE ha tutti gli strumenti necessari per far letteralmente volatilizzare quella paura piu’ nera che i nostri economisti da crociera ci hanno posto quotidianamente per decenni davanti ai nostri occhi: “l’inflazione”.

Ed allora, se la BCE puo’ creare tutto il denaro che vuole, dal nulla, senza mai finirlo, che non e’ denaro a debito, a tasso zero e senza creare inflazione…… mi spiegate voi tutti in fila, Renzi, De Romanis, Marattin, Monti, Berlusconi e Zingaretti:

“PERCHE’ DOBBIAMO ANDARE A PRENDERLI IN PRESTITO CON IL MES???”

Mi spiegate voi tutti, dai giornalisti agli economisti da talk show, perche’ per anni vi siete sempre coperti dietro alla parola: “i mercati”. I mercati non comandano, i mercati fanno parte del settore privato e di fronte ad una banca centrale i mercati si sciolgono come neve al sole. I mercati non decidono niente e la speculazione che si permettono di fare nei confronti degli stati e’ loro consentita solo per volonta’ di coloro che sono nei posti di comando degli stati stessi.

I mercati hanno deciso solo e soltanto perche’ la BCE e questo eurosistema ha permesso loro di decidere. Poi, un giorno andremo anche ad analizzare i motivi per cui glielo ha permesso. Noi un idea ce l’abbiamo e lo diciamo da anni, inascoltati.

Oggi con l’avvento della pandemia la frase che sentiamo ripetere da tutti i nostri governanti per giustificare tutti i provvedimenti presi che stanno devastando le nostre economie e’ la seguente: “prima di tutto dobbiamo pensare alla salute”.

Cosa giustissima perche’ senza la salute non ci puo’ essere neanche sviluppo economico, ma anche senza mangiare, ci verrebbe da dire, non ci puo’ essere sviluppo economico. 

Per superare la pandemia e mettere in sicurezza i cittadini, sia dal punto di vista sanitario che economico, servono fondi. Con i fondi si rinforzano gli ospedali e si evita che le aziende falliscano… Perché allora i nostri governi ci dicono che non ci sono i soldi per tutti mentre la Legarde come abbiamo visto ci dice che i soldi sono infiniti???

Anche Mario Draghi lo disse anni fa, quando un giornalista gli chiese se la BCE potesse mai finire i soldi: “Non possiamo mai finire i soldi, possiamo far fronte a qualsiasi emergenza”.

Ma allora la pandemia non la considerano una vera emergenza???

No, non e’ cosi, la risposta e’ molto piu’ semplice: “NON VOGLIONO!!!”

La supposta mancanza di soldi è dovuta solo ed esclusivamente ad una volontà politica. I potentati finanziari che manovrano i politici hanno bisogno dell’emergenza per i loro interessi altrimenti potrebbero concedere agli stati tutti i soldi necessari per la messa in sicurezza di cittadini ed aziende.

Chi paghera’ per la distruzione economica, la disoccupazione in doppia cifra, i fallimenti, i suicidi, la mancanza di posti letto negli ospedali, la mancanza di personale medico, attrezzature, una scuola allo stremo, i ponti che cadono, la perdita di ricchezza degli italiani che si sono visti depredare tutto da soggetti privati cinesi e tedeschi in quella che e’ ormai una vera e propria colonizzazione, la perdita’ della qualita’ dei nostri prodotti alimentari e del made in italy……. chi paghera’ per tutto questo. Cara Giorgia Meloni, lo chiedo a te, che non piu’ tardi di ieri ti preoccupavi per i nostri figli che dovranno pagare per tutti i soldi che la BCE stampa dal nulla. Soldi che oggi la Legarde ci dice che sono infiniti e non sono un debito.

Non era meglio, Cara Giorgia, se stavi a casa con tuo marito invece di andare in TV l’altra sera a scivolare come una pattinatrice sul ghiaccio. Studia Giorgia, l’ignoranza e’ una brutta cosa, sopratutto per chi si arroga il diritto di decidere della vita degli altri volendo gestire la cosa pubblica.

I poteri forti, cari ignoranti dei nostri politici, vi stanno abbandonando, si stanno dando “alla macchia”.… saranno in fuga perenne e vi lasceranno soli a predere le uova in faccia, propio in quella faccia che voi non avete… perche’ la realta’ e’ che voi, siete senza faccia.

Anzi, avete il dono di cambiarla la vostra faccia con eterne giravolte, Renzi ne e’ il campione e voi tutti a rincorrerlo. Ma fortuna vuole che ci sono le TV, i socials ad immortalare le vostre eterne giravolte, tanto solo a quello a noi ci servono, non penserete mica che noi ci facciamo informare da questa gente.

Noi siamo gli italiani, quelli che insieme ai nostri padri abbiamo fatto l’Italia, quella che invece voi avete distrutto.

Finirete male questo e’ certo, come del resto non puo’ che finir male, chi vive di ignoranza e supponenza, convinto di essere piu’ furbo che bravo degli altri.

Il vento del cambiamento lo sentiamo sulla nostra pelle, come del resto possiamo ben vedere che la corruzione e’ a livelli mai visti prima e sempre piu’ tendente a posizionarsi nei luoghi di comando, le elezioni USA ce lo mostrano chiaramente. Questo vento lo sentiamo alternarsi tra il fresco ed il pungente, proprio come si alternano i nostri pensieri e le nostre paure sul tipo di cambiamento che sara’. L’eterna lotta tra il bene ed il male oggi e’ piu’ evidente che mai, le paure di un uomo privo di sentimenti e con un microchip sottopelle, si alternano alla speranza del manifestarsi della giustizia nelle procure e nei tribunali dove sinceramente merita di finire tutta questa “gentaglia” di traditori mondiali, affinche’ noi uomini di buona volonta’ si possa finalmente ripartire per costruire un futuro migliore per i nostri ed i loro figli.

Tutti voi sapete il mio pensiero sulla pandemia, ma una cosa buona l’ha fatta, ha fatto cadere una dietro l’altra tutte le falsita’ che ci hanno profuso in questi anni sul funzionamento della moneta e dei sistemi monetari moderni. Il resto lo faranno le forze, “che non hanno padroni” dell’economia e la disperazione della gente.

Per noi MMTers che abbiamo studiato con passione per oltre dieci anni, approfondendo ogni aspetto e scoprendo pian piano tutte le verita’ che ci nascondevano, oggi non e’ un bel giorno. Certo, siamo fieri di noi stessi, delle nostre capacita’, della nostra voglia di sapere, di interrogarsi e soprattuto orgogliosi che nessuno in questi anni ha potuto confutare minimamente nessuna delle verita’ della MMT.

Ma oggi, dopo le parole della Legarde,  e’ un giorno triste per noi, perche’ la rabbia che ci sale dentro per non aver potuto ancora fare niente di concreto per salvare questo paese, e’ sempre piu’ grande.