Il Giorno della Memoria: è un giorno triste, purtroppo sappiamo che i tedeschi non hanno imparato la lezione dell’Olocausto. 75 anni dopo, con l’austerità alla Grecia l’attitudine è stata la stessa!

E l’EUropa ancora una volta si è girata dall’altra parte! Come con gli ebrei, come quando prima i nazisti ed i loro sodali li depredavano dei loro averi, li ghettizzavano, li utilizzavano come manodopera gratuita nel lager, per aiutare lo Stato a “risollevarsi” nel dopo Versailles per una guerra sanguinaria che gli stessi tedeschi avevano iniziato e poi perso (dal lavoro gratuito nei campi di sterminio deriva l’ “Arbeit macht frei”, ndr). E poi si finiva a doverli dissipare, quando erano esauriti. Come una batteria usata. Bruciati. In tutto questo i tedeschi in Germania – ed anche gran parte degli europei in Europa – facevano finta di non sapere…

Leggi tutto “Il Giorno della Memoria: è un giorno triste, purtroppo sappiamo che i tedeschi non hanno imparato la lezione dell’Olocausto. 75 anni dopo, con l’austerità alla Grecia l’attitudine è stata la stessa!”

La Regina Elisabetta II spinge ancora il Brexit. Le prossime mosse dell’EU

Oggi la regina Elisabetta II si è espressa ancora una volta, sebbene in modo cauto, neutro e leale – ma chiaro, quanto meno per gli addetti ai lavori chiamati a decodificare il messaggio – per l’uscita dall’EU , ossia per il Brexit. L’occasione è stata l’anniversario del Women Institute, di cui è presidente e membro dal 1943. Come al solito le parole del monarca britannico vanno pesate; ma la sensazione sembra comunque chiara: le “ricette” tradizionali e conosciute alle sfide moderne vanno preferite, senza perdere di vista la “big picture“. Ossia, sembrerebbe, Britain first, nella forma tradizionale.

Leggi tutto “La Regina Elisabetta II spinge ancora il Brexit. Le prossime mosse dell’EU”

Complimenti a Oronzo Canà, nuovo ambasciatore UNESCO. Mentre gli USA e Israele abbandonano l’UNESCO, l’Italia nomina un comico… (speranza)

Io adoro Lino Banfi, conosco quasi tutti i suoi film; addirittura seguivo i suoi fantastici monologhi del sabato sera su Canale 5 appena fondata a fine anni ’80 – monologhi purtroppo non reperibili via internet -. Penso di poter associare Lino ai momenti più spensierati ed allegri della mia esistenza. Penso anzi che Banfi ed il parimenti grande Montagnani siano i due attori nazionali meno valorizzati del panorama italiano moderno (…).

Detto questo, leggere che il governo giallo-verde lo ha nominato ambasciatore UNESCO mi ha lasciato interdetto. Come sapete, chi scrive ritiene che la politica fatta da professionisti, come l’ingegneria fatta da professionisti capaci, sia un “must“.

Leggi tutto “Complimenti a Oronzo Canà, nuovo ambasciatore UNESCO. Mentre gli USA e Israele abbandonano l’UNESCO, l’Italia nomina un comico… (speranza)”

Prossima visita ufficiale di Francesco I: è la volta del Marocco, paese musulmano. Dopo ben 26 missioni la sua amata Argentina ancora non è ancora stata visitata

E sono 26!

Non posso fare a meno di rammentare come Papa Benedetto XVI fece invece molto in fretta a visitare il suo Paese natale, la Germania, dove era amatissimo. E dove – non a caso – pronunciò il famoso discorso di Ratisbona, che rimarrà negli annali della storia cristiana (…). Oltre alla sua strenua lotta, da vero tedesco, per inserire nella Costituzione Europea la “radice cristiana europea“, fattualmente innegabile per chiunque viva davvero il Vecchio Continente, anche da non cristiano. Ma non dai burocrati di Bruxelles, evidentemente, …

Leggi tutto “Prossima visita ufficiale di Francesco I: è la volta del Marocco, paese musulmano. Dopo ben 26 missioni la sua amata Argentina ancora non è ancora stata visitata”

Berlino vuole soldati non tedeschi nel suo esercito: si prepara a farli combattere sul campo con nuove (piccole) armi nucleari? La Germania vuole la propria atomica….

La firma del Trattato franco-tedesco di Acquisgrana del 22.1.2019, in superamento dell’EU significa molto più di quanto viene fatto ad arte apparire, temo.

Abbiamo visto recentemente che gli USA vogliano cambiare la loro strategia militare sulle armi lunghe da utilizzare nei campi di battaglia. La penetrazione delle ogive di tali nuove armi sarà micidiale, pari ad una cannonata (…). Parimenti abbiamo visto la Germania decidere di ampliare il proprio esercito assoldando soldati stranieri.

Queste due notizie, assieme, dovrebbe farci riflettere. Infatti il problema sta nel cambio di paradigma in corso, ossia le armi di oggi diverranno presto obsolete. Le armi del futuro invece – per assurdo – sono quelle del passato, mai usate prima però.

Leggi tutto “Berlino vuole soldati non tedeschi nel suo esercito: si prepara a farli combattere sul campo con nuove (piccole) armi nucleari? La Germania vuole la propria atomica….”

La differenza tra Francia ed Italia: i gilet gialli combattono contro i privilegi ai “ricchi”. L’Italia invece conferma leggi con cui i miliardari (non i semplici “ricchi”) pagano tasse ridicole….

Molti mi chiedono quali siano le differenze tra francesi ed italiani: credetemi, ci sono e sebbene non siano numerose, pesano molto. Ad esempio, non so se l’avete capito ma la PRIMA ragione della protesta dei gilet gialli in Francia, a cui si è poi aggiunto – solo dopo, la ciliegina sulla torta – l’incremento del costo del carburante diesel, è stata l’abolizione da parte di Macron dell’imposta di solidarietà sui patrimoni (ISF); imposta non disumana, infatti incideva, tolti i debiti, sul valore netto [ossia tolti i mutui] dei patrimoni superiori a 1.3 milioni di euro (ma con franchigie immobiliari).

Leggi tutto “La differenza tra Francia ed Italia: i gilet gialli combattono contro i privilegi ai “ricchi”. L’Italia invece conferma leggi con cui i miliardari (non i semplici “ricchi”) pagano tasse ridicole….”

Io sto con Di Maio! La Francia si lamenta perchè Roma dice la verità: Parigi in Africa si comporta da colonialista! Le Legion d’Onore italiane si mobilitano contro il loro Governo?

Mi verrebbe da chiedere a tutti gli africani di associarsi alla sfida lanciata dal ministro italiano Di Maio, a nome dell’Italia e dell’Europa (non dell’EUropa). Infatti quello che sta succedendo in queste ore gli africani penso lo abbiano atteso per secoli. Da italiano expat vi dico: gli italiani hanno tanti difetti ma colonialialisti proprio non sanno essere. Sarà perchè sono da sempre migranti (che però non dimenticano il loro Paese), sarà per il retaggio cristiano, sarà perchè pensano sempre alla famiglia e dunque estendono ad altri il loro familismo; ma – tranne rare sebbene esistenti eccezioni – gli italiani di norma sanno stare al mondo senza rubare i soldi dei poveracci (stranieri) che hanno molto meno di loro. Il motivo probabilmente risiede nel fatto che ogni italiano, anche emigrato, cerca di integrarsi perfettamente ma resta coi piedi per terra, conscio della ricchezza che è insita nel Belpaese, ossia nel proprio Paese; che è poi anche la ricchezza di essere italiano, oltre che – all’occorrenza – straniero.

Leggi tutto “Io sto con Di Maio! La Francia si lamenta perchè Roma dice la verità: Parigi in Africa si comporta da colonialista! Le Legion d’Onore italiane si mobilitano contro il loro Governo?”

I sovranisti mondiali dipendono in toto dalle sorti di Donald J. Trump, che è in stallo: il deep state sta esaurendo il “cambiamento”?

I sovranisti di tutto il mondo, devono la speranza del loro tanto osannato “cambiamento” là da venire a Donald J. Trump. Costoro, i sovranisti, vogliono lavorare – almeno in teoria – nell’interesse NON del “governo mondiale” bramato dai miliardari di tutto il globo, ma della maggioranza della popolazione di ogni singolo Stato, andando incontro alle esigenze precise di ogni singola comunità; questo lo possono fare solo grazie alla presenza al governo dello Stato più potente del mondo del non allienato per eccellenza, Donald J. Trump…

Leggi tutto “I sovranisti mondiali dipendono in toto dalle sorti di Donald J. Trump, che è in stallo: il deep state sta esaurendo il “cambiamento”?”

Il governo vuole vederci chiaro sui terroristi italiani protetti da paesi stranieri (ad es. la Francia): basta leggere il libro del giudice Rosario Priore, è già stato tutto scritto (lo si inviti alla RAI a spiegare…)

E’ chiaro, Macron è tanto pieno di sè da passare per uno sprovveduto.  Si è infatti scagliato a 360 gradi contro l’Italia, purtroppo per lui senza usare alcuna cautela: prima gli insulti, contemporaneamente è arrivato il blocco dei confini nonostante le leggi EU (con legge Schengen sospesa), ha anche mandato la gendarmerie in Italia a “restituire” migranti provenienti dall’Italia offendendo i confini italici, ha mosso le sue ONG (francesi) in odore di servizi segreti per portare migranti raccattati nel mare libico specificatamente in Italia, ha mosso provocazioni (deliberate) con diverse manovre militari al confine italiano, molto probabilmente ha anche fatto costruire un laboratorio nucleare (militare?) sotto il Frejus facendolo pagare all’EUropa ed all’Italia… E poi ha inopinatamente bloccato l’affaire STX-Fincantieri dopo che la Francia ha acquisito di tutto e di più in termini di aziende in Italia nel recente passato.

Leggi tutto “Il governo vuole vederci chiaro sui terroristi italiani protetti da paesi stranieri (ad es. la Francia): basta leggere il libro del giudice Rosario Priore, è già stato tutto scritto (lo si inviti alla RAI a spiegare…)”

La grande normalizzazione pre-elettorale (pro-EU) è in atto. Basta austerity, l’EU cambierà: solo bugie, per tenere la gente tranquilla…

Non so se vi siete resi conto ma la retorica europeista è improvvisamente cambiata: i messaggi conciliatori di fonte EU si sprecano ormai sui media! Leggo di Juncker che dice su Repubblica che l’austerità è stata eccessiva (blablabla), Carlo DeBenedetti afferma che l’austerità è stata eccessiva (blablabla), anche l’ex segretario PD Bersani contempla che l’austerità è stata dannosa (blablabla, solo che come al solito Bersani non capisce bene il suo ruolo e ne approfitta per mandare un messaggio che, sebbene sia identico nei termini, ha come aggiunta personale la componente dell’ingiustizia a suo danno, che il giaguaro smacchiato alla fine è stato anche lui, …).

Parafrasando Mina: Parole, Parole, Parole….
Si sa, gli stranieri sanno che gli italiani amano le parole. (…)

Leggi tutto “La grande normalizzazione pre-elettorale (pro-EU) è in atto. Basta austerity, l’EU cambierà: solo bugie, per tenere la gente tranquilla…”

Avete notato che gli ex terroristi rossi italiani tifano oggi per l’EU e per i globalisti? Cosa significa?

Sto ai fatti. Ed i fatti ci dicono che la Francia, facente parte dell’attuale asse franco-tedesco in EU ha sistematicamente difeso il terrorista rosso Cesare Battisti nella sua latitanza, da decenni. Di più, lo ha sottratto con metodo e mezzi alla giustizia italiana, pur il Battisti essendo stato condannato in via definitiva per fatti di sangue, terrorismo. La Francia ha dunque difeso durante decenni soggetti omologhi ai terroristi attuali dell’ISIS o di Al Qaeda. Il motivo? La dottrina Mitterand, che dava sistematicamente rifugio a terroristi italiani, quasi a fomentare la destabilizzazione italica (e fors’anche istituzionalizzando il terrorismo italiano, con la garanzia di supporto francese per i criminali – che sono decine, non solo Battisti, ndr – ).

Leggi tutto “Avete notato che gli ex terroristi rossi italiani tifano oggi per l’EU e per i globalisti? Cosa significa?”

Se (Quando) Mattarella concederà la grazia a Battisti alla fine del suo mandato, quale sarà/sarebbe la reazione degli italiani? Probabilmente nessuna…

Credetemi, è stato molto più facile incarcerare Cesare Battisti di quello che sarà tenerlo in prigione in Italia!

Voi dite, sentenza definitiva, ergastolo, questo marcisce in cella (come sarebbe giusto, in ossequio alle sentenze per fatti di sangue). Vi anticipo di seguito i prossimi trend garantisti italiani, ma applicabili esclusivamente a  soggetti di sinistra macchiatisi di atti di sangue oltre 25 anni fa, scappati all’estero e di spirito globalista (se volete un caso simbolo per capire cosa significhi giustizia in Italia anche per i più deboli andate a vedere lo scandalo di Rudi Guedè nel caso Kercher/Sollecito, …)

Leggi tutto “Se (Quando) Mattarella concederà la grazia a Battisti alla fine del suo mandato, quale sarà/sarebbe la reazione degli italiani? Probabilmente nessuna…”

Jamie Dimon (CEO JPM): “se gli USA fallissero cosa succederebbe?”. Risposta: “Se la Fed accettasse come collaterale i bond USA falliti…”. Come l’Italia con la lira, un paese con la propria valuta non può fallire

Jamie Dimon, CEO di J.P. Morgan (oltre che possibile candidato repubblicano alle prossime primarie presidenziali), una delle banche più grandi del mondo, ci illumina d’immenso ad uno speech pubblico a New York questa sera (“J.P. Morgan CEO Jamie Dimon speaks at the Economic Club of New York on whether a recession is coming, the government shutdown and J.P. Morgan’s quarterly earnings” – CNBC, 16.01.2019).

Leggi tutto “Jamie Dimon (CEO JPM): “se gli USA fallissero cosa succederebbe?”. Risposta: “Se la Fed accettasse come collaterale i bond USA falliti…”. Come l’Italia con la lira, un paese con la propria valuta non può fallire”

Il successo del primo, vero partito civetta targato EU: quello di Tsipras in Grecia. Esistono casi simili in EUropa? C’è un piano per far nascere partiti simili prima delle prossime elezioni EU? Intanto in Italia…

Tsipras è una creatura strana: nato non casualmente a sinistra, si è rapidamente allineato ai voleri EU. Come sia stata la genesi di tale neopartito ellenico concepito in provetta, partito prima di protesta e poi di regime (diventato finalmente, come da copione, dichiaratamente pro-EU) è tutto da decifrare: sappiamo bene che ci vogliono molti soldi per far decollare un nuovo soggetto politico, visto che leggi di norma rendono disagevole la nascita di un partito. Dunque gli interrogativi sulla genesi del partito di Tsipras restano,  ai posteri…

Leggi tutto “Il successo del primo, vero partito civetta targato EU: quello di Tsipras in Grecia. Esistono casi simili in EUropa? C’è un piano per far nascere partiti simili prima delle prossime elezioni EU? Intanto in Italia…”

I fascismi e i nazismi sono sempre nati a sinistra: in Germania gli attacchi a politici di AfD si moltiplicano. Ieri l’odio ha colpito anche il sindaco di Danzica (ex città tedesca), ucciso da uno squilibrato

Jonah Goldberg anni fa scrisse un libro illuminante, “Liberal Fascism – The Secret History of the American Left, from Mussolini to the Politics of Meaning“, anche acclamato al di là dell’oceano, in cui l’autore espresse un concetto davvero banale nella sua tragica semplicità: i fascismi e nazismi storici sono sempre nati a sinistra. Mussolini era di sinistra, i fasci del lavoro erano di sinistra. Hitler era nazionalsocialista a difesa dei lavoratori. Eppoi Pol Pot, Fidel Castro, lo stesso Stalinismo… Cosa accomuna i citati esempi di fenomeno involutivo nazifascista, che regolarmente si insidia nei gangli vitali di interi ordinamenti statali?

Leggi tutto “I fascismi e i nazismi sono sempre nati a sinistra: in Germania gli attacchi a politici di AfD si moltiplicano. Ieri l’odio ha colpito anche il sindaco di Danzica (ex città tedesca), ucciso da uno squilibrato”