Disanima delle notizie di guerra in Iran e dintorni, come sempre manipolate (anche solo per timore di ritorsioni) in casi del genere

Sarà questa la retaliation iraniana? (…)

Quando ci sono guerre striscianti le notizie sono manipolate, da che mondo è mondo. La cosa importante in questi casi è vedere l’aspetto tempo e ragionare sui contenuti improvvisati. Ad esempio l’incidente di stamane a Teheran, aereo ucraino: sul TG24 di Mediaset si sono affrettati ad affermare che non si tratta di un incidente nè di un atto terroristico. Poi la notizia è stata diciamo “integrata”.

Certamente, un caso (1)

Appunto, man mano che il tempo passava sono emersi video E dettagli. E dati sull’equipaggio: in realtà l’aereo ucraino trasportava non ucraino ma soprattutto iraniani e canadesi, in gran parte, poi tedeschi e svedesi, alcuni inglesi.

Certamente, un caso (2)

Ieri o stamattina, altra casualità, 16 anni dopo il terremoto che distrusse l’Iran a Bam nel 2003 (26.12.2003), ecco un’altra serie di terremoti in Iran nei pressi della centrale nucleare di Bashehr, che si stanno ripetendo da un mese a questa parte. Interessante per altro notare come tutti tali terremoti abbiano interessato le zone più superficiali della crosta terrestre.

Certamente, un caso (3)

Certamente, un caso (4)

Parimenti abbiamo rilevato la risposta militare iraniana all’assassinio di Suleimani da parte USA, in campo neutro ossia in Iraq, facendo notare come Suleimani fosse sì in viaggio di Stato ma non avesse tecnicamente parlando la copertura diplomatica garantita ai membri del Ministero degli Esteri. Secondo alcune fonti l’attacco iraniano alle basi USA in Iraq sarebbe stato confermato solo da fonti occidentali e non iraniane (…).

La guerra arriva da lontano?

In ultimo, cotanto caos ha obbligato gli shipper di petrolio a bloccare le attività nello stretto di Hormuz, determinando una prospettica carenza di petrolio per le raffinerie occidentali.

 Bang! L’effetto economico della guerra, quello che veramente importa….

Dobbiamo ancora interpretare il vero significato – anche diciamo simbolico se volete, … – di tutti questi eventi, ritengo.

Il  tutto senza dimenticare quanto accaduto in EUropa solo qualche settimana fa quando gli USA hanno improvvisamente deciso di spostare il più grande numero di armi e truppe in EUropa appena prima della fine dell’anno, evidentemente hanno un piano che non hanno ancora disvelato appieno.

Mitt Dolcino

 

uesti casi