Se questo è il nuovo….. Come rimpiango la prima Repubblica!

Ieri la tragica presa per i fondelli di una sfida che in realtà è stata un aiuto reciproco, a cui il Vespa nazionale si è prestato (mai dimenticare la vox populi sulla supposta paternità del conduttore inamovibile da Rai 1, nel caso un marchio di fabbrica dell’andazzo nazionale). Infatti durante la prima Repubblica la sfida era nel bene del Paese, ieri invece – mi è sembrato davvero chiaro – è stata a vantaggio dei due contendenti….

Difficile fare peggio, sinceramente quando il verdastro ha dato al bianco-rossastro del “genio incompreso” ho capito la solfa. Dunque, i due mancati colleghi del renzusconi hanno suonato a morto per il futuro dell’Italia: due cotanti arrivisti fanno presagire il peggio per l’Italia, là da venire.

Naturalmente chi scrive fin quando la scelta si limiterà a codesti due bellimbusti NON andrà più a votare, per una semplice ragione : NON voglio essere complice dello sfascio futuro, inevitabile secondo lo scrivente (l’austerità EUroimposta , che non viene combattuta da nessuno nei fatti, strangolerà il Paese, ndr). Per il resto, nella mia veste di supplente dell’informazione lascio la cronistoria della falsa sfida, in realtà un aiuto reciproco, a gente più brava di me, giornalisti veri, che hanno saputo riassumere benissimo il senso dell’infima presa in giro di ieri sera, di cui sposiamo al 100% l’analisi.

Viene da dire che l’intervista l’avranno concordata nel ristorante romano del fido Verdini, il forzista berlusconiano diventato del PD e sempre renziano, magari in compagnia della figlia verdiniana supposta compagna salviniana, una coppia che si è sfasciata nottetempo, appena dopo il sogno infranto del renzusconi, grazie al tweet di Trump pro-Conte.

Non so cosa ne pensate voi, ma io ancora ringrazio il presidente USA per averci evitato il più tragico renzusconi, con il suo tweet benedetto.

Fate vobis

MD