Una pandemia molto conveniente

Scritto da conservativewoman.co.uk

Nelle prime fasi della “guerra al terrore” che è iniziata vent’anni fa, una concezione nebulosa del nemico, condizioni di vittoria inesistenti e la disonestà di politici guerrafondai come Blair, hanno portato alcuni di noi a chiedersi se la minaccia dell‘Asse del male globale fosse stata esagerata artificiosamente, per raggiungere un altro insieme di obiettivi.

Leggi tutto “Una pandemia molto conveniente”

Buone notizie dall’Iran: gli israeliani stanno ancora lavorando per fermare il “programma nucleare iraniano”

Michael A. Thiac per The American Thinker

Uno dei tanti disastri degli anni di Obama è stato l’”accordo nucleare” con l’Iran, formalmente noto come “Joint Comprehensive Plan of Action” (JCPOA).

In cambio di 1,7 miliardi di dollari (di cui 400 milioni in contanti), abbiamo ottenuto … la loro promessa ad essere buoni.

Bene, nessuno si aspettava che gli iraniani mantenessero la loro parola e, in effetti, hanno continuato a lavorare per produrre armi nucleari.

Ma oggi abbiamo sentito delle buone notizie dal deserto iraniano. La loro “struttura di ricerca” sul nucleare ha subito un durissimo colpo.

Leggi tutto “Buone notizie dall’Iran: gli israeliani stanno ancora lavorando per fermare il “programma nucleare iraniano””

Ucraina Redux — Guerra, russofobia e pipelineistan

Pepe Escobar

L’Ucraina e la Russia potrebbero essere sull’orlo della guerra, con conseguenze disastrose per tutta l’Eurasia. Andiamo al sodo e tuffiamoci a capofitto nelle nebbie di questo conflitto.

Il 24 marzo, il Presidente ucraino Zelensky ha firmato a tutti gli effetti una dichiarazione di guerra contro la Russia: il Decreto n. 117/2021.

Il Decreto stabilisce che la riconquista della Crimea, presa a suo tempo dalla Russia, è diventata la politica ufficiale di Kiev.

Leggi tutto “Ucraina Redux — Guerra, russofobia e pipelineistan”

Un dollaro in crescita affonda tutte le barche

Tom Luongo per Gold Goats ‘N Guns

Ogni giorno apro il mio browser web e vedo un ulteriore esempio del crack delle “funzioni di base” della società.  La settimana scorsa, ad esempio, c’è stata la vaporizzazione del capitale di Archegos.

Vi ho detto cosa ne pensavo in un post che spero vi abbia fatto riflettere.

Prima di Archegos, negli ultimi due mesi abbiamo visto la “rete elettrica” collassare in Texas e gli hedge-fund saltare in aria per un titolo meme.

Leggi tutto “Un dollaro in crescita affonda tutte le barche”

Perché la stampa tedesca e la Germania ora temono l’asse franco-italiano

Redazione Voci dalla Germania: con l’uscita di scena della Merkel, si apre nell’UE un vuoto di leadership che lascia molto spazio all’attivismo di Macron e Draghi in favore di un “bilancio comune” dell’eurozona e degli “eurobond”, fortemente voluti da Roma e Parigi.

I tedeschi temono che alla fine saranno loro a dover pagare il conto delle ambizioni revanchiste franco-italiane. Ne scrive Die Welt

Leggi tutto “Perché la stampa tedesca e la Germania ora temono l’asse franco-italiano”

Scene dal 2030

Redazione: un nostro lettore, Micheleq65, c’invia un suo contributo. La traduzione di un’ipotetica conversazione tenuta nel 2030, sul filo dell’ironia, quando la pandemia avrà irreversibilmente sconvolto la nostra vita. Lo pubblichiamo volentieri, senza nascondere un brivido lungo la schiena.

Leggi tutto “Scene dal 2030”

“Sofagate”? Ma fateci il piacere …

Quanto accaduto fra il Presidente turco Erdogan e Ursula von der Leyen ha poco a che vedere con una vaga questione “sessista”. Piuttosto, è un messaggio politico. Molto chiaro.

Redazione: al “sofagate” si aggiunge un ulteriore “incidente diplomatico”, ovvero le durissime espressioni di Draghi verso Erdogan, definito un “Dittatore”.

L’episodio avrebbe a che fare con il trattamento riservato alla von der Leyen e con la difesa dell’Istituzione “Unione Europea”, le cui redini sarebbero “in mano” al duo Draghi–Macron, conseguenza dell’eclisse di Angela Merkel.

Leggi tutto ““Sofagate”? Ma fateci il piacere …”

La Russia schiera altri “missili nucleari su camion”. Gli Stati Uniti coinvolgono i “B-1 Lancer” in una missione che prevede il “bombardamento virtuale” della Russia!

Morgan per mynews.one

La situazione in Ucraina sta diventando così brutta — e in modo così veloce — da indurre la Russia a rilasciare un video in cui mostra lo schieramento di ulteriori “missili nucleari su camion”.

Il video, rilasciato dal Ministero della Difesa russo, rende molto chiaro che i “missili balistici intercontinentali” schierati all’interno del Paese sono ora in movimento:

Leggi tutto “La Russia schiera altri “missili nucleari su camion”. Gli Stati Uniti coinvolgono i “B-1 Lancer” in una missione che prevede il “bombardamento virtuale” della Russia!”

5 domande per gli amici che vogliono farsi vaccinare contro il Covid

Kit Knightly per Off Guardian

Molti di noi hanno amici o familiari che hanno intenzione di farsi vaccinare.

Forse credono davvero di essere in pericolo. Forse pensano che sia meglio prevenire che curare. Forse vogliono solo poter andare di nuovo al bar.

Ponete loro queste cinque domande … e assicuratevi che le capiscano bene.

Leggi tutto “5 domande per gli amici che vogliono farsi vaccinare contro il Covid”

Per quali ragioni dovremmo combattere la Russia o la Cina?

Isole Senkaku, contese da Cina e Giappone

Patrick Buchanan

Lunedì scorso, in solo sei ore, la NATO ha lanciato 10 “intercettazioni aeree” per seguire sei gruppi di bombardieri e di caccia russi sopra l’Artico, il Nord Atlantico, il Mare del Nord, il Mar Nero e il Mar Baltico.

La scorsa settimana è diventato palese che Mosca sta aumentando la presenza di truppe in Crimea e lungo i confini con l’Ucraina.

E Joe Biden ha risposto.

Leggi tutto “Per quali ragioni dovremmo combattere la Russia o la Cina?”

La crisi politica della Germania e il futuro del “Nord Stream 2”

J. Hawk per SouthFront

In un batter d’occhio

L’Amministrazione Biden è entrata alla Casa Bianca accompagnata dalla speranza di tornare a una sorta di normalità nelle relazioni con l’Unione Europea.

Biden, a differenza di Obama, mai avrebbe potuto ottenere il “premio Nobel per la Pace” solo per il fatto di esistere … ma la sua vittoria è stata comunque accolta calorosamente nelle Capitali di tutt’Europa come un segno che il liberalismo avrebbe vinto sul populismo, inaugurando una nuova era di “business as usual”, nella forma in cui è stato praticato durante l’Amministrazione Obama.

Leggi tutto “La crisi politica della Germania e il futuro del “Nord Stream 2””

Gli studi dimostrano che non c’è niente che non faccia male (meglio vivere pericolosamente … tanto, non potete farci niente)

Itxu Diaz per The American Spectator

Ho paura. Mi alzo alle sei del mattino, accendo la radio e mi hanno già rovinato la giornata: “Alzarsi presto fa male alla salute”, secondo uno studio dell’Università di Westminster.

Il mio corpo è ora pieno di cortisolo che, a quanto pare, è un ormone prodotto dalle ghiandole surrenali.

Leggi tutto “Gli studi dimostrano che non c’è niente che non faccia male (meglio vivere pericolosamente … tanto, non potete farci niente)”

A un passo dalla terza “guerra mondiale”. Un analista russo illustra il “piano di guerra pan-europeo” di Putin, se gli occidentali dovessero reagire

Morgan per mynews.one

Un analista russo: “Lo sbarco e la profonda invasione russa dell’Ucraina illustrano il ‘piano di guerra pan-europeo’ di Putin, se gli occidentali dovessero reagire”.

Mercenari americani scoperti nel Donbas! (video sotto)

Leggi tutto “A un passo dalla terza “guerra mondiale”. Un analista russo illustra il “piano di guerra pan-europeo” di Putin, se gli occidentali dovessero reagire”

Una “spada di Damocle” pende sul “mercato obbligazionario” europeo (con il Recovery Fund, i leader europei hanno involontariamente creato un dispositivo che potrebbe far esplodere il loro stesso progetto)

Quando l’Italia se ne andrà, se ne andranno anche gli altri

Ambrose Evans Pritchard per The Telegraph

La Corte Costituzionale Tedesca ha colpito ancora. Il Fondo che avrebbe dovuto salvare l’Europa è in animazione sospesa.

Se il progetto europeo dovesse mai disfarsi, sarà probabilmente a causa di una Sentenza del venerabile Verfassungsgericht [Corte Costituzionale].

Leggi tutto “Una “spada di Damocle” pende sul “mercato obbligazionario” europeo (con il Recovery Fund, i leader europei hanno involontariamente creato un dispositivo che potrebbe far esplodere il loro stesso progetto)”

Qualcuno guadagnerà dal caso Walter Biot (e non sarà l’Italia)

Redazione MD: qualcuno ha un palese interesse a sabotare le relazioni fra Italia e Russia come, a suo tempo, c’è chi ha avuto interesse a sabotare quelle fra Italia ed Egitto (caso Regeni).

La domanda è: si tratta degli Stati Uniti di Biden, oppure dei franco-tedeschi di Merkel & Macron?

Oppure si tratta di un auto-sabotaggio del Governo Draghi, per riaffermare l’atlantismo italiano a scapito dei filo-russi del nostro Paese, che non possono essere attaccati direttamente perché sostenitori del Governo?

Chi vivrà vedrà. Ma tutto questo non è una novità per i nostri lettori.

Che l’Italia potrebbe essere il “campo di battaglia” dello scontro Est–Ovest lo diciamo da sempre. Speriamo non anche “carne da cannone”.

Leggi tutto “Qualcuno guadagnerà dal caso Walter Biot (e non sarà l’Italia)”