Lapo Elkann applaude il ministro portoghese anti-Olanda sui Coronabond ma dimentica che la sua iconica ex azienda di famiglia, la FCA (idem la Ferrari), ha sede in Olanda per pagare meno tasse…

Tutti succhiano dall’Italia. E gli italiani “medi” devono pagare il conto. Discorso valido soprattutto per gente di alto calibro come Lapo Elkann, fratello di John Elkann, a capo dell’impero ex Agnelli. Come dire, FCA e Ferrari hanno spostato la sede in Olanda per pagare molte meno tasse, lasciando in Italia solo aziende operative che lavorano in anche in quasi pareggio o leggero utile (o magari anche in perdita, la Peugeot non ha avuto dalla Francia questa possibilità, pagare tasse in Olanda intendo, ndr). E gran parte della famiglia Agnelli magari si è anche trasferita in Italia, molto probabilmente lo ha fatto Andrea Agnelli visto che sembra non viva più a Paradiso (CH), migrato a risiederci con la legge sui Paperoni voluta da Matteo Renzi – che magari in cambio riceve supporto mediatico -. Ossia pagando quasi niente di tasse, lo zerovirgola dei loro redditi. Mentre le PMI italiane pagano il 60%/70%+ di tasse. E l’lRPEF italiana è da record. Ripeto,  pur vivendo praticamente molti di costoro in Italia e non all’estero… Dunque, ecco che mancano respiratori nella crisi coronavirus anche per colpa di dette “agevolazioni” date a chi ha molto più di tantissimo, mentre l’Italia deve tagliare la sanità facendo poi morire la gente…

Come capite, il problema non è Lapo Elkann che invece di tacere svela gli altarini. Certo – mi metto nei panni di Lapo per giustificare la sua uscita, soggetto che per altro considero tutt’altro che stupido – se l’Italia va in guerra civile anche per quelli come Lapo non sarà così bello vivere nella Penisola, che dite? Il problema sono piuttosto gli italiani che non si lamentano delle storture al proprio sistema soprattutto fiscale, dove i piccoli pagano tasse altissime e chi ha molto più di tantissimo paga poco o niente (lo dice uno certamente NON di sinistra, vedasi oltre, ndr). Ad esempio, avete sentito dire a qualche miliardario italiano di pagare più tasse, come capita invece spesso negli USA? No eh?

Selezionata per voi: il renziano Farinetti spinge per una patrimoniale per “salvare le aziende” (tra cui la sua). Senza parole. E gli italiani non si lamentano…

Appunto, infatti il problema sta negli italiani, che permettono queste storture, anche a proprio danno (si chiama masochismo, che può sussistere nella pervasività italica solo in forza di un popolo quasi totalmente ignorante e senza basi del vivere civile, tenuto ignorante apposta evidentemente, ndr). In cambio si ottiene una sanità al collasso e tasse spaventose, anche patrimoniali là da venire, assieme a partite di calcio la domenica e tette al vento in TV, guardare ma non toccare (“non ve lo potete permettere”, verrebbe da dire…).

Ah, un appunto: sappiate che per come è stata fatta la legge sui Paperoni, quella che permette a Carlo Debedetti o a Serra amico di Renzi (Algebris) di svernare in Italia senza pagare le tasse che invece voi pagate anche per loro (…), esenterà detti paperoni dalla cd. tassa patrimoniale horror là da venire voluta dall’EUropa.

In effetti la storia ci insegna che tutte le volte che si è accumulato un grande patrimonio da parte di pochi, questo corrisponde al fatto che in molti abbiano accumulato equivalente enorme debito; in tale contesto troppo spesso ci si dimentica che è l’inflazione che uccide i debiti dei debitori ed erode i patrimoni delle elites. E’ la storia dell’uomo, anche un aggiustamento automatico se volete.

Oggi con l’euro, nell’EU, questo non succede: infatti i tedeschi NON hanno inflazione, proprio non la vogliono, di fatto favorendo i grandi potentati economici locali e globali: ecco perchè Obama diede ad Angela Merkel lo scettro del globalismo a nome delle elites economiche mondiali per combattere l’antiglobalista Trump quando la sua fazione venne venne sconfitta (Trump che incredibilmente, facendo inflazione, vedasi l’MMT applicata in questi giorni e l’annesso taglio delle tasse per la classe media, fa policies di lungo termine a sostegno della “gente”). Il risultato di tale follia disinflazionistica unica nella storia dell’uomo – zero inflation o quasi – è avere gente sempre più ricca, pochissima gente, ed una marea di poveracci. E’ precisamente per questo motivo che noi, a livello fondamentale, siamo per l’ITALEXIT. Che portera inevitabilmente  inflazione, tagliando i debiti dei debitori e diluendo i capitali degli elitari miliardari. Slegando dunque le mani al Paese per tassare in modo impositivo anche chi beneficia della residenza nel paese più bello del mondo senza pagare un giusto dazio, come invece fanno i residenti.

Se ci pensate bene tale ragionamento è un po’ quello del Padre Nostro, quasi fosse un inno all’inflazione, “rimetti i debiti ai nostri debitori“… Che poi è giustizia.

Anche perchè, a fare nulla, tirate una linea a vent’anni, e sarete al neofeudalesimo. E’ questo che volete?

Grazie dunque a Lapo Elkann per averci dato lo spunto per fare questa preziosa elucubrazione.

MD