Alla fine emerge che il COVID in USA è servito per ridurre la pressione “economica” sull’INPS locale: crollate le richieste allo stato di sussidi degli anziani statunitensi (causa morte…)

   

Abbiamo descritto alcune settimane fa lo storico documento-intervista-libro di J. Attali, con Michel Salomon – era il 1981 -, in cui veniva riportato che in un futuro prossimo (oggi?) gli anziani sarebbero stati, più o meno, un problema da risolvere, interpretandoli giusto come un costo economico. E non come una risorsa per crescere i figli, utile per riportare le esperienze delle generazioni precedenti a quelle future. No, i vecchi sarebbero stati solo un impaccio. Avessi pensato come Monsieur Attali ha indicato nel suo libro, “Avenir de la Vie“, avrei dovuto chiedere di far sopprimere i miei genitori anni fa.

Per intanto scopriamo che il COVID è servito davvero per fini omologhi a quelli prospettati in tempi non sospetti dall’illustre pensatore francese, per altro mentore del corrente presidente francese Macron. Quando penso a quanto da egli asserito, comprendo il disagio ad es. dei militari d’oltralpe, che si sono a più riprese lamentati del presidente della repubblica francese, lo ammetto…

Leggi tutto “Alla fine emerge che il COVID in USA è servito per ridurre la pressione “economica” sull’INPS locale: crollate le richieste allo stato di sussidi degli anziani statunitensi (causa morte…)”

Bank of America dice che sarà iperinflazione! Al di fuori degli eccessi, non temetela, l’inflazione! E’ lo strumento made in USA per disintegrare l’euro (ecco perchè i politici romani tutti la temono, Lega in primis)

Tutti ne parlano, tranne i grandi media, soprattutto se EUropei…

In fondo è chiarissimo: la Lega del Nord voleva e vuole l’euro, altro che ITALEXIT! Dunque teme l’inflazione, che disintegrerà alla radice le fondamenta della moneta unica, al di fuori di eventuali eccessi iperinflattivi purtroppo possibili, quanto meno secondo la banca USA (con radici italiane, ndr). Noi, lo ripetiamo, tifiamo apertamente per l’inflazione in quanto riteniamo sia l’unico modo per uscire dall’euro, sperando non si tratti di un fenomeno “eccessivo”. Chiaramente, ad es. la Lega invece la teme tantissimo: finirebbe il loro “sogno (fogno?) EUropeo“, di matrice tedesca, iniziato con la RSI a Salò, passato per l’epidemia di COVID in Lombardia (luogo dove è esploso il COVID in EU, ndr) di fatto causata “come se fosse ad arte” dai governanti leghisti locali (che guarda caso all’inizio della crisi del virus da loro stessi “seminata” – vedasi RSA lombarde e caos negli ospedali bergamasco-bresciani – volevano la “zona rossa economica” per tenersi il residuo fiscale; gli è andata male, con l’odiato Conte – per tale motivo davvero odiatissimo –). Moneta unica che, chissà, speriamo “terminerà” a partire dal prossimo inverno…

Leggi tutto “Bank of America dice che sarà iperinflazione! Al di fuori degli eccessi, non temetela, l’inflazione! E’ lo strumento made in USA per disintegrare l’euro (ecco perchè i politici romani tutti la temono, Lega in primis)”

In USA manca forza lavoro, la componente inflattiva che mancava. Per trasformare un problema prospetticamente serio in una catastrofe, a continuare con questo trend…

 

Come sapete sto collezionando di esempi ed indicatori, ormai tantissimi, che dipingono un futuro inflattivo. A partire dagli USA, dove politica pura e politica monetaria sembrano sposare tale strategia, inflazione dagli USA verso il mondo esterno. Certo, un paese indebitatissimo può erodere il proprio debito, al di fuori di rifiutarlo bellamente, solo in due modi: o con l’inflazione o con le guerre.

Chiaramente ci sarebbe anche la crescita economica per compensare il debito a tassi bassi. Peccato che gli USA sono 25 anni che alimentano la crescita con l’accumulo di debito non solo statale ma anche privato. Dunque da qui in avanti i drivers diciamo pacifici sembrano davvero esauriti…

Leggi tutto “In USA manca forza lavoro, la componente inflattiva che mancava. Per trasformare un problema prospetticamente serio in una catastrofe, a continuare con questo trend…”

Deutsche Bank prevede pubblicamente scontri di piazza per colpa dell’inflazione da cibo in occidente, sebbene qualcuno ancora si ostini a negare la salita dei prezzi nel paniere dei consumi

Redazione:

L’inflazione è mainstream, quanto meno nei dati riportati dalla stampa e nelle ricerche degli istituti specializzati. La chiave di tutto sta nell’inflazione da cibo, partita in Cina con l’inflazione sui prezzi della principale componente cibo cinese, il suino. Oggi i prezzi dei suini cinesi stanno scendendo sullo spot, ma il forward (piglet) sale, a causa – sembra – della necessità di “liquidare” i suini oggi negli allevamenti perchè si teme una prossima recrudescenza della febbre suina africana, causando prezzi prospetticamente in salita in forza della necessità di uccidere i maiali malati. Ma in tal modo la disponibilità forward scende, dunque sale il prezzo a termine.

L’inflazione da cibo è la forza trainante dell’inflazione, storicamente parlando: anche gli UK furono costretti ad aumentare i tassi nei primi anni novanta per ovviare a tale tipo di inflazione, solo per essere puntualmente infilzati da G. Soros.

Pochi infatti rilevano che cibo, trasporti, energia, casa, mobili ecc. sono tutti in cluster coi costi dell’energia, che da novembre scorso è salita a dismisura, oil a +70% in dollari da novembre scorso, alla faccia del green di Biden.

Leggi tutto “Deutsche Bank prevede pubblicamente scontri di piazza per colpa dell’inflazione da cibo in occidente, sebbene qualcuno ancora si ostini a negare la salita dei prezzi nel paniere dei consumi”

Diciamolo chiaro: i lockdown ed il coprifuoco è lampante NON servano per combattere il virus. Direi piuttosto per togliere domanda/consumi nei principali paesi EU, al fine di evitare l’esplosione dell’inflazione (come nel 1973)

 

Gira e rigira anche i più fessi iniziano a capire che i conti non tornano. Ragionate un attimo: può servire evitare che la gente esca di notte per il fine di combattere la diffusione del virus? Un virus che – fate attenzione – causa mortalità dello zerovirgolaqualcosa per cento. E colpisce soprattutto gli anziani, si sa che sono proprio loro quelli che di notte fanno i bagordi… (Dicono si chiami anche austerity)

Leggi tutto “Diciamolo chiaro: i lockdown ed il coprifuoco è lampante NON servano per combattere il virus. Direi piuttosto per togliere domanda/consumi nei principali paesi EU, al fine di evitare l’esplosione dell’inflazione (come nel 1973)”

Draghi osannato perchè pubblica un piano (PNRR) sul Recovery Fund di 320 pagine, dettagliatissimo e pieno di impegni italiani, al contrario di quello di Conte. Peccato che il PNRR spagnolo, solo coi fondi regalati dall’EU, sia di 57 pagine…. (Troika soft in arrivo)



Quando ho letto i media ieri sono cascato dalla sedia: ma come si può essere più masochisti ed infami, a danno della gente votante? Tutti i media nazionali sembrano fare a gara per osannare il Piano di Mario Draghi sul Recovery Fund/PNRR perchè “dettagliatissimo” e pieno di impegni con l’EU. Non come quello di Conte, che conteneva direi ZERO impegni italiani o quasi. La Spagna ad esempio, come il Portogallo, NON ha accettato il Recovery Fund se non nella parte di soldi a fondo perduto: 72 miliardi spagnoli per Madrid, con la possibilità di accedere ad un’altra sessantina di miliardi di prestiti volendo, prestiti che però Madrid ha già detto di voler declinare. L’Italia invece, accede a circa 260 miliardi di euro; ma di questi meno di 40 sono a fondo perduto. Il resto a strozzo, ehm, a prestito, dall’EU. Anche se finanziarsi a lunghissimo termine coi BTP, ad es. a 50 anni, sarebbe costato meno in termine di rischio-opportunità, vedasi oltre…

Leggi tutto “Draghi osannato perchè pubblica un piano (PNRR) sul Recovery Fund di 320 pagine, dettagliatissimo e pieno di impegni italiani, al contrario di quello di Conte. Peccato che il PNRR spagnolo, solo coi fondi regalati dall’EU, sia di 57 pagine…. (Troika soft in arrivo)”

Il Clima è il nuovo Covid (la “Grande Impostura”): perchè chiamare “Green Pass” un lasciapassare vaccinale?

 

Redazione:

questo articolo sembrerebbe offrire la spiegazione del perché il documento che attesterà l’avvenuta inoculazione del cosiddetto “vaccino” (discriminando chi non l’ha fatto con limitazioni agli spostamenti o obbligo del tampone) si chiamerà proprio “green pass”, con l’aggiunta quindi di un’accezione ambientalista. Il “green pass” ha chiaramente lo scopo di salvare il pianeta (da noi stessi?), limitando gli spostamenti di chi non si è vaccinato…. ma allora sorge spontanea una domanda: chi si è vaccinato come potrà contribuire a salvare il pianeta?

 “A pensar male si fa peccato ma quasi sempre ci si azzecca“, come diceva l’indimenticabile Giulio Andreotti.

Leggi tutto “Il Clima è il nuovo Covid (la “Grande Impostura”): perchè chiamare “Green Pass” un lasciapassare vaccinale?”

Anche in Lombardia la “Road Map” del programma “Great Reset” globalista del NWO continua

In Lombardia in queste settimane stiamo assistendo ad un frenetico accanimento di inoculazione vaccinale.

Sembra quasi finalizzata a volersi accaparrare statisticamente i primi posti non solo in Italia ma anche nel mondo come percentuale di vaccinati sulla popolazione.

In realtà si tratta di azione sulla sola popolazione autoctona.

Non si conosce ancora oggi la motivazione della totale esclusione dei cd. “migranti” dal programma e che contrasterebbe con la politica territoriale della Lega.

Leggi tutto “Anche in Lombardia la “Road Map” del programma “Great Reset” globalista del NWO continua”

CONTROLLO O LIBERTA’

Vogliamo introdurre questo articolo con un breve spezzone filmo-grafico tratto dal Rerepertorio di Pierpaolo Pasolini.

Terrore nella vittima, indifferenza nel carnefice

Il filmato che vi suggerisco di guardare è molto crudo, ma ci permette una analogia importante.

Fra il potere che si sta palesando ormai da tempo e la patologia comportamentale degli uomini.

Tema sviluppato magistralmente nel film, dall’immenso Pasolini, in tempi assolutamente non sospetti.

In fondo non esiste un motivo reale per cui i popoli debbano soffrire.

Non ci sono in vista pericoli naturali o cosmici.

Tutto sommato pur con piccoli aggiustamenti la relazione pianeta / uomo funziona.

Quindi le sofferenze che stiamo vivendo sono esclusivo frutto del nostro comportamento ed in particolare di come il potere concepisce le regole di funzionamento della società.

Leggi tutto “CONTROLLO O LIBERTA’”

La “finestra Biden” per la conquista di Taiwan

 

A Pechino, Xi Jinping sta senza dubbio valutando se sia giunto il momento. Si starà sicuramente chiedendo: “È questo il momento giusto per conquistare Taiwan? Conquistare Taiwan è un passo critico per raggiungere l’obiettivo strategico a medio termine della Cina di imporre la sua egemonia in Asia orientale. L’aspirazione a lungo termine della Cina è di superare gli Stati Uniti come leader globale.

Per Xi questa finestra d’opportunità può rimanere aperta solo per altri 45 mesi, quello che rimane del mandato di Joe Biden. Ultimamente, la RPC ha minacciato aggressivamente Taiwan. L’ammiraglio Philip Davidson, comandante delle forze indo-pacifiche degli Stati Uniti, è convinto che Xi stia accelerando gli sforzi per superare gli Stati Uniti.

Leggi tutto “La “finestra Biden” per la conquista di Taiwan”

La morte degli anziani col COVID rischia di salvare i conti dell’INPS, se il trend si protrarrà. Della serie: invece di farsi dare i soldi dall’EU per RESTARE nell’€, per l’Italia i fondi per la ripartenza arriveranno dagli anziani trapassati?

 

La strage degli anziani col COVID – e poi speriamo non anche col vaccino – è veramente casuale?

Interessante titolo di proiezionidborsa.it: finalmente emerge un collegamento mediatico che tutti intuiscono, ma nessuno ora dire. Ossia, il COVID che uccide soprattutto gli anziani-percettori di pensione, rischia di salvare i conti dell’INPS. Ovvero, verrebbe così salvata soprattutto la permanenza dell’Italia nell’euro, con i soldi per la ripartenza che verranno dati nei fatti dalle pensioni non pagate dall’INPS causa morte dei percettori anziani. Morte certamente “non voluta”, ma…. economicamente utile!

Leggi tutto “La morte degli anziani col COVID rischia di salvare i conti dell’INPS, se il trend si protrarrà. Della serie: invece di farsi dare i soldi dall’EU per RESTARE nell’€, per l’Italia i fondi per la ripartenza arriveranno dagli anziani trapassati?”

Secondo Zerohedge la MMT made in USA, ossia l’accordo Fed-Tesoro che ha fatto esplodere la massa monetaria, non sta dando i risultati sperati, anzi! Alcune importanti considerazioni

Misery index di Okun, inflazione+disoccupazione (%)

Zerohedge (ZH) ha messo negli scorsi giorni in evidenza un articolo in cui si attacca bellamente la MMT. Riteniamo tale attacco sia in parte ingiusto, ritenendo che il problema sia piuttosto il sistema economico-finanziario, di fatto fuso in un tutt’uno dopo l’abolizione dello Steaglass Glass Act, che si oppone alla MMT. Sistema che sembra fare di tutto per violentare i principi di per se onorevoli della teoria monetaria moderna, per fini diciamo privatistici. Detto questo, dopo 12 anni di stampa di moneta come non ci fosse un domani il risultato non è solo che la differenza tra ricchi e poveri è aumentata straordinariamente ma anche che le banche ormai accumulano depositi e non svolgono la funzione che le ha sempre contraddistinte, prestare soldi all’economia!

Leggi tutto “Secondo Zerohedge la MMT made in USA, ossia l’accordo Fed-Tesoro che ha fatto esplodere la massa monetaria, non sta dando i risultati sperati, anzi! Alcune importanti considerazioni”

FUTURO DISTOPICO O IMPERO

Oggi vogliamo riprendere il tema degli anziani, quelli che all’Inps costano una fortuna.

Il poliedrico pensatore francese pluri laureato in diversi settori e scrittore di innumerevoli saggi, lo vedete a destra nell’immagine, quello a sinistra è semplicemente Lord Sidious il signore dei Sith, imperatore della galassia, della famosa saga cinematografica, dove regna il male e i cittadini sono sudditi.

Somiglianze? Chissà?

Lord Sidious (alias Cancelliere Palpatine) e Jaques Attalì

Ebbene oltre a essere stato il mentore di Macron, Messier Attali, profetizza un futuro in cui un popolo liquido, abita nazioni ridotte a spazi mercantilistici, che portano il nome del vecchio paese solo in virtù dell’idioma locale.

Leggi tuttoFUTURO DISTOPICO O IMPERO

News finanziarie dagli USA: base monetaria M1 + 230% in soli 4 mesi. E trend di + 2.000% entro il 2022. E la zona dell’Euro?


Dalle scorse elezioni americane di novembre 2020 al febbraio 2021 l’approvvigionamento monetario USA M1 è cresciuto del 230%!
 


Un valore incrementale decisamente oltre ogni ragionevole comprensione in un settore dove vige da sempre prudenza, aspettative condivise e continuità.

Salvo immaginare un triplo cambio di paradigma.

Leggi tutto “News finanziarie dagli USA: base monetaria M1 + 230% in soli 4 mesi. E trend di + 2.000% entro il 2022. E la zona dell’Euro?”